MACROLIBRARSI: Promozioni Bio-Shop -Sconti fino al 33% su più di 200 prodotti bio!

MACROLIBRARSI: Promozioni Bio-Shop -Sconti fino al 33% su più di 200 prodotti bio!
MACROLIBRARSI: Promozioni Bio-Shop - Sconti fino al 33% su più di 200 prodotti bio!

2016/12/05

6 MODI PER CUI STAI MANGIANDO LA FRUTTA IN MODO SBAGLIATO



È naturale! È sana! (sempre se non trattata e presa biologica), ricca di antiossidanti, fibre, importante per la lotta contro il cancro, per tenere il nostro corpo idratato, sano.. ma ci sono alcune avvertenze importanti. Potremmo , infatti, mangiarla nel modo, quantità e tipo sbagliato, quindi renderla poco salutare.

Leggi anche: BUCCE DI ARANCE E LIMONI:altamente tossici come la mela di Biancaneve


1.
Individualità

Si tratta del primo principio da comprendere, come base di una corretta alimentazione. Come ogni alimento, anche nutraceutico, va inserita nel contesto della propria individualità. Ciò che fa bene a me, non è detto che faccia bene a te.. ed anche se l'alimento è rinomato per le sue proprietà, non è detto che tutti lo possano mangiare in salute, ed assunto nella stessa modalità e quantità. Pensate che lo stesso USD, nel suo limite di classificazione e visione occidentale, "detta" che la frutta andrebbe assunta in modo differente, a seconda dell'età, del sesso, e dal livello di attività fisica svolta.

Facciamo alcuni esempi:

Chi è di costituzione Vata: dovrebbe preferire frutti dolci (quelli  dolci acerbi sono astringenti) e maturi quali avocado, uva, ciliegie, pesche, meloni, fragole, prugne, banane, arance dolci, ananas, mango, papaya. Evitare o ridurre frutti asciutti o leggeri, quali mele, pere, melegrane, mirtilli e frutta secca (questa può essere mangiata solo dopo averla assorbita in acqua calda. I datteri vanno bene se presi con ghee).
Leggi anche:COSTITUZIONE VATA: Malesseri malattie con Vata aggravato secondo Ayurveda. Rimedi.


Chi è di costituzione Pitta: i frutti dolci vanno bene (uva, melograno, banane, avocado, mango). Evitare frutti aspri.
Leggi anche: COSTITUZIONE PITTA: Malesseri malattie con Pitta aggravato secondo Ayurveda. Rimedi.

Chi è di costituzione Kapha: preferire i cibi più leggeri come mele e pere.
Ridurre i frutti pesanti come arance, banane, ananas, fichi, datteri, avocado,
noci di cocco e meloni.
Leggi anche: COSTITUZIONE KAPHA Malesseri malattie con kapha aggravato secondo Ayurveda. Rimedi.




Questo perché la frutta, come tutti gli alimenti, va distinta in base ai 6 sapori

DOLCE (Acqua- Terra)
SALATO (Acqua-Fuoco)
ACIDO (Terra-Fuoco)
PICCANTE (Aria-Fuoco)
AMARO (Aria-Etere)
ASTRINGENTE (Aria-Terra)

Ognuno è caratterizzato da 2 dei 5 elementi, ed in base alle sue caratteristiche diventa  aggravante o no per ognuno di noi, in base alla nostra costituzione.
Quindi i mirtilli, frutta secca che sono importanti e per antonomasia sono frutti salutari, ma se li mangia una persona Vata "potrebbe" stare peggio; o ancora mangiare, come snack della mattina, una sana e tanto incentivata mela è salutare, e fa bene, ma per chi è Kapha... per i Vata meglio una banana matura. Vata dovrebbe evitare frutta come le mele crude (fredda, secca, aspra e leggera), ma può mangiarle cotte, ancor meglio aggiungendo qualche chiodo di garofano.

Quindi come vedete, non prendiamo come "legge" le indicazioni generali sui comportamenti salutistici, ad esempio mangiare tanti agrumi.. Bisogna sempre chiedersi. Io, che costituzione ho? Mi fa bene mangiarla? come? perchè, talvolta, basta magari che il frutto sia maturo, o accompagnata ad altro alimento per equilibrarlo.
Tutto è individuale.


2. Verifica della nostra capacità di digerirla e, quindi, di poter assimilare tutte le loro benefiche proprietà

Sulla base di quanto detto, aggiungiamo che la frutta (gli alimenti in genere) devono essere variati anche in base alla stagione, al clima, nonostante oggi si trovi tutto, sempre.

Se mangiamo costantemente frutta che ha caratteristiche tali da aggravare le nostre "debolezze", staremo ingerendo cibo che sarà molto difficile digerire; succede, infatti, che molte persone, senza alcuna conoscenza ayurvedica, sentano che la frutta è pesante per loro, perchè stanno mangiando la frutta sbagliata.

Per assimilare al meglio le vitamine e sali minerali che la frutta contiene è opportuno, quindi, facilitare le nostre capacità digestive con aromi e spezie.


3. Quando mangiare la frutta: lontano o dopo i pasti?

Si parla della frutta nel capitolo di “Annapana Vidhi Adhyaya” di Charaka. Questo capitolo parla di cibi e bevande che si possono sostituire ai pasti. Qui si dice anche che la frutta può essere parte di un pasto.

   Come regola generale i frutti dovrebbero essere presi a stomaco vuoto o 30 minuti prima dei pasti, perchè non bisogna mescolare dei cibi molto caldi e piccanti con cibi freddi, per questo sarebbe meglio mangiare la frutta a parte non mescolata con altri cibi (solo casi particolari tipo banana e latte) tanto meno il pane.
    Di solito la frutta più difficile da digerire (quella dolce) è consumata all’inizio del pasto.
    Se il pasto era speziato e si ha molta sete, bisogna assumere della frutta che rinfresca tipo banana o mango anche alla fine dei pasti. Il cibo speziato stimola la digestione e quindi facilita la digestione anche della frutta dolce difficile da digerire.


4. Sostituire il pasto con la frutta

Sostituire un pasto con della frutta (massimo 2 o 3 tipi di frutta) è fattibile, ma  la cosa migliore è farlo a colazione o pranzo. Anche in questo caso ,però, è sempre bene aprire una parentesi individuale. Le persone di costituzione Kapha possono tranquillamente stare digiuni, e magari andare avanti con una banana e bicchiere di latte, una persona vata dovrebbe evitare i digiuni o semi digiuni, poichè aggravano la sua costituzione. Per un Vata mangiare a pranzo una mela e un mandarino.. non sono il  "pasto" salutare, anzi.
In caso di necessità è comunque opportuno scegliere  il frutto più adatto.

Leggi anche: LA POTENZA DEL DIGIUNO: ECCO COSA ACCADE AL VOSTRO ORGANISMO IN UN SOLO GIORNO


5. Combinare la frutta: le macedonie sono salutari?

Una tazze di macedonia, frutta mista, va benissimo se composta in base ai frutti che per noi risultano digeribili (come detto in precedenza), una regola comunque da tenere presente è; non mescolare la frutta acida con quella dolce (es. arancia con banana) per non creare un insieme di proprietà che possono risultare tossiche per il nostro organismo (produrre Ama =tossine).

6. Quanta frutta?

Se amate le tabelle l'USD provvede a voi... il discorso della quantità viene in automatico se i putni in precedenza vengono compresi e seguiti.
Mangiare troppo di qualunque alimento è poco salutare, e tossico, causa anche di ristagno. Mangiare troppo leggero idem. Bisogna conoscere la nostra costituzione, il nostro stato all'interno della giornata, all'interno delle stagioni... e variare, equilibrare.

Macrolibrarsi.it presenta il video: Ho'oponopono di Mabel Katz

Le informazioni contenute in questo blog non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata



Fonte: https://www.choosemyplate.gov/fruit

2 commenti:

  1. Buongiorno, da 3 anni vivo di sola frutta e verdura crude e sto benissimo mangio anche molta frutta secca. Faccio esami del sangue ogni anno ed è tutto perfetto .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono ben lieta che abbia trovato il suo equilibrio. Ma il suo non può essere magari il mio, o di tanti altri... generalizzare non è mai buono.
      Grazie per la testimonianza. Buon proseguimento.

      Elimina

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...