MACROLIBRARSI: Promozioni Bio-Shop -Sconti fino al 33% su più di 200 prodotti bio!

MACROLIBRARSI: Promozioni Bio-Shop -Sconti fino al 33% su più di 200 prodotti bio!
MACROLIBRARSI: Promozioni Bio-Shop - Sconti fino al 33% su più di 200 prodotti bio!

2017/02/28

BIETOLA: COME COLTIVARLA IN ORTO E IN VASO SUL TERRAZZO




VARIETÀ


In breve si possono distinguere due tipologie differenti di bietola:

La bieta da taglio (chiamata anche erbetta), della quale si utilizzano principalmente le foglie larghe, a cespo, con nervature marcate;
La bieta da coste (chiamata anche costa), con foglie più grosse, gambi carnosi e colore variabile secondo la varietà. Una delle più conosciute è la varietà Lucullus, a coste bianche, ma esistono anche la varietà a coste violette e a coste argentee.

La bietola viene raccolta tutto l’anno, tranne che nei mesi più freddi; il miglior raccolto si ha all’inizio dell’inverno e in primavera

PROPRIETÀ


Molte sono le proprietà di questa verdura, grazie a tutti suoi componenti. Nelle bietole possiamo trovare tanti sali minerali (in particolare potassio e ferro
la cui assimilazione nell’organismo è facilitata dalla presenza di vitamina C), luteina, betacarotene (che viene poi trasformato in vitamina A), clorofilla (importante antitumorale), fibre, saponine (facilitano l'eliminaizone dei grassi), acido folico, indoli ( la cui assunzione abituale sembra prevenire  tumori del seno e dell’utero). Le bietole apportano anche una dose importante di Vitamina K. Fra le principali proprietà delle bietole ricordiamo:

Antianemiche: grazie alla presenza di acido folico e ferro.  
Diuretiche e depurative: facilita l'eliminazione delle tossine, quindi buon alimento in caso di cistiti, malattie renali. Stimola il fuoco digestivo, quindi la produzione di succhi gastrici e bile, aiutando la digestione. I suoi decotti sono utili nelle infiammazioni del sistema urinario, nella stitichezza e anche nelle emorroidi.
Regolarizza l'intestino: le fibre della bietola aiutano l'evacuazione.
Ricerche la indicano anche come protettiva nei confronti dello sviluppo delle malattie tumorali.
Scottature: Le foglie cotte in acqua, strizzate e tritate, si possono utilizzare per fare cataplasmi lenitivi e antinfiammatori da applicare su scottature, foruncoli e ascessi.

SEMINA/TRAPIANTO

Anche se la semina è piuttosto facile (seminare in primavera) per chi si avvicina a questa pianta per la prima volta è preferibile iniziare con le piantine comprate presso un vivaio da trapiantare in primavera inoltrata. Per evitare la precoce “montata a seme” ovvero la fase in cui la pianta produce il seme è opportuno ritardare la semina in quelle zone dov’è alto il pericolo di gelate tardive in genere al nord Italia

LUNA
Semina e trapianto in luna calante per evitare che vadano presto in seme.

VASO
Le piantine di bietola da taglio vanno disposte a 15 cm di distanza, mentre quelle da costa a 25 cm, quindi serve un vaso più capiente con una profondità di 25/30 cm almeno. Sul fondo andrà inserito un letto di cocci e ghiaia per  evitare il ristagno  dell’acqua. Arricchire il terriccio con concimi organici e compost.

TERRENO
Non serve un terreno specifico, poichè la pianta si adatta facilmente, anche se preferisce quelli  con pH tra 6,5 e 7, ben drenati, freschi e molto ricchi di sostanza organica (letame o compost, evitate concimi chimici). Questo ortaggio si adatta bene anche a terreni ad alto grado di salinità e gradisce ulteriori concimazioni a base di azoto. Se si preferisce la varietà da taglio, aspettare il primo taglio prima di concimare il terreno.

ACQUA

Se il tipo di terreno non è fondamentale, ciò che vuole la bietola è un terreno sempre umido. Importante non bagnare le foglie durante l'annaffiatura. Procedere alle annaffiature di mattina o alla sera, dopo che il sole è calato.

ESPOSIZIONE
Si tratta di una pianta che ben si adatta a qualsiasi esposizione, in caso di sole cuocente è comunque bene coprire con teli oscuranti per non far bruciare le foglie.

CONSOCIAZIONI
Lattuga, cavoli, cipolle, ravanelli, carote

CURA
Eliminare eventuali piante infestanti

RACCOLTA
Da un mese circa, dopo il trapianto, le foglie dovrebbero essere pronte per il primo taglio. Dopo tagliata la pianta ricresce almeno altre tre volte. Se avete piantato invece la qualità a coste, bisogna asportare soltanto le foglie esterne, lasciando il cuore, che produrrà altre foglie.


Altri articoli in ORTO E GIARDINO




Tabella semine e trapianti con la luna
Tabella consociazioni
Tabella semine e trapianti pese per mese
Se vuoi rimanere aggiornato su ORTO IN TERRAZZO, inserisci gratuitamente la tua email nel box qui sotto:


Lifemenews
Se vuoi rimanere aggiornato iscriviti gratuitamente alla newsletter
... oppure inserisci i tuoi dati:


L'indirizzo al quale desideri ricevere le newsletter gratuitamente.

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...