CLASSIFICA DEI LIBRI PIÙ VENDUTI

MACROLIBRARSI: Promozioni Bio-Shop -Agosto Sconti fino al 33% su più di 200 prodotti bio!

MACROLIBRARSI: Promozioni Bio-Shop -Agosto Sconti fino al 33% su più di 200 prodotti bio!
MACROLIBRARSI: Promozioni Bio-Shop - AgostoSconti fino al 33% su più di 200 prodotti bio!

2016/12/17

AMMESSO IN EUROPA COMMERCIO DI SOIA OGM, MENTRE ESCE NUOVO ERBICIDA MONSANTO PIÙ POTENTE DEL GLIFOSATO: DICAMBA



Si tratta di due notizie uscite  con alcuni mesi di differita ma comunque la combinazione resta:

1. La Commissione Europea respinge le istanze contro OGm, quindi confermato il commercio della soia OGM Monsanto in Europa

2. La Monsanto e Dupont, dopo l'organizzato declino del Glifosato, si uniscono per la commercializzazione di un nuovo erbicida ancora più potente: il dicamba.

3. La Commissione europea ha già approvato la soia Roundup Ready 2 Xtend di Monsanto per l’impiego in alimenti, mangimi e altri prodotti


Nello spazio economico europeo è ammesso il commercio di prodotti contenenti soia geneticamente modificata.


Seppur abbiamo un'Europa che apparentemente si schiera contro gli OGM, ammettendo come unica coltivazione il mais e poco più.., non si comprende come mai però dia il via libera al commercio dei prodotti OGM.

La Corte di Giustizia europea ha rigettato l'istanza presentata da tre organizzazioni non governative tedesche, nel 2012, avevano chiesto alla Commissione europea di effettuare un riesame interno della sua decisione di autorizzazione concessa a Monsanto Europe per mettere in commercio alimenti, ingredienti alimentari e mangimi contenenti soia geneticamente modificata. Le tre ONG contestano, in particolare, alla Commissione di aver ritenuto che la soia modificata sia sostanzialmente equivalente alla soia convenzionale e sostengono che non siano stati sufficientemente valutati i rischi tossicologici e immunologici.
Questo atteggiamento di equiparazione non è altro che la messa in atto della famosa Dark Act americana... dove gli ogm vengono equiparati agli alimenti convenzionali, quindi non risulta addirittura nessun obbligo di etichettatura, anzi esiste una penale, con esclusione del ritiro del prodotto dal mercato, se l'azienda ne mettesse l'indicazione.


Nel 2013, la Commissione ha respinto tali richieste considerandole infondate e la questione è arrivata quindi al Tribunale dell’Unione europea, al quale le ONG hanno richiesto di annullare il rigetto della loro richiesta di riesame della decisione di autorizzazione.

Con la sentenza di questi giorni , il Tribunale respinge il ricorso delle tre organizzazioni e convalida la decisione con la quale la Commissione ha respinto, perché infondata, la richiesta di riesame dell’autorizzazione all’immissione in commercio.

Il motivo del rigetto?

Relativamente al merito della causa, il Tribunale rileva, in via generale, che le organizzazioni non sono riuscite a dimostrare che la Commissione sia venuta meno al suo obbligo di accertare, da un lato, che sia stata effettuata una valutazione adeguata dei rischi «al più alto livello possibile» e, dall’altra, che la Monsanto abbia fornito dati adeguati. Peraltro, esse non hanno neanche dimostrato che la Commissione abbia violato il suo obbligo di garantire un elevato livello di tutela della salute umana e d’impedire l’immissione in commercio di alimenti e mangimi con possibili effetti nocivi sulla salute umana, sulla salute degli animali o sull’ambiente.



A questa notizia leghiamo ora quella di qualche mese prima.. fate voi i giusti collegamenti.

La Monsanto e Dupont, dopo l'organizzato declino del Glifosato, si uniscono per la commercializzazione di un nuovo erbicida ancora più potente: il dicamba.

Dal 31 marzo è stato depositato un nuovo brevetto in uso Dicamba, un erbicida ancora più potente del glifosato ( docket number EPA-HQ-OPP-2016-0187.) registrato nello specifico per coltivazioni di soia e tabacco OGM, o come viene definita GE (Genetic Engineering).

Non penso ci siano molte parole da aggiungere sulla soia che può arrivare in Europa, e quindi in Italia.

Ricordo che la Commissione Europea, con il famoso ribaltone di Juncker, a Bruxelles il 22 aprile 2015 ha dato l’autorizzazione finale, in blocco, per 19 nuovi prodotti Ogm da commercializzare nel mercato Ue, nonostante non abbiano mai ottenuto la maggioranza qualificata da parte degli Stati membri, tra cui proprio una soia resistente al dicamba.

MON 87708 soia, (Monsanto): resiste ai diserbanti a base di dicamba



Dicamba è un erbicida selettivo nella famiglia dell'acido benzoico di sostanze chimiche.

Pensate che:
L’acido benzoico (E210) e i suoi derivati (da E211 a E219) sono additivi alimentari che la dieta italiana ha inserito nell’elenco degli additivi da evitare.
  •     alcuni sali dell’acido benzoico sono vietati in alcuni Paesi (E214, E215, E217 ed E219)
  •     la dose tossica può essere teoricamente raggiunta.

Si è già registrato per impieghi in agricoltura, sul mais, grano e altre colture. Dicamba è registrato anche per usi non agricoli in aree residenziali, e altri siti come campi da golf, principalmente per controllare le erbe infestanti a foglia larga, come i denti di leone, cerastio, trifoglio e edera terrestre


La fusione tra Bayer e Monsanto era già stata annunciata alcuni mesi fa. Dato che Monsanto non è riuscito a conquistare l’Europa con la diffusione delle sementi Ogm (ma è solo questione di tempo), ecco che ha pensato di unirsi all’azienda tedesca Bayer per rafforzare la propria presenza nel Vecchio Continente.

Monsanto e Bayern, Dupont con Sygenta, i colossi riuniti, per creare un diserbante ancora più potente del glifosato per eliminare le erbacce per cui l’erbicida Roundup non basta più. Ancora una volta la creazione del diserbante andrà di pari passo con la coltivazione di OGM, proprio come nel caso del glifosato.

Monsanto e Dupont hanno firmato un accordo per la fornitura pluriennale del nuovo diserbante negli Stati Uniti e in Canada.

A quanto pare Monsanto vuole puntare sul Dicamba ora che la sicurezza del glifosato è in forte discussione sia dal punto di vista ambientale sia per quanto riguarda la salute, soprattutto da quando nel 2015 lo IARC ha inserito il glifosato tra le sostanze probabilmente cancerogene per l’uomo.

Definito come diserbante necessario per eliminare le erbacce "super resistenti", fa riflettere come, mentre è ancora aperto il dibattito sulla cancerogenicità o meno del glifosato, l’azienda punti tutto su un altro prodotto che, secondo alcuni, non risolverà comunque il problema. Questa sostanza, infatti, sarebbe già presente in altri diserbanti, e piante infestanti resistenti al Dicamba sarebbero già state individuate in Kansas e Nebraska.
Secondo Nathan Donley, scienziato presso il Center for Biological Diversity, un’organizzazione senza scopo di lucro con sede negli Stati Uniti, le colture di nuova generazione sono state geneticamente modificate per resistere al dicamba perché l’uso massiccio di ogm resistenti al glifosato ha portato allo sviluppo di superinfestanti tolleranti alla sostanza. Secondo Donley non è questa dunque la soluzione al problema: “Le piante superinfestanti resistenti ai pesticidi sono una seria minaccia per i nostri agricoltori e accumulare più pesticidi provocherà solo la nascita di superinfestanti resistenti a un numero maggiore di sostanze. Non possiamo combattere l’evoluzione, è una strategia fallimentare“.

Nel frattempo, i semi di soia resistenti al Dicamba sono stati piantati su circa 1 milione di acri negli Stati Uniti quest’anno. Monsanto calcola che durante la prossima stagione il numero di acri coltivati arriverà a 15 milioni, 55 milioni entro il 2019. A loro volta DuPont, Pioneer e Syngenta immetteranno sul mercato dei semi, già a partire dal 2017, decine di varietà di soia OGM e cotone dicamba-resistenti.


Come si esprime per ora l'EPA  a riguardo? 

Che è un erbicida sicuro anche per i neonati... (leggi qui dal sito dell'EPA). La sostanza inserita in un nuovo cocktail che ha già raccolto attestati di neurotossicità, danni al sistema riproduttivo e rischi di malformazione del feto (in alcune specie animali), al fegato e i reni, tossicità per gli uccelli e le specie acquatiche, percolazione nelle acque sotterranee (1).  Ragionevolmente servirà almeno un decennio per valutare compiutamente altri danni, per la salute umana e l’ambiente. L’approvazione della nuova formulazione del pesticida da parte dell’EPA (Environment Protection Agency) é arrivata proprio quando l’attenzione di tutti era focalizzata sulle elezioni presidenziali USA (2).

Speriamo che non faccia marcia indietro rinnegando tutto come fece con l'altro grande super pesticida Enlist Duo. In quel caso, ricordate, l'EPA dichiarò prima che, dopo attente valutazioni... (come ora), riteneva il pesticida innocuo per uomo ed ambiente, persino per le specie in estinzione, e per l'impollinazione delle api! (così parlava). Dopo alcuni mesi la grande inversione di marcia: "la sostanza potrebbe causare danni irreversibili alla natura, con attività sinergica".

Leggi anche:


L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) 
ha classificato il glifosato della Monsanto 
come un probabile cancerogeno umano 
e 2,4-D come possibilmente cancerogeni per l'uomo. 
Il defoliante 2,4-D è stato associato
alla malattia di Parkinson ed al linfoma non-Hodgkin.


... ed ora dopo lunghe lotte l'ashtag #Stopalglifosato ha avuto successo...pare che il Glifosato stia per cadere in disuso, seppur 11.000 chiese e 3.200 scuole elementari risiedono vicino a campi coltivati principalmente con mais e soia OGM.


C'è da sperare solo in una nuova protesta, anche se la tristezza è che il Glifosato non sta cadendo in disuso a causa dei suoi danni, ma semplicemente perché
il suo impiego non è più così redditizio visto che il brevetto è decaduto da qualche anno. Il Roundup – questo il celebre brand commerciale scelto dalla Monsanto per il Roundup – è stato mantenuto in circolazione un paio di decenni poiché la multinazionale ha brevettato anche sementi OGM Roundup-Ready, in grado resistere al micidiale pesticida dopo l’irrorazione dei terreni.


Attendiamo curiosi gli sviluppi di questa nuova "favola horror".

Leggi anche:

Alcune fonti
https://www.epa.gov/ingredients-used-pesticide-products/registration-dicamba-use-genetically-engineered-crops
(1) http://www.beyondpesticides.org/resources/pesticide-gateway-test?pname=dicamba.php
(2) http://www.reuters.com/article/monsanto-epa-dicamba-idUSL1N1DA3YS
 http://ec.europa.eu/food/dyna/gm_register/gm_register_auth.cfm?pr_id=7
http://www.reuters.com/article/us-monsanto-du-pont-herbicide-idUSKCN0ZN25J
https://www.regulations.gov/docket?D=EPA-HQ-OPP-2016-0187




Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...