CLASSIFICA DEI LIBRI PIÙ VENDUTI

MACROLIBRARSI: Promozioni Bio-Shop -Giugno Sconti fino al 33% su più di 200 prodotti bio!

MACROLIBRARSI: Promozioni Bio-Shop -Giugno Sconti fino al 33% su più di 200 prodotti bio!
MACROLIBRARSI: Promozioni Bio-Shop - GiugnoSconti fino al 33% su più di 200 prodotti bio!

2017/06/26

VACCINO PERTOSSE: ACCETTARE 4.000 € per essere deliberatamente infettati con la pertosse



Ognuno di noi ha messo un prezzo sulla propria salute. Sicuramente investire qualche euro in più per il biologico, sulla scelta dei vestiti, e dell'arredo casa, perchè siano meno tossici e più sostenibili, oppure per un percorso yoga, sono sicuramente una buona scelta. Tuttavia esiste anche il lato oscuro, il retro della medaglia: Accettereste una somma decisamente considerevole di denaro per mettere a rischio la vostra salute? Questo è esattamente ciò su cui contano  alcuni ricercatori dell'Università di Southampton .

Nel tentativo di fornire un miglior vaccino per “proteggerci” contro la pertosse, i ricercatori stanno cercando di pagare volontari 3.526 £ (4.029,75 € al cambio odierno) per essere infettati con la malattia e poi vivere in isolamento  per 17 giorni. Ciò significa che non solo i volontari si ammalano di proposito, ma che contribuiscono a creare vaccini pericolosi che i genitori, spesso inconsapevoli e  forzati, faranno somministrare ai loro figli negli anni a venire. Non c'è abbastanza denaro nel mondo per convincere tutti noi ad essere partecipi di un tale sistema, ma probabilmente non avranno molti problemi a trovare un numero sufficiente di persone che firmeranno, grazie al loro incentivo finanziario.

Il team di ricercatori ha in programma di infettare persone sane con la pertosse mettendo gocce infette con batteri della pertosse nel naso e poi tenere traccia della reazione e di come se la caveranno. La pertosse è caratterizzata da sintomi simili al raffreddore e da una tosse persistente che può durare per mesi.

I volontari devono essere individui sani di età compresa tra i 18 e i 45. Mentre alcune persone si ammalano,  altri non sviluppano alcun sintomo dopo l'esposizione, come altre persone hanno un'immunità naturale all'infezione. Questi portatori sani però possono diffondersi, come molti altri. Tali individui si ritiene abbiano sufficiente immunità per combattere in modo naturale la malattia pur non essendo mai stati vaccinati per essa, e queste sono le persone che gli scienziati sono più interessati a studiare.

Oltre ad essere soggetti a test salivari, aranno utilizzati anche test psicologici per monitorare il loro benessere emotivo durante lo studio. Infine, saranno dati degli antibiotici per "ripulirsi" da eventuali infezioni di pertosse, prima di essere re-inviati nella comunità.

La pertosse è davvero, così malevola, come dicono gli spacciatori dei vaccini?

Il vaccino attuale non è molto efficace, anzi, gli effetti collaterali, i pericoli del vaccino Tdap (tetano , difterite e pertosse) corrente -  includono danni al cervello, encefalite, e la morte - che superano di molto il rischio di contrarre la malattia. Per lo specifico vi rimando alla lettura di
Reazioni e complicazioni del vaccino della pertosse

L'esperimento umano riportato è stato finanziato, guarda caso, dall'industria farmaceutica e dalla Fondazione Bill e Melinda Gates .

Cambiata l'epidemiologia della pertosse con il vaccino. Ora sono colpiti maggiormente i neonati.


In merito alla pertosse, che è di origine batterica, lo stesso ISS, Istituti Superiore della Sanità, dichiara che il vaccino ha cambiato l'epidemiologia e l'incidenza della malattia... in effetti, come da loro relazionato (vedi foto1), è passata da una malattia tipica dei bambini, che facevano da booster (richiami) naturali agli adulti, a colpire prevalentemente neonati al di sotto dei 6 mesi.
Come si può quindi imporre in Italia, una vaccinazione
, che, è evidente, non ha  portato i benefici sperati? Se non sono più i bambini, soprattutto al di sopra dei 12-24 mesi quelli colpiti, ma i neonati, molto più predisposti a complicanze, risulta evidente che la prassi vaccinale messa  in atto sia fallace.




Ana Demian (presidende della L.O.V Liberi dall'Obbligo vaccinale)

Riflessioni sul decreto legge
di Ana Demian

Salve a tutti, scrivo quanto segue perché ritengo che i genitori abbiano bisogno di capire il decreto legge.
Il decreto legge è stato promulgato e pubblicato, ed è entrato in vigore da oggi, 8 giugno 2017. Entro 60 giorni va convertito in legge ordinaria, pena decadenza. Dopo 60 giorni il Parlamento può comunque riservarsi il diritto di creare una legge per mantenere e regolare gli effetti del decreto legge. Capiamo quindi che è una situazione grave.


Cosa implica quindi il decreto? Provo a farvi un riassunto articolo per articolo di quello che si capisce dal decreto pubblicato il 7 giugno:
  1. I vaccini obbligatori non saranno più 4 bensì variabili in base al piano vaccinale in cui il minore è nato.
    • Il numero dei vaccini obbligatori varia in base all'anno di nascita. Per i nati nel 2017 saranno 12 mentre per quelli degli anni precedenti, variano.
    • Per essere esonerati non basta la diagnosi clinica (per sintomi), servono necessariamente le analisi del sangue.
    • I vaccini possono essere omessi o differiti solo in caso di pericolo accertato e per specifiche condizioni cliniche. In merito a questo punto vi voglio ricordare che gli esoneri per motivi medici sono due: o essere in fin di vita o essere stati danneggiati da quel vaccino. Essere danneggiati da un vaccino esonera da quella vaccinazione e non da altre (in linea generale)
    • PER CHI NON VACCINA secondo il calendario imposto verranno fatte le sanzioni (da 500€ a 7.500 €). La sanzione non deve essere pagata se entro breve si provvede alla vaccinazione e al completamento del ciclo vaccinale.
    • PER CHI NON VACCINA secondo calendario, deve essere pagata la multa e poi si viene anche segnalati al Tribunale per i Minorenni.
    • L'autorità sanitaria (presidente della Repubblica, presidente di una regione, sindaco) mantengono il diritto di intervenire in casi di urgenza sanitaria.
  2. Dal 1 luglio inizieranno altre campagne di “comunicazione”, quindi altra campagna di terrorismo mediatico e istituzionale.
    • I ministeri dell'Istruzione e della sanità daranno il via a campagne di “informazione” a insegnanti, personale scolastico, alunni, insieme ad associazioni di genitori.
    • Per questa campagna sono destinati 200.000 € inizialmente.
    • Metà dell'incasso ottenuto tramite le sanzioni verrà destinato alle campagne informative.
  3. Al momento dell'iscrizione va presentato il libretto, l'impegno di vaccinazione o l'esonero, in regola, anche tramite autocertificazione.
    • La mancata presentazione della documentazione viene segnalata entro 12 giorni sia al sistema nazionale di istruzione che alla azienda sanitaria.
    • Per nidi e materne la documentazione costituisce requisito di accesso.
  4. I bambini non vaccinati devono essere messi in classi con soli vaccinati o immunizzati.
    • Nel caso ci siano più di due bambini non vaccinati per classe, va segnalato.
  5. Per l'anno scolastico 2017/2018 bisogna presentare i documenti entro il 10 settembre.

Con queste poche righe vorrei far capire a tutti che questo decreto permette una ghettizzazione nelle scuole dell'obbligo dei non vaccinati. Nelle scuole i bambini subiranno corsi di “informazione” sulle vaccinazioni. Subiranno queste “campagne”.

Negli asili nido e nelle scuole materne non potranno andarci.

Nel caso si ritardi nel calendario, senza motivazione medica, viene fatta la multa. E se entro un certo termine non si provvede, si viene segnalati.

La segnalazione potrebbe avvenire anche per ogni anno, in ogni riconferma di iscrizione. A questo punto è lecito dedurre che la sanzione potrebbe essere fatta ogni anno o ogni richiamo o dose non fatta.

Non voglio parlare di strategie legali, denunce, esposti e via dicendo. Voglio farvi capire che indifferentemente dalla presunta guerra “vaccini si o vaccini no” qui si vuole tornare indietro di più di vent'anni e che è una dittatura sanitaria sulle vaccinazioni.

Prendete queste poche righe e fatele girare. È ora di capire che i vaccini obbligatori non sono più 4 ma molti di più, la multa viene fatta indifferentemente dalla scuola, la segnalazione al Tribunale dei Minori verrà fatta.


Fonte principale

BBC.com
NaturalNews.com
Vaccines.news
https://liberidallobbligovaccinale.blogspot.it/2017/06/riflessioni-sul-decreto-legge.html

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...