Cerca nel blog

2016/07/21

IL GRANDE PARADOSSO, PASSATA DI POMODORO BIOLOGICA DA SEMENTI IBRIDE



Oggi purtroppo la situazione è critica, il mercato delle sementi, come sappiamo, è nelle mani di poche multinazionali (Monsanto con il marchio Semenis (acquisto da non molto) la Bayer con la Nunhems BV ed ancora la Pioneer con Agriseme, Sygenta International AG, Limagrain, Hazera Genetics Ltd. e Henza Zaden) che con l'escamotage del "brevetto" e proprietà intellettuale ne detengono l'oligopolio.



lifeme: GRANO,SEMI,MULTINAZIONALI,CONTROLLO
4 feb 2015 ... Nel mercato mondiale dei sementi, il 74% appartiene a 10 grandi multinazionali , secondo i dati dell'ETC (gruppo che si occupa di monitorare ...

La questione non è, come già discusso più volte circoscritta agli OGM (a breve soppiantati da nuova manipolazione Nbt...) ma di semi ben più dannosi poiché già in circolazione come quasi unica scelta d'acquisto : LE SEMENTI IBRIDE con maschio sterile.
Lettura correlata:

Il problema infatti oltre a coinvolgere il singolo cittadino che desidera coltivarsi un pezzetto di terra, coinvolge la filiera del biologico e biodinamico.

Infatti, vista la scarsità sul mercato di buon materiale sementiero (no ibrido e non trattato con sostanze chimiche di sintesi), l'unione Europea permette (seppur giustificandosi come provvedimento temporaneo) l'utilizzo da parte degli operatori biologici e biodinamici di sementi di produzione convenzionale.

Deroga che dovrebbe terminare nel 2020.

Una situazione quindi che va a discapito sia del produttore biologico, biodinamico (visto che non riescono a garantire coerenza in tutta la filiera) sia ancora una volta del consumatore che facendo la scelta di spendere di più per un prodotto garantito biologico magari ha origine da sementi ibride convenzionali.


Due sono i motivi che dovrebbero tenerci lontano dalle sementi di agricoltura moderna:

  1.     selezione
  2.     fitofarmaci
Due punti ampiamente sviluppati in questo articolo di seguito, dove non solo viene chiarito l'aberrante processo di produzione delle sementi ma anche i fitofarmaci impiegati e l'intrigo di lobby che gestiscono il mercato parallelo.

http://www.lifeme.it/2016/04/rischio-il-biologico-con-nbt-nuovo-ogm.html

Come detto, qui desidero puntualizzare non i danni alla salute o il raggiro economico delle sementi ibride.. ma come le lobby, monopolizzando il mercato,obbligano anche chi desidera seguire un percorso alternativo biologico, biodinamico a non avere scampo.

PASSATA DI POMODORO BIOLOGICA MA DA SEMI IBRIDI

Paradossalmente le lobby hanno portato alla circolazione di pochissime varietà orticole non ibride concepite per uso professionale.

Cosa vuol dire?

Che se "Giuliano" desidera coltivarsi l'orticello può comprare sementi biologiche ( e se ha fortuna e capacità riprodursi i suoi semi), ma a livello di grandi produzioni diventa tutto difficile ed oneroso.

Prendiamo ad esempio i pomodori da conserva biologici o biodinamici.
Le stesse aziende confessano che per produrre tali passate servono ettari di pomodori e sono costretti a comprare sementi convenzionali ibridi perchè il mercato non offre altro, (non sono sementi professionali e non garantiscono la copertura dei costi).

Un grande limite e paradosso, perché seppur cerchino di continuare la filiera nel mior modo biodinamico, ad esempio, in realtà i semi sono comunque ibridi.

Quindi ogni anno il seme va riacquistato
Si tratta di semi trattati
Si tratta di semi selezionati.

La selezione come avrete letto in modo approfondito nell'articolo sopraindicato è un grave danno alla nostra agricoltura.

La selezione industriale,come detto, utilizza vari strumenti tecnologici per aumentare il controllo sui semi,non solo con l'OGM, ma anche con
  • le varietà ad alta resistenza
  • gli ibridi
  • semi terminator
  • la biologia sintetica.

Non abbiamo più
una selezione per la diversità ma per l'uniformità
una selezione per la resistenza ma per la vulnerabilità
una selezione per il gusto,qualità e nutrizione, ma solo per il fine di trasformazione industriale e un tipo di alimentazione globalizzata.
La perdita delle specie locali, sta portando alla perdita della diversità genetica che contiene i geni per l'adattamento alle condizioni in cui si sono sviluppati i semi.
Cosa vuol dire perdita della diversità genetica?
Vuol dire che avremo un seme che darà origine a piante sempre più deboli, sempre meno capaci di adattarsi ai cambiamenti.
Semi standardizzati che vadano bene per tutto il mondo,vi sembra possibile??
Quindi queste piante deboli saranno soggette a nuove malattie nuovi parassiti.
Le ditte cosa fanno? creano nuovi ibridi ,selezionando la pianta debole e modificandola con le caratteristiche genetiche di un'altra pianta che magari cresce dal'altra parte del Globo.
In questo modo ogni paese si basa sulla diversità genetica di tutto il mondo.
Nessun paese è autosufficiente sia geneticamente, sia per l'alimentazione.

Tante modifiche fatte in laboratorio per produrre semi controllabili,omogenei,stabili..per assicurare, come dicono una giusta raccolta ed un buon futuro...
... continua lettura per seguire l'aberrante processo di produzione delle sementi



Il controllo in Europa lo abbiamo già visto, lo detengono la Monsanto con il marchio Semenis (acquisto da non molto) la Bayer con la Nunhems BV ed ancora la Pioneer con Agriseme, Sygenta International AG, Limagrain, Hazera Genetics Ltd. e Henza Zaden. Ognuna ha la sua fetta di mercato e il proprio ortofrutta in cui prevale..

Scegliamo con attenzione cosa acquistare,cosa seminare,come seminare.. e da chi rifornirci.

MONSANTO CON SEMINIS




CATALOGO SEMI SEMINIS-MONSANTO
SCHEDA TECNICA PRODOTTI SEMINIS
OPEN DAY NUOVI POMODORI MONSANTO



BAYER CON NUNHENS




CATALOGO ORTAGGI BAYER-NUNHEMS
FITOFARMACI PER ORTO BAYER
NUNHEMS ® PRESENTA SELECTO F1, NOVITÀ PER IL SEGMENTO LAMUYO ROSSO
Nunhems Italia lancia nuove varieta' di peperone per serra-tunnel e pieno campo, altamente produttive e tolleranti al TSWV


DUPONT PIONEER CON AGRISEME


 
DuPont Pioneer, in precedenza Pioneer Hi-Bred, è il più grande produttore statunitense di semi ibridi per l'agricoltura. La società è una tra le maggiori produttrici di semi OGM al mondo.
PRODOTTI PIONEER


Alcune aziende biologiche e biodinamiche hanno cominciato a prendersi in carico la produzione di sementi ( LAVORO COMPLESSO ED ONOROSO , NON PENSABILE PER I PICCOLI PRODUTTORI).
Un esempio ci viene dall'Azienda biodinamica La Collina a Reggio Emilia che è risuscita a sviluppare una varietà di sementi per pomodori da passata... ma seppur felici di questo.. una goccia nel mare...

... ed il cittadino viene doppiamente truffato, oltre al danno più grande che va oltre l'interesse economico e di principio.. stanno facendo un danno alla nostra salute.

















Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.