Categoria: SOCIETÀ

uomo e donna seduti sul divano. Vita sedentaria

STARE TROPPO SEDUTI INVECCHIA IL CERVELLO. Rischio di ALZHEIMER.

Una vita sedentaria può danneggiare il cervello e aumentare il rischio di demenza. È stato suggerito che circa il 13% del carico globale della malattia di Alzheimer potrebbe essere dovuto al fatto di trascorrere troppo tempo seduti. Lo rivela un nuovo studio dell’Università della California pubblicato sulla rivista Plos One.

arcata dentale superiore con dente cariato

Meno carie con la Dentosofia

La carie, un flagello che neppure l’odontoiatria moderna è riuscita a debellare, nonostante anni di fluoroprofilassi e l’enfasi messa sulla prevenzione. Ma dipende davvero tutto dal fluoro? o dall’alimentazione? Secondo la dentosofia l’idea di base è che alla nascita la bocca sia in equilibrio. In seguito,  i processi vitali come

mamma con bambino insegna lavarsi i denti

Fluoro ai bambini contro la carie: fa bene o no? La fluoroprofilassi

Assoluzione del fluoro nell’acqua potabile: non ha effetti negativi sullo sviluppo dei bambini e abbatte il rischio di carie. Così alcuni media italiani sono usciti in stampa online e cartacea, ma è del tutto vero? Possiamo davvero essere sicuri? In realtà no, le ricerche sono in continuo divenire e titoli

Grafico stilizzato una persona su 5 ha problemi mentali

SCREENING DI PRASSI PER DEPRESSIONE: RISULTATO, 1 SU 5 HA PROBLEMI MENTALI

L’USPST (US Task Force sui servizi preventivi) raccomanda lo screening per la depressione, da parte dei medici, alla popolazione adulta generale, dai 18 anni in su (per i minori esiste una raccomandazione specifica), comprese le donne in gravidanza e dopo il parto,  per i pazienti senza segni o sintomi correlati. Quindi

tavolo con quaderno e matita che indica grafici per le ricerche di mercato

MANIPOLAZIONE DATI: PESTICIDI NEGLI ALIMENTI A NORMA DI LEGGE

Bastano due settimane di una dieta a zero pesticidi per abbattere, e in alcuni casi azzerare, il contenuto di inquinanti nelle urine di una famiglia italiana. Fidarsi dei dati, di quali dati? Forse il buon senso potrebbe essere di aiuto… basta attivarlo. #capiamociqualcosa. Breve articolo di fine anno, per racchiudere

tabella incidenza bambini dichiarati autistici in USA dal 1980 al 2016

NUOVA STATISTICA CDC: 1 bambino ogni 36, negli USA, ha l’autismo

Nuove statistiche pubblicate dai Centri statunitensi per il controllo delle Malattie (CDC) mostrano che un bambino su 36, negli Stati Uniti, ora viene diagnosticato con autismo. Il tasso nel 2013 è stato uno su 50, nel 2008 il tasso era uno su 88, nel 2002 il tasso era uno su

bambino che si lava le mani

LIBERI DAI GERMI: il modo più rapido per ammalarsi

Esperti suggeriscono che siamo troppo puliti; mancanza di esposizione ai germe sta indebolendo il nostro sistema immunitario. Il detergente per le mani è sempre pronto in borsetta, detergenti di ogni tipo per la casa; i fanatici dell’igiene a tutti i costi sono tanti, ma, a differenza di come si potrebbe

mano genitore con piedino bambino appena nato banner articolo

ELIMINANDO PFOA DAL TEFLON , MENO BAMBINI NATI SOTTO PESO

L’eliminazione graduale di una sostanza chimica pericolosa, precedentemente utilizzata per produrre Teflon, ha probabilmente prevenuto migliaia di nascite di basso peso negli Stati Uniti ogni anno. Questo è quanto afferma un nuovo studio condotto da ricercatori della New York University. La sostanza incriminata è il PFOA, da decenni utilizzata dalla

NURX: LA NUOVA APP CHE PRESCRIVE CONTRACCETTIVI E PILLOLE ABORTIVE AI MINORI

L’American College of Pediatricians (ACPeds) avvisa i genitori di una nuova pericolosa app per cellulare chiamata Nurx. Soprannominata ‘Uber per il controllo delle nascite’, Nurx consente agli adolescenti, dall’età di 12 anni, di ottenere farmaci contraccettivi e abortivi, inclusi la pillola, l’anello vaginale, pillola del giorno dopo, senza conoscenza genitoriale

RIENTRO A SCUOLA: PERCHÈ I BAMBINI E GENITORI SONO SEMPRE PIÙ STRESSATI?

Sempre più bambini e genitori soffrono di stress per il rientro a scuola. Come mai? Ogni cambiamento di stato crea un cambiamento nel nostro corpo e nelle nostre emozioni. Visto poi che le emozioni sono fatti fisici, con rilascio a cascata di ormoni e attivazioni neurali questo può determinare uno