Categoria: Yoga terapia

uomo e donna seduti sul divano. Vita sedentaria

STARE TROPPO SEDUTI INVECCHIA IL CERVELLO. Rischio di ALZHEIMER.

Una vita sedentaria può danneggiare il cervello e aumentare il rischio di demenza. È stato suggerito che circa il 13% del carico globale della malattia di Alzheimer potrebbe essere dovuto al fatto di trascorrere troppo tempo seduti. Lo rivela un nuovo studio dell’Università della California pubblicato sulla rivista Plos One.

IL PROFONDO LEGAME FRA ANCHE STRETTE ED EMOZIONI. PERCHÉ È IMPORTANTE SBLOCCARLE.

I fianchi sono emotivamente carichi, un posto dove conserviamo alcune delle nostre più profonde vulnerabilità. Possiamo riassumere in 6 punti principali cosa vuole trasmetterci la rigidità del bacino e fianchi stretti: 1. Paura del futuro.  Per la metamedicina le anche rappresentano la determinazione di andare avanti, la loro contrattura, chiusura

AUTO AIUTO PER ANSIA, STRESS E DEPRESSIONE: IL POTERE DELLA COERENZA CARDIACA

L’importanza del cuore nel linguaggio delle emozioni è molto più di una immagine: il cuore percepisce e sente; e, quando si esprime, influenza tutta la nostra fisiologia, a cominciare dal cervello. Questo piccolo cervello contiene oltre 40.000 neuroni, con la capacità di percepire in modo indipendente, elaborare informazioni, prendere decisioni,

DEPRESSIONE ED ANSIA: FARE ESERCIZIO PER COMBATTERE I SINTOMI

L’esercizio fisico aiuta a prevenire e migliorare una serie di problemi di salute, tra cui ipertensione, diabete e l’artrite, cancro ma ancora, la ricerca mostra benefici psicologici dell’esercizio fisico su ansia e depressione. Come l’esercizio fisico aiuta a combattere la depressione e l’ansia? I principali fattori su cui agisce sono:

VITA SEDENTARIA: FATTORE DI RISCHIO DI MORTALITÀ, NECESSARIO IL CAMBIO DI POSIZIONE OGNI ORA.

Un rimedio? Alzarsi quanto più ci è possibile, almeno 35 cambi di posizione al giorno L’inattività fisica è ora identificato come il quarto fattore di rischio per la mortalità globale. I livelli di inattività fisica sono in aumento in molti paesi con importanti implicazioni per la prevalenza di malattie non