Cerca nel blog

2016/10/27

PROPRIETÀ BENEFICE DI UNA TAZZA DI MASALA CHAI IL TÈ SPEZIATO CONTRO L'INFLUENZA E NON SOLO.




Sorseggiare una buona tazza di tè racchiude in sè già un ottimo effetto terapeutico.
La bevanda calda riporta calma, tranquillità fisica e mentale, se poi la nostra bevanda è un masala Chaya, il tè speziato dell'India, avremo un valore aggiunto nella guarigione mentale, emotiva e fisica. Le spezie utilizzate aiutano le funzioni digestive, contribuiscono alla salute cardiovascolare, alleviano i dolori inclusi i crampi mestruali e contribuiscono a rafforzare il sistema immunitario, aiutando a proteggerci contro il raffreddore e l’influenza.

Si tratta di un'antica bevanda ayurvedica che dona equilibrio e soddisfazione.

Chai è la parola indiana per "tè", masala infatti vuole dire spezie, in occidente, invece, chai si riferisce per antonomasia al tè speziato - cioè, il tè con le spezie tradizionali indiani e latte.
Originariamente, prima del colonialismo inglese, questa bevanda non prevedeva l'uso del tè.

Effetti benefici del Masala chai o chai tea




Il Chai non ha una ricetta fissa ma cambia da regione a regione o da città a città. La maggior parte del tè Chai viene prodotto con un tè nero, Assam o Ceylon, mentre nel Kashmir (regione tra India e Pakistan) viene prodotto con il tè verde Gunpowder. Oggi troviamo in vendita anche il tè Chai realizzato con il Rooibos o tè verde.
Le foglie del tè contengono tannini, caffeina, teina, teofillina e floruro. Gli effetti benefici, sono assolutamente similari, ma il contenuto delle foglie specifiche, o la preparazione, creano delle minime differenze tra le diverse tipologie di tè:

Il tè nero, viene considerato un decongestionante, aiuta a liberare le vie respiratorie, ed è quindi particolarmente indicato per combattere i sintomi da raffreddamento; stimola il sistema nervoso, favorendo la concentrazione, favorisce un miglioramento del sistema cardio-vascolare, e svolge inoltre un’azione diuretica e antiossidante.

Il tè verde, esattamente come il tè nero, migliora la concentrazione; le sue sostanze, (polifenoli e catechine), favoriscono il dimagrimento e aumentano la velocità del metabolismo stesso. Il tè verde, infatti, è particolarmente indicato nelle diete, per stimolare la diuresi e sciogliere i grassi.

Il tè rosso oltre ad essere considerato un potente antiossidante, è una bevanda adatta per combattere i dolori, gli spasmi, per le sue proprietà distensive.
Contiene calcio, fosforo, vitamine.

Quindi un solo tè e tanti benefici per la salute.

Le spezie più usate per il tè Chai sono il cardamomo, la cannella, lo zenzero, l’anice stellato, il pepe nero o rosa, i chiodi di garofano, in misura minore si utilizza anche lo zafferano, la vaniglia, il cioccolato, la liquirizia e la carruba. Secondo la dottrina Ayurveda, la combinazione di queste spezie aiuta a calmare e rivitalizzare lo spirito e la mente.


Cardamomo – allevia gas, favorisce la digestione, rinfresca la bocca (non usare il cardamomo in polvere)
Cannella
– Aiuta la digestione, regola la glicemia, aiuta contro la stanchezza, purifica il sangue. ha proprietà antivirali e antibiotiche.. (ATTENZIONE ALLA FINTA CANNELLA)

=→ È VERA CANNELLA QUELLA CHE USIAMO ABITUALMENTE? CANNELLA CASSIA O CINESE POTENZIALMENTE TOSSICA



Pepe nero – stimola la digestione e schiarisce la mente
Chiodi di garofano
– rinfrescano l' alito,schiariscono la mente, antidolorifici,  antisettici per l’intestino, hanno proprietà antibiotiche, antivirali, antimicotiche. Stimolano la digestione. Sono benefici anche in caso di tosse ed altri problemi respiratori. Aumentalo la pressione del sangue purificandolo. (evitare in caso di pressione alta) ottimo in caso di ipotensione.
Zenzero fresco
– stimola la circolazione generale e favorisce la sudorazione, aiuta nelle affezioni della gola essendo un ottimo antiinfiammatorio allevia anche i dolori, riduce in questo caso l'acidità del tè. Stimola l'appetito.
Liquirizia – inumidisce tessuti (meglio evitare nella maggior parte dei casi, se si soffre di pressione alta), previene il mal di gola e tosse.
Anice stellato
– stimola la digesitone, aiuta contro la febbriciattola, l'inappetenza, malesseri e mal di stomaco. Aiuta in caso di mestruo doloroso. protegge dall'influenza.

Alla bevanda calda si aggiunge del latte (soya - diminuisce Kapha-, mucca o mandorle- diminuiscono Vata-Pitta-), del miele, dello zucchero, per dolcificarla.

Quanta caffeina è presente nel chai? Una tazza di chai tipico contiene circa 40 mg di caffeina (100 gr di tè nero), a fronte di circa 120 mg in una tazza media di caffè. Inoltre la caffeina nel tè sembra funzionare in modo diverso a causa dell'interazione con una componente del tè noto : il tannino, che ha un effetto calmante sul sistema nervoso. Questo fa sì che la caffeina possa essere assorbita molto più lentamente, evitando lo "shock da caffeina"   e inducendo una calma rilassata, stato caratteristico dello stato ad onde alfa del cervello.

Per una bevanda più digeribile e rinfrescante, ma che contiene tutte le proprietà benefiche delle spezie del chai, si ottiene utilizzando tè verde cinese (più leggero per il fegato), non aggiungendo il latte, e come spezie: zenzero fresco, cardamomo in bacche, cannella, chiodi di garofano, semi di finocchio e alcuni grani di pepe.

Ricordiamo che l'uso del latte è importante in questa ricetta, poichè la sua componente grassa serve per riequilibrare Vata, che durante la stagione invernale tende ad aggravarsi.
Per bere in salute il altte seguire alcune raccomandazioni:

=→ IL DILEMMA LATTE: FA BENE O MALE? QUALE E COME ASSUMERLO SECONDO AYURVEDA

Questa bevanda sta trovando sempre più diffusione, viene distribuita anche dalle grandi catene come la Stabucks, ma sarebbe veramente ottimale tenersi alla larga da tali "soluzioni".

Si tratta di una bevanda che trova le sue proprietà nella qualità degli ingredienti e trattandosi di spezie è opportuno non incorrere in liofilizzati con addittivi, coloranti, conservanti, aromi...

Una bevanda facile da fare in casa, ogni volta che serve... e nel caso si può preparare anche l'estratto da usare nelle emergenze.

=→ COME FARE IL CHAI TEA




Le informazioni contenute in questo blog non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.