Cerca nel blog

2016/09/30

STUDENTI: MIGLIORARE LE PRESTAZIONI CON LO YOGA , COERENZA DELLE ONDE CEREBRALI


Quando la mente si "deposita" nella pratica dello yoga, le onde cerebrali tendono a diventare ritmiche e ordinate.

Lo stress certamente sembra essere un elemento imprescindibile della vita moderna di uno studente. Saper poter gestire lo stress è necessario per gli studenti al fine di diminuire la depressione e l'ansia, per migliorare le prestazioni e non certo per ultimo la sensibilità verso se stessi, coetanei e genitori.
Studi precedenti hanno già ampiamente dimostrato come meditazione Zen, Qi Gong, e meditazione trascendentale abbiano un forte positivo impatto sulle onde Alfa del nostro cervello, con un tasso significativamente di più basso respiro, più elevate ampiezze delle vie respiratorie aritmia sinusale.

Nello stato Alpha generalmente si presenta una sincronizzazione e un equilibrio tra emisfero destro e sinistro. In questo stato di solito il livello di endorfine è alto.



Con la crescente evidenza scientifica, lo yoga sta emergendo come una importante pratica per ottenere  buoni stati di salute, sia a livello fisico sia mentale. [4]  Già uno studio precedente di yoga su BWC in manager ha riferito un aumento significativo delle onde Delta, che mostra l'efficacia dello yoga per l'efficacia gestionale. [5] ma il presente studio ha dimostrato un notevole incremento non solo delle Delta ma anche delle Onde Alfa.
Significativo anche l'incremento delle altre onde EECG.

Risultati della ricerca


Efficacy of yoga for mental performance in university students

Tikhe Sham Ganpat, Hongasandra Ramarao Nagendra, V Selvi
Swami Vivekananda Yoga Anusandhana Samsthana University (Prashanti Kutiram), 19, Eknath Bhavan, Gavipuram Circle, Kempegowda Nagar, Bangalore, Karnataka, India
http://www.indianjpsychiatry.org/article.asp?issn=0019-5545;year=2013;volume=55;issue=4;spage=349;epage=352;aulast=Ganpat#ft4


Nel presente studio è stato osservato che i ventuno giorni di programma Yoga hanno aumentato significativamente le onde Delta ed Alfa portando ad un elevato livello di coerenza tra due segnali EEG, ciò indica una co-attivazione neurale ed equilibrio funzionale delle due aree. [17] Importante crescita in coerenza EEG Delta può essere associato con maggiore efficienza di funzionamento del cervello e miglioramento delle prestazioni mentali , flessibilità cognitiva, stato di prontezza ben bilanciato, senso di benessere e capacità di eseguire in modo efficace, aumentata intelligenza, stabilità emotiva quindi un aumento della salute generale.

L'analisi statistica e spettrale completa ha mostrato:

aumento del 43.24% (P <0.001) nel Delta
,
aumento del 9,13% (p = 0,289) in Theta,
aumento del 57.85% (P <0.001) in Alpha
,
diminuzione del 17.65% (p = 0,136) in Beta  
aumento del 9.19%  (P = 0,586) in Gamma BWC

tra le misurazioni pre e post intervento.










Alto grado di sincronizzazione cardiorespiratoria durante yoga era stata già dimostrata da Cysarz e Bussing suggerendo uno stato di allerta riposante. [8]

Le onde delta e theta sono abitualmente legate a stati di ansia e tensione, le alfa indicano rilassamento, gioia di vivere mentre le beta sono più presenti nel corso dell'attività cognitiva. Un individuo sotto stress, in genere, mostrerà iperattività delle bande d’onda del lobo frontale dell’emisfero sinistro con una flessione delle alfa nel lobo destro. Potendo misurare la coerenza EEG tra i due lobi frontali, questa molto probabilmente sarebbe prossima allo zero.
Fig.1 EEG di soggetto normale ad occhi aperti:
Le onde delta e theta  (di  colore  rosso  e  giallo),  tipiche  degli  stati  di  tensione  e  di ansia, sono contenute (basse); è presente un picco sulle onde alfa (di  colore  verde),  indice  di  rilassamento  e  di  piacere  di  vivere; risultano  basse  anche  le  onde  beta,  connesse  all'at
tività  cognitiva (di colore azzurro-blu-violetto). La coerenza media è sui 68.

Fig.2  Soggetto  gravemente  stressato: tutte  le  le  bande
d’onda del  lobo frontale dell’emisfero sx sono iperattivite ed è  presente   un  avvallamento  sulle  onde  alfa  (di  colore verde) del lobo dx. La coerenza eeg tra i due lobi
frontali è vicina allo zero.






Fig.3.  Soggetto  in  meditazione  profonda:
  Le  bande d'onda  di  entrambi  gli  emisferi  frontali  sono  armoniche con  picchi  regolari.  La  coerenza  eeg  è  a  96  e  quindi  vi  è un'   elevata   integrazione-comunicazione   tra   le   diverse parti del cervello.


Il meccanismo con cui lo Yoga può migliorare le prestazioni mentali negli studenti universitari, mentre aumenta la coerenza Delta e Alpha EEG , può essere correlato al fatto che durante IYM, il processo del pensiero ordinario si assesta. Questo assestamento è dovuta all'integrazione e sincronizzazione dell'emisfero sinistro (capacità logico) e l'emisfero destro (capacità intuitiva) del cervello. Inoltre, gli studenti acquisiscono uno stato caratteristico psico-fisiologico della 'tranquilla vigilanza'.I fattori che indicano la 'tranquilla vigilanza' e possono essere i meccanismi di miglioramento delle prestazioni mentali e la salute generale sono: diminuzione della respirazione, diminuzione conduttanza cutanea (per misurare lo stress), diminuzione del lattato plasmatico e cortisolo, aumento del flusso sanguigno cerebrale, il recupero H-reflex più veloce, la latenza più breve potenziali uditivi evocati, diminuzione eccitazione autonomo (attivazione simpatica), integrazione di fattori psicologici  della mente e del corpo.

Perchè è importante la coerenza cerebrale


La coerenza delle onde cerebrali  (BWC) è una misura di correlazione o sincronia delle onde elettroencefalografiche (EEG) registrate in due punti sul cuoio capelluto. La coerenza riflette il numero e la forza delle connessioni tra due aree del cervello. Maggiore coerenza indica che questi due punti del cervello stanno lavorando in più stretta collaborazione. Inoltre una maggiore coerenza è associata con il pensiero e comportamento integrato ed efficace , tra cui una maggiore intelligenza, creatività, capacità di apprendimento, stabilità emotiva, ragionamento etico e morale, fiducia in se stessi, e riduzione dell'ansia.

Il presente studio è stato disegnato per valutare l'efficacia del modulo Yoga integrato (IYM) per le prestazioni mentali negli studenti universitari.

Molte esperienze cliniche confermano che è possibile manipolare consapevolmente la coerenza interemisferica (specialmente tra le onde alfa) e raggiungere una maggiore ampiezza principalmente delle onde alfa e theta. riconquistando gradualmente uno stato di benessere.


Breve riepilogo delle onde Delta ed Alfa

Onde cerebrali Delta

Hanno una frequenza tra 0,5 e 4 Hz e sono associate al più profondo rilassamento psicofisico. Le onde cerebrali a minore frequenza sono quelle proprie della mente inconscia, del sonno senza sogni, dell'abbandono totale, delle esperienze di pre-morte e coma. In questo senso vengono prodotte durante i processi inconsci di autogenerazione e di autoguarigione. In questo stato si è solitamente "incoscienti" della realtà fisica. Si manifestano da 0 a 2 anni di vita.

Punti importanti circa le Onde Delta:

(1) Questo stato di coscienza di solito è privo di sogni e può essere ottenuto da un meditante esperto forse perché entrare in uno stato delta e mantenere la coscienza allo stesso tempo è estremamente difficile.

(2) Le onde Delta sono associate anche in relazione allo stato di Samadhi, lo stato più profondo in meditazione, come apparso in antico testo indiano di yoga. Il samādhi è l’ottavo passo dello yoga. Il grande saggio Ghera a afferma: «Non c’è yoga senza samādhi. Nessuno è più fortunato di colui che l’ottiene. Chiunque voglia raggiungere la saggezza, e uno stato di felicità più alto di quella normalmente possibile in questo mondo, deve sviluppare la pratica di samadhi.

(3) In questo stato si ha un picco dell'ormone GH della crescita, importante anche per il rinnovamento cellulare. In questa fase l'attività del sistema immunitario è molto alta.

Onde cerebrali Alpha

Hanno una frequenza che varia da 7 a 13 Hz e sono associate a uno stato di coscienza vigile, ma rilassata. La mente, calma e ricettiva, è concentrata sulla soluzione di problemi esterni, o sul raggiungimento di uno stato meditativo leggero. Le onde alfa dominano nei momenti introspettivi, o in quelli in cui più acuta è la concentrazione per raggiungere un obiettivo preciso.
Nello stato Alpha generalmente si presenta una sincronizzazione e un equilibrio tra emisfero destro e sinistro. In questo stato di solito il livello di endorfine è alto. Sono caratteristiche degli adulti.

Punti importanti sulle Onde Alpha :

(1) Considerato come le onde cerebrali di meditazione. La maggior parte durante la meditazione.

(2) Considerato come parte integrante del processo di rilassamento prima di dormire. La banda di frequenza alfa è stata ampiamente studiata in riflessioni di vario genere (come Zen, TM, ecc) e in quasi tutti i casi è stato osservato un aumento delle onde alfa durante la meditazione.

(3) L'uso di cannabis (marijuana) è stato collegato anche a un aumento onde alfa nel cervello. Ecco perché molte persone amano l'alterazione ottenuta.

Il buon funzionamento del cervello ( con conseguente buon stato mentale e fisico) dipende dal suo funzionamento coerente ed ordinato.

Quando la mente si "deposita" nella pratica dello yoga, le onde cerebrali tendono a diventare ritmiche e ordinate
Lettura di approfondimento

ONDE CEREBRALI: stato di coscienza alterato prima parte- HAARP, TORRI GWEN, "Sound of Silence"

onde celebrali: stato di coscienza alterato  seconda parte meditazione e mantra

onde celebrali: stato di coscienza alterato  terza parte  suono e vibrazione






Fonti principali
http://www.indianjpsychiatry.org/article.asp?issn=0019-5545;year=2013;volume=55;issue=4;spage=349;epage=352;aulast=Ganpat#ref17
http://www.psicosomaticapnei.com/pdf/ricerche_sugli_stati_alta_coerenza_cerebrale.pdf

 4.    Deshpande S, Nagendra HR, Nagarathna R. A randomized control trial of the effect of yoga on gunas (personality) and health in normal healthy volunteers. Int J Yoga 2008;1:5-9.

 5.    Ganpat TS, Nagendra HR, Muralidhar K. Effects of yoga on brain wave coherence in executives. Indian J Physiol Pharmacol 2011;55:304-8.

 8.    Cysarz D, Büssing A. Cardiorespiratory synchronization during Zen meditation. Eur J Appl Physiol 2005;95:88-95.

 17.    Franken IH, Stam CJ, Hendriks VM, van den Brink W. Electroencephalographic power and coherence analysis suggest altered brain function in bstinent male heroin-dependent patients. Neuropsychobiology 2004;49:105-10.










Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.