Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

2017/03/31

AMERICAN COLLEGE OF PEDIATRICIANS: L'IDEOLOGIA GENDER DANNEGGIA I BAMBINI, IL TRANSGENDER È ABUSO DI MINORI.



Si tratta di una pubblicazione di un anno fa, ma penso che non molti ne siano a conoscenza, poiché , giustamente, il main stream canalizza solo ciò che conviene ai "pochi".

Si è discusso per mesi se l'OMS ha imposto o meno la fantomatica ideologia gender, se essere contro il gender vuol dire essere contro l'omosessualità, e passati due anni c'è ancora tanta confusione, sempre più normalizzazione, quasi assenza di domande... e così la finestra d'overton è stata imposta.

Abbiamo scritto fiumi di parole sui danni del protocollo OMS, sui danni fisici e psicologici portati dall'ideologia Gender. Fiumi di parole sul fatto che essere contro a questa ideologia non vuol dire essere omofobo, razzista, e contro l'omosessualità... si tratta di concetti lontani anni luce..

Decisamente abominevole, deviata, tendenziosa, manipolatrice la definizione che è stata messa sull'ideologia Gender in Wikipedia, lo strumento a cui la massa si rivolge: Teoria del gender è un neologismo nato in ambito cattolico negli anni novanta del XX secolo per riferirsi in modo critico agli studi di genere: coloro che fanno uso di questa locuzione sostengono che gli studi di genere nasconderebbero un progetto predefinito mirante alla distruzione della famiglia e della società fondate su un presunto ordine naturale.
Ribattiamo portando "semplicemente" ciò che il Collegio Americano dei Pediatri ha scritto a riguardo:


Il protocollo tradotto è stato redatto dal Collegio Americano dei Piediatri, con a capo la presidentessa Michelle A. Cretella; suo vicepresidente Quentin Van Meter e con l’appoggio di Paul McHugh direttore del Dipartimento di Psichiatria e scienze del comportamento presso l’ospedale Johns Hopkins. Il Collegio ha realizzato uno studio, nel quale si affrontano i pericoli della transessualità e dell’ideologia gender ponendo enfasi sulla transessualità infantile. Con il titolo “L’ideologia gender danneggia i bambini” il Collegio Americano dei Pediatri smonta, punto su punto, la transessualità infantile, condannando la “normalizzazione” della transessualità nelle scuole e nella politica, portata avanti come fosse un qualcosa di buono e salutare.
Questo studio si basa puramente su dati scientifici e biologici, rendendo chiaro fin dal principio, che tali ideologie non hanno fondamento scientifico.

Gender Ideology Harms Children
American College of Pediatricians
– updated January 2017 (testo originale)


Originally Posted March 2016
Updated August 2016
Updated January 2017

Per ulteriori informazioni, si prega di visitare questa pagina sul sito universitario su questioni sessualità e di genere.


"L'Ideologia gender danneggia i bambini"
1. La sessualità umana é a tratto binario, biologico ed oggettivo.
I geni “XY”e “XX” sono tratti genetici sani, no tratti genetici di un difetto. La normalità nel disegno genetico umano é essere concepiti maschio o femmina. La sessualità umana é disegnata in modo binario con l’intenzione evidente della riproduzione e moltiplicazione della nostra specie. Questo principio é evidente da sé.(1)

I difetti dello sviluppo della sessualità (DSD) e delle sue deviazioni, includendo la femminilizzazione testicolare e l’iperplasia surrenale congenita, sono medicalmente identificabili nella norma binaria sessuale.
A tal proposito diviene interessante espandere la consapevolezza su quanto l'ambiente esterno vada ad influire a riguardo.
2. Nessuno nasce con gender. Tutti gli esseri umani nascono con un sesso biologico. Quello del gender (presa di coscienza e il sentirsi maschi o femmine) è un concetto sociologico e psicologico, no un'oggettività biologica. Nessuno nasce con la coscienza di se stesso come maschio o femmina. Questa presa di coscienza si sviluppa con il tempo e, come tutti i processi dello sviluppo può essere deragliata dalle percezioni soggettive dell’infanzia, dalle relazioni, dalle esperienze negative successe nell’infanzia.(2,3,4)

Le persone che si identificano con “la sensazione di appartenere al sesso opposto” o “in qualche punto intermedio” non formano un terzo gruppo sessuale, continuano ad essere uomini o donne biologici.

Da evidenziare i motivi che fanno scattare la propria percezione sessuale diversa da quella biologica: percezioni dell'infanzia deragliate (influenzate), ed esperienze negative, traumi. Purtroppo sempre meno ci si responsabilizza, ma spesso la percezione sessuale è strettamente legata ai rapporti sentimentali creati dai genitori, parenti.. La confusione non ha significato d'essere un nuovo stato sessuale. La confusione porta confusione mentale, e la mente non chiara porta destabilizzazione, depressione...

3. La convinzione di una persona di appartenere o no ad un determinato sesso è, nel migliore dei casi, un pensiero confuso. Quando un bambino o una bambina, biologicamente sani, credono di essere il sesso opposto, si produce un problema psicologico, non fisico e, per tanto, deve essere trattato come tale. Questi bambini soffrono di disforia1 di genere. La disforia di genere (GD) é riconosciuta come un disturbo mentale nell’ultima edizione del Manuale Diagnostico e Statistico dell’Associazione Americana di Psichiatria (DSM-V).(2,4,5)
Importante quindi saper collegare tanti fattori. La confusione di genere può essere fisiologica - come viene indicato nel punto 5,dello studio del Collegio - . Il micidiale DSM-V afferma che il 98% dei maschi ed 86% delle femmine, che nell'infanzia confondono il loro genere, alla fine riconoscono il loro sesso biologico passata la pubertà... se però nel frattempo viene instillata nuova confusione, si crea un blocco ormonale prendendo, questa confusione, come un dato di fatto conclusivo, si creano distorsioni di percezione che non si sarebbero avute, stati di malattia, depressione, confusione per il mancato senso di appartenenza, suicidi. In pratica tutto quello che viene dichiarato come situazione allarmante odierna, potrebbe essere semplicemente l'effetto collaterale dell'aver voluto imporre una percezione diversa, aver voluto interferire con il decorso naturale della crescita e sviluppo sessuale, aver interferito anche permettendo l'assunzione di interferenti endocrini, sparsi in ogni dove, come fossero acqua.

L'APA (American Psychiatric Association) è l'autore del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali, 5 ° edizione (DSM-V). L'APA afferma che coloro che si trovano indifficoltà e compromessi da loro GD soddisfano la definizione di un disturbo.
Dal DSM-V fact sheet:
“L'elemento critico di disforia di genere è la presenza di disagio clinicamente significativo associato con la condizione.”
“Questa condizione provoca disagio clinicamente significativo o compromissione aree importanti sociale, lavorativo, o altri di funzionamento.”
L'aver incluso la confusione sessuale all'interno delle patologie dei Disturbi Mentali, comunque sia, è un fatto che lascia molto perplessi. Prima viene creato lo stato di confusione...(grazie al protocollo OMS sull'educazione sessuale, ovvero ideologia Gender, poi viene inclusa la patologia "creata", comunque potenziata e geneticamente modificata, all'interno dei Disturbi mentali...e su questo si apre il secondo protocollo OMS sulla salute mentale e depressione, di cui a breve avremo la giornata mondiale (7 aprile).

Da precisare che inizialmente la diagnosi era Disturbo dell'Identità di Genere' (GID), ma gli attivisti Transgender si sono opposti, hanno fatto pressione, con successo, e l'American Psychiatric Association ha cambiato la diagnosi  in 'disforia di genere'.
L'APA dice: 'Per ottenere la copertura assicurativa per le cure mediche, gli individui hanno bisogno di una diagnosi'.

Non servono molti commenti aggiuntivi, solo lasciare che i pezzi si uniscano da soli, come attratti dal sacro fuoco della verità..

4. La pubertà non è una malattia, ma il blocco degli ormoni della pubescenza può essere molto pericoloso. Bloccare questo tipo di ormoni, durante la pubertà, induce uno stato di malattia, ossia, provoca assenza di pubertà, inibendo la crescita e la fertilità di un bambino che, prima del processo, era biologicamente sano.(6)

Vi ricordate l'articolo dell'anno scorso? UOMOFORMAZIONE: TRA GENDER E TRANSUMANESIMO dove parlavamo anche del  PROTOCOLLO OLANDESE E SOSPENSIONE DELLA PUBERTÀ  della disforia di genere, e Centri di controllo per la sospensione della pubertà.
Non pensate che sia lontano da noi, visto che l'ospedale Careggi di Firenze  tempo fa ha richiesto l'applicazione di questo protocollo anche presso la propria struttura!!! In Inghilterra è boom di bambini transgender. Solo nel 2015, fra aprile e dicembre, ben 1.013 minorenni inglesi sono stati sottoposti a terapie per il “disordine dell’identità di genere”.

5. Secondo il DSM-V il 98% dei maschi e l’86% delle femmine che durante l’infanzia confondono il loro genere, alla fine accettano il loro sesso biologico dopo passata la pubertà.(5)


A pagina 455 del DSM-V sotto "disforia di genere, senza un disordine dello sviluppo sessuale" si legge: " I tassi di persistenza della disforia di genere fin dall'infanzia in adolescenza o l'età adulta variano. Nei maschi natale, persistenza ha spaziato dal 2,2% al 30%. Nelle femmine natale, la persistenza ha spaziato dal 12% al 50% "Semplice matematica permette di calcolare che per i ragazzi natali: la risoluzione si verifica in.  Ben il  100% - 2,2% = 97,8% (circa il 98% dei ragazzi sesso confuso. ) Allo stesso modo, per le ragazze natale: la risoluzione si verifica in  ben il  100% - 12% = 88% ragazze sesso confuso

6. I bambini che utilizzano farmaci che bloccano la pubertà per realizzare un cambio di sesso, avranno bisogno di ormoni del sesso opposto durante la tarda adolescenza. L’utilizzazione di ormoni sessuali come testosterone e gli estrogeni del sesso opposto comportano rischi pericolosi per la salute. L’assunzione di ormoni può provocare l'aumento della pressione arteriosa, coaguli di sangue, incidenti cerebrovascolari e cancro.(7,8,9,10,11)

7. Il tasso di suicidi é venti volte maggiore negli adulti che usano ormoni sessuali e/o si sottopongono a intervento chirurgico di cambio del sesso.(12) Anche in Svezia, uno dei paesi più a favore nell’inserimento e nella normalizzazione dell’ideologia gender, aumentano i suicidi. Quale persona compassionevole e ragionevole, vorrebbe condannare bambini piccoli a un tale destino, sapendo che dopo la pubertà, fino all’ 88% delle bambine e al 98% dei bambini, con dubbi sul proprio genere, accettano la propria realtà fisica ottenendo uno stato di benessere fisico e mentale?
Alti tassi di suicidio esistano anche tra coloro che hanno già ricevuto l'intervento chirurgico di riassegnazione di genere, che suggerisce quel risultato di tendenze suicide da una patologia sottostante.

8. Condizionare l’educazione dei bambini, facendoli credere che la sostituzione del sesso biologico attraverso la chirurgia e i prodotti chimici é qualcosa di normale e salutare, é abuso infantile. Promuovere l’ideologia gender attraverso l’educazione pubblica e la politica, confonderà sia i bambini sia i genitori, ciò comporta che molti più bambini arrivino alle “cliniche di gender” per ricevere farmaci che bloccano gli ormoni nella pubertà.

Molti bambini sceglieranno una vita piena di ormoni cancerogeni e di prodotti chimici tossici non raccomandabili per la salute e molti di loro sceglieranno la mutilazione chirurgica, non necessaria, di parti del proprio corpo perfettamente sani nella loro gioventù.

L'associazione pediatri conclude affermando:

I nostri avversari sostengono un nuovo standard scientificamente infondato di cura per bambini con una condizione psicologica (GENDER) che altrimenti sarebbe risolto dopo la pubertà per la stragrande maggioranza dei pazienti interessati. 

In particolare, essi consigliano:

  • - affermazione dei pensieri dei bambini che sono in contrasto con la realtà fisica; 
  • - la castrazione chimica di questi bambini prima della pubertà con agonisti del GnRH (bloccanti pubertà che causano sterilità, crescita stentata, bassa densità ossea e un impatto sconosciuto su di loro lo sviluppo del cervello)
  • - la sterilizzazione permanente di questi bambini prima dell'età di 18 anni tramite cross-sesso ormoni. 
C'è un'evidente carattere auto-compiente, INCORAGGIANDO i piccoli bambini di GD per rappresentare il sesso opposto e poi istituire una soppressione puberale! Se un ragazzo, che domanda o meno se è un ragazzo (che è destinato a crescere in un uomo) è trattato come una ragazza, avrà inevitabilmente una naturale progressione puberale con virilità soppressa. Abbiamo o no messo in moto un risultato inevitabile?

Tutti i suoi coetanei con lo stesso sesso si svilupperanno in giovani uomini, i suoi amici di sesso opposto si trasformeranno in giovani donne, ma lui rimane un ragazzo pre-puberale. Egli sarà lasciato psicosocialmente isolato e solo. Egli verrà lasciato con l'impressione psicologica che c'è qualcosa di sbagliato. Egli sarà meno in grado di identificarsi con i coetanei del suo stesso sesso, quindi diventa più probabile che si identifichi come \"non-maschio\" o femmina. Inoltre, la neuroscienza rivela che la corteccia pre-frontale del cervello, che è responsabile della valutazione dei rischi e la sentenza, non è matura fino alla metà degli anni venti. Non è mai stato più scientificamente chiaro che i bambini e gli adolescenti sono incapaci di prendere decisioni informate per quanto riguarda gli interventi medici permanente, irreversibile e alterazione. Per questo motivo, il Collegio sostiene  che è abusivo promuovere questa ideologia, innanzitutto per il benessere dello stesso bambino disforico , e in secondo luogo, per tutti i loro coetanei non-genere-discordanti, molti dei quali  successivamente, metteranno in discussione la propria identità di genere e affronteranno la violazioni del loro diritto alla privacy corporea e di sicurezza. 

Si tratta di un documento molto forte, diretto, che esclude i mezzi termini. Il gender è abuso infantile. L'omosessualità è altra cosa.

Ci auguriamo che raggiunga la giusta diffusione, e possa essere finalmente un mezzo per poter capire la drammaticità della situazione a cui stiamo portando i nostri figli, la nostra società. Riuscire a fermarci, fare un passo indietro.. perchè il progresso non è abuso, il progresso è libertà di vivere in salute e non manipolando corpi con sostanze cancerogene, sterilizzanti..

Prossimamente altre traduzioni sulla disforia di genere.

Fonti principali
http://psy-gradaran.narod.ru/lib/clinical/DSM5.pdf
http://www.aurhelio.it/gender-pediatri-americani-escono-allo-scoperto-e-abuso-sui-minori/
https://www.acpeds.org/the-college-speaks/position-statements/gender-ideology-harms-children
http://www.acpeds.org/parents/sexuality/sexuality-and-gender-issues
https://www.acpeds.org/wordpress/wp-content/uploads/1.30.17b-Gender-Ideology-Harms-Children-updated.pdf
https://www.acpeds.org/the-college-speaks/position-statements/gender-dysphoria-in-children
http://www.frc.org/transgender

http://www.psychiatry.org/psychiatrists/practice/dsm
References:
1. Consorzio per la gestione dei disturbi del sesso per lo sviluppo, intersessualità Society del Nord America, il 25 marzo 2006. Acceduto 3/20/16 da http "Linee guida cliniche per la gestione dei disturbi di sesso per lo sviluppo durante l'infanzia.": // Www .dsdguidelines.org / files / clinical.pdf.
2. Zucker, Kenneth J. Bradley e Susan J. "identità di genere e disturbi psicosessuali." FOCUS: Il giornale di apprendimento permanente in Psichiatria . Vol. III, No. 4, Fall 2005 (598-617).
3. Whitehead, Neil W. "è transessualità biologicamente determinato?" Tripla elica (UK), nell'autunno 2000, p6-8. si accede 3/20/16 da http://www.mygenes.co.nz/transsexuality.htm; vedi anche Whitehead, Neil W. "gemelle Studi di transessuali [rivela Discordance]" si accede 3/20/16 da http://www.mygenes.co.nz/transs_stats.htm.
4. Jeffreys, Sheila. Genere Hurts: un'analisi femminista della politica del transgenderismo . Routledge, New York, 2014 (pp.1-35).
5. American Psychiatric Association: Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, quinta edizione , Arlington, VA, American Psychiatric Association, 2013 (451-459). Vedere a pagina 455 Re: tassi di persistenza della disforia di genere.
6. Hembree, WC, et al. Trattamento endocrino delle persone transessuali: una pratica clinica linee guida Endocrine Society. J Clin Endocrinol Metab . 2009; 94: 3132-3154.
7. Olson-Kennedy, J e Forcier, M. "Panoramica della gestione delle non conformità di genere nei bambini e negli adolescenti." UpToDate 4 novembre 2015. Acceduto 3.20.16 da www.uptodate.com.
8. Moore, E., Wisniewski, e Dobs, A. "trattamento endocrino delle persone transessuali. Una revisione dei regimi di trattamento, i risultati e gli effetti negativi" The Journal of Endocrinology & Metabolism , 2003; 88 (9), pp3467-3473.
9. Comunicazione della FDA Drug Safety rilasciati per i prodotti di testosterone accede 3.20.16: http://www.fda.gov/Drugs/DrugSafety/PostmarketDrugSafetyInformationforPatientsandProviders/ucm161874.htm.
10. Organizzazione Mondiale della Sanità Classificazione di estrogeni come agente cancerogeno di classe I: http://www.who.int/reproductivehealth/topics/ageing/cocs_hrt_statement.pdf.
11. Eyler AE, Pang SC, Clark A. LGBT fecondazione assistita: la pratica attuale e possibilità future. LGBT Salute 2014; 1 (3): 151-156.
12. Dhejne, C, et al "Long-Term Follow-Up di Chirurgia Transessuali persone in fase di riassegnazione del sesso:. Cohort Study in Svezia" PLoS ONE , 2011; 6 (2). Affiliazione: Dipartimento di Neuroscienze Cliniche, Divisione di Psichiatria, Karolinska Institutet, Stoccolma, Svezia. Accessed 3.20.16 da http://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0016885









2017/03/30

CONGEDO MESTRUALE: È DAVVERO DISCRIMINAZIONE, O PARITÀ DEI DIRITTI?




La proposta di legge 3781, presentata alla Camera lo scorso 27 aprile, che mira all'istituzione del "congedo per le donne che soffrono di dismenorrea", è attualmente all'esame della Commissione lavoro. In Italia il dibattito sul cosiddetto congedo mestruale si è riacceso dopo che la Coexist, un’azienda di Bristol, ha deciso di inserire nello statuto l’esenzione dal lavoro per le impiegate con il ciclo mestruale.

Indignarsi o finalmente diritti riconosciuti?

La presa di posizione si sviluppa in base alla concezione di donna da cui si parte.

Se si parte dalla concezione che la donna è uguale all'uomo, mentalmente, fisicamente, biologicamente, ne deriva che questa è una proposta discriminante.

Se invece riconosciamo nella donna tutta la sua diversità biologica, mentale, fisica.. ne deriva che è un diritto, finalmente riconosciuto, ed acquisito.
Un rispetto della sua femminilità, tanto quanto non farle stupro.

Fare violenza alla donna non vuol dire solo violentarla sessualmente, vuol dire non portare rispetto per la sua totalità di donna.

Molte donne, e ne consegue gli uomini, non rispettano e sottovalutano questo periodo. Il ciclo mestruale è un momento importante, di trasformazione ma anche debilitante. La donna ogni mese ha una trasformazione ormonale, fisica che talvolta può risultare molto dolorosa ed invalidante.. eppure... zitta e buona deve magari sopportare otto ore di sorrisi a lavoro stando in piedi, talvolta in realtà in cui le è anche impossibilitato cambiarsi, se non dopo 4-5 ore.
Questa è parità di diritti?

Cosa vuol dire parità ed uguaglianza?

Vuol dire semplicemente rispetto e riconoscimento profondo della persona a livello morale, fisico e mettiamo legislativo.

Martoriare il corpo e la mente di un persona, perché non viene rispettata, e talvolta, mi permetto di dire, non si rispetta lei per prima.. è parità?

Ben venga il congedo mestruale. La donna durante il ciclo dovrebbe amarsi di più, e non voler dimostrare di essere un uomo, quando uomo non è.
La donna si vanta di essere superiore in molte cose, di essere in grado di essere la famosa multi tasking.. e perchè lo è? perchè neurologicamente diversa dall'uomo. I suoi neuroni sono disposti diversamente nel cervello.. da un punto di vista ormonale non parliamone, e fra i motivi sta proprio il ciclo mestruale.

'Quando le donne hanno il ciclo mestruale sono come in uno stato d'inverno,  devono ranicchiarsi, mantenere il caldo e nutrire i loro corpi.

' Quando la donna esce dal periodo mestruale, è la primavera,  è un periodo in cui le donne sono in realtà tre volte più produttive del solito'
Miranda Gray

Perchè porre resistenza verso un gesto di rispetto?
Il non riconoscersi, calpestare la propria femminilità, porta alla non distinzione fra un gesto di rispetto ed uno di stupro.
In Giappone, il congedo mestruale, (in Italia sarebbe solo per disminorrea certificata) è in atto bel dal 1947.

In Giappone, l'articolo 68 della legge sul lavoro afferma: 'Quando una donna per la quale il lavoro, durante il periodo mestruale sarebbe particolarmente difficile, ha chiesto congedo, il datore di lavoro non deve impiegare tale donna nei giorni del periodo mestruale.' [12] [13] Inoltre, la legge del Giappone richiede che una donna che va con le mestruazioni particolarmente difficile le è consentito di poter lasciare il posto. Non viene infine richiesto alle aziende di fornire ferie o pagamenti extra per le donne che scelgono di lavorare durante le mestruazioni.

In Indonesia dal 1948 le donne hanno diritto a due giorni di riposo al mese. Così in tanti altri paesi orientali. In Occidente, dove il concetto di femminismo si è sviluppato in gestione maschilista la situazione si sta smuovendo solo da pochi anni.

Auspicabile quindi che anche in Italia passi la proposta di legge, capendone l'importanza, ed il profondo rispetto che racchiude.

Si parla tanto di medicina e salute gender, siamo arrivati persino a parlare di dentifrici gender, perchè non rispettare una parte così importante?

Il ciclo mestruale non è un malattia... è un momento da accogliere.

Indipendentemente dai dolori o no il ciclo mestruale è un momento di trasformazione, ricambio, che implica una debilitazione (anche se apparentemente non si avverte), va rispettata. Sempre e comunque.






2017/03/29

PREZZEMOLO COME COLTIVARLO IN ORTO E IN VASO SUL TERRAZZO




VARIETÀ


Decisamente il "jolly" della cucina, nella gestione dei vostri orti o piccoli spazi del balcone. Duttile, poco pretenzioso ma che dona quel sapore in più a moltissime pietanze.La due principali specie coltivate di prezzemolo sono:

- Il Petroselinum hortense è il prezzemolo comune, con foglie piccole e di colore verde scuro, particolarmente aromatico. Di questa specie esistono numerose varietà.

- Il Petroselinum crispum è il prezzemolo a foglie ricce. Anche di questa specie, esistono numerose varietà.

Da menzionare sono anche il prezzemolo di Napoli, prezzemolo a foglie di felce e prezzemolo radice. Quest'ultimo ha la parte radicale commestibile.

PROPRIETÀ

Le proprietà medicinali sono derivate dal fatto che contiene un'essenza costituita da apiolo, apioside e miristicina (dimostrato di essere in possesso di proprietà antitumorali). Le foglie fresche contengono anche alcaloidi volatili, ferro, calcio, fosforo, rame, calcio e zolfo e una discreta quantità di vitamina A, vitamina C e vitamina K, vanta delle proprietà ipotensive, diuretiche, lassative, antisettiche e antispasmodiche. Le sue foglie possono, invece, essere triturate e utilizzate per la pelle, in caso di punture di api e vespe e contusioni. I semi del prezzemolo aiutano, invece, la digestione, calmano la tosse e migliorano la circolazione sanguigna. Il prezzemolo è, inoltre, indicato nel periodo mestruale: è capace di alleviare i dolori tipici del ciclo ed è un valido aiuto in presenza di dismenorrea.
Occorre prestare attenzione e moderarne il consumo durante la gravidanza, in quanto potrebbe aumentare il rischio di aborto.

SEMINA/TRAPIANTO -LUNA


- Semina
Si semina più volte durante l’anno, tutto dipende se la coltura è protetta oppure  direttamente all’aperto. In quest’ultimo caso si semina in primavera con la luna crescente. Per mantenere la temperatura costante, se il tempo non è ancora stabile, ricoprire la semina con un telo trasparente che garantirà una buona temperatura ed eviterà un disseccamento, troppo rapido, del terriccio.

Macrolibrarsi.it presenta Arcoiris: Sementi biologiche e biodinamiche
a) per raccogliere il prezzemolo nei mesi estivi:

- gennaio - febbraio: se la semina viene fatta in serra o in un luogo comunque protetto;
- marzo aprile: se la semina viene fatta in vaso all'aperto o in pieno campo.

b) per raccogliere il prezzemolo in autunno
- si semina a maggio- giugno.

c) per raccogliere il prezzemolo la primavera successiva

- si semina a settembre - ottobre in ambiente protetto.

- Trapianto
Il trapianto, invece, va effettuato in luna calante tra marzo- aprile.
VASO
Altra pianta che cresce con facilità e da molte soddisfazioni anche in vaso. Per una buona produzione è consigliabile usare vasi di una certa profondità (30 cm) per dar spazio alle radici.

TERRENO

Si adatta bene a qualsiasi terreno, per la coltivazione in vaso il terriccio universale va benissimo.

ACQUA

Annaffiature regolari e quotidiane. Attenzione ai ristagni.

ESPOSIZIONE
Ama il caldo ma non il sole cuocente diretto. È bene coltivarlo in una posizione non troppo soleggiata, per evitare che il sole lo bruci. (Mezz'ombra). Le temperature ottimali di sviluppo sono tra i 16-20°C . Temperature sotto 0°C e sopra 35 °C non sono tollerate.

CONSOCIAZIONI

Pomodori, ravanelli, cetrioli, cipolle, peperoni. Ha un buon effetto anche sulle rose.

CURA
Non necessita di cure particolari.

RACCOLTA
Il prezzemolo va tagliato con regolarità per favorire la ricrescita. Per uso quotidiano asportare, con una forbice, i rametti necessari. È bene non consumare il fusto, può essere tossico. Per uso invernale si può conservare in freezer tritato anche con l'aglio.

Altri articoli in ORTO E GIARDINO per le semine, raccolte e lavori nell'orto, mese per mese.

Tabella semine e trapianti con la luna
Tabella consociazioni
Tabella semine e trapianti pese per mese
Macrolibrarsi.it presenta Arcoiris: Sementi biologiche e biodinamiche
  •  Letture correlate:
  • AGLIO: COME COLTIVARLO IN ORTO E IN VASO SUL TERRAZZO 
  • BIETOLA: COME COLTIVARLA IN ORTO E IN VASO SUL TERRAZZO 
  • LAVANDA:COME PIANTARLA, POTARLA CONSERVARE I FIORI ed utilizzi
  • 2017/03/27

    PROCEDURE MEDICHE PER GLI IMPIEGATI, COME I VACCINI, DIETRO INCENTIVI: questa la nuova proposta di legge in Virginia




    Un tempo si diceva che l'Italia fosse 20 anni indietro, rispetto alla lontana America... oggi non è così, soprattutto se si parla di imposizioni sanitarie volute dall'OMS. Questo è quanto stanno vivendo in Virginia, contro cui stanno, recentemente, lottando.

    Il disegno di legge HR 1313 , sponsorizzato da Rep. Foxx, Virginia [R-NC-5] sta tentando di costringere i dipendenti ad aderire ai programmi di benessere e prevenzione promossi dal datore di lavoro.

    La sezione 3 (a) 2, infatti si riferisce a "programmi di benessere sul posto di lavoro e programmi di prevenzione di promozione o malattia di salute offerti dal datore di lavoro."

    Cosa c'è di male tutto sommato? La loro,(ndr. nostra) preoccupazione lecita viene dal termine "prevenzione delle malattie", visto che ampia fetta degli americani, non condivide "l' idea" che i vaccini prevengano le malattie..

    La sezione 2 (3) aumenta la preoccupazione:

    (3) promulgando la Patient Protection and Affordable Care Act (Public Law 111 – 148), il Congresso intende che:  ai datori di lavoro sia permesso di implementare i programmi di prevenzione e promozione della salute che forniscono incentivi, premi, supplementi, compresi premi fino al 50 per cent di premi assicurativi per i dipendenti che partecipano ai programmi progettati per favorire scelte di stile di vita più sane, ma che prevedono anche riduzioni,e sanzioni.

    Così come la Sezione 3 (c);
    (c) regola di costruzione. —

    Niente nella sottosezione (a)(1)(A) deve intendersi per evitare che un datore di lavoro, che offre un programma di benessere a un dipendente, richieda al dipendente - il quale entro 45 giorni dalla data di richiesta ha l'opportunità di guadagnare una ricompensa- una rinuncia dello standard altrimenti applicabile (o alternativa ragionevole standard).

    Niente nella sottosezione (a)(1)(A) deve intendersi per impedire che un datore di lavoro imponga un periodo di tempo ragionevole, basato su tutti i fatti e le circostanze, durante il quale il dipendente deve completare il ragionevole standard alternativo. Tale ragionevole alternativa standard (o rinuncia dello standard altrimenti applicabile) è prevista nella sezione 2705(j) (3)(D) del Public Health Service Act (42 U.S.C. 300 gg–4(j)(3)(D)) (ed eventuali regolamenti promulgati rispetto a tale sezione per il Segretario del lavoro, il Segretario della salute e servizi umani o il Segretario del tesoro).

    La preoccupazione è che questo disegno di legge, se passato in legge, si applicherebbe per penalizzare i dipendenti che non fanno i vaccini regolari, imposti da un piano di benessere dei dipendenti.

    IL 1313 HR è infatti una minaccia per qualunque impiegato in una società o organizzazione di grandi dimensioni, che offre un programma di "benessere" o sia socio con governo e BigPharma  per applicare, testuali parole del NVIC Advocacy Team, "il gioco della carota e del bastone" ai dipendenti che fanno o non seguono le approvate direttive del governo sugli "standard di cura". Standard di cura che include l'assunzione dei "vaccini raccomandati" dal governo federale, indipendentemente che la precisa proposta preveda o no la parola vaccino.

    Sembrano realtà lontanissime vero? Imposizioni "per la sicurezza nazionale e mondiale".. eppure, anche qui, non siamo molto lontani, visto che in molte realtà di asilo i bambini sono costretti a vaccinarsi per entrare.. Concetto che presto si espanderà ad ogni età e realtà lavorativa, visto che tutto era già stabilito dal protocollo OMS PIANO VACCINALE Global Vaccine Action Plan 2011-2020Il piano d'azione vaccino Globale (GVAP) è stato approvato dai 194 Stati membri dell'Assemblea Mondiale della Sanità (il più importante organo decisionale dell’OMS) nel maggio 2012
    Per approfondimenti in merito a quali sono i gruppi, associazioni, dietro al piano OMS vi rilascio questi due link:
    "Raggiunto un accordo storico tra lo Stato e le Regioni per una nuova legge nazionale che renda obbligatorie tutte le vaccinazioni previste nel Piano di prevenzione vaccinale 2017-19 su tutto il territorio nazionale", afferma il presidente dell'Istituto superiore di sanità, Walter Ricciardi, sottolineando come l'intesa sia stata raggiunta "all'unanimità, con il consenso di tutte le regioni". L'obiettivo è dunque rendere obbligatorie le vaccinazioni per l'accesso a nidi e scuole materne. (Ansa)

    In America il National Vaccine Information Center (NVIC) lavora diligentemente per preparare e diffondere avvisi di azione di advocacy legislativo e materiali di supporto. Leggi l'intero articolo qui.
    Medical Doctors Opposed to Forced Vaccinations: Should Their Views be Silenced?
    by Brian Shilhavy (Author)
    Medici che si oppongono alle vaccinazioni forzate

    Per il momento ci sono ancora molti strumenti per opporsi...non fatevi prendere dalla paura. Ogni passo alla volta. Esistono anche molti gruppi di sostegno:

    VACCINI PARLIAMONE,
    dove all'interno potete chiedere anche supporto informativo, documenti, come agire legalmente..Qui potete entrare anche nella LOV Liberi dall'Obbligo Vaccinale che è stata creata dai genitori.

    AUTISMO VACCINI la più valida piattaforma
    per rimanere aggiornati sui danni.

    Generalizzare è sempre sbagliato, come imporre a tappeto. Informarsi, proteggersi, agire. Ogni bambino ha la sua struttura, le proprie difese, la propria costituzione.. siamo sicuri che bombe tossiche di questa portata, siano la strada migliore per tutti?

    Siamo sicuri che vaccinarsi contro il colesterolo (prossimo vaccino) ha senso? Siamo sicuri che il terrore, l'imposizione, l'inganno e la paura siano la strada per vivere in salute?


    Letture correlate: Tutti gli articoli di Lifeme sui Vaccini




    Fonte principale:

    http://healthimpactnews.com/2017/h-r-1313-bill-would-require-medical-procedures-like-vaccines-as-requirement-for-employment/



    2017/03/23

    COSA PUOI FARE PER PROTEGGERE IL TUO SPERMA? sperma deforme, ridotto, poco potente e non in grado di muoversi.FERTILITÀ E FETI A RISCHIO



    Quando si parla di interferenti endocrini si parla quasi sempre di donne, in realtà, la situazione è molto critica anche per l'uomo. A grande rischio è il suo sperma. In un recente editoriale del New York Times , Nicholas Kristof, ha evidenziato le ultime ricerche scientifiche:  "una quota crescente di sperma - ora circa il 90 per cento in un tipico giovane  - sono deformi, a volte con due teste o due code. Anche quando hanno una forma corretta, gli odierni spermatozoi sono, spesso, "patetici nuotatori", virando continuamente come ubriachi o remano follemente in circolo." Anche il loro numero sembra nettamente diminuito negli ultimi 75 anni, e questo influenza la nostra "naturale, umana" capacità di riprodurci. Secondo l'American Society for Reproductive Medicine, il partner maschile è il solo responsabile, o una concausa in circa il 40 per cento, dell'infertilità di coppia.


    A sperm under the influence of an endocrine disrupting chemical in sunscreen. Because of chemicals like these, sperm have trouble swimming properly to deliver the goods. Credit Prof. Timo Strünker, Münster, Germany (per visualizzare tieni premuta l'immagine)

    Invece di studiare metodi esterni di fecondazione, taglia e cuci DNA su embrioni, forse bisognerebbe preoccuparci di riequilibrare l'uomo, ed in questo caso nel suo genere specifico. Una specie che si evolve, direte... ma la caduta di testosterone, sperma debole e malforme non porta solo a poca fertilità; nel caso arrivi a fecondare, origina tessuti di feto squilibrati. La debolezza dello sperma è infatti collegata anche a malformazioni fetali (mancanza di arti,...).

    Quindi una situazione molto complessa, dove le conseguenze non sono solo quelle palesi e scontate.

    Tutta colpa degli interferenti endocrini?

    I ricercatori si trovano concordi nel reputare gli interferenti endocrini, come i principali responsabili di questa "involuzione - malformazione" dello sperma.

    Interferenti che si trovano, nelle creme solari, cosmetici (che uomini usano sempre di più), sostanze chimiche della plastica, nell'alimentazione, vestiario, per non dimenticare gli inquinanti ambientali. Gli interferenti endocrini  in modo subdolo agiscono all'interno del nostro corpo, andando ad interferire con le funzioni dei nostri ormoni. Il corpo non li riconosce come componenti esterni e dannosi e li lascia lì, indisturbati.. quindi sono sostanze che possono interferire con la sintesi, la secrezione, il trasporto, l'associazione, l'azione, o l'eliminazione degli ormoni naturali del corpo,sono di conseguenza responsabili dello sviluppo, del comportamento, della fertilità, e del mantenimento dell'omeostasi cellulare.


    Da non sottovalutare anche la situazione a monte: l'assunzione di interferenti, in particolare ftalati, in gravidanza. Si può , infatti, sviluppare una disfunzione ormonale del testicolo fetale, in particolare, ridotta produzione di testosterone (Sharpe e Skakkebaek 2003). Il testosterone è in gran parte responsabile di trasformare il feto in un maschio. Il TDS si riferisce comunque ad un insieme di disturbi di neonati,o di giovani maschi (al. Skakkebaek et 2001).

    Questi disturbi comprendono il criptorchidismo (testicolo maldescente) e ipospadia, le due malformazioni congenite più comuni nei neonati (2-4% e 0,3-0,7% di incidenza, rispettivamente), il cancro delle cellule germinali del testicolo, e bassa conta degli spermatozoi.
    Il testosterone è un mediatore essenziale; se le azioni antiandrogeni di ftalati riducono la sua secrezione da parte del feto, la differenziazione sessuale del cervello può essere modificata.

    Si tratta quindi di un lavoro di genere svolto in squadra. La futura mamma e papà devono stare bene attenti alla loro alimentazione, stile di vita, se desiderano avere un figlio, la mamma deve evitare al massimo gli interferenti endocrini in gravidanza, l'uomo adulto deve essere in grado di aver ben cura del suo testosterone e sperma, perchè il ciclo continua, e la specie umana risulterà sempre più debole, sempre più scarsa..  L'introduzione della robotica, o rendere l'uomo transumano non rende l'uomo più forte, solo meno umano. Certo tutte considerazioni che implicano un minimo di domande, chi sono?, e come desidero vivere?, sino ad una espansione della consapevolezza che arriva a chiedersi chi saremo?, e come desiderano che viviamo?...

    Se vi state ponendo queste domande allora la lettura prosegue, e vediamo cosa l'uomo può fare:

    L' EWG ha pubblicato un rapporto nel 2014 per illuminare alcune sorprendenti scoperte scientifiche legate a problemi di salute ambientale degli uomini (come genere) – ad esempio fertilità, cancro della prostata, malattie cardiache e cancro della pelle – e a fornire agli uomini consigli su come ridurre la loro esposizione a sostanze chimiche. 

    Ci sono modi, per gli uomini , di proteggere i loro piccoli nuotatori.  Ecco un rapido elenco:

    Leggi l'articolo completo:
    7 METODI PER PROTEGGERE I VOSTRI ORMONI DA SOSTANZE TOSSICHE

    1. Ridurre la plastica
    Materie plastiche, in particolare quelli con il codice di riciclaggio # 7, possono contenere sostanze chimiche sul sistema endocrino come BPA. Questo prodotto chimico è un problema serio; Preferire acciaio o vetro ma se proprio dovete usare la plastica attenzione a che non contenga BPA ma anche BPS e BPF, sono  ormonalmente attivi  ed hanno effetti sul sistema endocrino.

    - Non travasare liquidi o mangiare caldo in contenitori di plastica non idonei ad uso alimentare.Utilizza contenitori in plastica integri, solo per gli usi indicati dal produttore.

    2. Ridurre il contatto con BPA e carta termica

    Bisfenolo non è solo plastica.. si nasconde in modo subdolo in tantissimi oggetti di uso comune, dal thermos alla carta chimica, ai gratta e vinci,composti per otturazioni e denti.....BISFENOLO –FREE,BPS e BPF sono ugualmente dannosi e tossici, hanno tutti un fattore comune: sono XENO ESTROGENI.

    Quando un dito tocca la carta termica inizia già l’esposizione, se poi la mano è bagnata oppure unta aumenta del 10%!!
    Alcuni test hanno dimostrato un aumento di BPA nelle urine (i guanti sono un efficace metodo per evitare l’assorbimento). Attualmente, in Europa almeno il 70% della carta termica contiene il Bisfenolo A, in quantità comprese tra l’uno e il due per cento del peso. Una quantità ben più alta, rispetto allo 0,02% proposto dall’Anses. Nel 2012, nell’Unione europea sono state messe sul mercato 540.000 tonnellate di carta termica, di cui il 65% per scontrini, il 20% per etichette autoadesive, il 10% per biglietti di lotterie, gratta e vinci e il 5% per fax

    3. Aggiornare i vostri prodotti per la cura personale e cosmetici
    Evitare saponi antibatterici (triclosan) e tutti i prodotti che contengono ftalati o parabeni. Anche attenzione agli shampoo profumati e detergenti per il corpo; essi possono essere ricchi di "fragranza", una miscela complessa di sostanze chimiche che possono venire completa con una dose di EDC! Nuovo studio condotto da ricercatori della University of California - Berkeley questa volta sui livelli degli interferenti endocrini nei corpi di ADOLESCENTI dopo aver smesso da tre giorni l'utilizzo di COMETICI, SHAMPOO, SAPONI che contenevano le sostanze inquisite: ftalati, parabeni e triclosan. L'utilizzo di creme non è indispensabile, esistono tante soluzioni idratanti, ad esempio gli oli (mandorle, sesamo, jojoba) ed ancora i burri (cocco, karitè)..
    4. Attenzione alle creme solari
    Studi di laboratorio di diverse sostanze chimiche per la protezione solare indicano che esse possano imitare gli ormoni e alterare il sistema ormonale (Krause 2012, Schlumpf 2001 2004, 2008). Alcune ricerche sugli animali suggeriscono che oxybenzone e altre sostanze chimiche per la protezione solare possono essere tossici per sistemi riproduttivi o interferire con il normale sviluppo. Un altro prodotto chimico protezione solare, canfora 4 methylbenzidyl, utilizzato in Europa e sotto petizione per l'uso negli Stati Uniti è un disgregatore ormone. In generale, filtri solari chimici meritano una speciale vigilanza.

    5. Fai green il tuo abbigliamento ed arredamento di casa
    Lo sapevate che l'imbottitura in schiuma nei vostri divani, poltrone e sedili  sono spesso trattati con prodotti chimici ritardanti di fiamma  CHE VANNO AD AGIRE sul sistema endocrino? Leggere attentamente le etichette ed evitare prodotti che rivelano uso ritardante di fiamma, antimacchia, idrorepellenti. Sostituire con capi in cotone,lino,..naturali
    Per esempio, in cucina si possono evitare contenitori di plastica usurati per conservare i cibi, le padelle antiaderenti rigate o vecchie vanno eliminate: possono rilasciare i perfluorurati.
    Sicuramente il vestirsi sintetico ha tanti vantaggi ai fini pratici, ma ricordiamo che oltre a derivare dal petrolio, i tessuti sintetici, spesso vengono trattati con prodotti tossici o ancor peggio inseriti nanomateriali..

    NANOPARTICELLE,NANOMETALLI,NANOINGEGNERIA,CAUSA DELLE NANOPATOLOGIE
    Nanomateriali,nanometalli della nanotecnologia  e di come questi hanno ripercussioni sulla nostra salute con le NANOPATOLOGIE...

    Tutte sostanze che danneggiano non solo in modo diretto l'uomo ma che a catena inquinano le acque (rilascio sostanze durante i lavaggi) e quindi terreni, animali.. per tornare nuovamente all'uomo.

    6. Mangiare biologico
    Comprare e mangiare prodotti biologici,  carni biologiche per ridurre l'esposizione agli ormoni aggiunti, pesticidi e fertilizzanti. Piuttosto che mangiare pesce convenzionale o di allevamento, che possono essere fortemente contaminato con PCB e mercurio, scegliere il pesce pescato in natura. Con prodotti lattiero-caseari, è saggio evitare i prodotti non biologici, in quanto possono contenere ormoni della crescita ricombinante bovina (rBGH o rBST).
    Secondo la ricerca, pubblicata sulla rivista Environmental Health, le carni confezionate, in particolare il pollame, il latte intero, la panna, le margarine e alcuni oli da cucina contengono alte concentrazioni di queste sostanze pericolose. Gli studiosi ipotizzano che gli ftalati, ad esempio, possano migrare dai materiali in PVC come i tubi utilizzati nel processo di mungitura, i film per l’imballaggio alimentare, i guanti utilizzati nella preparazione degli alimenti, i nastri trasportatori. Questi composti si trovano anche negli inchiostri da stampa e negli adesivi sugli involucri alimentari.

    Acquistare le versioni organiche  soprattutto dei prodotti, elencati ogni anno, nella Sporca dozzina, realativa a frutta e verdura, poichè contenenti il più alto tasso di residui tossici.

    7. Medicinali
    Nell'industria sanitaria e farmaceutica gli ftalati, in particolare il DEHP (di-2-etilesilftalato) vengono utilizzati per la fabbricazione delle capsule gastro-resistenti, delle sacche per il plasma, dei cateteri o delle otturazioni dentali. Gli ftalati sono sospettati di provocare nei maschi malformazioni agli organi genitali e una diminuzione della quantità e qualità dello sperma. Dal 2002 le autorità sanitarie di vari paesi, tra cui la FDA (Food and Drug Administration) americana, hanno affermato che l'esposizione agli ftalati dovrebbe essere evitata.
    Oltre agli ormoni steroidei, alcuni farmaci e alcune sostanze prodotte dall'industria farmaceutica potrebbero comportarsi come degli interferenti endocrini ed essere presenti in quantità elevate nelle acque con un ciclo simile a quello degli ormoni steroidei, con l'aggiunta dei rifiuti di origine ospedaliera. Si ipotizza che alcuni di questi farmaci, come ad esempio gli antidepressivi inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina, abbiano un effetto sugli ormoni sessuali e sul comportamento e la riproduzione di alcuni vertebrati, in particolare i pesci. Altri farmaci in grado di avere un impatto sugli ecosistemi e sulla salute umana, interferendo con il sistema endocrino, sono gli antibiotici (che potrebbero anche essere all'origine della resistenza agli antibiotici conseguente all'ingerimento di alimenti che contengono questi farmaci), gli agenti citotossici utilizzati in particolare nella terapia anti-cancro e che potrebbero avere un effetto tossico e mutageno, o ancora i prodotti iodati che potrebbero perturbare la funzione tiroidea.

    Più recentemente, infine, gli anti-infiammatori non steroidei (FANS) sono accusati di essere perturbanti endocrini in quanto nel maschio adulto inibirebbero la produzione di testosterone a livello dei testicoli.

    Questo è solo un brevissimo elenco di suggerimenti, come visto gli interferenti endocrini circondano e permeano la nostra quotidinità.
    Evitarli totalmente è quasi impossibile ma possiamo fare molto per ridurne l'accumulo e quindi l'assunzione.
    I danni non sono solo derivati dall'assunzione anche a bassi livelli ma per l'effetto deposito che hanno sul corpo e combinazione con altre sostanze tossiche che quotidianamente assimiliamo.

    8. Rendere la camera da letto meno tossica
    Con una scelta accurata dei pavimenti, materassi, biancheria, mobili...
    Elenchiamo, di seguito, solo alcuni fra gli interferenti più pericolosi e di uso comune:
    • Bisfenolo A
    • Ftalati
    • PCB o policlorobifenili
    • HAP o idrocarburi policiclici aromatici
    • Diossine
    • APE o alchilfenoli etossilati
    • Parabeni 
    • DDT o para-diclorodifeniltricloroetano
    • MXC o metossicloro
    • Clordecone
    • Gli ormoni stereoidei
    • antidepressivi inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina
    • antibiotici
    • agenti citotossici
    • prodotti chimici e industriali...
    Per la descrizione dettagliata, di dove si possono trovare, ed i loro danni, vi rimetto l'articolo:



    Fonti principali:
    http://www.ewg.org/enviroblog/2017/03/swimming-upstream-against-infertility-what-you-can-do-protect-your-sperm
    http://www.ewg.org/research/mens-health

    http://www.newyorker.com/magazine/1996/01/15/silent-sperm


    2017/03/19

    Rinnovate autorizzazioni dati genetici: da protezione dei diritti, alla protezione del nuovo genoma con il gene editing.



    Il 15 dicembre 2016 il Garante per la protezione dei dati personali ha rinnovato le autorizzazioni generali al trattamento dei dati sensibili e giudiziari di cui all’articolo 40 del d.lgs. 196/2003,   che saranno efficaci dal 1° gennaio 2017, fino al 24 maggio 2018, dato che il giorno dopo sarà applicabile in tutti gli Stati dell'Unione Europea, il nuovo  Regolamento (UE) 2016/679.
    (Uno dei punti importanti è la figura giuridica del DPO. Tale nuova figura è quella del c.d. Data Protection Officer ("DPO"), il "responsabile della protezione dei dati". Il DPO dovrà essere obbligatoriamente presente all'interno di tutte (i) le aziende pubbliche nonché in tutte quelle ove i trattamenti presentino specifici rischi, come ad esempio (ii) le aziende nelle quali sia richiesto un monitoraggio regolare e sistematico degli "interessati", su larga scala, e quelle (iii) che trattano i c.d. "dati sensibili".

    Le autorizzazioni generali sono in tutto nove; tre sono quelle da leggere attentamente:

    n. 2/2016 -  Autorizzazione al trattamento dei dati idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale
    n.8/2016 - Autorizzazione generale al trattamento dei dati genetici
    n. 9/2016 - Autorizzazione generale al trattamento dei dati personali effettuato per scopi di ricerca scientifica

    Come sempre, chi tratta dati personali sulla salute secondo le condizioni specificate dalle autorizzazioni generali non deve chiedere l' autorizzazione specifica al Garante ai sensi dell’art 40 del Codice.



    Davvero interessante è la lettura dell'autorizzazione al trattamento dei dati genetici.



    Sembra un trattato futuristico, in realtà è correlata alla prima Dichiarazione universale sul genoma umano e i diritti umani dell'Unesco dell'11 novembre 1997, che sancisce il diritto della persona al rispetto della dignità e dei propri diritti indipendentemente dalle sue caratteristiche genetiche (art. 2) e vieta ogni discriminazione basata sulle caratteristiche genetiche che abbia per fine o sortisca l'effetto di violare i diritti umani, le libertà fondamentali e la dignità umana (art. 6).

    Avete letto bene... 1997. Uno dei pochissimi ambiti in cui, mentre le ricerche in merito all'argomento erano appena iniziate, sono stati così "previdenti" da voler redigere una dichiarazione in onore alla bioetica.

    Stanno mettendo in circolazione nanomateriali senza neppur avere un codice di sicurezza, mandando veramente a ramengo il principio di precauzione che vige in Italia, però nel lontano 1997, quando da pochi anni avevano iniziato lo studio del genoma con il "progetto genoma", la dichiarazione arriva precisa e puntuale, così dettagliata e che "non sembra neppure redatta" secondo un sapere che potevano avere allora.
    "Riconoscendo che la ricerca sul genoma umano e le applicazioni che ne derivano aprono vaste prospettive di progresso nel migliorare la salute delle persone e del genere umano nel suo complesso, ma sottolineando che tale ricerca dovrebbe rispettare pienamente la dignità umana, della libertà e dei diritti umani, così come il divieto di ogni forma di discriminazione basata sulle caratteristiche genetiche."
    A. La dignità umana e l'umano genoma
    Articolo 1 Il genoma umano sottende l'unità fondamentale di tutti i membri della famiglia umana, così come il riconoscimento della loro dignità e la diversità intrinseca. In senso simbolico, esso è il patrimonio dell'umanità.
    Articolo 2 (a) Ogni individuo ha diritto al rispetto della loro dignità e dei loro diritti indipendentemente dalle loro caratteristiche genetiche.
    (B) Che dignità impone di non ridurre gli individui alle loro caratteristiche genetiche e di rispettare la loro unicità e la diversità.
    Articolo 3 Il genoma umano, che per sua natura si evolve, è soggetto a mutazioni. Esso contiene le potenzialità che si esprimono in modo diverso a seconda dell'ambiente naturale e sociale di ogni individuo, tra cui lo stato di salute individuale, le condizioni di vita, l'alimentazione e l'educazione.
    Articolo 4 Il genoma umano nel suo stato naturale non può dar luogo a guadagni finanziari.

    In pratica nell'articolo 3 si parla di genoma che si manifesta condizionato da ambiente naturale e sociale di ogni individuo, tra cui lo stato di salute individuale, le condizioni di vita, l'alimentazione e l'educazione, ovvero nel 1997 parlano di epigenetica. Epigenetica, che seppur un concetto molto antico (Aristotele parlava di epigenesi, ossia nello sviluppo di forme organiche individuali a partire dal non formato), ed un  termine coniato nel 1942 per indicare "la branca della biologia che studia le interazioni causali fra i geni e il loro prodotto cellulare e pone in essere il fenotipo", è solo a partire dal 1990 che la vera epigenetica ha inizio. Nel 1997 entra a gran titolo della Dichiarazione dei diritti umani sul genoma.

    Davvero all'avanguardia, davvero previdenti e  futuristici come non mai, su nessun altro argomento.

    Qualche dato storico per trovare il bandolo...
     Il genoma umano, frutto di un'evoluzione durata alcuni miliardi di anni, è estremamente prezioso per l'umanità. Ma fino a pochi decenni fa era del tutto sconosciuto. Nel 1992 solo una piccola parte dei geni umani era stata decifrata, almeno parzialmente.
      Allo scopo di conoscere i geni che codificano gli individui della specie umana, la comunità scientifica ha dato inizio, nel 1987, a un grande progetto di ricerca che coinvolge centinaia di laboratori di tutto il mondo: il Progetto Genoma Umano. Il DNA analizzato dal Progetto Genoma Umano proviene da piccoli campioni di sangue o di altri tessuti, ottenuti da molti individui diversi.

    L’idea di intraprendere uno studio coordinato del genoma umano sorse tra il 1985 e il 1987, nel corso di una serie di congressi scientifici internazionali. Nel 1988 due istituzioni governative statunitensi, il National Institutes of Health (NIH) e il Dipartimento dell’energia (DOE) stanziarono i fondi necessari e formalizzarono la loro collaborazione con un documento in cui si proponevano di coordinare la ricerca e le procedure tecniche per lo studio del genoma umano.

    Il Dipartimento dell'energia è il dipartimento del governo degli Stati Uniti d'America responsabile della gestione dell'energia e della sicurezza nucleare. Il dipartimento si occupa del programma nucleare statunitense, sia in ambito civile che militare.

    L’avvio delle ricerche si ebbe nel 1990 anche con il coinvolgimento di istituti di ricerca pubblici coordinati dal NIH, con un piano quinquennale degli istituti coinvolti; tra gli obiettivi, erano indicati il sequenziamento e la mappatura di organismi comunemente impiegati nei laboratori di ricerca genetica e della specie umana; la diffusione dei dati tra i vari centri e lo sviluppo delle tecnologie di laboratorio. In realtà, nel 1993, prima dello scadere dei cinque anni, poiché erano stati compiuti molti progressi in tempi più rapidi del previsto ed erano state elaborate nuove efficienti procedure sperimentali, il piano quinquennale originario fu rivisto e aggiornato. La scadenza fu prorogata al 1998 con l'aggiunta di nuove finalità, tra cui la ricerca di marcatori genetici e la messa a punto di nuove tecniche di mappatura.
    Nel 1998 un nuovo accordo quinquennale tra NIH e DOE fissò al 2003 il completamento dei lavori e aggiunse all’obiettivo originario anche quello dello studio della variabilità genetica del genoma umano e della sua funzione.

    Quindi il progetto doveva essere ancora ufficialmente integrato con la ricerca dei marcatori genetici (1998) ma un anno prima, la dichiarazione parla,  all'art. 6: " Nessun individuo potrà essere sottoposto a discriminazioni sulla base di caratteristiche genetiche che è destinato a violare o ha l'effetto di violare i diritti umani, delle libertà fondamentali e della dignità umana".


    E visto che parlano in modo avveniristico, parliamoci anche noi..

    Proviamo, con un "piccolo sforzo di fantasia", ad unire alle autorizzazioni sul trattamento dei dati genetici, ed alla Dichiarazione dei diritti sulla base delle caratteristiche genetica, questi due concetti di seguito:

    1°  concetto
    La direttiva 98/44/CE sulla protezione giuridica delle invenzioni biotecnologiche da una parte dice che "non sono brevettabili le varietà vegetali e le razze animali" (art.4) né il corpo umano o sue parti (art. 5) sembrando apparentemente recepire quanto deliberato nella convenzione di Oviedo e nel Protocollo.

    POI VIENE VANIFICATO DI FATTO QUESTO PRINCIPIO SANCENDO CHE:

    "Un elemento isolato dal corpo umano, o diversamente prodotto, mediante un procedimento tecnico, ivi compresa la sequenza o la sequenza parziale di un gene , può costituire un'invenzione brevettabile, anche se la struttura di detto elemento è identica a quella di un elemento naturale" (art. 5/2)

    "Un materiale biologico che viene isolato dal suo ambiente naturale o viene prodotto tramite un procedimento tecnico può essere oggetto di invenzione anche se preesisteva allo stato naturale" Art. 3/2

    "…la protezione attribuita da un brevetto ad un prodotto contenente o consistente in un'informazione genetica si estende a qualsiasi materiale nel quale il prodotto è incorporato e nel quale l'informazione genetica è contenuta e svolge la sua funzione" (art.9) ecc. (ndr. terrificante...)

    Diciamo che tutto sommato l'attuale legislazione europea sui brevetti genetici è ambigua e non garantisce alcuni diritti fondamentali assicurati da accordi internazionali.

    2° concetto

    Altro concetto da aggiungere è il taglia e cuci rapido , il così definito, dal main stream, "Il taglia ed incolla che batte l'evoluzione". Già accennato tempo fa:
    GENE-EDITING: OGM che escono dalla porta e rientrano dalla finestra? NUOVA TRUFFA DALL'UNIONE EUROPEA


    Migliorare 'Gli esseri umani con i geni su misura Sparks dibattito tra gli scienziati

    La Crispr, una tecnica altamente innovativa, permette di modificare i geni con precisione e facilità, aprendo la strada a straordinari progressi nel campo della medicina e dell'agricoltura.

    CRISPR, acronimo che sta per Clustered Regularly Interspaced Short Palindromic Repeats (cluster di sequenze nucleotidiche ripetute regolarmente intervallate). Si tratta di una potente tecnologia che permette la modifica – con una sostituzione o una riparazione - di più geni in una sola volta in animali, vegetali e cellule umane.

    Diciamo che viene sponsorizzato da gran parte della ricerca come la carta vincente per affrontare i grandi killer dell'umanità come come cancro, Aids, cecità e – se si accetta l'idea di cancellare un'intera specie come le zanzare dalla faccia dalla Terra – malaria, ma ancora patologie come colesterolo... insomma "editare l'uomo dalla salute eterna".

    Teoricamente non dovrebbe essere ammesso su embrioni umani...ma qualche ricerca ci scappa sempre...

    La scorsa primavera alcuni ricercatori cinesi hanno annunciato di aver usato la CRISPR per modificare il genoma di embrioni umani non vitali, che non potevano svilupparsi in bambini (tanto erano embrioni spazzatura..ufficialmente non si viola nessuna legge o etica!). Hanno scoperto che il metodo non è ancora abbastanza accurato per essere usato negli embrioni umani, e che sembrava introdurre mutazioni inaspettate in altre parti del genoma. Nonostante la bioetica lo vieti, questo è stato detto a riguardo:

    L'uso della tecnica di correzione genica CRISPR-Cas9 per intervenire su embrioni umani è, almeno in prospettiva, possibile. Ricercatori cinesi sono riusciti a eliminare completamente le mutazioni che causano due malattie ereditarie in tre embrioni, anche se in altri la correzione è riuscita solo in una parte delle cellule.
    Questo parziale successo è stato dato in anteprima da “New Scientist”, che rimanda per la descrizione dello studio a un articolo pubblicato su “Molecular Genetics and Genomics”, a firma di ricercatori del Third Affiliated Hospital della Guangzhou Medical University e dello State Key Laboratory of Proteomics.

    L'editing genetico potrebbe includere l'alterazione di geni in una singola persona – diciamo per curare la leucemia in un paziente o produrre un cambiamento estetico – ma, potrebbe anche includere modificazioni alla linea germinale che poi porterebbe all'alterazione del genoma dei figli dell'individuo, dei nipoti e delle generazioni successive, con ripercussioni potenzialmente sconosciute.
    La Casa Bianca ha ripetutamente affermato che "alterare la linea germinale umana per scopi clinici è una linea che in questo momento non deve essere perseguita"

    .. e con " in questo momento" il nostro cuore si alleggerisce e la mente si rasserena  da ogni possibile pensiero fantascientifico, transumanista, vero??!

    Infatti a confutare ogni dubbio arrivano le parole di David Baltimora, premio Nobel e virologo al California Institute of Technology.

    "Oggi sentiamo di essere vicini alla capacità di di alterare l'ereditarietà umana", così si è espresso l'1 dicembre scorso, in occasione dell'apertura di un vertice sull'editing genetico umano tenutosi a Washington, DC. Grazie alle moderne tecnologie l'editing genetico - la modificazione del genoma umano con aggiunte, sottrazioni o alterazioni - sta diventando sempre più concreto.

    "Quando saremo pronti a dire che abbiamo una buona giustificazione per usare la modificazione genetica ai fini della valorizzazione umana?», si è chiesto Baltimore

    Valorizzazione umana, o meglio produrre un essere, che grazie al taglia e cuci vorrà decisamente acquisire "sembianze" divine, mirando alla perfezione trasumanisma, e per di più protetto giuridicamente... perchè nessuna discriminazione razziale, lavorativa, dovrà avvenire su base genetica, così dettato nel lontano 1997....

    Il bello di questo editing, e qui sta infatti il conflitto se farlo rientrare nel concetto OGM, una volta creato non da modo di determinare che sia stato fatto. L'essere vivente è pari ad uno "organico" naturale non "modificato geneticamente".

    Baltimore, che ha presieduto il vertice, ritiene che per tracciare la linea di demarcazione della valorizzazione, il fattore determinante è se il cambiamento sarebbe accessorio o terapeutico. "Secondo il mio parere il miglioramento è qualcosa di opzionale", dice. "Non c'è un problema che mette a rischio la vita." Modificare il gene PCSK9, per esempio, potrebbe ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e per una persona con un LDL (il colesterolo “cattivo”) alto potrebbe fare la differenza tra la vita e la morte, dice Baltimore. In tal caso l'intervento sarebbe terapeutico. Rimane, tuttavia, poco chiaro se in futuro si potranno attuare "miglioramenti" che sono considerati più opzionali.

    Sino a qui poco da recriminare... ma andiamo avanti con le parole di Fyodor Urnov della Sangamo BioSciences, una società che sta lavorando nell'ambito dell'editing genetico :

    Prendiamo il gene DEC2. Modificandolo, si potrebbe dare a una persona la capacità di funzionare come quei rari individui che sono nati con una variante che permette di essere in forma con poche ore di sonno. E' una caratteristica che per la maggior parte delle persone non è necessaria, ma che potrebbe essere utile per un soldato in battaglia, per esempio. In definitiva, in futuro si avranno “certamente”  dei miglioramenti di vario genere.

    ... e teniamo conto che questo CRISPR diventerà presto un pacchetto vendibile ed accessibile a tutti...

    Prima di Crispr – racconta Maddalo, ricercatore alla Novartis. - avevo messo in conto di lavorare 4-5 anni al mio progetto. Volevo modificare geneticamente un topolino per poi studiare su di lui una terapia anticancro. Un anno mi sarebbe servito solo per far nascere il cucciolo con la mutazione. Altrettanto per ottenere il modello di malattia. Con Crispr basta una settimana per ottenere la mutazione e 2-3 mesi per far sviluppare la malattia. Non è stata solo la mia carriera a subire una rivoluzione. Ma tutto il settore di cui mi occupo".

    Come riporta l'inchiesta di Repubblica, almeno quattro grandi aziende biotech fra Boston, Los Angeles e Basilea si sono gettate sul boccone. Editas Medicine, con i contributi di Google e Bill Gates, parte con un capitale di quasi 100 milioni. Altrettanti ne ha Intellia Therapeutics (che ha incassato anche il sostegno di Novartis). Crispr Therapeutics ne ha raccolti quasi il doppio e Sean Parker, co-fondatore di Napster e sviluppatore di Facebook, ha regalato 250 milioni al suo Parker Institute. Bayer e AstraZeneca hanno stretto accordi con altre biotech e università per portare i frutti di Crispr dai laboratori al letto dei pazienti. Il giro di affari di questa tecnica – prevede un rapporto di MarketsandMarkets - crescerà del 43% da qui al 2019 arrivando (insieme al resto del settore dell'ingegneria genetica) a lare 3,5 miliardi di dollari.


    E quindi, mentre rimaniamo in attesa del nuovo codice dei diritti e doveri dei robot, rimaniamo in attesa dei diritti del nuovo genoma...SPERANDO che non ci venga incluso, nel pacchetto taglia e cuci, il cosidetto kill switch, ovvero, la possibilità di spegnere un robot in caso di emergenza oltre a quella di riprogrammarlo se non funziona per come era stato progettato.




    Fonte principale
    https://www.scientificamerican.com/article/improving-humans-with-customized-genes-sparks-debate-among-scientists1/
    http://www.lescienze.it/news/2015/12/07/news/editing_genetico_ricerca_cautele-2884732/
    http://spazioinwind.libero.it/bioge/brevetti/genetici.html
    http://www.vatican.va/roman_curia/pontifical_academies/acdlife/documents/rc_pa_acdlife_doc_08111998_genoma_it.html
    http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/5803688
    http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/5803257
    http://portal.unesco.org/en/ev.php-URL_ID=13177&URL_DO=DO_TOPIC&URL_SECTION=201.html
    http://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMra012577#t=article
    http://www.dors.it/page.php?idarticolo=240
    http://www.diritto24.ilsole24ore.com/art/dirittoCivile/2016-05-16/la-privacy-europea-regolamento-ue-2016679-125453.php?refresh_ce=1
    http://194.242.234.211/documents/10160/5184810/Guida+al+nuovo+Regolamento+europeo+in+materia+di+protezione+dati
    http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2016/09/22/news/la_rivoluzione_genetica_del_crispr-147819405/
     https://www.horizondiscovery.com/gene-editing/ngago
     http://blog.debiase.com/2016/05/20/editing-genetico-dopo-crispr-arriva-ngago/