Cerca nel blog

2016/07/17

DECOTTO D'ORZO - MUGICHA LA TISANA DISSETANTE DALLE MILLE PROPRIETÀ



Ottima ed utile come bevanda calda ma d'estate risulta anche un'ottima bevande dissetante.

Il decotto di orzo, da non confondere con il caffè d'orzo che si ottiene dalla macinatura dell'orzo tostato, è ancor oggi conosciuto come la “tisana di Ippocrate”  che ricorda il mugicha giapponese.
A differenza del caffè, il decotto si prepara dall'infusione dei chicchi interi di orzo.
Questa tisana non è solo un ottimo sostituto del caffè, ma vanta anche diversi benefici per il nostro organismo, e questo grazie alle proprietà nutritive di questo meraviglioso cereale.

Attenzione:

L’orzo si trova in due tipologie differenti principali: quello mondo e quello perlato. Il primo si ottiene pulendo il chicco dalle glumelle esterne e conserva le sue proprietà vitali, con le vitamine, i grassi, i sali minerali e le proteine presenti negli strati esterni del chicco. Dall’eliminazione di questi strati mediante un processo che si chiama perlatura si ottiene, l’orzo perlato. Il chicco dell’orzo perlato è bianco come il riso, e non conserva le sostanze nutritive.





  • proprietà antinfiammanti e rinfrescanti per tutto l’apparato digerente, l’apparato respiratorio e le vie urinarie;
  • conferisce sollievo a chi soffre di colon irritabile (colite), di flatulenza, borbottii e fenomeni fermentativi;
  • proprietà lassative: è un ottimo alimento per combattere la stitichezza;
  • proprietà rimineralizzanti: migliora e porta in equilibrio il sistema nervoso e la memoria, contrastando i problemi cardiovascolari;
  • contrasta la gastrite, il reflusso gastrico;
  • ha proprietà emollienti;
  • rinforza il sistema immunitario nel suo complesso, da equilibrio a tutto l’organismo, svolge un’azione carminativa sulla gola;
  • stimola la circolazione periferica;
  • è rimineralizzante delle ossa, perchè ricchissimo di fosforo.

Insomma questo cereale è un alimento fondamentale nell’alimentazione umana.

Benefici dell’orzo in gravidanza


L’orzo è un cereale che ha proprità galattogena, ossia stimola la produzione di latte materno

Decotto d'orzo

Assumere una tazza di questa tisana di prima mattina a stomaco vuoto, vuol dire iniziare la giornata con la giusta carica.
Accelera il metabolismo dei grassi assimilati durante il pasto e previene il gonfiore addominale.
Molte sue caratteristiche ricordano la tisana allo zenzero e come lei può essere un valido sostituto del caffè perchè riesce a dare carica energetica fisica e mentale senza le controindicazioni della caffeina.


Leggi anche:


Ingredienti: per 1 litro

40-50 semi di orzo
1lt di acqua minerale

Preparazione


1. Fate bollire in un pentolino l’orzo con l’acqua per circa 30 min.
2. Lasciare macerare il decotto fino a che non sarà completamente raffreddato.
3. Una volta raffreddato, filtrate e addolcite con miele o malto a piacere.
4. Per godere appieno delle proprietà benefiche di questa tisana, consumarne 3-5 tazze al giorno
 
Il decotto ha azione emolliente ed antinfiammatoria, lassativa, digestiva, rimineralizzante e ricostituente.

I gargarismi a base di decotto d’orzo sono un noto rimedio naturale contro le infiammazioni del cavo orale.

Alcuni studi recenti hanno constatato che, il costante consumo di orzo aiuta a prevenire l’iperglicemia, in quanto contiene il betaglucano, una sostanza che rallenta l’assorbimento dei carboidrati abbassando il tasso glicemico.

Controindicazioni


L’orzo non presenta particolari controindicazioni a meno ma è un cereale che contiene glutine, quindi non è un alimento indicato per i celiaci.

Se consumato in dosi eccessive, la presenza di ordeina, potrebbe fare insorgere nei soggetti affetti da ipertensione o anemia,  tachicardia e nervosismo, mentre l’alta presenza di fibre potrebbe indurre diarrea e meteorismo.

Può avere invece effetti astringenti, quando usato con moderazione.


Il mugicha giapponese





Simile al decotto di cui abbiamo parlato vi è il mugicha (si pronuncia mughicià) che vanta in Giappone una storia più antica e nobile di quella del tè verde.
Si tratta di tè d'orzo tostato.
Pare che fosse una delle bevande estive predilette degli aristocratici intorno anno 1000.
Pur avendo moltissime proprietà in Giappone viene besuta quasi esclusivamente come bevanda estiva, quindi fredda, per il suo alto potere dissetante.

Si prepara mettendo in infusione chicchi di orzo tostato e frantumato, procedendo come un comunissimo tè. In Giappone infatti si trovano bustine già pronte all'uso.

Ideale per grandi e piccini quindi durante l'afa e calura estiva.






Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.