Cerca nel blog

2016/10/22

CICATRIZZANTI NATURALI: OLI ESSENZIALI, ERBE, FRUTTI



Screpolature, tagli, smagliature, ragadi ?
Esistono in natura alcune piante dalle proprietà cicatrizzanti e antibatteriche, da cui vengono ricavati rimedi efficaci per proteggere la nostra pelle da infezioni e per accelerare i processi di riepitelizzazione e cicatrizzazione.

Le cicatrici più visibili possono presentarsi a seguito di ferite profonde o di interventi chirurgici. La pelle della zona in cui le cicatrici si sono formate risulta solitamente molto fragile, sottile e sensibile. Per questo motivo, oltre alle soluzioni proposte,  è bene cercare di riparare le cicatrici dall'esposizione al sole e da prodotti per la pelle troppo aggressivi.

Vediamo alcuni rimedi naturali che possono risultare utili:

Oli essenziali

→ Olio essenziale di Geranio rosa

Importante e potente antisettico, cicatrizzante, emostatico ed astringente.
Sicuramente uno fra i primi da usare in caso di cicatrice fresca.
Non usare puro ma unirlo ad olio vettore (olio di mandorle,..)
Non usare nei primi 3 mesi di gravidanza,non possico, possibile irritante.

→ Olio essenziale di Elicriso
 
Rigenerante ed antiinfiammatorio ed eccellente rimedio antiemorragico
Usato per molte patologie della pelle, in questo caso risulta efficace perchè previene i cheloidi (cicatrice gonfia e dal rilievo molto accentuato), facilita la cicatrizzazione.
Efficace anche su cicatrici da interventi chirurgici.
Emulsionare 20 gocce in 20 ml di olio di rosa mosqueta (se non l'avete va bene anche germe di grano, olio di mandorle), non usare mai puro (come per la maggior parte degli oli essenziali)

Non utilizzare in gravidanza, allattamento, per uso interno sotto i sei anni e su chi assume anticoagulanti.

→ Olio essenziale Tea tree


Antibatterico, disinfettante.
Ideale da aggiungere agli oli sopra indicati.
=→ olio essenziale tea tree oil


→ Olio essenziale alla lavanda
Sicuramente l'olio essenziale per eccellenza e ha la grande proprietà che può essere usato puro sulla pelle. Ha un effetto calmante e disinfettante. Contribuisce alla rigenerazione naturale delle cellule della pelle
La lavanda è antisettica e facilita la rigenerazione della pelle.
Se la pelle è molto sensibile si può comunque miscelare con olio vettore.
=→ olio essenziale di lavanda

 
→ Olio essenziale di neroli

L'olio essenziale di neroli, anche conosciuto come olio essenziale di fiori d'arancio, è un prodotto naturale considerato adatto al trattamento delle cicatrici, compresi i segni lasciati sulla pelle dall'acne. Aiuta la rigenerazione cellulare e a migliorare l'elasticità della pelle. Cura e previene cicatrici e smagliature.

Altri oli essenziali

Per le ferite infette vengono consigliati olio essenziale di chiodi di garofano e di mirra, mentre per la cura naturale dei graffi l'esperto suggerisce olio essenziale di lavanda, di tea tree e di cipresso da utilizzare per la preparazione di un composto a base di acqua e argilla da spruzzare sulle ferite.


Rimedio per cicatrici cheloidi
Apllicare una goccia di olio essenziale Wintergreen, massaggiando leggermente. Questo elimina la pelle in eccesso che si forma giorno per giorno.
Continuare 1 mese se la ferita è recente, più mesi se è vecchia.

Rimedio per cicatrici normali Formula completa

Mescolare in un flacone completo da 10 ml

1ml di oe elicriso
1 ml di oe lavanda officinale
1 ml di oe wintergreen
1 ml di oe di cisto
2ml di ov germe di grano
2 ml di ov rosa muschiata (mosqueta)
2 ml di ov iperico

Se la cicatrice è recente applicare alcune gocce 2-3 volte al giorno, per una decina di giorni; più a lungo se la ferita è vecchia.

Oli vettori

→ Olio di Iperico


Anche detto Olio di San Giovanni, l’oleolito di Iperico è un efficace rimedio cicatrizzante grazie ad alcune componenti ristoratrici della cute come il carotene che viene trasformato dal nostro organismo in vitamina A, e una serie di flavonoidi dall’azione antiossidante. L’olio di Iperico è indicato in caso di ustioni, su piaghe da decubito, ragadi, smagliature e anche in caso di eritema solare. Grazie infatti al suo principio attivo, l’ipericina, viene accelerato il processo di rigenerazione dei tessuti. L'olio di Iperico Idrata, nutre, tonifica la pelle e agisce in maniera attiva contro l’invecchiamento.
=→ COME FARE L'OLIO DI IPERICO IN CASA:OLEOLITO CONTRO SCOTTATURE, USTIONI, FERITE,DOLORI MUSCOLARI

→ Olio di Calendula


La Calendula e il suo olio rientra, come l’olio di Iperico, tra quei rimedi definiti eudermici, cioè amici della pelle: svolge infatti un‘azione emolliente, lenitiva e cicatrizzante. Grazie alle sue componenti di carotenoidi, flavonoidi e mucillaggini l'olio di calendula è in grado di disinfiammare arrossamenti, bruciature, di cicatrizzare piccole ferite, e disinfettare da punture d’insetto. La Calendula è indicata in caso di eritemi solari, irritazioni della pelle dei bambini, punture di zanzara, piccoli tagli, ragadi in aree particolarmente sensibili. Grazie alla calendulina disinfiamma, disinfetta e aiuta la riepitelizzazione.

→ Olio di germe di grano


L'olio di germe di grano è ricco di vitamina E. Proprio per questa caratteristica è considerato adatto per prendersi cura delle cicatrici in modo naturale. Aiuta la pelle ad elasticizzarsi e a le cellule a rinnovarsi. Può essere acquistato in erboristeria e nei negozi di prodotti naturali.

→ Olio di rosa mosqueta


Quest'olio ha un’elevatissima percentuale di acidi grassi polinsaturi (ac. Acido Alfa-Linoleico 44%, ac. Acido Linoleico e Gamma-Linoleico 34%, ac. Oleico 15%, ac. Palmitico 4%, ac. Stereatico 2%), sostanze essenziali per la sintesi delle prostaglandine utili per la rigenerazione delle membrane e dei tessuti cutanei.

Da solo quest'olio è già ampiamente utile per rigenerare la pelle in caso di cicatrici anche da interventi chirurgici.


=→ COME DILUIRE GLI OLI ESSENZIALI PER PREPARARE CREME,OLI DA MASSAGGIO,DETERGENTI



Erbe cicatrizzanti


→ Aloe vera
chi, fortunato, avesse a disposizione la pianta direttamente potrà fare impacchi con la gelatina, contenuta entro le foglie carnose, sulla cicatrice. Altrimenti ci sono in commercio gel di aloe vera: scegliete il più puro, con meno additivi e altre sostanze varie. Applicatelo sulla cicatrice fino ad assorbimento, anche due volte al giorno.

→ Borragine
Si può utilizzare la pianta fresca, polpa di radice e foglie, mettendola direttamente sulla zona interessata, oppure preparare un infuso con 50-100 grammi di pianta (radice e foglie, anche secche) in 1 litro di acqua, poi farne impacchi direttamente sulla zona. Oppure utilizzare l'olio (spesso diluito in olio di mandorle dolci), in gocce direttamente sulla cicatrice.

→ Equiseto
L’Equiseto o Coda Cavallina è un rimedio ricco di sali minerali, tanto da meritarsi il nome di Argilla Vegetale: è infatti il re dei rimineralizzanti, utile per le ossa e i tessuti duri come denti, unghie e capelli. Ricco di silice, flavonoidi e saponine è un ottimo cicatrizzante in caso di piaghe e ulcere.

È in grado di esplicare questa potente azione anche dall’interno, in caso di ulcere intestinali. Esplica anche attività emostatica, specie in caso di emorragie nasali.


→ Salvia
Le foglie di Salvia esplicano un’efficace azione antibatterica e cicatrizzante, oltre a molte altre proprietà; è ricca di vitamina A, Vitamine del gruppo B, Vitamina C e Vitamina E ed olio essenziale.
È indicata per piccole ferite e tagli che faticano a rimarginarsi, e infezioni. Infatti grazie alla sua attività battericida disinfetta la parte e accelera i processi di cicatrizzazione.
Si legge di queste sue benefiche proprietà negli antichi manuali di erboristeria dei monasteri, nei cui erbari la salvia “che salva” non mancava mai. Le foglie venivano macerate in olio e tenute al buio per ottenere il rimedio pronto soccorso per curare le ferite.
=→ SALVIA E LE SUE PROPRIETA'
E per un rimedio veloce di primo pronto soccorso abbiamo il:

Limone
Utile per cicatrizzare le ferite in modo naturale, il limone, infatti, possiede proprietà antisettiche e cicatrizzanti. L’aspetto negativo è dovuto all’inevitabile bruciore che causa sulle ferite.
=→ LIMONE E LE SUE PROPRIETA'


Miele
Il miele è anche un efficace cicatrizzante. Ciò si deve al fatto che il miele contiene glucosio ossidasi, una sostanza che aiuta la cicatrizzazione e impedisce che i tessuti si danneggino dopo un incidente. Fin dall’antichità, infatti, il miele veniva spalmato sulla pelle per curare tagli, ustioni e abrasioni. Infatti il miele accelera il processo rigenerativo della pelle e aiuta le ferite a rimarginarsi rapidamente.
Non va applicato su ferite o ustioni troppo profonde né su lesioni con punti.
=→MIELE:PROPRIETA',DA ALIMENTO SANO AD ALIMENTO TOSSICO


Curcuma

Potente analgesico e cicatrizzante.
Su può fare un piccolo impasto con un cucchiaino di curcuma e olio di germe di grano. per potenziare si possono mettere 1-2 gocce degli oli essenziali sopra indicati.
=→ 10 MODI PER USARE LA CURCUMA TUTTI I GIORNI






Le informazioni contenute in questo blog non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata

Fonti principali
"La mia bibbia degli oli essenziali" di Danièle Festy
Manuale di aromaterapia di Luca fortuna

http://www.cure-naturali.it/erbe-officinali/2044/erbe-cicatrizzanti-quali-sono-come-usarle/6403/a


Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.