Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

2017/11/18

MIELE DI MANUKA DELLA NUOVA ZELANDA: ANTIMICROBICO, ANTISETTICO,efficace in casi di resistenza ai farmaci.

Miele di Manuka. Il miele della Nuova Zelanda dalle straordinarie proprietà.


Il Miele di Manuka è un miele prodotto solo in Nuova Zelanda, che ha dimostrato di essere un antibatterico naturale efficace, ma anche un antimicrobico e un antisettico. Inoltre si è rivelato efficace anche in casi di multi-resistenza ai farmaci

In Nuova Zelanda un proverbio dice: «Dove gli antibiotici non riescono arriva il miele di Manuka»

Le proprietà terapeutiche del miele, in generale,  sono conosciute da centinaia di anni, sfruttate da varie e molteplici popolazioni, in varie parti del mondo. Raccolto dalla pianta omonima (Leptospermum scoparium), che cresce allo stato selvatico sotto forma di arbusto o piccolo albero in Nuova Zelanda, è utilizzato fin dalla notte dei tempi dal popolo Maori come cibo e nel trattamento locale di ferite, ulcere, bruciature e scottature.
Numerosi studi sono stati fatti sul comportamento di vari tipi di miele, riportati e supportati a livello scientifico, in letteratura. Il miele ha evidenziato un’alta carica antifungale e antibatterica. Ricco  di flavonoidi e componenti fenoliche,  con bassa percentuale di molecole di acqua e valore di acidità PH, in genere al di sotto del PH4, diviene così un naturale inibitore della crescita di molti microrganismi.

Il miele di manuka, con una marcia in più


Le proprietà del miele di manuka sono date dal Metilgliossale (MGO), un componente che si forma naturalmente nel nettare del fiore di manuka pronto per essere raccolto dalle api. L’attività antibatterica degli altri mieli deriva dalla formazione dei perossidi di idrogeno e svanisce velocemente quando esposta a calore e luce (mentre il Methylglyoxal rimane stabile).
Finora il miele di Manuka MGO™ è il solo alimento al mondo che contiene il Methylglyoxal in quantità significative.

Lettura consigliata: MIELE:PROPRIETA’, USO CORRETTO DEL MIELE DA MEDICINALE A TOSSICO.

Prodotto
Methylglyoxal [mg/Kg]
Miele di Manuka
100-900
Altri mieli
0-10
Altri alimenti
0-50





Il professor Thomas Henle dell’Università Tecnica di Dresda, in Germania, il cui team ha individuato la presenza di methylglyoxal come l’ingrediente antibatterico chiave nel miele di Manuka, sostiene vi sia una forte necessità di considerarlo come più di un «alimento salutare».

“Abbiamo dimostrato per la prima volta senza ambiguità che il Methylglyoxal è il diretto responsabile dell’attività anti batterica del miele di Manuka”
(Molecular Nutrition and Food Research, Gennaio 2008)

Efficace nelle malattie da raffreddamento e per combattere le infezioni, questo miele non deve mancare nella nostra farmacia casalinga

Per quali patologie è efficace il Miele di Manuka?

Apparato digerente

    Stomaco
    Intestino tenue
    Intestino crasso
    Ulcera
    Ulcera duodenale
    Costipazone
    Reflusso gastrico

    Candida/parassiti
    Gastrite

    Coliti
    Indigestione

    Diarrea
    Bruciore di stomaco




Miele di Manuka contro l'Helicobacter pylori

Secondo Thomas Henle gli antibiotici spesso non riescono a trattare in modo efficace l’Helicobacter pylori, mentre i suoi studi dimostrano che il miele di Manuka con alti livelli di MG, è stabile nello stomaco quindi offre una cura promettente e migliore per la salute gastrointestinale. Gli studi dimostrano la sua capacità di sradicare centinaia di ceppi batterici, tra cui quello dell’MRSA (Methicillin-Resistant Staphylococcus Aureus) resistente agli antibiotici. Alcuni lo utilizzano per il trattamento di disturbi digestivi, come la sindrome dell’intestino irritabile (IBS).



Guarigione delle ferite
    Guarigione di ulcere, bruciature, ferite acute e croniche:
    Rimuove rapidamente i tessuti lacerati.
    Favorisce un ambiente umido per la guarigione delle ferite.
    Fornisce un’azione anti-infiammatoria.
    Aiuta il sistema immunitario per la guarigione.

Patologie della pelle
    Tramite ingestione ed applicazioni topiche, si raggiungono miglioramenti nelle seguenti condizioni della pelle:
    Psoriasi
    Dermatiti
    Acne
    Eczema

Malattie orali ed oftalmologiche

Orecchie, naso, bocca, gola e occhi sono tutti luoghi per infezioni batteriche.

Quando è necessario un sostegno al sistema immunitario contro le infezioni (tra cui innanzitutto quelle dell’albero respiratorio: raffreddore, mal di gola, tosse, influenza), visto che il miele di Manuka ha anche proprietà immunomodulanti.

Lettura consigliata: MIELE:PROPRIETA’, USO CORRETTO DEL MIELE DA MEDICINALE A TOSSICO.

Cosa lo rende così efficace?

Tutti i mieli hanno attività antibatteriche grazie al contenuto di perossido di idrogeno, ma il miele di Manuka è un antibatterico con potenza supplementare che viene misurata dal fattore UMF (Unique Manuka Factor). Si tratta di un metodo rigoroso per misurarne l’efficacia.

Gli studi suggeriscono che alcuni tipi di miele di Manuka possono contenere fino a 550 mg di methylglyoxal al chilo, una concentrazione 50 volte superiore a quella di un miele convenzionale. Si tratta di un alimento che viene studiato e testato anche in campo oncologico.

Non tutto il miele di Manuka presenta tuttavia quantità significative di MG e ha di conseguenza questo tipo di attività antibatterica aggiuntiva particolarmente interessante e non dovuta al perossido d’idrogeno. Quello che la possiede viene denominato “miele di manuka attivo” o “miele di manuka UMF” (Unique Manuka Factor) e riporta in etichetta la quantità di MG che contiene, per distinguerlo dal miele di Manuka che non ha queste proprietà.

Lettura consigliata: MIELE:PROPRIETA’, USO CORRETTO DEL MIELE DA MEDICINALE A TOSSICO.

Come scegliere il Miele Berringa più adatto?

IL SISTEMA DI CERTIFICAZIONE DEL MIELE DI MANUKA MGO™

L’unico standard reale e preciso per misurare l’attività affidabile unica del miele di Manuka.
La Manuka Health ha introdotto un nuovo marchio (MGO™ Manuka Honey) e misura il contenuto di Methylglyoxal basato sugli standard sviluppati dall’Università di Dresda.

Prodotto
Methylglyoxal
Forza
MGO™100
100mg/kg
Minimo
MGO™250
250mg/kg
Forte
MGO™400
400mg/kg
Molto forte
MGO™550
550mg/kg
Extra forte


Serve leggere nell'etichetta la sigla MGO ed il suo valore (esperesso con numero+ es. MGO 120+)

MGO 120+ 
Supporta il sistema immunitario migliorando il benessere generale. Contiene un minimo di 120mg/kg di metilgliossale alimentare.120 mg/kg è il minimo raccomandato
MGO 220+ 
Con una percentuale di MGO più elevata è adatto al benessere quotidiano. D’aiuto nei leggeri bruciori di stomaco. Contiene un minimo di 220 mg/kg e di metilgliossale alimentare.
MGO 400+ 
Questo miele contiene un’elevata percentuale antibatterica, adatto sia per uso alimentare che topico. Contiene un minimo di 400mg/kg di metilgliossale alimentare.
MGO 550+ 
Con una concertazione di MGO più alta rispetto ai precedenti viene in aiuto nel trattamento di ceppi batterici resistenti. Contiene un minimo di 550mg/kg di metilgliossale alimentare.
MGO 900+ 
Un’azione antibatterica superiore, con la percentuale di MGO più elevata e un meccanismo d’azione più rapido. Adatto sia ad uso topico che ad uso interno. Contiene un minimo di 900mg/kg di metilgliossale alimentare.

Come sceglierlo

Il miele di Manuka più efficace è quello biologico. Ciò significa che non si utilizza alcuna sostanza chimica durante il raccolto e la produzione del miele. Inoltre esso viene raccolto lontano da attività agricole.

Il dosaggio standard per l’assunzione del miele è di un cucchiaino preso prima dei pasti, fino a tre volte al giorno.

Il Miele di Manuka
E le sue straordinarie proprietà curative naturali
€ 12.9
Ti consigliamo



Disclaimer

Queste informazione non sono destinate a diagnosticare, trattare curare o prevenire alcuna malattia e non può in alcun modo intendersi come sostitutivo di atti medici. Si consiglia di consultare il proprio medico o naturopata di fiducia, prima dell’assunzione, anche se si è in buona salute. E’ inoltre indispensabile consultare il proprio medico se ci si trova in stato di gravidanza, allattamento, o durate una cura farmacologica. Eventuali dosaggi menzionati sono puramente indicativi e potrebbero non essere appropriati per il vostro caso specifico.

I limiti di composizione previsti dalla nuova norma sono in alcuni casi diversi da quelli precedentemente in vigore: in alcuni casi sono cambiati i parametri (fruttosio + glucosio al posto di zuccheri riduttori, saccarosio al posto di saccarosio apparente, conducibilità elettrica al posto delle ceneri) in altri solo i valori di riferimento (umidità max 20% invece di 21%, acidità max 50 mea/kg invece di 40 mea/kg, HMF max 80 mg/kg per i mieli tropicali)

Il miele di Manuka BERRINGA ricade in fascia tropicale per cui con valori HMF max 80 mg/k
Articolo tratto da Vivi Consapevole n. 43


2017/11/17

Quanti pesticidi ci sono nel corpo di un italiano comune? Questa famiglia ha fatto un test.

Partita mercoledì 15 novembre 2017 la campagna #ipesticididentrodinoi,di CambialaTerra, con un video che mostra il grado di contaminazione della famiglia D. - romana, con abitudini alimentari nella media – rispetto ad alcuni tra i pesticidi ed erbicidi più utilizzati in agricoltura. 


La campagna è promossa da Federbio con Isde- Medici per l’Ambiente, Legambiente, Lipu e WWF e coordinato da un comitato dei garanti di cui fanno parte – oltre ai rappresentanti delle associazioni citate – singole personalità del mondo della ricerca. Lifeme sostiene l'iniziativa.



Finalmente arriva anche in Italia un coinvolgimento diretto dei cittadini, con test e studi per osservare l'accumulo di pesticidi nell'organismo.
Da anni la letteratura scientifica trasborda di test e dimostrazioni che nessuno pare voglia vedere ed ascoltare, troppi i conflitti d'interesse economico, politico che nascondono. Forse anche questa campagna non determinerà grandi risvolti ma almeno è condotta in Italia, in lingua italiana, facilmente comprensibile ed accessibile per ogni consumatore. Invitiamo alla sua massima diffusione



Scopo dell'esperimento sociale è dimostrare quanto l'assunzione di pesticidi possa essere influenzata dalla dieta. Così una famiglia di 4 persone (i genitori, Marta e Giorgio assieme ai loro bambini, Stella di 9 anni e Giacomo di 7) ha accettato di fare il test sulla presenza o meno di pesticidi nelle urine e – dopo 15 giorni di dieta 100% bio, quindi totalmente priva di chimica di sintesi – ripetere le analisi per verificare la differenza tra prima e dopo.

Risultati analisi pre-dieta
Dalle analisi del laboratorio tedesco ( Medizinisches Labor di Brema certificato ISO, che ha già eseguito per le Coop Danimarca lo stesso tipo di analisi) risulta che il livello di glifosato – l'erbicida più diffuso e utilizzato al mondo, probabile cancerogeno per l'uomo secondo l'Istituto internazionale di ricerca sul cancro - nelle urine dei figli, Stella e Giacomo, è maggiore della media. Per Giorgio è particolarmente alto, più del doppio della media (116% in più).

Per quanto riguarda il clorpirifos – insetticida con effetti su sistema nervoso centrale, sistema circolatorio e respiratorio - la situazione è particolarmente preoccupante per Marta e il figlio Giacomo che presentano concentrazioni superiori al 95% della popolazione di riferimento, ma anche Giorgio e la figlia Stella hanno valori sensibilmente più alti della media.

I piretroidi – pesticidi ad ampio spettro per cui sono dimostrati disturbi dell'apprendimento, danni al sistema nervoso, al fegato, al cuore, all'apparato digerente e sul sangue – sono stati distinti in due dei più frequenti metaboliti (molecole in cui si scinde un composto chimico): il Cl2CA e l'm-PBA. Tutti e quattro i componenti della famiglia D. sono risultati positivi ai piretroidi per la presenza, in particolare, dell'm-PBA. Nel caso di Marta c'è un valore molto elevato per questo metabolita, tanto alto da essere superiore a quello che si riscontra in una percentuale del 5% della popolazione di riferimento. Nei figli sono presenti quantità sensibilmente superiori alla media non solo per l'm-PBA, ma anche per Cl2CA.

L'articolo verrà aggiornato all'uscita dei risultati, il 30 novembre.

Questi sono solo una parte delle sostanze tossiche che assimiliamo durante la giornata, provate a sommarla a tutto ciò che entra nel corpo attraverso i prodotti di bellezza (saponi, creme, shampoo, dentifrici, disinfettanti), prodotti per la pulizia della casa, e per la donna i prodotti per l'igiene intima (detergenti, assorbenti,...) e continuiamo con ciò che viene rilasciato da mobili, polveri, vestiti... in parole povere, niente è dannoso preso singolarmente a piccole dosi, ma l'effetto mix ed accumulo che si forma alla fine di una settimana standard, può essere davvero devastante nel medio lungo termine della nostra vita. #sostanzetossichedentrodinoi

⇴ LE DONNE VENGONO AVVELENATE DA SOSTANZE TOSSICHE NEI PRODOTTI PER L'IGIENE INTIMA
⇴ SOSTANZE TOSSICHE IN GRAVIDANZA: DALLA MADRE AL FETO E OLTRE, ANCHE NIPOTI E PRONIPOTI

Viviamo più consapevolmente...
⇴ IL SALE MARINO CONTIENE SEMPRE PIÙ MICROPLASTICHE: NOI, COME I PESCI, CON PLASTICA NEL CORPO

Se volete approfondire il mondo dei #ipesticididentrodinoi di seguito alcuni articoli pubblicati.

⇴ MANGIARE CIBI CON MENO PESTICIDI aumenta la probabilità, per le donne e gli uomini, di concepire

⇴ 15 interferenti endocrini più pericolosi ATTENZIONE A COSA MANGIAMO,RESPIRIAMO,BEVIAMO E CI SPALMIAMO

BANANE A BASSO COSTO: IL FRUTTO CON PIÙ PESTICIDI. I SUOI DANNI, DAL COLTIVATORE AL CONSUMATORE.

⇴ I 15 ALIMENTI CON PIÙ RESIDUI PESTICIDI, E NUOVE AUTORIZZAZIONI FITOSANITARIE 2016

⇴ LE BUSTINE DI TÈ CONTENGONO PESTICIDI OLTRE ALLA NORMA ED ALTRE SOSTANZE TOSSICHE

⇴ ALTROCONSUMO: SDOGANA I PESTICIDI. DIFESA DEL CONSUMATORE O DEL SISTEMA?

⇴ LA SPORCA DOZZINA 2017: I DODICI ALIMENTI PIÙ CONTAMINATI E NUOVE AUTORIZZAZIONI di FITOSANITARI

I 9 ALIMENTI DA COMPRARE ASSOLUTAMENTE BIOLOGICI

⇴ OGM MONSANTO E PESTICIDA GLIFOSATO SOTTO INCHIESTA: danni al DNA umano,estinzione farfalla Monarca

e tanti altri articoli su alimenti contenenti pesticidi, sostane tossiche. CONTINUA LA RICERCA QUI.

Cambia la terra – No ai pesticidi, sì al biologico   è un progetto di informazione e sensibilizzazione voluto da Federbio con Isde- Medici per l’ambiente, Legambiente, Lipu e WWF, con un comitato di garanti composto da alcune personalità del mondo dell’associazionismo e della ricerca. La campagna #ipesticididentro  continuerà  sul web e sui social, fino al 30 novembre, giorno in cui arriveranno i risultati delle urine raccolte sempre all’interno della stessa famiglia dopo le due settimane di dieta bio.

Tutta la campagna #ipesticididentrodinoi è online e tutti possono seguire giorno dopo giorno, attraverso video e post della famiglia, l'evolversi della dieta.




2017/11/16

NURX: LA NUOVA APP CHE PRESCRIVE CONTRACCETTIVI E PILLOLE ABORTIVE AI MINORI


L'American College of Pediatricians (ACPeds) avvisa i genitori di una nuova pericolosa app per cellulare chiamata Nurx. Soprannominata 'Uber per il controllo delle nascite', Nurx consente agli adolescenti, dall'età di 12 anni, di ottenere farmaci contraccettivi e abortivi, inclusi la pillola, l'anello vaginale, pillola del giorno dopo, senza conoscenza genitoriale o la supervisione del medico locale.


Potrebbe sembrare abominevole, ma infondo proviamo a pensare alle basi gettate, ovvero:

- alla tabella di marcia prevista dal Protocollo OMS sulla sessualità (vedi schema sotto)
- a come si lasci sempre più carta libera, anche in Europa, a bambini di 4 anni di sentirsi confusi sulla loro sessualità concedendogli  di bloccare lo sviluppo.
Ricordate UOMOFORMAZIONE: TRA GENDER E TRANSUMANESIMO  dove parlavamo anche del  PROTOCOLLO OLANDESE E SOSPENSIONE DELLA PUBERTÀ  della disforia di genere?
Non pensiate che sia lontano da noi, visto che l'ospedale Careggi di Firenze  tempo fa ha richiesto l'applicazione di questo protocollo anche presso la propria struttura!!! In Inghilterra è boom di bambini transgender. Solo nel 2015, fra aprile e dicembre, ben 1.013 minorenni inglesi sono stati sottoposti a terapie per il “disordine dell’identità di genere”.

Ebbene, arrivati ai 12 anni, avere rapporti sessuali completi di eventuale gravidanza non voluta, è del tutto prevedibile, quindi giusto, che abbiano libera possibilità di bloccarla..
Infondo è la loro sessualità.

Estratto dal Protocollo OMS Educazione sessuale , età considerata dai 6 ai 9 anni.
Per scaricare l'intero documento aprire il link sotto.


 STANDARD EDUCAZIONE SESSUALE OMS
 cosa non ci dicono dell'accordo preso e già operativo in Europa

Gli adolescenti sono cognitivamente ed emotivamente immaturi. 


Il Collegio pediatri statunitense ancora una volta porta la voce fuori dal coro e così rivendica l'immaturità cognitiva ed emotiva degli adolescenti-bambini, a differenza di quanto vogliono imporre.

La corteccia pre-frontale del cervello, che è responsabile della valutazione dei rischi e la sentenza, non è matura fino alla metà dei vent'anni. Non è mai stato più scientificamente chiaro che i bambini e gli adolescenti sono incapaci di prendere decisioni informate per quanto riguarda gli interventi medici permanenti, irreversibili e alterazioni.
Il Collegio Pediatri mette in allerta:
L'attività sessuale nell'adolescenza è associata a conseguenze emotive e fisiche dannose, tra cui la depressione, il suicidio, le infezioni sessualmente trasmesse (STI) e lo sfruttamento sessuale da parte di fidanzati abusivi o di trafficanti sessuali. L'accesso facile ai contraccettivi, che supera i genitori e una visita di un medico, come Nurx fa, aumenta la probabilità che gli adolescenti provino questi risultati negativi.

Gli adolescenti hanno bisogno di saggezza e supervisione dei genitori, per compensare la loro impulsività emotiva e la loro capacità limitata di valutare il rischio. Tutta la contraccezione a base di ormoni ha gravi effetti collaterali potenziali tra cui ictus e cancro; alcuni aumentano la possibilità di contrarre infezioni sessuali. La pillola del giorno dopo (Piano B in USA)  lavora a livello embrionale, in certe fasi del ciclo mestruale della ragazza, ed Ella lavora allo stesso modo della pillola dell'aborto. Tutte le donne, soprattutto le donne adolescenti, necessitano di un incontro faccia a faccia con un medico per discutere questi rischi.

Dr. Patricia Lee Giugno del Consiglio di Amministrazione di ACPeds dichiara:
'Nurx esclude erroneamente coloro che conoscono meglio il bambino e la sua storia di salute, i suoi genitori e il suo medico, e pone la piena responsabilità di una decisione di assistenza sanitaria che cambia la vita della ragazza. Quando si tratta di raggiungere una salute ottimale per gli adolescenti, i genitori e non gli smartphone, sono fondamentali.'

Il Collegio si era già schierato contro questo nuovo programma di modellamento del bambino- adolescente e futuro uomo. Con il titolo “L’ideologia gender danneggia i bambini” il Collegio Americano dei Pediatri smonta, punto su punto, la transessualità infantile, condannando la “normalizzazione” della transessualità nelle scuole e nella politica, portata avanti come fosse un qualcosa di buono e salutare.
Questo studio si basa puramente su dati scientifici e biologici, rendendo chiaro fin dal principio, che tali ideologie non hanno fondamento scientifico.

Continua la lettura su "L'Ideologia Gender danneggia i bambini", il Transgender è abuso di minori.

Non servono molti commenti aggiuntivi, solo lasciare che i pezzi si uniscano da soli, come attratti dal sacro fuoco della verità..



2017/11/12

MANGIARE CIBI CON MENO PESTICIDI aumenta la probabilità, per le donne e gli uomini, di concepire


Il desiderio di rimanere incinta potrebbe significativamente concretizzarsi nelle possibilità, cambiando le abitudini alimentari. Secondo un nuovo studio, del prestigioso Journal of the American Medical Association, mangiando frutta e verdura convenzionali con meno residui di antiparassitari o consumando prodotti biologici le possibilità aumentano dell'88%. Primo studio che collega apertamente i residui di pesticidi negli alimenti con minor esito positivo alla gravidanza.
Lo studio non riguarda solo le donne ma anche gli uomini.
Scienziati del Harvard T.H. Chan School of Public Health hanno studiato le diete di più di 340 donne che cercano la terapia di fertilità con tecnologie riproduttive assistite.

Le donne che hanno riferito di mangiare più di 2,2 porzioni al giorno dei 14 frutti e verdura tradizionalmente coltivati ​​con i più alti residui di antiparassitari hanno avuto una probabilità inferiore di 26 per cento di una gravidanza riuscita, rispetto alle donne che hanno mangiato meno di un pasto al giorno di questi alimenti.





I ricercatori hanno stimato che la sostituzione di una porzione di prodotti residui ad alto contenuto di pesticidi con prodotti a basso tenore, potrebbe aumentare la probabilità di una gravidanza di successo dell'88 per cento. Basterebbe quindi già scegliere alimenti a basso tenore senza per forza usare il biologico, per ottenere questi risultati, infatti i ricercatori hanno escluso dalla loro analisi,le donne che hanno riferito di acquistare prodotti biologici .

I risultati dello studio hanno sorpreso gli stessi scienziati. L'autore maggiore, il dottor Jorge Chavarro, ha dichiarato alla CNN:

"Entrando nello studio, ero convinto che non avremmo assolutamente alcuna relazione tra l'esposizione ai residui di antiparassitari in frutta e verdura e gli effetti avversi riproduttivi."


Sicuramente la correlazione sarà stata "nuova" ma non lo è sui danni al feto.

Gli effetti nocivi di alcune sostanze chimiche possono essere tramandate non solo ai figli, ma anche ai nipoti e pronipoti, secondo un nuovo rapporto EWG sulla tossicità transgenerazionale.



Non solo un problema femminile

Questo studio si basa su di una ricerca simile condotta dagli stessi ricercatori, ma sugli uomini, condotta nel 2015. Nello studio al maschile gli uomini che avevano riferito di mangiare più porzioni di prodotti ad alto contenuto di residui di antiparassitari hanno dimostrato una qualità sperma più povera degli uomini che mangiavano quei cibi meno frequentemente.

Sia che sia tradizionale sia biologico, frutta e verdura sono vitali per una dieta sana, ma anche dopo il lavaggio e la sbucciatura, alcune colture conservano più residui di pesticidi rispetto ad altri.

Sul calo dello sperma maschile come quantità e qualità il nuovo studio pubblicato a fine luglio, su Human Reproduction Update, è il più importante mai prodotto per la sua durata temporale e per la gran quantità di persona analizzate. I risultati non lasciano dubbi: la qualità dello sperma maschile nel mondo occidentale è crollata. Ci sono modi, per gli uomini , di proteggere i loro piccoli nuotatori.

8 punti che è bene imparare a conoscere e su cui è vitale iniziare a lavorarci. Continua la lettura degli 8 punti... 

Lettura correlata: L'UOMO OCCIDENTALE VERSO LA STERILITÀ DI MASSA: CAUSA PRODOTTI CHIMICI

Altri articoli sul tema:


Dal 1995, la EWG pubblica la guida annuale dei pesticidi nei prodotti ™.Qui potete trovare l'ultima pubblicata e tradotta.

LA SPORCA DOZZINA 2017: I DODICI ALIMENTI PIÙ CONTAMINATI E NUOVE AUTORIZZAZIONI di FITOSANITARI

Mangiare frutta e verdura è estremamente importante ma altrettanto ne è la scelta consapevole.

Macrolibrarsi.it presenta Arcoiris: Sementi biologiche e biodinamiche

Non cadiamo nel "costa troppo", o nel "tanto non si sa mai cosa si mangia", "non è facile da reperire". Facciamo scelte oculate.
Sempre più catene di supermercati offrono la linea biologica e da non sottovalutare i mercati rionali. In quest'ultimo caso attenzione a scegliere sempre prodotti con indicazione biologica o biodinamica, perchè "l'aspetto" contadino, non è sempre segnale di coltivazione naturale.

Leggi anche: PRODOTTI A KM 0 LINK MERCATI IN ITALIA, OCCHIO ALLE TRUFFE
I bambini consumano molto più cibo, in proporzione al loro peso corporeo, rispetto agli adulti, ciò può aumentare la quantità di pesticidi a cui sono esposti, ad esempio se stanno mangiando fragole coltivate in modo convenzionale, mele e uva.
I sistemi cerebrali e nervosi dei bambini sono ben lungi dall'essere pienamente sviluppata e sono estremamente sensibili alle interruzioni e danni da prodotti chimici industriali, compresi i pesticidi.

Per continuare la lettura su tutti i pesticidi in uso: autorizzazioni fitosanitarie

Ricordiamo la riconferma del 1,3-dicloropropene quale fumigante nematocida per tabacco, melone, carota, fragola, pomodoro, melanzana, zucchino, peperone, insalate, radicchio, erbe aromatiche, barbabietola da seme, cetriolo e floreali: il Servizio Fitosanitario Centrale ha dato il via libera alla procedura lo scorso 17 gennaio.

CONSIGLIO LA LETTURA DI QUESTO ARTICOLO PER CAPIRE COSA È
L' 1,3-dicloropropene ED I SUOI DANNI


FRAGOLE CAROTE TABACCO FIORI AMMESSO PESTICIDA DICLOROPROPENE




Approfondimenti per studiosi, addetti ai lavori o semplicemente curiosi

1. Portale del ministero della salute relativo alle autorizzazioni in deroga per emergenza fitosanitaria
2. Linea guida per le autorizzazioni in deroga per emergenza fitosanitaria


Fonte
https://www.ewg.org/enviroblog/2017/11/study-eating-foods-fewer-pesticides-boosts-women-s-chances-conceive#.WggbWy6E602

2017/11/06

4 POSIZIONI PER CALMARE IL DOLORE SACRO ILIACO


Quante volte vi è capitato di alzarvi e sentire un forte dolore da un lato della parte bassa della schiena e dire.."La mia solita lombalgia"?
In molti casi, in realtà, si tratta di un dolore associato al giunto sacro iliaco.
L’articolazione sacro iliaca è la giunzione tra l’osso sacro e l’ileo, il grande osso che forma l’ala del bacino. La funzione dell'articolazione sacro iliaca è supportare il peso del corpo quando un individuo si alza in piedi, cammina, corre ecc.

Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/salute-benessere/articolazione-sacro-iliaca.html

Si stima che quasi il 30% dei dolori lombari possa provenire dall'articolazione sacro iliaca. Spesso la disfunzione sacro iliaca è dovuta ad una lieve irregolarità tra queste due superfici articolari.

Il giunto sacro iliaco

Il bacino, oltre a rappresentare il contenitore e protettore degli organi addominali, serve come sostegno per la base della colonna vertebrale, fornendo l'attaccamento per le estremità inferiori.



L'osso sacro (fusione di 5 vertebre, processo che ha luogo tra i 18 e i 30 anni di vita) è un unico osso e costituisce infatti la base della colonna vertebrale ed è collegato all'osso iliaco del bacino (od osso coxale od osso dell'anca), proprio attraverso l'articolazione sacro iliaca. Progettato per essere saldamente ancorato al bacino, ci permette la stabilità.

Durante la seduta questa stretta connessione viene persa e si ristabilisce ogni volta che si ritorna nella posizione in piedi.
Se c'è un errore posizionale esistente o un disallineamento tra il sacro e il bacino, questo interferisce con un lieve movimento.  Molto probabilmente è questa 'disfunzione sacro iliaca' che crea il vostro dolore al lato del bacino. Ovviamente è un discorso generale, per capire la vera origine del dolore serve una visita da medici specializzati e non autodiagnosi.

Quali sono i sintomi della disfunzione sacro-iliaca?

Il sintomo principale che si accusa quando si soffre di disfunzione sacro-iliaca è il dolore; questo può essere avvertito nella parte bassa della schiena, nella parte posteriore delle anche oppure nel basso ventre e alle cosce. L'infiammazione e l’usura delle articolazioni possono causare rigidità, impotenza funzionale (tipico nei passaggi posturali come alzarsi da una sedia/poltrona) e una sensazione di bruciore nella pelvi.



Cosa determina l'instabilità sacro iliaca



Circostanze che possono determinare dolore all'articolazione sacro iliaca sono: la presenza di artrite, le infezioni a carico dell'articolazione sacro iliaca, il morbo di Crohn, la colite ulcerosa, le infezioni del tratto urinario, psioriasi, gotta.

Come se questo non fosse sufficiente per predisporre l'articolazione sacroiliacale all'instabilità, ci sono fattori aggiuntivi nelle donne che possono contribuire ad aumentare l'instabilità.

1.  Solo due segmenti ossi del sacro si uniscono al bacino invece dei tre che si uniscono nei maschi. (Questa differenza, così come tutti gli altri, è direttamente correlata alla maternità.)

2. Le superfici articolari dell'articolazione sacroiliacica sono più superficiali degli uomini.

3. L'osso sacro è più ampio nelle donne e questa larghezza contribuisce ad un aumento della torsione naturale attraverso il giunto, mentre le gambe si muovono durante la camminata.

4. I cambiamenti ormonali sono parte influente in un probabile disalinneamento.. I cambiamenti ormonali mensili di mestruazioni, come quelli di gravidanza e di allattamento, contribuiscono alla legatura ligamentosa nel giunto sacroiliacale e aumentano quindi la probabilità di disallineamento tra bacino e sacro. Il parto stesso può essere traumatico per il giunto

Una delle più diffuse e più semplici cause è comunque  data dai legamenti contratti, che tengono il sacro collegato al bacino. Possono diventare sovraccarichi da abitudini asimmetriche, come dormire, posture sedute prolungate scorrette, sport asimmetrici (tennis, golf, pallavolo...)

Movimenti terapeutici

Ci sono due semplici movimenti terapeutici fondamentali che possono essere utili se il giunto sacroiliacico è dislocato. La prima cosa da fare è capire se il sacro è ruotato in avanti o indietro in rapporto al bacino. (Forse un chiropratico o un terapista fisico può dirtelo.) Quando saprai con certezza in quale direzione il sacro è puntato, puoi provare una delle seguenti posizioni. Ricorda che la disfunzione sacroiliacica è una patologia asimmetrica, per cui, eseguirete questi movimenti terapeutici solo da un lato.

1. Sacro ruotato indietro





Se il tuo sacro è ruotato indietro da un lato, appoggiate una mano al muro e distaccarsi circa 1 metro da esso; sollevare la gamba all'indietro sul lato in cui è presente la rotazione e tenere la caviglia con la mano sullo stesso lato. Posizionare l'altra mano contro la parete per equilibrare. Iniziare una serie di movimenti di sollevamento (pompaggio) del ginocchio, cercando di portarlo in alto dietro di te . Tenere il gomito dritto e spingere verso l'esterno con la caviglia contro la mano. Spingere il ginocchio in su e giù per circa 12 volte, spostandosi in un range di circa un centimetro. Mantenere il petto in posizione verticale e il bacino rivolto verso il muro. Quindi rilasciare la gamba e NON fare l'altro lato. Camminare pochi passi intorno alla stanza.

2. Sacro ruotato in avanti




Se sai che il tuo sacro è ruotato in avanti, sdraiarsi sulla schiena con una gamba dritta e piegate, verso il petto, il ginocchio sul lato coinvolto . Tenere la gamba tra l'incavo del ginocchio e la coscia, iniziare a spingere dolcemente verso il basso (verso di sè) circa 12 volte in modo che il ginocchio si abbassa accanto all'ascella. È più utile se si porta la gamba piegata perpendicolare al pavimento in modo che la pianta del piede sia rivolta al soffitto, a martello. Dopo il pompaggio, rilasciare il ginocchio e rotolare verso quella parte per alzarsi e camminare per qualche passo.

È anche utile iniziare a prestare attenzione a come si sta seduti, come si dorme e come si sta in piedi. Sono movimenti asimmetrici e abituali che possono sovrastare i legamenti attorno al giunto e portare ad una maggiore instabilità.  Imparare a spostare il bacino e il sacro insieme è la chiave per impedire questo. È una soluzione semplice per un problema complesso.

Ridurre il dolore all'osso sacro con l'allungamento dello psoas.

Uno dei principali muscoli che lavorano sull'articolazione sacro iliaca è il muscolo ileo psoas.
L’ileo psoas è un muscolo che parte dalle vertebre lombari e si “aggancia” all'inizio del femore. Si tratta di un muscolo strategico che va ad influire su tantissimi stati del corpo e a sua volta subisce l'influenza da tantissime condizioni, che lo possono stressare e quindi mantenere in condizione contratta. Un circolo vizioso che, con qualche accorgimento di allungamento, lento e costante, si può cercare di interrompere.

Per la sua conformazione ha le seguenti proprietà:
  • influisce sull'articolazione sacro iliaca
  • influisce sulla colonna lombare
  • influisce sull'anca
  • subisce influenze da intestino, reni e apparato uro genitale per prossimità anatomica
Esistono tante posizioni utili che possono aiutarti a distendere questo muscolo, ma solo già con queste due, se svolte regolarmente tutti i giorni per qualche minuto gioveranno tantissimo all'intero tuo corpo.

1. Stiramento dello psoas (posizione del cavaliere)

Posizionare il ginocchio piegato su una superficie morbida, inspirando tendere  l'altra gamba in avanti e raddrizzare la schiena, portando le braccia in alto.
In pratica dovreste cercare poi di "sedervi" , espirando, estendendo i muscoli delle cosce.
Inspirare ritornare su con il ginocchio per terra a 90°.
Ripetere 3 volte.
Cambiare gamba e ripetere nuovamente tre volte.

Attenzione: Potete anche non portare le braccia verso l'alto, soprattutto se è la prima volta che vi avvicinate alla posizione. Il piede dietro può essere totalmente appoggiato, distendendo così l'intera gamba. L'importante è che l'asse ginocchio e caviglia della gamba piegata in avanti sia perpendicolare, non sbilanciatevi in avanti.


2. Estensione dello psoas da sdraiati

Potete eseguirlo come esercizio successivo, oppure se il primo risulta ancora troppo intenso. In pratica andrete ad eseguire la posizione indicata nell'articolo per ruotare il sacro.



Potete intensificare cercando di prendervi con le mani o con una cintura la base del piede. Il movimento in ogni  caso non sarà di pompaggio, ma di mantenimento della posizione. Inspiro, e ad ogni espiro cerco di portare la gamba sempre più verso il lato esterno del torace. Tutto ascoltando il corpo. Se non arrivate al piede potete prendervi come nell'immagine oppure utilizzare una cinghia e posizionarla subito sotto l'avampiede a martello.

Altre letture correlate:
➤ALLEVIA IL MAL DI SCHIENA E MIGLIORA LA POSTURA CON QUESTO ESERCIZIO
ANSIA E STRESS POSSONO PROVOCARE CERVICALE, DOLORI DIFFUSI. COSA FARE?
➤ATLANTE: I BENEFICI DELLA CORREZIONE DELLA PRIMA VERTEBRA CERVICALE PER L'ORGANISMO

➤ MAL DI SCHIENA ALLA MATTINA: NON È SOLO QUESTIONE DI MATERASSO, 5 POSIZIONI UTILI