MACROLIBRARSI: Promozioni Bio-Shop -Sconti fino al 33% su più di 200 prodotti bio!

MACROLIBRARSI: Promozioni Bio-Shop -Sconti fino al 33% su più di 200 prodotti bio!
MACROLIBRARSI: Promozioni Bio-Shop - Sconti fino al 33% su più di 200 prodotti bio!

2017/07/18

SOSTANZE TOSSICHE IN GRAVIDANZA: DALLA MADRE AL FETO E OLTRE, ANCHE NIPOTI E PRONIPOTI



Gli effetti nocivi di alcune sostanze chimiche possono essere tramandate non solo ai figli, ma anche ai nipoti e pronipoti, secondo un nuovo rapporto EWG sulla tossicità transgenerazionale.

L'impatto delle sostanze chimiche tossiche sulle generazioni di figli senza l'esposizione diretta al contaminante è conosciuto come un effetto transgenerazionale. Le ricerche sono solo all'inizio, ma nuovi studi suggeriscono che le esposizioni a breve termine verso alcune sostanze chimiche durante la gravidanza può causare danni al sistema riproduttivo, alterare il peso corporeo, e anche aumentare il rischio di cancro per pronipoti.



La nuova scienza, l'epigenetica

“La nuova scienza suggerisce che l'esposizione ai contaminanti durante la gravidanza può avere un impatto sulla salute decenni più tardi”, ha riportato  EWG Senior Analyst Sonya Lunder, autore del rapporto. “Abbiamo bisogno di sapere di più su questo fenomeno, al fine di proteggere i nostri figli e pronipoti dagli effetti di inquinanti nocivi. ”


 
Cosa è l'epigenetica?  → COSA È L' EPIGENETICA: COME PENSIERI, EMOZIONI, L' AMBIENTE, INFLUENZANO LE NOSTRE CELLULE

Innovative ricerche, quelle condotte da Mohan Manikkam e Michael Skinner della Washington State University di Pullman, che hanno contribuito a stabilire il principio della tossicità transgenerazionale. In uno studio, i ricercatori hanno testato gli effetti transgenerazionali di miscele chimiche a cui le persone sono comunemente esposte a nella vita quotidiana, tra cui repellenti per insetti, additivi per materie plastiche e il carburante degli aerei. Dopo aver esposto ratte gravide, hanno allevato tre generazioni successive di animali senza esposizione ai contaminanti.

Nonostante nessuna esposizione diretta alle sostanze chimiche, i ratti di terza generazione avevano danneggiato i sistemi riproduttivi. Le femmine hanno avuto un esordio più precoce della pubertà e meno uova non sviluppate nelle loro ovaie. I ratti maschi avevano più alti livelli di spermatozoi morti.

Le ricerche su uomo sono ancora poche, ma questi dati confermano l'urgenza e l'importanza di approfondire questi rischi e far luce su varie tendenze sanitarie  tra cui l'infertilità, obesità, e persino il cancro.

Questo è un punto importante non solo per le generazioni future, ma anche per capire, parte, del dramma che stiamo vivendo oggi.
Se pensiamo bene intorno agli anni settanta il contatto con alcune sostanze chimiche era talmente alto che oggi farebbe rabbrividire, nonostante tutto.
Ai bambini veniva spruzzato persino in testa il DDT!

Tanti fattori che vanno a determinare chi siamo e come stiamo.
Il trasmesso e le nostra azioni. Niente di nuovo, ma si spera che arrivi a generazioni con maggior consapevolezza e quindi l'azione sul presente sia quella di cambiamento.

Tutto può essere imposto, ma l'ago della bilancia la fa sempre la nostra Intelligenza, la nostra capacità discriminante, espandiamola ed agiamo.

Fonte principale
http://www.ewg.org/release/report-some-chemicals-may-alter-gene-function-several-generations#.WW2iSydLf8s


Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...