Categoria: DISINFORMAZIONE

RITARDANTI DI FIAMMA, tossicità, e come proteggersi. I nanomateriali non sono la soluzione.

I ritardanti di fiamma bromurati (BFR) sono miscele di sostanze chimiche artificiali che vengono aggiunte a un’ampia gamma di prodotti, anche per uso industriale, per renderli meno infiammabili e come la stessa Efsa indica, danno luogo a bioaccumulo e sono tossici per esseri umani e ambiente. Sono spesso impiegati nelle

POLIESTERE: PERCHÈ È BENE EVITARLO

Poliestere: una delle fibre sintetiche più utilizzate dall’industria tessile. Abbiamo affrontato più volte il tema delle fibre sintetiche e naturali in Lifeme. Oggi puntiamo i riflettori sul poliestere. Si tratta della fibra sintetica più utilizzata dall’industria tessile, per fabbricare capi low cost e non solo. Il suo consumo aumenta ogni

RIENTRO A SCUOLA: PERCHÈ I BAMBINI E GENITORI SONO SEMPRE PIÙ STRESSATI?

Sempre più bambini e genitori soffrono di stress per il rientro a scuola. Come mai? Ogni cambiamento di stato crea un cambiamento nel nostro corpo e nelle nostre emozioni. Visto poi che le emozioni sono fatti fisici, con rilascio a cascata di ormoni e attivazioni neurali questo può determinare uno

INTELLIGENZA ARTIFICIALE: 7 OGGETTI, FRA TECNOLOGIA E TRANSUMANESIMO

Sono capaci di riconoscere la nostra voce, di reagire alle nostre azioni o di facilitarci la vita quotidiana. Pongono anche delle domande etiche, ipotizzando il timore di un controllo di massa o si avvicinano a degli scenari di scienza-fiction. Qui abbiamo sei esempi di oggetti di compagnia dotati di intelligenza

CANADA – Documenti ufficiali. Il sesso potrà anche non essere F o M, ma semplicemente X

A partire da settembre sui documenti ufficiali del Canada, su carte d’identità e passaporti, ci sarà la possibilità di indicare anche il genere neutro, per le persone che non si identificano né in quello maschile né in quello femminile.Inizialmente vi sarà l’indicazione “persone che non si identificano come femmine (“F”)

UOVA CONTAMINATE, NON SOLO FIPRONIL. GUIDA AI CODICI DI ACQUISTO.

Lo scandalo delle uova contaminate con insetticida Fipronil, che a sua volta contamina la filiera alimentare è tutt’altro che finito, in Italia possiamo dire che è solo agli inizi. Dopo un primo, infantile, tentativo di negare la presenza di uova fresche contaminate (vendute per lo più in Olanda e paesi

Italia e DEA unite? Riflessione su alcune sostante ritenute fuorilegge, forse per mantenere il controllo con metadone e suboxone.

  Messa al bando del Kratom, ed in Italia dei componenti attivi la mitraginina e l’ibogaina ( utilizzata in tutto il mondo come sostanza d’elezione per la disintossicazione da oppiacei, cocaina, metanfetamina ed alcool con minor effetti collaterali del metadone..). L’Encod pubblica giustamente: L’obbiettivo dei proibizionisti è chiaramente sviluppare l’uso

STAMPABILE: ELENCO SOSTANZE DA EVITARE NEI PRODOTTI PER LA CURA DEL CORPO

Ogni paese ha la sua associazione consumatori, in US la EWG si batte contro le sostanze tossiche contenute in alimenti, acqua, cosmetici, prodotti per la casa, ed in Francia di pari passo UFC-Que Choisir aiuta il consumatore nell’acquisto più salutare, in Italia abbiamo Altroconsumo, che sicuramente farà interessanti speciali su

Come un ospedale di Toronto utilizza la realtà virtuale per concedere ai pazienti terminali un ultimo desiderio

Meike Muzzi, 83, è in cure palliative a Bridgepoint salute, ma fugge dalla sua stanza d’ospedale utilizzando la realtà virtuale. (CBC) Emozioni contrastanti arrivano nel leggere simili notizie: Presso il Toronto Hospital, in Canada, il pioniere dott.re David Parker cerca di soddisfare i sogni del cassetto dei malati terminali, donando

PRODOTTI PER LA CURA DEL CORPO : ALTE CONCENTRAZIONI DI INTERFERENTI ENDOCRINI ANCHE NELLE URINE DEGLI UOMINI

Profumi, creme solari, lozioni, determinano alte concentrazioni di ftalati e parabeni (entrambi interferenti endocrini) nelle urine degli uomini. Gli interferenti endocrini portano nell’uomo riduzione del testosterone, malformazione e riduzione dello sperma, cancro… Si sa tanto sui parabeni e ftalati, ma il consumo di prodotti che li contengono è ancora molto