Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

2017/01/31

COME GLI ANTIDEPRESSIVI ROVINANO LA TUA NATURALE SEROTONINA.. E NON PUOI PIÙ ESSERE FELICE SENZA PILLOLE

Nel 2014, in USA, 10.574 persone sono morte di overdose di eroina, mentre 15.778  sono morti per overdose di farmaci psichiatrici, quasi il 50% in più.
Sentiamo spesso il fatto scioccante che le morti per eroina sono aumentate di quasi 5 volte (374%) tra il 1999 e il 2014, ma raramente - se mai - abbiamo sentito che le morti per overdose psichiatrici sono aumentati di quasi 4 volte (278%) rispetto nello stesso periodo di tempo.


Purtroppo è un dato di fatto.. quando l'OMS emette dei protocolli, questi verranno applicati, seguendo pure la tempistica di ogni paese, ma lo scopo finale è la loro applicazione a livello mondiale. Lo abbiamo visto con il Protocollo vaccinale, con il Protocollo eduzione sessuale per il gender (da non confondere con la giusta e corretta educazione sessuale che dovrebbe essere presente in tutte le scuole, idem il rispetto per il prossimo). Come visto mesi fa, l'OMS emise a suo tempo anche il protocollo sulla sanità mentale.

Entro il 2020, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), che diede il primo allarme nel 2004, i disturbi depressivi diventeranno la seconda causa di "disabilità lavorativa" dopo le malattie cardiovascolari.

Ricordate? Ne avevamo parlato in DEPRESSIONE: È VERAMENTE IL MALE DEL SECOLO? PIANO D'AZIONE OMS 2013-2020 cercando di sviscerare non solo il nuovo protocollo OMS ma anche il concetto in sé di depressione..

PIANO D'AZIONE DI SALUTE MENTALE 2013-2020 (pdf scaricabile)


Per una lettura dettagliata e commentata sulle incongruenze del piano di salute:
LA NOSTRA SOCIETÀ È UNA FABBRICA DI DEPRESSIONE?

Pag. 9  recita:
Nei paesi a basso reddito o medio reddito i movimenti della società civile che si occupano di salute mentale sono ancora poco sviluppati.
Le organizzazioni di persone con disturbo mentale e disabilità psicosociale sono presenti solo nel 49% dei paesi a basso reddito contro l'83% dei paesi ad alto reddito.
La disponibilità di medicinali di base per il trattamento dei disturbi mentali è piuttosto scarsa rispetto ai medicinali per la cura delle malattie infettive e persino per la cura di altre malattie non trasmissibile, ed il loro utilizzo è limitato a causa della carenza di operatori sanitari qualificati ed autorizzati a prescriverli.

A tal proposito:
Il Sudafrica riferisce di avere uno dei più alti tassi al mondo di bambini etichettati con Iperattività - il cosiddetto deficit di attenzione (ADHD) - e trattati con stimolanti: un tasso ancora più elevato che negli Stati Uniti.

Mentre il New York Times ha recentemente denunciato la prescrizione di pericolosi farmaci antidepressivi e antipsicotici ai bambini americani al di sotto dei due anni di età, anche in Sudafrica gli antidepressivi vengono regolarmente prescritti a neonati, mentre potenti antipsicotici come il Risperdal sono approvati per il trattamento di comportamento dirompente in bambini di età superiore ai cinque anni con ritardo mentale.

Risultati di questi ultimi decenni:

Il mal di vivere della società moderna, la depressione.. L'OMS scandisce il conto alla rovescia con veri spot propagandistici di terrore grazie ai cani fedeli del main stream:

"Nel 2020 la Depressione sarà la malattia più diffusa.."

"In tutto il mondo la DEPRESSIONE colpisce 350 milioni di persone e provoca 850.000 morti ogni anno."

"Giovani: depressione e suicidi in aumento tra ragazzi under 19"

"Stress, depressione, nervosismo ”I giovani sono sempre più arrabbiati”


"Tasso di suicidi in Italia in aumento:Depressione e vicende sociali"
Il professor Edmund S. Higgins riconosce la scomoda verità: la salute mentale degli americani, secondo alcune stime, sta peggiorando, ma in realtà quella di tutti i paesi industrializzati.. Il reporter Sarah G. Miller riferisce:
“Gli antidepressivi sono il tipo di farmaco più comune: il 12% degli adulti riferisce di averne assunti. In aggiunta, l’8,3% degli adulti riferisce di altri psicofarmaci tra i quali sedativi, ipnotici, ansiolitici, e l’1,6% ha assunto antipsicotici.”
Quindi il puntare all'utilizzo di queste sostanze per "curare" lo stato depressivo (talvolta additato come tale in modo arbitrario e discutibile) sta sicuramente avendo successo.

Rivista della Società Italiana di Medicina GeneraleN. 5 t Ottobre 2011Uso degli antidepressivi in Italia: un’analisi nel contesto della Medicina Generale

Francesco Mazzoleni, Monica Simonetti , Francesco Lapi , Serena Pecchioli , Gianluca Trifirò, Iacopo Cricelli, Giampiero Mazzaglia

Società Italiana di Medicina Generale, Firenze; Health Search, Società Italiana di Medicina Generale; Dipartimento di Farmacologia Pre-clinica e Clinica, Università di Firenze; Dipartimento Sperimentale e Clinico di Farmacologia e Medicina, Università di Messina


"Le ragioni dell’aumento nel consumo di AD in ambito psichiatrico,osservato nell’ultima decade, possono essere correlate all’aumento di prevalenza/incidenza di queste patologie, alla maggiore aderenza alle linee guida di trattamento, alla riduzione della soglia prescrittiva, alla maggiore compliance dei pazienti, all’incremento della capacità diagnostica del medico di medicina generale (MMG)."

"Curare la depressione con antidepressivi è veramente possibile"?


Sempre più conferme arrivano in risposta negativa. La tendenza all'uso prolungato, potrebbe portare ad un disastro di salute pubblica.

I ricercatori hanno trovato che – contrariamente a quanto sostiene l'industria farmaceutica, chiamata amichevolmente Big Pharma, – i farmaci comunemente prescritti come antidepressivi quali il Prozac, possono devastare la capacità del cervello a produrre serotonina.

Come riporta l'Articolo di un chimico pluripremiato, autore del libro “Over the Counter Natural Cures” (Cure naturali da banco)

«Gli antidepressivi cercano di aumentare, nel cervello, la quantità di una molecola ‘amica,’ conosciuta come serotonina. Si ritiene che possa aiutarci a trovare la felicità quando è nascosta da valanghe di cattiveria, ma non è mai stato provato. Questi farmaci tentano di aumentare il livello di serotonina impedendone, in maniera “selettiva” , la ricaptazione nelle cellule cerebrali». L’acronimo con cui sono chiamati questi farmaci – SSRI – significa proprio questo: Selective Serotonin Reuptake Inhibitor (inibitore selettivo della ricaptazione di serotonina). E’ un nome altisonante, ma un’idea stupida: niente, nel corpo, è selettivo.  
Il problema nasce su due fronti:

1) Mentre tentano d’inibire la ricaptazione di serotonina, gli antidepressivi possono anche impedire il loro rilascio, e anche quello di un altro composto importante per il cervello noto come dopamina. Le aree del cervello deputate al rilascio e alla ricaptazione di questi neurotrasmettitori sono maledettamente simili (dopotutto lavorano sulla stessa molecola): un farmaco antidepressivo non è abbastanza intelligente da capire su quale dei due deve lavorare. E quindi fa ciò che farebbe un qualsiasi farmaco stupido: li blocca entrambi. Questo è il motivo per cui chi prende questi farmaci si ritrova con quello sguardo fisso e vitreo: vittime dell’incantesimo psichiatrico, sono usciti di testa.
Col tempo possono insorgere tristezza profonda, rabbia e aggressività. Rimuovendo serotonina e dopamina dal cervello, chi fa uso prolungato di antidepressivi non riesce a provare né trovare felicità.

2) Dopo diverse settimane che si assume il farmaco, il cervello risponde producendo  meno serotonina, quindi, quando le persone smettono di assumere questi antidepressivi, in realtà il loro corpo non è più in grado di regolarsi in modo naturale, i sintomi peggiorano, si scatena una vera crisi d'astinenza a lungo termine e  nella maggior parte dei casi si ricade nella sua prescrizione ed assunzione.

Quindi, valutando l'incremento di spaccio e consumo di antidepressivi in modo superficiale e l'incremento di depressione, si possono correlare i fatti? o risulta un mero vaneggiamento e bufala?

Assolutamente si. I fatti sono stati scientificamente correlati, con ricerche, studi, che dimostrano come l'assunzione di antidepressivi predispone ad uno stato di malattia mentale più grave, come gli indici di ascesa delle due linee d'indagine viaggiano di pari passo, come l'aumento delle persone con disturbi mentali, paese dopo paese, è aumentato con l'aumentata prescrizione di antidepressivi, in conclusione di come gli psicofarmaci siano agenti causali poichè influenzano le funzioni psichiatriche.

Come riporta questa guida d'indagine Causation, Not Just Correlation:Increased Disability in the Age of Prozac di Robert Whitaker- May 2016

Gli studi di ricerca rivelano che:
  • gli antidepressivi aumentano il rischio che: 
  • (1) la depressione assuma un decorso cronico
  • (2) convertirà un paziente unipolare  al disturbo bipolare
  • (3) comprometta la capacità di autogestione del paziente
  • Gli studi hanno dimostrato che le benzodiazepine (ansiolitici) mettono in pericolo il funzionamento in più domini quando prese nel lungo termine.
  • Gli studi di ricerca hanno scoperto che gli antipsicotici sembrano peggiorare gli esiti delle capacità funzionale nel lungo termine.
Dal One-Year Remission Rates in NIMH Study of Medicated Depression in “Real-World” Patients

126 pazienti sono stati tratti con antidepressivi, solo il 26% ha risposto alla cura con una remissione del 50% (stiamo parlando di remisisone parziale quindi) dei sintomi, solo metà di questi poi è stata meglio per un significante periodo di tempo.. solo il 6% ha regredito dalla depressione rimanendo così stabile da almeno 1 anno!!
Source:  J. Rush. “One-year clinical outcomes of depressed public sector outpatients,”
Biological Psychiatry
56 (2004):46-53


Quindi oltre a servire il giusto.. diciamolo chiaramente, la loro sospensione crea sintomi di disordine psicologico "originale" se non peggiorato.
Il cervello, non è in grado di tornare ai livelli normali e naturali di serotonina se non dopo mesi, o in alcuni casi, dopo anni da quando è stato dismessa l'assunzione.

Un team di ricercatori dell'Università di Liverpool ha condotto un studio su 1.829 neozelandesi, a cui sono stati prescritti antidepressivi – principalmente del tipo Prozac – ed hanno riscontrato che più della metà di loro ha sofferto di sintomi avversi tra cui a livello emozionale, interpersonale, quando hanno smesso di prenderli. 

Sempre da Robert Whitaker " I farmaci antidepressivi per la cura della depressione potrebbero essere utili nel breve termine, ma peggiorare la progressione della malattia in lungo termine, aumentando la vulnerabilità biochimica a la depressione. . . L'utilizzo di farmaci antidepressivi può spingere la malattia ad un corso cronico non più in grado di rispondere ai trattamenti."

I farmaci potrebbero anche contribuire al rialzo nel disturbo bipolare, in cui le persone hanno cicli alternati di alta e bassi stati d'animo.  Alcuni studi suggeriscono che le persone hanno il doppio di probabilità di avere il loro primo episodio maniacale, se sta assumendo antidepressivi.

RICORDA: La sospensione degli psicofarmaci andrebbe fatta attentamente sotto un’esperta supervisione clinica.

Pensi si tratti di opinioni?
Secondo la FDA (l’agenzia statunitense di controllo dei farmaci) gli antidepressivi possono causare ideazioni e comportamenti suicidi, peggioramento della depressione, ansia, attacchi di panico, insonnia, irritabilità, ostilità, impulsività, comportamento aggressivo, episodi psicotici e violenza. Secondo i produttori, alcuni antidepressivi causano anche ideazioni omicide. Molta gente, dopo avere fatto uso prolungato di antidepressivi, racconta di non riuscire più a provare emozioni normali. Si sente intontito, come uno zombie.
Gli effetti avversi di questi farmaci non sono tuttavia limitati al peggioramento dello stato emotivo e al causare psicosi e violenza. Vi sono anche effetti collaterali di tipo fisico, tra cui sanguinamento anomalo, difetti di nascita, attacchi cardiaci, crisi epilettiche e decesso improvviso. Come una sirena d’allarme, sono stati pubblicati oltre duecento avvisi – includendo studi e raccomandazioni da parte di agenzie di supervisione dei farmaci – sulla pericolosità degli antidepressivi.

Leggi anche: ANTIDEPRESSIVI SSRI IN GRAVIDANZA: DIMOSTRATI, NUOVAMENTE, DANNI AL FETO, ASSOCIATI AL LINGUAGGIO, AUTISMO, DANNI CARDIACI, MORTE PRENATALE


Occultamento del fattore suicidio

Dopo i ripetuti allarmi lanciati dall'FDA riguardo al pericolo di suicidio connesso agli antidepressivi e dopo che negli USA sono state applicate etichette nere di avvertimento chiamate black box in Italia questi 'farmaci' continuano a essere venduti senza questa etichetta nera.
In seguito al rapporto di 25 morti improvvise provocate da psicofarmaci e l'aumento di rischio di infarti e gravi aritmie, l'FDA ha raccomandato l'applicazione di avvertimenti e maggiori controlli da parte delle case farmaceutiche. Ma tutte queste misure non sono sufficienti se i psicofarmaci, dagli effetti così pericolosi, continuano a essere prescritti in seguito a diagnosi per disturbi mentali, come la sindrome dell'ADHD, dalle basi scientifiche molto contreverse, o per stati di depressione ansiosa, tranquillamente affrontabili con soluzioni più olistiche.
Il rischio di induzione al suicidio è un dato emerso da test condotti con l'ausilio di placebo, su 4400 individui e nei minori è stato rilevato un comportamento correlato al suicidio (tentativo di suicido e ideazione suicidaria) e ostilità (prevalentemente comportamento aggressivo, comportamento oppositivo e rabbia).
Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani raccomanda di informarsi attentamente, di non accettare facili diagnosi psichiatriche sia per se stessi sia per i propri figli, di richiedere accurate analisi mediche.
Se ritieni di aver subito danni a causa di diagnosi o trattamenti psichiatrici puoi metterti in contatto con il Comitato.

Leggi anche:

ANTIDEPRESSIVI : PAROXETINA ,BAMBINI TENDONO AL SUICIDIO.IL CASO GLAXO

Uso di antidepressivi nei bambini ed adolescenti incrementa il rischio di suicidio
Dottoresse Laura Franceschini e Sandra Sigala - Fonte: SIF - Società Italiana
di Farmacologia



Spaccio di antidepressivi per uno squilibrio chimico mai dimostrato!

Pensate di "confidare" lo stato depressivo invece che al vostro dottore ad uno "spacciatore" e quale possibile soluzione potrebbe offrirvi per stare meglio..
Ora immaginate la scena "ortodossa"..e con il medico che ci "offre" la sostanza per stare meglio!

Anche se le sostanze trattate dalle due figure "sono diverse", in entrambe i casi qualcuno ci sta essenzialmente offrendo una soluzione 'farmacologica- di dipendenza' finalizzata a ridurre i sintomi negativi del nostro stato d'animo.

I medici, i media e la società sostengono che gli stati depressivi dipendano da uno 'squilibrio chimico', ma in realtà dietro gli stati depressivi non esiste alcuno squilibrio chimico.

La dottoressa Joanna Moncrieff, esperta di salute mentale presso il dipartimento dei servizi di salute mentale dell'University College di Londra sta adottando un approccio 'politicamente scorretto' nella caratterizzazione dei farmaci anti-depressivi e di tutti gli altri psicofarmaci, sostenendo che non siano altro che una nuova forma di dipendenza.

Asserisce che, sebbene medici, media e società in generale continuino a ripetere il concetto secondo cui, sindromi come la depressione e l'ansia siano l'effetto di uno 'squilibrio chimico' cerebrale, in realtà non esiste alcuna prova concreta a sostegno di tale luogo comune.
    "La ricerca scientifica non ha rilevato alcuna anomalia del sistema della serotonina nelle persone affette da depressione."
«« continua la lettura

"Questa “rivoluzione del farmaco” vede gli psicofarmaci come qualcosa che alla lunga è più utile che dannoso, persino come una cura in senso assoluto. Alla stessa stregua dell’insulina o della penicillina, essi sono visti come un trattamento specifico per una specifica malattia. Spesso viene detto che tali farmaci correggono degli squilibri biochimici nel cervello. Queste ipotesi hanno creato un ambiente in cui è difficile porre l’accento sugli effetti nocivi dei farmaci; criticare per principio gli psicofarmaci è ormai considerata un’eresia, poco diffusa per giunta." (Traduzione del primo capitolo del libro di Peter Breggin “Brain-Disabling Treatments in Psychiatry: Drugs, Electroshock, and the Role of the FDA” (1997, Springer Publishing Company) ovvero “Trattamenti psichiatrici che danneggiano il cervello: Psicofarmaci, Elettroshock e il ruolo della FDA”.)

Denunciare le bugie: come trovare la verità

Gli effetti collaterali degli psicofarmaci, in totale, sono tantissimi. E la maggior parte vengono nascosti a pazienti e dottori. Per fortuna, il Citizen Commission on Human Right (un'associazione statunitense gemella del CCDU Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani) ha risolto questo problema con un avanzatissimo database: consente a chiunque di ricercare e trovare qualsiasi comunicazione di reazioni avverse che venga inviata all'FDA (ente farmacologico USA) riguardo gli psicofarmaci.

Si può anche trovare facilmente qualsiasi avviso di pericolo pubblicato da vari enti del farmaco a livello internazionale, nonché gli studi scientifici pubblicati sugli effetti collaterali di ogni tipo di psicofarmaco.

Può dunque la psichiatria aiutarmi? No. E questo suona come una sorpresa perché i farmaci psichiatrici, preparati al fine di cancellare sogni e speranze di milioni di persone, sono tra quelli più venduti. A prescindere da quale sia il mio stato mentale (o quello di chiunque) non esiste alcun farmaco che curi o risolva i problemi percepiti come mentali.

La gente può soffrire miseramente per lo stress emotivo o mentale che la vita a volte ci riserva, ma la pseudoscienza psichiatrica non ha ancora risolto uno di questi problemi, e di fatto contribuisce a peggiorare lo stato di salute come evidenziato dall'impressionante gamma di effetti avversi.

Le campagne di marketing e la stampa medica disonesta tendono a oscurare questi fatti. Ma il data base del CCHR sugli effetti collaterali degli psicofarmaci consente a chiunque di conoscere la verità e documentare i fatti, salvando così le proprie vite e quelle delle persone care.

Quando prescritti in modo appropriato, i farmaci psichiatrici possono essere salvavita. Tuttavia, quando over-prescritti o impropriamente prescritti possono portare a gravi danni e anche la morte. Ciò che è necessario è una drastica riduzione di assunzione (pazienti troppo compiacenti), prescrizione off-label.

Ricordiamo che per nuovi medici servono nuovi pazienti.

L'uso di farmaci psichiatrici deve essere ridotto ad una mera frazione dei tassi di uso attuale e deve essere sostituita o integrata con appropriati interventi psicosociali.
Diremmo che solo perché l'insulina è un bene per i diabetici  tutti  la dovrebbero prendere? No, questa è una sciocchezza perché vorrebbe dire distruggere un normale metabolismo. Eppure questo è esattamente l'approccio che ci stanno imponendo, e stiamo assumendo (perchè noi pazienti siamo i consumatori finali con il giusto potere d'acquisto e consumo.. non dimentichiamolo) con farmaci psichiatrici, grazie alla disinformazione che alimenta Big Pharma al fine di aumentare le loro vendite e riempirsi le tasche

Un piano d'azione...


tratto dalla copertina del Piano d'Azione..
l'iconografia e simbolismo usati come manipolazione mentale è "puramente casuale"...



Fonti
Alcune parti dell'articolo sono state tratte da: http://www.cchrint.org/2010/07/20/psychiatric-meds-101-a-surprising-discovery/
https://www.newscientist.com/article/2087949-high-antidepressant-use-could-lead-to-uk-public-health-disaster/
http://www.psy-journal.com/article/S0165-1781(14)00083-3/abstract
https://www.cchrint.org/2016/05/02/skyrocketing-antidepressant-use-fueling-epidemic-of-increased-suicides/
http://www.accessdata.fda.gov/drugsatfda_docs/label/2005/20152s035lbl.pdf
http://www.tandfonline.com/doi/full/10.1080/10253890701300904
http://www.madinamerica.com/wp-content/uploads/2016/05/Causation-not-just-correlation-copy-5.pdf
https://www.simg.it/Documenti/Rivista/2011/05_2011/3.pdf
http://www.epicentro.iss.it/farmaci/EpidEuropa.asp
https://www.cchrint.org/2016/05/02/skyrocketing-antidepressant-use-fueling-epidemic-of-increased-suicides/#_edn10

http://www.rehabs.com/pro-talk-articles/psychiatric-medications-kill-more-americans-than-heroin/
http://www.agenziafarmaco.gov.it/sites/default/files/Rapporto_OsMed_2014_0.pdf
http://www.harmoniamentis.it/cont/news/articles/3745/italiani-antidepressivi-dati-osmed-.asp
http://www.sefap.it/web/index.php?class=Comp&className=Content&op=show&param=CID,2044,preview,0
http://www.harmoniamentis.it/cont/news/articles/3745/italiani-antidepressivi-dati-osmed-.asp




2017/01/28

Pillole di cannabis sintetica del Big Pharma stanno uccidendo la gente , mentre la marijuana naturale è ancora criminalizzata




A ottobre del 2016 avevamo introdotto il pensiero..Controllo mondiale della produzione di marijuana a scopo terapeutico da parte di Monsanto e Bayern.

Per leggere bene l'intreccio economico: MONSANTO BAYER NUOVO CONTROLLO: DALLA LEGALIZZAZIONE DELLA CANNABIS ALLA MARIJUANA OGM


Il proprietario della  Nutrienti idroponica avverte che se i giganti biotech, coinvolti nel settore della cannabis, otterranno il monopolio, si prospetterà lo stesso scenario attualmente presente nelle industrie di semi, della medicina e chimica agricola.

Venerdì la rivista Naturalnews scrive:
«Lascia fare al Big Pharma per trovare un modo che trasformi una sostanza di guarigione naturale, efficace, a base vegetale in qualcosa di brevettabile e mortale.»    

I ricercatori, dietro remunerata spinta dei colossi sopramenzionati, sono così intenti a sviluppare, brevettare un farmaco che offra gli stessi benefici della cannabis, che poco importa che alcune persone muoiono lungo la strada. Tutto per la ricerca, questo è motto. Morire per testare un qualcosa che esiste in natura e funziona... è assurdo.

Questo è quello che è successo l'anno scorso in Francia come riportato dall'Ouest France.
Uno studio clinico,condotto dal laboratorio Biotrial a Rennes, che coinvolge un farmaco di sintesi di laboratorio progettato per stimolare il sistema recettore endocannabinoide  del corpo, ha portato sei persone ospedalizzate, una delle quali è stata successivamente dichiarata cerebralmente morta.

Quindi da un lato abbiamo la Monsanto e Bayern che condividono informazioni su come progettare geneticamente la cannabis, quindi l'influenza finanziaria e politica di fare alla cannabis quello che hanno già fatto al mais, al tabacco, e altre colture: utilizzare la proprietà intellettuale dei semi di cannabis brevettati, (Roundup Ready Blue Dream) controllando così tutto il mercato, in stretta collaborazione, ovvio, con le case farmaceutiche, dall'altra le case farmaceutiche, il BigPharma, in collaborazione con il Governo che oltre ad aiutare i colossi nominati studia come sintetizzarla. Sintetizzarla, come facile da capire, li aiuterà ad ottenere diritti esclusivi, eliminare concorrenza, arrivare ad alti profitti, controllare il mercato.. e mettiamoci pure per essere buoni, a debellare lo spaccio della vera Cannabis. Non vi risulta un certo controsenso, dissonanza in queste manovre?

Però... l'utilizzo della cannabis naturale... è illegale.


Quali siano le manovre, ovvero sintetizzarla, oppure produrla geneticamente modificata, vorrà comunque dire brevettarla, rivendicarne il diritto di proprietà intellettuale.
Per la proprietà intellettuale basta veramente una leggerissima modifica come conosciamo bene con quello fatto con le sementi.
Nessuno può brevettare una pianta selvatica, ma se questa viene ricreata... è tutta altra storia.

Leggi: GRANO,SEMI,MULTINAZIONALI,CONTROLLO

Per riprodurre le proprietà terapeutiche ad ampio raggio della cannabis in un laboratorio non è compito semplice.
Il sistema cannabinoide endogeno (ECS), scoperto dagli scienziati è composto di endocannabinoidi e i loro recettori si trovano in tutto il corpo: nel cervello, organi, tessuti connettivi, ghiandole e cellule del sistema immunitario. L'obiettivo della ECS è quello di mantenere l'omeostasi all'interno del corpo. Mentre il corpo umano produce la propria versione di endocannabinoidi per stimolare questi recettori, gli scienziati hanno scoperto che i fitocannabinoidi, sostanze vegetali, possono anche stimolare questi recettori. Il più ben noto e più psicoattiva phytocannabinoid è il Delta-9-tetraidrocannabinolo, o THC, che è derivato dalla pianta di cannabis. Tuttavia, altri, non-psicoattive cannabinoidi co
me cannabidiolo (CBD) e il cannabinolo (CBN) stanno guadagnando l'interesse di ricercatori a causa di una varietà di proprietà curative. La stessa National Academy of Sciences ha dichiarato che marijuana può essere usato come una medicina al fine di migliorare la propria salute, naturalmente. L'unico motivo che la cannabis non è stato legalizzato è perché "i poteri" si stanno beneficiando pesantemente delle droghe farmaceutiche spacciate al suo posto.


La "questione cannabis" 
Questa pianta non avrebbe bisogno del Big Pharma, della Monsanto, per essere prodotta o distribuita, visto che cresce anche nel vostro balcone.., ma quando il governo-collegato agli altri poteri di controllo (Lobby farmaceutiche..) stabiliscono che ne vogliono assumere il controllo, la pianta diventa illegale, pericolosa (ovvio qui si sta parlando di cannabis per uso terapeutico non ricreativo, ma teniamo presente che maggior danno lo fanno le droghe legali antidepressive spacciate e riconosciute!), ne escono fuori con la rivendicazione del diritto di proprietà intellettuale dietro un particolare insieme di ingredienti – altrimenti noto come un brevetto.

Riuscire a mettere le mani su un potente antidolorifico naturale ( e ancora molto di più di questo), vuol dire riuscire a controllare tutta quella fetta di mercato che lentamente è uscita dal Big Pharma, e controllare tutto il commercio di marijuana.
Per questo le Lobby stanno forzando i governi a classificarla come "farmaco pericoloso".. ma se lo fosse veramente perché studiarlo e volerlo riprodurre, visto che si trova già in natura a costi, volendo, decisamente irrisori? Per fortuna, la proibizione della marijuana non è così facile. Come sempre più studi confermano i benefici terapeutici della pianta stessa, sarà difficile continuare a convincere il pubblico che la pianta dovrebbe essere proibita e che deve essere sostituita solo da cannabis chimica approvata dal governo.

La versione chimica di cannabis  del Big Pharma  non è un sostituto accettabile.



Se vuoi rimanere informato su DISINFORMAZIONE SALUTE, inserisci gratuitamente la tua email nel box qui sotto:

Lifemenews
Se vuoi rimanere aggiornato iscriviti gratuitamente alla newsletter
... oppure inserisci i tuoi dati:


L'indirizzo al quale desideri ricevere le newsletter gratuitamente.

2017/01/27

VACCINI OBBLIGATORI asilo e nido: INTESA STATO-REGIONE, È ANCORA POSSIBILE OPPORSI?



Non vedo cosa ci sia da stupirsi difronte a questi accordi:

"Raggiunto un accordo storico tra lo Stato e le Regioni per una nuova legge nazionale che renda obbligatorie tutte le vaccinazioni previste nel Piano di prevenzione vaccinale 2017-19 su tutto il territorio nazionale", afferma il presidente dell'Istituto superiore di sanità, Walter Ricciardi, sottolineando come l'intesa sia stata raggiunta "all'unanimità, con il consenso di tutte le regioni". L'obiettivo è dunque rendere obbligatorie le vaccinazioni per l'accesso a nidi e scuole materne. (Ansa)

visto che tutto era già stabilito dal protocollo OMS PIANO VACCINALE Global Vaccine Action Plan 2011-2020
Il piano d'azione vaccino Globale (GVAP) è stato approvato dai 194 Stati membri dell'Assemblea Mondiale della Sanità (il più importante organo decisionale dell’OMS) nel maggio 2012, al raggiungimento del "Un Decennio di Vaccini" , fornendo l'accesso universale alle vaccinazioni.

Il Ministero della Salute Italiano anni fa così lo definì:

Il Global Vaccine Action Plan 2011-2020 - Piano d'azione globale vaccinazioni dell’OMS, approvato dai 194 Stati membri dell’OMS nel maggio 2012, è una direttiva per prevenire milioni di morti entro il 2020 attraverso l'accesso più equo ai vaccini esistenti per le persone in tutte le comunità  in tutto il mondo. Tra gli obiettivi strategici c'è quello di aiutare individui e comunità a comprendere il valore dei vaccini e a considerare la vaccinazione come un diritto e una responsabilità.

L'iniziativa cercherà di superare Obiettivo di Sviluppo del Millennio delle Nazioni Unite (MDG)  "l'immunizzazione. . . dovrebbe essere riconosciuta come una componente fondamentale del diritto umano alla salute ". La missione del programma è quello di "estendere, entro il 2020 e oltre, il pieno beneficio della vaccinazione a tutte le persone."

OMS e DVC vogliono costruire relazioni con i produttori farmaceutici per la ricerca e lo sviluppo di nuovi vaccini per le malattie che non sono curabili attualmente attraverso la vaccinazione.

«Entro il 2015, tutte le nazioni in via di sviluppo saranno ammoniti dalle Nazioni Unite di introdurre uno o più  vaccini sotto utilizzati, che saranno autorizzati ed erogati dall'OMS e DVC a paesi a basso o medio reddito entro il 2020.»

Per approfondimenti in merito a quali sono i gruppi, associazioni, dietro al piano OMS vi rilascio questi due link:
Ricordo brevemente che

OMS e l'ONU decidono quali nazioni saranno al centro delle vaccinazioni. Guide for Immunization Programme Managers and National Regulatory Authorities.

BMGF ha versato milioni di dollari in sostegno dell' Alleanza globale per i vaccini e vaccinazioni (GAVI Alliance), un'agenzia delle Nazioni Unite che opera anche in collaborazione con l'OMS per amministrare vaccini ai paesi sviluppati sotto sviluppati.

La GAVI Alliance, fondata nel 2000 con l'aiuto della Fondazione Gates, ha l'obiettivo di vaccinare tutto il terzo mondo. I partner principali sono:

WHO (OMS) oRGANIZZAZIONE mONDIALE DELLA sANITÀ
UNICEF
World Bank
Gates Foundation
"... I governi nazionali dei donatori e dei paesi in via di sviluppo, il vaccino Programma dei Bambini di Bill e Melinda Gates, la Federazione Internazionale delle case farmaceutiche Associazioni (IFPMA), la Fondazione Rockefeller, l'UNICEF, la Banca Mondiale e l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS)."
OMS e GAVI hanno collaborato con la Banca Mondiale e il Fondo delle Nazioni Unite Popolazione nel 1970 sotto la Task Force sui Vaccini per regolamentare la fertilità. La Task Force ", funge da organo di coordinamento globale per il vaccino anti-fertilità R & S." La GAVI è fortemente finanziato dalla Bill & Melinda Gates Foundation per i progetti di vaccinazione a livello mondiale.

Ciò che viene da pensare sono sue strade:

Questa imposizione è dovuta ad una sempre più presa di coscienza della gente, dei genitori e quindi la somministrazione dei vaccini non obbligatori sta diminuendo, ne consegue

→ il giro d'affari pianificato sta saltando..
→ il piano di vaccinazione e quello che porta (e lo sappiamo cosa porta) sta saltando.. (ndr.la questione sull'immunità di gregge non regge, scusate il gioco di parole.)

Non voglio soffermarmi su complottismi quali attivazione microcip, o evidenze quali i danni dei metalli contenuti all'interno, danni riconosciuti ma taciuti di autismo etc.. lascio ad ognuno il buon senso di fermarsi un attimo, valutare, informarsi, porsi delle domande, non dare per scontato nulla, chiedersi come mai i dottori vengono "obbligati" al silenzio informativo, perchè i dottori non possono informare veramente altrimenti rischiano l'espulsione dall'albo,.. chiedersi perché questo giro di morsa decisamente anticostituzionale, fare un uno più uno..protocollo OMS già esistente.. forse davvero DEVE essere portato a fine?

Se vogliono imporre a tappeto la vaccinazione prima o poi riusciranno, forse ostacolati da chi si oppone ma temo che il futuro sia quello.

Cosa rimane da fare per chi ancora non vuole far vaccinare i propri bambini?

Rimangono due documenti importanti:

1) ESERCITARE IL DIRITTO ALLA OBIEZIONE VACCINALE

2) GARANZIA SICUREZZA DEL MEDICO PER I VACCINI


COME ESERCITARE IL DIRITTO ALLA OBIEZIONE VACCINALE

Eccovi un vademecum per poter esercitare questo diritto in modo corretto, e senza conseguenze giuridiche di rilievo.

Prima di tutto, è necessario che il dissenso alle vaccinazioni sia scritto e motivato.

Quando arriva la comunicazione dell’incontro fissato per le vaccinazioni, rispondete al mittente (per raccomandata e ricevuta di ritorno) dichiarando, entrambi i genitori, la volontà di non voler vaccinare i propri figli, per le ragioni che seguono:
» continua la lettura e per scaricare il modulo

GARANZIA SICUREZZA DEL MEDICO PER I VACCINI

Qui troverete le indicazioni e documento da scaricare in italiano, inglese, francese e spagnolo.

Per il momento ci sono ancora molti strumenti per opporsi...non fatevi prendere dalla paura. Ogni passo alla volta. Esistono anche molti gruppi di sostegno:

VACCINI PARLIAMONE,
dove all'interno potete chiedere anche supporto informativo, documenti, come agire legalmente..Qui potete entrare anche nella LOV Liberi dall'Obbligo Vaccinale che è stata creata dai genitori.

AUTISMO VACCINI la più valida piattaforma
per rimanere aggiornati sui danni.

Letture correlate: Tutti gli articoli di Lifeme sui Vaccini



Se vuoi rimanere informato su VACCINI, inserisci gratuitamente la tua email nel box qui sotto:

Lifemenews
Se vuoi rimanere aggiornato iscriviti gratuitamente alla newsletter
... oppure inserisci i tuoi dati:


L'indirizzo al quale desideri ricevere le newsletter gratuitamente.

2017/01/26

TAPPETINI PUZZLE OTTIMO GIOCO MA ALTO RISCHIO DI TOSSICITÀ



Periodicamente ritorna la notizia sulla tossicità dei tappetini puzzle.
Tutto sommato è bene così.. perché pare che l'informativa non sia arrivata a dovere e molto probabilmente i controlli sulla sicurezza non sono, tutto sommati, adeguati.

La cattiva azione risulta quindi da entrambi i lati... leggerezza nell'acquisto da parte del consumatore e cattivo controllo sulla produzione ed importazione, dagli organi addetti.

Vediamo di estrapolare i punti principali sulla tossicità di questi amati tappetini.

Si tratta di tappetini di gomma, a forma di puzzle, che si possono disporre come meglio si crede. Sono infatti componibili in ogni modo, su misura per le proprie esigenze. Ed essendo anche colorati e belli da vedere, in molte camerette per bambino fanno ormai parte dell’arredamento.
Partiamo dalla fine.

Il gioco dei range di sicurezza

Il17 dicembre del 2010 il Ministero della Salute dispose il ritiro cautelativo di alcuni modelli di tappetini Puzzle per sospetta presenza di formammide, sostanza che deriva dall’acido formico (indicato per la sigla F. La F è un cancerogeno Cat. 2 e un tossico per la riproduzione categoria 1 B)

Tutti i prodotti ritirati vengono poi analizzati in laboratori accreditati sotto il controllo dei Carabinieri per la Sanità.
L'anno seguente, nel 2011, il Ministero della Salute pubblica sul proprio portale una nota dell’ISS (Istituto Superiore di Sanità) che, nel frattempo, è impegnato a valutare i risultati delle analisi effettuate sui tappetini.

L'eventuale presenza di formammide è fatto grave, visto anche i soggetti destinatari del gioco. La via di esposizione più rilevante rispetto alle condizioni d’uso dei tappetini puzzle è quella inalatoria, anche se l’esposizione orale può avere un ruolo, considerando l’abitudine dei bambini piccoli di portare alla bocca e succhiare/masticare oggetti (incluse parti del tappetino) e la accidentale ingestione di alcune piccole parti. Non solo, la formammide è anche teratogena, cioè capace di provocare malformazioni del feto se la madre è esposta durante la gravidanza.

Risultato...
Nel  2013 si ha: “la riammissione al commercio dei tappetini con valori di formammide ritenuti ‘non rischiosi’ per la salute”, però con una dicitura che la dice lunga sulla sicurezza...

“ATTENZIONE: DOPO L’APERTURA DELLA CONFEZIONE E PRIMA DI UTILIZZARE IL PRESENTE ARTICOLO, AREARE PER ALMENO 24 ORE”
.

Vediamo, prescindendo da questi "attenti e rassicuranti controlli del Ministero", altre ricerche sui danni in cui si può incorrere con questi tappetini, come procedere all'acquisto e qualche marca da tenere lontano.

Bisogna prestare molta attenzione all'acquisto di questi giocattoli tanto amati dai bambini, perché nonostante il Ministero abbia stabilito range e divieto di utilizzo di alcune sostanze, si trovano ancora tranquillamente in commercio puzzle tossici.

Non solo ftalati e formammina, tante altre le sostanze tossiche

I ftalati sono interferenti endocrini, la formammina come letto è tetracancerogena oltre che cancerogena, ma tanti altre sono le sostanze tossiche contenute.
Un interessante ricerca, seppur datata 2009 porta alla luce queste sostanze.

Quindi occhio... non è escludendo i due nomi più in voga che il problema viene risolto.

Il gruppo di ricerca ha selezionato nove tappeti puzzle dedicati ai più piccoli, per
verificare la presenza e l’emissione di sostanze tossiche.
"Nel caso della formamide, abbiamo registrato la presenza di emissioni anche quando la presenza della sostanza nel tappeto è risultata al di sotto del limite di rivelabilità: la formamide dà luogo a rilascio anche in dosi minuscole."

Le loro analisi.



Tratto da biobimbi

Bebi Sogni, Dg, Globo, ItsImagical, La Giraffa (Itn), Mazzeo, PaggioDisney Princess (Progarden) e Vinportex: sono produttori e importatori dei tappetini che abbiamo portato in laboratorio per verificare la presenza di sette solventi particolarmente pericolosi (tra cui formamide, acetofeno-ne, etil metilchetone...). Attraverso analisi di laboratorio abbiamo sia ricercato i solventi nei tappetini, sia analizzato l’aria dopo averli stesi in un locale chiuso.

Formamide
Paggio e La Giraffa (Itn) risultano contenere formamide, un solvente potenzialmente cancerogeno, che sarà del tutto bandito dalla nuova direttiva sui giocattoli.
Non solo è irritante per gli occhi e la pelle, ma anche teratogeno, cioè capace di provocare malformazioni del feto se la madre è esposta
durante la gravidanza.

Acetofenone
Può provocare irritazione cutanea, ma anche danni alla cornea; se ingerito
può avere effetti sedativi e sulla pressione del sangue. Non ci sono studi che diano una risposta sugli effetti a lungo termine. Ancora una volta meglio che non ci sia. Purtroppo, lo abbiamo trovato in ben quattro tappetini: Paggio, Vinportex, Disney Princess (Progarden) e Mazzeo.

Etil metil chetone
Questo solvente agisce sul sistema nervoso provocando mal di testa, ma
anche vertigini e vomito, può essere irritante per gli occhi e il sistema respiratorio. C’è nei tappetini Bebi Sogni e Globo.

Alfa metil stirene e Alfaalfa dimetil benzene metano
Il primo, nel tappetino di Mazzeo, può provocare irritazione agli occhi e al sistema respiratorio. Il secondo, trovato in Disney Princess (Progarden) e Vinportex, è irritante anche per la pelle.

Emissioni pericolose

In tutti i casi, alcune sostanze dannose si ritrovano nell’aria della stanza. Tutti i tappetini emettono ammoniaca, mentre per la formamide solo due fanno
eccezione: Vinportex e Mazzeo. Abbiamo trovato sempre anche emissioni di altri solventi, talvolta soltanto in tracce. Il nostro bambino potrebbe trascorrere ore giocando sopra il suo puzzle in una stanza chiusa, respirando queste sostanze potenzialmente tossiche e irritanti. Abbiamo verificato, però, che dopo 14 giorni dall’apertura della confezione le emissioni si riducono (non eliminano..) sensibilmente.

Usare con cautela
Considerando composizione ed emissioni, solo due tappetini possono essere utilizzati, con qualche precauzione (vedi i consigli qui a lato): Vinportex e Mazzeo.


Attenzione alle custodie dei puzzle con ftalati

Vero, magari nel gioco in sè non vi alcuna traccia.. ma risulta ancora nelle custodie. la legge infatti non prende in considerazione le buste di custodia, quindi il produttore la passa franca perché a tutti gli effetti rispetta la legge! Se fate caso in molte confezioni è scritto:"La custodia non è un giocattolo", questo non perché bisogna stare attenti al bambino che si faccia male ma proprio perché nella sua produzione non vi è l'obbligo di rispettare le norme di sicurezza dei giochi contenuti!! Assurdo ma vero.

Le custodie spesso vengono riciclate per mettere i giochi dei bambini, o indumenti, copertine.. Eliminatele.

Come sempre, fatta eccezione di reazioni allergiche immediate, i rischi di cui si parla sono a lungo termine.. quando i bambini crescono..
Il problema è L'ACCUMULO DI SOSTANZE CANCEROGENE, TOSSICHE.. che avviene attraverso giochi, cosmetica (detergenti, shampoo, creme, oli, eventuali trucchi gioco..) alimentazione, bevande, oggettistica varia.. vestiario.

Occhio all’età in etichetta: non è quella giusta


Una regola che vale sempre, per mamma e papà, ma anche per i nonni e tutti gli amici che vogliono regalare un giocattolo: controllate che sia adatto
all’età del bambino, indicata in etichetta. Benché debba poi essere cura dei genitori sorvegliarne l’uso corretto, è una prima indicazione importante.
Regola aurea, purché i produttori non facciano i furbi, come invece avviene in questo caso: sei puzzle sui nove riportano in etichetta l’indicazione
di non essere adatti a bambini di età inferiore ai 3 anni a causa dei pezzi piccoli che potrebbero essere ingeriti (vedi logo qui accanto). Peccato che questi
puzzle siano fatti proprio per i bimbi più piccoli, sotto i 3 anni, non certo per quelli più grandicelli, che non li usano più.
Solo ItsImagical mette in etichetta l’età consigliata corretta: 18-36 mesi.

 ➭  Indicando un’età maggiore, i produttori sanno di sottoporsi a
norme meno severe sull’etichettatura,
per esempio l’obbligo di dare le avvertenze d’uso previste per i bambini di età inferiore ai 36 mesi.  

 Con il marchio CE il produttore invece autocertifica il rispetto delle
norme di sicurezza previste dalla legge. Il marchio non è controllato da enti terzi
.
Le segnalazioni dei cittadini possono però attivare eventuali controlli.

Suggerimenti per l'acquisto
  1. Dopo averli tolti dalla confezione, lasciate i pezzi del puzzle all’aria aperta (sul balcone) per qualche giorno prima di utilizzarli. Infatti,pare che le emissioni diminuiscono sensibilmente dopo un po’ di tempo, perché i solventi evaporano.   
  2. Sorvegliate il bambino quando gioca sul tappetino, controllando che non morsichi il puzzle (potrebbero anche staccarsi dei piccoli pezzi, con rischio di soffocamento).
  3. Non lasciate mai la confezione al bambino come gioco, neanche se è riutilizzabile.
  4. Verificate periodicamente che il tappeto sia integro, controllando specialmente i bordi. 
  5. Non comprate prodotti che non riportano in etichetta il marchio CE, il
    numero di lotto e i riferimenti dell’importatore. 
  6. Verificate periodicamente che il tappeto sia integro, controllando specialmente i bordi.
  7. Non comprate prodotti che non riportano in eti-chetta il marchio CE, il numero di lotto e i riferimenti dell’importatore.
Marchio CE

Attenti alle distanze tra le due lettere:




Ricordiamo che tante sono le insidie che si nascondono dietro i giocattoli o prodotti per l'infanzia. Prestiamo sempre molta attenzione.

Correlato:

HALLOWEEN O CARNEVALE NON TRASFORMIAMOLI IN MOMENTI TOSSICI: TRUCCHI SICURI PER I BAMBINI E ADULTI

BPA:BISFENOLO non solo plastica,BISFENOLO FREE ugualmente tossico

LA BEFANA: ATTENZIONE CHE NON SI TRASFORMI IN UNA CALZA TOSSICA. CONTINUA ALLARME GIOCATTOLI

Correlato ai danni:

15 interferenti endocrini più pericolosi ATTENZIONE A COSA MANGIAMO,RESPIRIAMO,BEVIAMO E CI SPALMIAMO

PUBERTÀ PRECOCE E NON SOLO: INTERFERENTI ENDOCRINI SUGLI ADOLESCENTI

SILICONI,PARAFFINA,PARABENI NEI COSMETICI: DA EVITARE E PERCHE'

PARABENI NATURALI: IL GRANDE MITO, IL GRANDE INGANNO


Se vuoi rimanere aggiornato su PRODOTTI PER L'INFANZIA TOSSICI, inserisci gratuitamente la tua email nel box qui sotto:

Lifemenews
Se vuoi rimanere aggiornato iscriviti gratuitamente alla newsletter
... oppure inserisci i tuoi dati:


L'indirizzo al quale desideri ricevere le newsletter gratuitamente.





Fonte principale immagini e dati:
http://biobimbi.com/n/wp-content/uploads/2012/09/tappetini-puzzle-troppe-sostanze-a-rischio-Attach_s255073.pdf


2017/01/24

CEFALEA, SBANDAMENTI, CERVICALE, SONO COLLEGATI AGLI OCCHI STANCHI: ECCO COME RISOLVERE



Occhi stanchi, cefalea e sbandamenti sono collegati e si possono risolvere con quotidiani esercizi, che rilassano e rinforzano i muscoli oculari.





Spesso sottovalutato ed ignorato, in realtà l'organo della vista, come tutto il resto del nostro corpo, da segnali molto importanti in base al suo funzionamento.
Si rende responsabile di diversi problemi che spesso non vengono ad esso collegati e bisogna anche sapere che la funzione della vista non è collegata solo all'organo occhio ma coinvolge mente, alimentazione, stil di vita.

Una visita oculistica ayurveda, infatti, prevede comunque un esame complessivo del paziente attraverso la prakriti, oltre ovviamente all'esame specifico dell'occhio .

Gli occhi possono avere tantissimi problemi di cui non parleremo oggi: parlo di miopia, glaucoma, ipermetropia ecc…quello che andremo ad affrontare sono sintomi che spesso non correliamo alla vista, ma in realtà sono legati all'occhio, che a sua volta è collegato alla mente, all'alimentazione stile di vita:

Sto parlando di sintomi come:

– stanchezza visiva
– pesantezza oculare
– disturbo cervicale
– mal di testa ed emicrania
– vertigine e sbandamento
– mancanza di coordinazione
– affaticamento e tendenza ad addormentarsi nel leggere

Questi sintomi possono manifestarsi quando ci sono problemi ad una parte dell’occhio che viene poco presa in considerazione: i muscoli oculari.

Consigli generali
Secondo l'Ayurveda varie sono le accortezze e pratiche per tenere i nostri occhi, quindi il nostro corpo, in salute

- evitare troppe ore TV e PC
- evitare di leggere o lavorare in condizioni di luce non adeguata (sia in eccesso sia in difetto)
- evitare di guardare fissamente oggetti lontani o in piena luce o in ambienti con grande capacità di riflessione (mare, neve)
* ricorda che la luce forte, eccesso di informazioni visive è come avere continuamente pensieri. Tutto viene elaborato dall'occhio e dalla mente, si crea quindi un surplus informativo che crea stress. Cosa scatena lo stress lo sappiamo e ben compreso..
- regolarizzare il sonno. La mancanza di sonno o rimanere svegli sino a tardi, dormire in modo irregolare compromette la vista
- fumo e soppressione delle urgenze fisiologiche. Questo ultimo punto è fondamentale per tantissime patologie. Rimandare il defecare, urinare, dormire, piangere scatenano reazioni a catena molto dannose.

- Appena alzati alla mattina pratica di lavaggio della bocca tenendo gli occhi chiusi, sciacquare occhi con acqua leggermente tiepida (mai calda o ghiacciata)
- Esercizi per allenare e rilassare i muscoli oculari (vedremo dopo)
- Alimentazione adeguata. Secondo l'ayurveda tutto viene regolato dai 5 elementi (Aria, etere, fuoco, acqua e terra) presenti in noi attraverso i tre Dosa (Vata, Pitta, Kapha). L'organo degli occhi è regolato da Pitta, quindi l'alimentazione deve essere tale da non aggravarlo e squilibralo, un'alimentazione che vada a placare Pitta, evitando cibi acidi, piccanti...


Muscoli oculari e cervicale e muscoli del collo

La differenza principale tra i muscoli degli occhi ed il resto dei muscoli che conosciamo, è che a questi ultimi, talvolta, concediamo riposo.. ai muscoli della vista solo quando dormiamo (forse), talmente sottovalutati vengono totalmente ignorati.

Arriviamo ora nello specifico, come i muscoli oculari siano collegati ai muscoli del collo, quindi alla cervicale. Da questo comprendere come una situazione tensiva, posture scorrette vadano ad influenzare i nostri occhi... ma anche come un utilizzo errato di questo organo possa influenzare la nostra cervicale, postura..
Un interessante interscambio da non sottovalutare.
In questo studio è stata confermata l’importanza dei muscoli del collo nel determinare la posizione degli occhi. L’adattamento degli occhi comporta comunque un lavoro extra, e questo lavoro extra può creare affaticamento e malfunzionamento.
I muscoli degli occhi hanno fortissimi legami con i muscoli cervicali, tramite precise vie neurologiche (riflesso oculo cefalogiro). Questo ci permette di poter orientare lo sguardo senza dover muovere la testa... solo quando si legge o scrive al computer, per il resto il movimento degli occhi e del collo è sempre coordinato.

Ma se la nostra cervicale, i nostri muscoli della schiena, del collo hanno un blocco (per tutta una serie di motivazioni quali in primis lo stress e cattiva postura..) cosa accade?  muscoli degli occhi si adattano: al corpo non piace sentire dolore o tensioni muscolari eccessive.

Diversi studi come questo hanno messo in correlazione i disturbi degli occhi con i disturbi cervicali, in entrambe le direzioni: problemi agli occhi che causano dolore al collo e problemi al collo che causano malfunzionamento visivo.

E’ facile capire perchè se gli occhi non funzionano bene il collo ne risenta: siamo costretti a modificare la posizione del capo per favorire al massimo la vista, quindi involontariamente ci spingiamo in avanti, ruotiamo il capo, incliniamo la testa da un lato…

Questa posizione anomala della testa, dato che spesso si cronicizza, può creare numerosi problemi al tratto cervicale: si crea una sorta di "immobilità" anche a questi muscoli... ed il ciclo si alimenta, infatti, per lo stesso motivo, è vero anche il contrario: se i muscoli dell’occhio lavorano male (a causa dei motivi diretti), il tratto cervicale sarà sofferente. Per questo motivo, eseguire gli esercizi per gli occhi può rivelarsi una strategia vincente per ridurre il problema al collo.

Sintomi principali quando i muscoli oculari funzionano male


Certamente servono visite specialistiche ma possiamo avere un minimo di consapevolezza che i nostri muscoli dell'occhio siano carenti quando riscontriamo:

stanchezza visiva
pesantezza oculare
disturbo cervicale
mal di testa ed emicrania
vertigine e sbandamento
mancanza di coordinazione
affaticamento e tendenza ad addormentarsi nel leggere
si soffre di secchezza oculare
ipersensibilità alla luce
guidare di notte mette ansia
ipersensibilità a troppe fonti luminose
difficoltà di messa a fuoco da ambiente luminoso ad ambiente poco luminoso
tendenza a tenere la testa inclinata su un lato
cefalea muscolo tensiva
vertigini e sbandamenti
asimmetria marcata nell’altezza delle spalle
nausea

Ovviamente da tenere sempre in considerazione che gli squilibri non arrivano mai solo dall'organo in questione , ma questo soffre per uno squilibrio fisico o emotivo a lui collegato. Ad esempio prima avevamo detto che l'occhio è collegato alla mente, alimentazione e stile di vita (emozionale-fisico).

Esistono tantissimi approcci per ridurre il dolore tensivo al collo e la cervicale, ma, come dati alla mano dimostrano, la miglior cura è l’esercizio terapeutico, applicato in maniera costante.

I problemi degli occhi possono causare vertigine e sbandamento





Già negli antichi testi di Ayurveda si descrive come avviene la percezione cosciente della visione. Senza addentrarci in termini sankriti l'immagine dell'oggetto della percezione  arriva sotto forma di frequenze luminose all'organo di percezione, dove viene organizzata. il risultato viene nuovamente veicolato al cervello ed interpretato.
Cosa può succedere se i muscoli degli occhi non lavorano bene, in particolare se un occhio lavora peggio dell’altro?

Se un occhio lavora peggio, può capitare che l’informazione venga eccessivamente distorta e risulti “discordante”.
Il sistema cerca di mantenere in asse il campo visivo, ma per farlo deve inclinare o ruotare la testa: a questo punto gli occhi dicono che siamo “dritti” ma i muscoli del collo e l’orecchio interno dicono che siamo inclinati o ruotati. Da qui, in taluni casi sorge, nause, vertigine... Questo perchè:

– l’orecchio interno dà informazioni su come è orientata la testa

– l’occhio dà informazioni su come è orientato il campo visivo

– i muscoli del collo informano sulla rotazione/inclinazione della testa

– il piede informa sulla stabilità del terreno


Un miglioramento di questi muscoli attraverso esercizi può ridurre il problema “sbandamenti e vertigini”

I problemi degli occhi possono causare cefalea muscolo tensiva


Abbiamo visto prima come i muscoli del collo siano strettamente collegati con quelli degli occhi, tanto da creare una sorta di effetto domino circolare, dove uno determina l'altro. Le vibrazioni della muscolatura del collo influisce sulla posizione e movimento degli occhi.

Leggi anche: ANSIA E STRESS POSSONO PROVOCARE CERVICALE, DOLORI DIFFUSI. COSA FARE?


Quindi come allenare e rilassare i muscoli degli occhi?

Alcune raccomandazioni

1. non effettuare gli esercizi nel pieno di un'emicrania, o con occhi infiammati
2. non sforzarsi, il troppo non è meglio. Eseguire pochi esercizi, per poco tempo e via via incrementare. Occhi poco allenati possono stancarsi  facilmente e peggiorare la sintomatologia
3. unire agli esercizi sui muscoli oculari, altre posture per allentare la tensione muscolare della cervicale, schiena, collo. Se non si lavora in tandem sarebbe come coprirsi con la coperta corta..

Esercizi per la cervicale

4. correggere la postura, come abbiamo visto tutto è strettamente collegato: postura cervicale, collo occhi... sintomatologia.

Esercizi per migliorare la postura1

Esercizi per migliorare la postura2


5. Ognuno ha un problema diverso e necessiterebbe una strategia personalizzata valutata da uno specialista. Certamente è nostro compito avere cura di noi stessi ma talvolta la valutazione di uno specialista è importante, come essere seguiti da un insegnante.


Esercizi per ridurre lo stress oculare ed allenare i muscoli

Lo yoga come “terapia oculare” – con tecniche specifiche e con il rilassamento profondo che riduce lo stress – può rappresentare un aiuto. Il palming e trataka  o asana per gli occhi come l'ape che ronza, sono  tecniche che rilassano gli occhi, mentre le pratiche di messa a fuoco li allenano, migliorandone la capacità di messa a fuoco.

1) Rilassa gli occhi con il palming




Si tratta di una pratica facilissima che si può fare in qualsiasi momento, a scuola, in ufficio, all'aperto.. l'unica "avvertenza" e farla con relax, per quei tre minuti cerca di sederti e rilassa le spalle, rallenta il respiro:
  • Fregati i palmi delle mani, in modo abbastanza vigoroso, fino a quando diventano caldi.
  • Appoggia delicatamente i palmi delle mani sopra gli occhi.
  • (Assicurati che siano i palmi a coprire gli occhi e non le dita delle mani.)
  • Mantieni la schiena e la testa diritte
  • Rilassa le spalle ed il collo
  • Mantieni la posizione finché il calore delle mani viene assorbito dagli occhi

Il calore sprigionato dal palmo delle mani viene "assorbito" delicatamente dagli occhi e questo porta loro sollievo e rilassamento.
Ripetere anche tre o quattro volte di seguito sino a quando non si avverte un senso di riposo.
Si può ripetere più volte al giorno.


2) Rilassa gli occhi con le rotazioni

⇴ Il primo gruppo di rotazioni sono molto semplici consistono nello spostare lo sguardo in tre direzioni

1) destra- sinistra
2) alto-basso
3) angolo desto-alto
4) angolo sinistro-alto


Siediti in posizione comoda, rilassa bene la schiena avendo cura di averla perpendicolare, coccige e cervicale devono essere sulla stessa linea, non infossare l'addome o la parte alta della schiena. Respira lentamente dall'addome ed inizia i movimenti. Ripeti per ogni sezione 5 volte.
Ricorda di più non è meglio. Inizia poco per volta e ascolta le reazioni dei tuoi occhi.
Vanno eseguiti molto lentamente, ascoltando il proprio corpo e notare se e dove si sente eventualmente dolore. In tal caso non sforzare ma avvicinarsi giornalmente, piano piano.
Quando la cervicale è stressata è molto facile che avvertiate dolore nella rotazione degli occhi.
*Importante: Durante tutti gli esercizi, non bloccare il respiro ma usa la respirazione addominale. Mi raccomando, è importante. Concludi ogni sezione con un palming.

⇴ La seconda rotazione è una rotazione completa che in yoga corrisponde al movimento dell'ape che ronza.
Consiste proprio in un movimento circolare dell'occhio (allenato già con gli esercizi precedenti) che, come osservando un'ape che ronza in cerchio davanti a noi, ci porta a spingere lo sguardo in ogni limite massimo.
Da tutto in alto, lentamente tutto verso il alto estremo destro, tutto verso il basso, tutto verso l'estremo sinistro, per ritornare nuovamente in alto.



Vanno eseguite dall 3 alle 5 ripetizioni in senso orario ed altre 3/5 in senso antiorario. Molto lentamente, sempre osservando le reazioni del proprio occhio.
Terminare l'asana per gli occhi con il palming per riposarli.
Questo esercizio seppur semplice può stimolare molto i muscoli poco allenati e causare lieve dolore.
Durante l'esercizio respirare lentamente sempre dall'addome portando l'attenzione anche alla schiena e tenerla rilassata.
Abbiamo ampiamente visto come schiena-collo-cercivale-occhi siano collegati.

Prevenire la stanchezza con lo sguardo fisso

In Yoga si chiama Trataka. Questo esercizio come quelli a seguire, basati sulla capacità di tenere lo sguardo senza sbattere le palpebre, hanno molteplici funzioni. Hanno un effetto diretto sui muscoli dell'occhio, sul loro rilassamento e rinforzo ma, come detto prima, l'occhio è collegato alla mente. La capacità di mantenere lo sguardo aumenta la volontà, la concentrazione, aiuta in casi di dislessia, visioni distorte... per agire sulla mente, si deve agire sulla percezione, sull'occhio. Il cervello costruisce la realtà a partire da segnali sensoriali che gli arrivano e cerca di darne una rappresentazione sensata, ma se il nostro organo di percezione è in sovraccarico..stressato, poco allenato alla corretta percezione... va tutto in tilt.

Sedersi con la schiena diritta di fronte a una candela accesa (distante circa 70 cm), meglio se la fiamma è all’altezza degli occhi.
Cerca una posizione comoda, anche usando dei cuscini, poiché va mantenuta immobile per tutta la durata della pratica.
Inizia a respirare solo dal naso, con respirazione addominale. Rilassa il corpo mantenendo sempre la schiena dritta. Inizia a portare lo sguardo alla fiamma,  nel suo punto più luminoso, proprio sopra la cima dello stoppino. Da questo momento inizia a fissarla senza mai sbattere le palpebre, continuando a respirare normalmente.
Non preoccuparti se dopo qualche minuto gli occhi cominceranno a lacrimare, ma occorre cercare di non battere le palpebre, così gli occhi cominceranno a lacrimare spontaneamente, pulendo i dotti lacrimali e eliminando anche “altro” che abbiamo “visto” e non avremmo voluto vedere (pensieri inopportuni, avvenimenti sgraditi, emozioni negative).
A quel punto, chiudili e rimani ad osservare l’immagine complementare della fiamma che si riflette sulla retina.
Osserva il punto luminoso, che può manifestarsi in diverse forme e colori, generalmente un piccolo ovale rosso o verde.
Non appena svanisce l’immagine, riapri gli occhi e torna ad osservare la fiamma della candela.

Resta ad osservare la fiamma per almeno 5 minuti, con il tempo e la pratica i tempi si allungheranno. Terminata la pratica non stropicciare gli occhi neanche con un fazzoletto.. ma effettuare il palming.






Allena i muscoli dell'occhio con la messa a fuoco
Come il trataka, anche questi esercizi servono per tranquillizzare la mente e portare relax  generale, non solo ai muscoli oculari, rinforzano inoltre, la percezione, la volontà, l'intuizione...


Osservazione laterale

Stendere il braccio destro di fronte, col pollice alzato, concentrando lo sguardo sul centro del pollice. Cercate di non sbattere le palpebre, come nell'esercizio con la candela.

Tenendo il braccio all’altezza della spalla e seguendone il movimento con lo sguardo, spostarlo lentamente verso destra.
Quando non si riesce più a vederlo fermarsi, tenendo la posizione per circa 3-4 respiri.

Ritornare lentamente nella posizione iniziale, fare il palming e ripetere la sequenza col braccio sinistro.



Osservazione decentralizzata

Stendere tutt’e due le braccia in avanti, con i pollici alzati.

Fissando lo sguardo sul centro dei due pollici, aprire le braccia di lato, lentamente, senza muovere la testa – ma solo lo sguardo – finché si riescono a vedere contemporaneamente entrambi i pollici. Cercate di non sbattere le palpebre, come nell'esercizio con la candela.

Rimanere nella posizione per circa 4-7 respiri, poi ritornare lentamente alla posizione di partenza, seguendo il movimento con li occhi.
Riposare con il palming.

Osservazione verticale

Stendere il braccio destro in avanti, puntando l’indice verso sinistra.
Con lo sguardo fisso sul centro del dito sollevare lentamente il braccio, senza muovere la testa; continuare a sollevarlo finché resta nel campo visivo. Cercate di non sbattere le palpebre, come nell'esercizio con la candela.

Mantenere la posizione per 3-4 respiri, quindi riabbassare lentamente il dito all’altezza degli occhi. Sciogliere la posizione e fare il palming.

Ripetere tutta la tecnica, ma questa volta abbassando il dito. Ripetere entrambi i cicli per 5 volte, alternandoli; infine fare palming per almeno 10-14 respiri.



Osservazione orizzontale per messa a fuoco


Può ricordare in un certo senso l'esercizio con la candela.
Guardando la punta dell’indice portarla a toccare il centro fra le sopracciglia, dove comincia il naso; tenere la posizione e lo sguardo per 3-4 respiri; riportare il dito in avanti, sempre guardandolo, fino a che il braccio sia completamente disteso. Cercate di non sbattere le palpebre, come nell'esercizio con la candela.

Dopo alcuni secondi riportare lentamente il dito nel punto fra le sopracciglia. Riposare con il palming (descritto poco più su).

Ripetere l’intera sequenza, ma questa volta partendo e ritornando alla punta del naso.




Tutti questi esercizi aiuteranno a rilassare, rinforzare i tuoi muscoli oculari, andando ad agire quindi sulla tua cervicale diminuendo l'accumulo di tensione, non per ultimo andranno a rilassare la mente aiutandoti nella concentrazione e perchè no.. a migliorare la vista.
Esiste il famoso metodo Bates.. ma questi movimenti di yoga... sono ben più antichi!

Recupera una Vista Perfetta con lo Yoga per gli Occhi
Il metodo giapponese che ha risolto i problemi di sei milioni di persone
Voto medio su 11 recensioni: Buono
€ 9.9

La Cura Naturale dei tuoi Occhi
Guarisci la tua vista da: miopia, presbiopia, astigmatismo, cataratta, strabismo, glaucoma, degenerazione maculare, ipermetropia, nistagmo, retinite
Voto medio su 8 recensioni: Da non perdere
€ 11.5
Se vuoi rimanere aggiornato su CURE NATURALI PER CURARE LA CERVICALE, inserisci gratuitamente la tua email nel box qui sotto

Lifemenews
Se vuoi rimanere aggiornato iscriviti gratuitamente alla newsletter
... oppure inserisci i tuoi dati:


L'indirizzo al quale desideri ricevere le newsletter gratuitamente.