Cerca nel blog

2016/11/03

COSA VUOLE DIRCI LA LINGUA? OSSERVARE COLORE,SENSAZIONI, COSTITUZIONE, FUNZIONALITÀ





Rimanere in ascolto di noi stessi fisicamente e mentalmente non vuol dire ossessionarci, ma porre attenzione alle nostre esigenze emotive e somatiche.
Mantenere in salute il nostro corpo fisico è uno dei primi compiti, senza un suo buon funzionamento anche la mente ne risentirà, quindi l'intera vita.
Ci sono alcuni aspetti corporei, infatti che andrebbero regolarmente osservati e curati immediatamente, nel caso in cui vi fosse un segnale di cattivo funzionamento:
Feci, urine, sudorazione, respirazione,temperatura corporea, battiti cardiaci,lingua, occhi

Per la MTC la lingua è la manifestazione esterna del Cuore (il Sovrano ed Imperatore delle nostre energie) e il riso ne è l'espressione vocale mentre la gioia è l'aspetto emotivo
, questo è il motivo per cui la lingua è uno strumento diagnostico per l'intero corpo dell'uomo. Non solo la Medicina ayurvedica o Tradizionale Cinese insegnano, però, l'importanza dell' autosservazione della lingua e come essa rispecchi parti del nostro organismo, ma possiamo citare anche studiosi occidentali fra cui Strobl, Porchert, e Luigi Costacurta.

Una lingua sana dovrebbe essere rosa, chiara, lucida con nessuna patina sopra, talvolta però assume aspetti particolari per attirare la nostra attenzione, e noi dobbiamo dargliela.

Quando la lingua ci dice che qualcosa non va…

OSSERVAZIONE: 

Ovviamente sono indicazioni generali, lo studio della lingua non è facile e va inserito in un più ampio contesto di osservazione-indagine.
Non traiamo conclusioni fornendoci da soli una diagnosi,ma consultiamo sempre un medico. Questo deve essere solo uno strumento per aiutarci a comprendere il linguaggio del corpo e lo stato di salute generale, una sorta di campanello d'allarme da non ignorare.


Colore della lingua

Il colore, secondo la MTC ci da indicazioni sulla condizione degli Organi e Visceri, sul Sangue ed il Qi e sui liquidi organici

Lingua rosso brillante: febbre
Lingua rosso cupo: ulcera (screpolature) e stasi venosa (alla vena porta).
Lingua rosso vivo cronico: sta per colite cronica
Lingua bianca: malattia infettiva in atto, gastrite, ulcera gastrica, anemia , ristagno circolatorio e muco da acidificazione all'apparato digerente.
Lingua pallida: stato di anemia. L'anemia o ferro molto basso  interferiscono con i sani toni rosa della lingua, perché il corpo non avrà l'ossigeno necessario per mantenere globuli rossi sani. Altri sintomi di anemia includono, stanchezza, tachicardia, pallore e vertigini.
Lingua marrone/nero: sviluppo batterico sulla lingua, gastrite, fumo; disturbo renale e stasi venose
Lingua bianco/gialla: sta per gastrite, reflusso, malattie cosiddette infettive.
Lingua verde/gialla: disturbi di fegato, cistifellea o milza
Lingua con chiazze bianche: forte ristagno di tossine nel tratto digerente
Lingua con punti rossi tipo angiomi: malattia angiomatosa che interessa fegato/polmoni
Lingua con la faccia inferiore gialla: congestione del fegato
Lingua con puntini bianchi: mughetto, stato di immunodepressione

Sensazioni


Lingua che brucia: stato di depressione psichica
Lingua secca: disidratazione, problemi renali, diabete

Costituzione

La forma, secondo la MTC, indica le patologie croniche di deficit od eccesso degli zang-fu 
( grosse entità anatomiche degli organi interni e rappresenta una generalizzazione delle funzioni fisiologiche del corpo umano) e delle energie di Xue con Qi, ma anche la presenza di patogeni esterni.

Lingua gonfia: orticaria in atto
Lingua ingrossata: sta per diabete trascurato, milza che non rielabora i liquidi che si accumulano. Per esempio una lingua gonfia e pallida indica una vuoto di Milza con ristagno di Umidità e formazione di catarri.
Lingua a carta geografica: manifestazione allergica; disfunzioni ormonali
Lingua con screpolature e impronte dentarie sul margine: può indicare disfunzioni epatiche,malassorbimento di sostanze nutritive, infiammazione, o troppo sale nella dieta. Se la vostra lingua ha i denti impronte, il vostro sistema digestivo non è molto felice. Molto probabilmente è sovraccarico e debole. Per stimolare la digestione in modo naturale sano, aggiungere il tè allo zenzero fresco, evitare le bevande ghiacciate, e iniziare a prestare attenzione al cibo che unisce, di cui parleremo più avanti nel libro.
Lingua con gonfiore al margine destro: sta per disfunzioni di fegato
Lingua con gonfiore al margine sinistro: sta per disfunzioni alla milza
Lingua con solco o solchi centrali: sta per tendenza ulcerativa dello stomaco.
Lingua di colore  normale e fessura orizzontale: si può ipotizzare deficit di yin di Stomaco o Polmone.

Funzionalità

È anche interessante osservare che l’agilità della lingua è direttamente legata alla funzionalità del cuore. Una buona pronuncia corrisponde ad un cuore robusto, mentre l’articolazione stentata delle parole rivela disturbi cardiovascolari e apporto insufficiente di sangue al muscolo cardiaco.


La mappatura della lingua

Le osservazioni generali esposte prima, possono andare nello specifico, osservando la corrispondenza fra l'alterazione di colore, forma della lingua con lo specifico punto della mappa linguale. Attenzione quindi ad afte, ulcerazioni, screpolature, gonfiori alle modifiche di colore delle singole zone.

Si possono trovare varie mappe della lingua, ma in linea generale la struttura principale corrisponde a cinque zone

CINQUE ZONE LABIALI LEGATE A SPECIFICHE ZONE ORGANICHE INTERNE

  1. Sulla radice della lingua si trovano vescica, reni e apparato riproduttivo.
  2. Sulla parte centrale (dalla punta alla radice) viene rappresentato tutto l’apparato gastrointestinale, ossia faringe, esofago, stomaco, duodeno, colon e retto.
  3. Sulla parte centrale oltre al colon vengono rappresentati milza, pancreas e fegato, (quest’ultimo soprattutto nella parte destra circa a metà della lingua).
  4. La punta della lingua corrisponde al cuore.
  5. Dall’osservazione del margine periferico di tutta la lingua si può dedurre il livello di funzionalità epatica del soggetto


Immagine
Science of Self Healing, by Dr. Vasant Lad. Lotus Press, a division of Lotus Brands, Inc., PO Box 325, Twin Lakes, WI 53181, USA, lotuspress.com ©1984 All Rights Reserved.

In Ayurveda
La lingua è divisa  trasversalmente in tre parti. Il terzo prossimale (quello vicino alla gola) cade sotto l’influenza di Vata, quello mediano è di competenza di Pitta e quello distale lo è di Kapha. In ogni settore, poi, si collocano gli organi: reni, surreni e intestini nel terzo prossimale, milza, fegato, pancreas, stomaco nel terzo medio e polmoni e cuore nel terzo distale. La linea longitudinale mediana che divide la lingua in due rappresenta la colonna vertebrale. La parte centrale che ricopre i tre settori e i tre organi digestivi principali, stomaco, tenue e colon, è occupata da Agni, il fuoco digestivo.
Una lingua secca e ruvida indica un aggravamento di vata. Una sensazione di bruciore, colore rossastro, gusto amaro e brufoli sono dovuti ad un eccesso di pitta. Quando la lingua presenta uno strato bianco e rimane umida e gelatinosa indica un aggravamento di kapha.
La lingua con patina bianca o nera indica l'aggravamento di più energie contemporaneamente.



Le informazioni contenute in questo blog non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata




Alcune fonti
http://global.prana.com/life/2014/10/27/ayurveda-life-tongue-says-health/


Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.