Detergenti spray per la casa tossici come un pacchetto di sigarette al giorno

Donna che fuma sigaretta



L’uso costante di prodotti per la pulizia è stato equiparato, a livello di tossicità e danni, a fumare un pacchetto al giorno di sigarette. Le donne i soggetti più a rischio.

L’uso di prodotti chimici per la pulizia potrebbe nuocere ai polmoni delle lavoratrici tanto quanto fumare un pacchetto di sigarette al giorno per 10/ 20 anni, secondo un nuovo studio condotto da un team di ricercatori europei. Le donne che usano spray e altri prodotti per la pulizia a casa anche solo una volta alla settimana possono anche danneggiare i loro polmoni, anche se lo studio non ha quantificato l’impatto rispetto al fumo.


Lo studio non ha esaminato il cancro ai polmoni, ma la funzione polmonare – efficienza respiratoria. Una efficace funzione polmonare è necessaria per pompare ossigeno nel sangue ed espellere monossido di carbonio. La funzionalità polmonare diminuita è  segno di una malattia polmonare o possibile sviluppo futuro della malattia,anche  fatale.

Lo studio, pubblicato sull’American Journal of Respiratory e Critical Care Medicine, è considerato il primo a valutare l’esposizione al prodotto di pulizia professionale o domestico in relazione al declino della funzione polmonare.

Secondo l’American Thoracic Society, la funzione polmonare diminuisce naturalmente ogni anno, a partire dalla metà degli anni ’20. Un calo accelerato della funzione polmonare potrebbe incidere su una drastica diminuzione della salute.

Secondo una stima del 2010, nel Mondo, le persone con BPCO sarebbero state circa 329 milioni, ossia il 4,8% della popolazione globale. In base a diversi studi statistici, il numero mondiale di decessi per BPCO è aumentato in modo consistente negli ultimi 20-25 anni: se nel 1990 i morti per broncopneumopatia cronica ostruttiva sono stati 2,4 milioni circa, nel 2015 sono stati ben 3,2 milioni.

DAL NEGRO R. et al. Respir Med 2003, 97(suppl.c):543-550 riporta che 17.000 persone/anno muoiono di BPCO in Italia. La BPCO è responsabile del 50% delle morti totali per cause respiratorie. La BPCO è la 7° causa di ospedalizzazione in Italia, la terza negli Stati Uniti, secondo il Centers for Disease Control and Prevention. La BPCO comprende una serie di malattie, tra cui bronchite cronica ed enfisema.

I ricercatori, guidati da Øistein Svanes dell’Università di Bergen, in Norvegia, hanno valutato i dati su oltre 6.000 partecipanti alla European Community Respiratory Health Survey da oltre 20 anni. I ricercatori teorizzano che agenti irritanti per la pulizia, che causano cambiamenti immunologici o infiammazioni delle membrane mucose sensibili, possono causare danni strutturali, alle cellule o ai tessuti nelle vie aeree quando le esposizioni persistono nel tempo.

DETERGENTI PER LA CASA PERICOLOSI:DANNI POLMONARI AL FETO,FISCHIO,ASMA ENTRO I 3 ANNI

I collegamenti ad asma di nuova insorgenza ed asma aggravato, respiro sibilante, infezioni respiratorie e irritazione da esposizione a detergenti chimici sono ben documentati nella letteratura scientifica. Le donne affrontano esposizioni sproporzionate agli agenti pericolosi nei prodotti per la pulizia perché – come questo studio e i dati dell’U.S. Bureau of Labor Statistics, tra gli altri, sostiene – sono responsabili della maggior parte delle faccende domestiche di pulizia. Le donne rappresentano anche la maggior parte della forza lavoro domestica.

Lettura correlata: LE DONNE VENGONO AVVELENATE DA SOSTANZE TOSSICHE NEI PRODOTTI PER L’IGIENE INTIMA

Poiché la regolamentazione delle sostanze chimiche nei prodotti per la pulizia è scarsa, i consumatori dovrebbero scegliere con cura questi prodotti.

Letture correlate:

5 SPRUZZINI SGRASSANTI, DETERGENTI, ANTICALCARE NATURALI

DISINFETTANTI NATURALI: ELIMINANO DAVVERO ANCHE I PATOGENI COME SALMONELLA, ESCHERICHIA COLI O STAFILOCOCCHI?

SODA SOLVAY o CARBONATO DI SODIO, BICARBONATO E PERCARBONATO: PROPRIETÀ E DIFFERENZE

10 PASSI PER ELIMINARE LE PRINCIPALI SOSTANZE TOSSICHE DALLA VOSTRA VITA

Segui questi suggerimenti per ridurre la tua esposizione a sostanze chimiche dannose:

  • Evita i detergenti spray. Se li usi, spruzza in un panno piuttosto che direttamente su una superficie, il che aiuta a ridurre l’inalazione di piccole gocce di soluzione detergente.
  • I prodotti per la pulizia sono spesso inutili. Una pulizia regolare con acqua e sapone o acqua e bicarbonato di sodio rimuoverà il normale sudiciume domestico e terrà sotto controllo i livelli di muffa.
  • Le spugne abrasive e gli strumenti in microfibra sono alternative efficaci alle sostanze chimiche aggressive.





Lascia un commento