Cerca nel blog

2016/08/23

IPERTENSIONE: LE 6 MIGLIOR TECNICHE PER ABBASSARE LA PRESSIONE ARTERIOSA IN EMERGENZA





I motivi che portano ad avere pressione alta sono molteplici, fra cui da non dimenticare anche l'assunzione di antidolorifici come ibuprofene, pillola anticoncezionale,steroidi, decongestionanti nasali...ma le motivazioni principali sono quasi tutte implicabili direttamente o indirettamente a fattori di stress e di emozioni represse, rimaste imprigionate.
Vero, ultimamente si da tutta colpa allo stress ma è fatto ormai conclamato e dimostrato che mantenere un'emozione inscatolata è come mantenere sempre un'onda al momento culmine, quindi il rilascio continuo e talvolta cronico di ormoni, neuropeptiti tipici del "scappa e fuggi" porta a cascata una vasta gamma di disequilibri e patologie, talvolta anche molto gravi.
L'emozione, raffigurandola quindi come un'onda, è bene che esista ma vissuta in tutta la sua interezza: crescita, culmine e poi discesa. In questo modo il corpo si riequilibria.. e dal sistema simpatico passeremo al parasimpatico.

La pressione alta rientra nella vasta gamma di effetti collaterali.

La diagnosi di ipertensione è sempre più frequente, perchè il Big Pharma ama etichettare, catalogare lo stato e poi porre il suo rimedio...
La pressione alta cronica va osservata, come sempre, per il suo motivo scatenante, dobbiamo comunque sapere a prescindere di tutto che:

la pressione può subire delle variazioni transitorie legate a numerosissimi fattori, tra i quali ricordiamo:

 -   l’ora del giorno (la pressione è leggermente più alta al mattino e nel tardo pomeriggio);
    l’attività fisica (la pressione cardiaca aumenta in relazione al tipo e all'intensità dell'esercizio fisico);
-    lo stato emotivo (intense emozioni, stress e persino l'ansia per il risultato della visita medica possono aumentare temporaneamente la pressione);
-   infine la pressione viene influenzata in maniera costante da altri fattori, tra i quali un ruolo particolare è ricoperto dall'età.


La pressione alta andrebbe quindi risolta con un cambio di vita, partendo sia delle emozioni, dal ritmo di vita, dallo stile, dall'alimentazione...

Vediamo però insieme alcuni principali metodi naturali per abbassarla rapidamente in caso di urgenza ; sono aiuti  i cui effetti benefici si potenziano in combinata, bere e la respirazione sono i fondamentali, poi molto lentamente, eseguire via via gli altri.

1) Bere molta acqua

Bere acqua aiuta quando si soffre di ipertensione infatti stimola la diuresi, processo che permette ai reni di espellere il sodio in eccesso in maniera naturale. L’eliminazione di sodio riduce di conseguenza la pressione sanguigna. In parole più semplici bere molta acqua, iniziare a bere ad intervalli regolari almeno due litri nella giornata,
Spesso la pressione alta avviene quando il corpo è disidratato.

2) Respirazione narice sinistra


Si tratta della principale, immediata e più efficace tecnica.
La narice sinistra è legata all'emisfero destro del nostro cervello quindi attiva il sistema parasimpatico, infatti abbassa il battito cardiaco,è utile in caso di pressione alta e facilita il sonno perchè calmante.

Chiudere con la mano sinistra la narice destra e respirare solo dalla narice sinistra per 15 minuti. Questo ha immediati effetti che diventano ancora più intensi se si raddoppia la durata dell’espirazione. Per esempio: fai durare l’inspirazione 5 secondi e l’espirazione 10 secondi e se ti riesce senza forzare puoi gradualmente aumentare facendo sempre durare l’espirazione il doppio dell’inspirazione.
Se non si riesce ad affrontare subito 15 minuti iniziare con 3 poi riposare qualche minuto e ripetere sino a concludere i 15 minuti.

3) Vibrare il mantra OMKAR


Sedersi in posizione comoda
  • Inspirare profondamente (addominale) emettere il suono A
  • Ripetere 3 volte
  • Inspirare profondamente (addominale) emettere il suono U
  • Ripetere 3 volte
  • Inspirare profondamente (addominale) emettere il suono M nasale
  • Ripetere 3 volte
  • Inspirare profondamente (addominale) emettere il suono AUM (OM)
Recitare mantra, vibrandoli, cantando.. hanno comunque un effetto calmante su tutto il sistema neurovegetativo, endocrino e e vaso-circolatorio.

Scegliete quindi il vostro mantra e recitatelo per almeno 15 minuti.

4) Asana e Meditazione


Per quanto riguarda le posizioni yoga bisogna distinguere:

Se la pressione alta è dovuta a stress per iper attività, in questo caso serve svolgere posizioni rilassanti in Savasana, con almeno 15 minuti di rilassamento profondo o meditazione.

Durata meditazione
3 minuti: per la circolazione del sangue nel corpo e per il campo elettromagnetico
11 minuti: si crea connessione tra il sistema nervoso e il sistema endocrino.
22 minuti: per fare funzionare insieme mente negativa, positiva e neutra.
31 minuti: ha effetto sulle cellule del corpo. Crea profondo autocontrollo. Connettiamo i tre Gunas, i Tattvas e tutti i livelli della mente.
62 minuti: cambia la materia grigia del cervello. Dentro e fuori siamo una unica persona
2 ore e mezza: si cambia il campo magnetico e il subconscio entra in relazione con la mente universale.

Se la pressione alta scatta da una emotività repressa è bene praticare posizioni dinamiche come Saluto al sole.

In generale i piegamenti in avanti sono molto utili perchè hanno un effetto calmante, normalizzando la circolazione del sangue al cervello che quindi a cascata ha effetto calmante su tutto il corpo.
Uttanasana e Adhomukha Svanasana , che hanno effetti benefici sul sistema nervoso. Queste posizioni sono fatte con la testa appoggiata su sostegni , permettendo al sangue di circolare più liberamente l’arco aortico e, quindi, diminuire la pressione .

5) Aroma terapia


Applicare sui polsi e respirare profondamente una gocia di ylang-ylang.
Diffondere la miscela di 5 ml di lavanda, 5 ml di ylang ylang e 3 ml di verbena nel diffusore.
Massaggio mescolando in olio vettore i seguenti oli essenziali: 1 goccia maggiorana, 1 goccia ylang ylang, 1 goccia d lavanda officinale, 1 goccia di camomilla romana, 2 gocce di calofilla

6) Tisana Karkade'


Bere 3 infusi di karkadè al giorno, da 240 ml ciascuno, può aiutare ad abbassare la pressione sanguigna, riportandola a valori ottimali. La tisana al karkadè (fiori di ibisco) può essere utile per prevenire la progressione della pressione alta verso una condizione di ipertensione più grave.
Interessante la ricerca condotta da un gruppo di esperti della Tufts University di Medford, negli Stati Uniti.

Ottimi anche Biancospino e cardamomo ma richiedono almeno una settimana.

L'aglio è un rimedio efficace ma non tutti possono inserirlo nella dieta visto che può aumentare il Pitta.

Letture di approfondimento:

LE 5 MIGLIORI TECNICHE DI RILASSAMENTO
LA MENTE:COME CALMARLA E RAGGIUNGERE L’EQUILIBRIO
RESPIRAZIONE CONTROLLATA LE NADI

COME LO STRESS INFLUISCE SULLA MALATTIA E SISTEMA ENDOCRINO
COME LO STRESS È RESPONSABILE DELL'EQUILIBRIO CALCIO MAGNESIO, SALUTE DEL CUORE



Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.