Cerca nel blog

2016/05/20

LE BUSTINE DI TÈ CONTENGONO PESTICIDI OLTRE ALLA NORMA ED ALTRE SOSTANZE TOSSICHE




Il tè è sicuramente una delle bevande più popolari al mondo, ed è sicuramente vero visto le grandi proprietà che hanno molti tipi di tè, come il tè verde, rosso rooibos, tè oolong, all'ibisco.. purtroppo però molti dei marchi di oggi stanno operando con il pretesto di fornire benefici per la salute e la promozione di vita pulita, ma sono in realtà carichi di pesticidi, tossine, ingredienti artificiali e derivati OGM aggiunto.
Un discorso molto dibattuto in America, Canada ma da noi in Italia ancora poco sviscerato.. eppure l'uso di tisane, tè è sempre più diffuso anche per i piccoli, anziani, donne in gravidanza..

Una ricerca condotta nel 2014 in Canada per la CBC Marketplace ed il corrispettivo organo investigativo francese a difesa dei consumatori l'Epicerie ha analizzato le bustine di tè dei marchi più famosi (molti venduti anche in Italia) e i risultati sono allarmanti: molti diversi residui di pesticidi sono stati scoperti e superavano i valori consentiti per la salute. E’ incredibile come solo uno dei dieci marchi analizzati sia risultato privo di contaminanti.



La CBC ha testato tè nero e verde come la Lipton, Red Rose, Tetley e la Twinings con il suo famosissimo Earl Grey.
Altre marche popolari testate sono la No Name, Legends of China, King Cole e Signal dello zio Lee.
La verifica della letteratura scientifica, ad oggi disponibile, mostra chiaramente che l’esposizione ad alcuni pesticidi è associata a diverse forme di tumore, a malattie neurodegenerative come il Parkinson e l’Alzheimer e a malattie neonatali. Il rapporto è stato pubblicato dopo la recente decisione dell'OMS di riclassificare il glifosato, l'erbicida più diffuso al mondo e ormai in uso da decenni, come “probabilmente cancerogeno”.

Entrare in contatto con alcuni dei pesticidi attualmente permessi in Europa comporta una vasta gamma di rischi per la salute di chi lavora con queste sostanze o per chi vive vicino ai luoghi dove sono utilizzate. A cui si aggiungono le preoccupazioni per i residui presenti nel cibo di cui tutti ci nutriamo, senza pensare ai danni per l'ambiente.

I danni possono inoltre interessare il sistema immunitario, come quello ormonale o nervoso dell’individuo, a cui corrisponde un’esposizione ai pesticidi con un livello variabile a seconda del proprio patrimonio genetico. Noti sono inoltre, sottolinea l’associazione, i possibili danni alle donne in gravidanza: le sostanze sembra siano in grado di raggiungere in maniera diretta il feto e comportare difetti alla nascita o anche ritardi nello sviluppo cognitivo.

Tra i più esposti vi sono i bambini, a causa dei tassi di esposizione più alti e della ridotta “capacità di metabolizzare le sostanze tossiche”.

Pesticidi nei tè di famosi marchi
Le bustine sono state analizzato da un laboratorio accreditato indipendente che ha usato gli stessi metodi di analisi e valori di riferimento dell’agenzia nazionale alimentare della salute. I ricercatori hanno scoperto che:
  • La metà dei tè testati conteneva residui di pesticidi superiori ai limiti consentiti in Canada. 
  • 8 delle 10 marche testate contenevano più sostanze chimiche
  • Una marca contenenti residui di 22 pesticidi diversi.
  • Dei 10 marche testate, solo Red Rose è tornato privo di residui di pesticidi.Alcuni dei pesticidi trovati - tra cui l'endosulfan e monocrotofos - sono in procinto di essere bandito da un uso in alcuni paesi a causa di pericoli per l'ambiente e per i lavoratori.

Potete vedere la lista completa in questo link.

Vediamo solo i due più rinomati in Italia:

Twinings con Earl Grey

11 pesticidi ritrovati superiori ai limiti consentiti
acetamaprid
bifenthrin
buprofezin
carbendazin
chlorenapyr
chlorfenapyr
chlorpyrifos
cypermthrin 

dicofol
fenpropathrin
imidacloprid


 


Lipton con Pure Green Tea 

7 pesticidi ritrovati superiori ai limiti

acetamaprid
bifenthrin
buprofezin
carbendazin
chlorpyrifos
cypermthrin
imidacloprid




Purtroppo le risposte fornite dagli organi di controllo sono risposte che prendono le parti delle lobby, forse con la speranza di ricevere onerosi incassi, perchè solo così si possono giustificare affermazioni come questa:


"La Health Canada ha esaminato le informazioni fornite dal mercato e per gli antiparassitari bifentrin, imidacloprid, acetamiprid, clorfenapir, Pyridaben, acefato, dicofol e monocrotofos, ed ha stabilito che il consumo di tè contenente i residui indicati non rappresenta un rischio per la salute in base al livello di residui riportati , frequenza di esposizione e il contributo alla dieta complessiva prevista. Inoltre, una persona dovrebbe consumare circa 75 tazze di tè al giorno per tutto il loro ciclo di vita di suscitare un effetto nocivo per la salute "quanto comunicato da un portavoce della Health Canada  alla CBC .

Stessa dissonanza informativa che troviamo con il pesticida glifosato
(ovunque, nelle acque, negli alimenti ,anche quelli distribuiti in Italia).
Mentre
lo Iarc inserisce la sostanza tra quelle “probabilmente cancerogene”
l'Oms  fa il balletto insieme alla Fao  se definirlo tale.. un mese si ed un mese no.. anche se a quanto pare ora siamo nella fase drammatica "assolviamo il pesticida".


Lo sapevate che la maggior parte tè non è lavato prima di essere messo in sacchi?


Ciò significa che se il tè è stato spruzzato con pesticidi che causano il cancro, tali antiparassitari vanno direttamente nella tazza.

Altre indagini oltre quella sopra citata confermano gli stessi dati, ad esempio una recente analisi di terze parti da Glauco Ricerca e discusso ha scoperto che il 91 per cento di tè Celestial Seasonings testato, aveva residui di pesticidi superiori ai limiti degli Stati Uniti. Oppure la Sleepytime Bambini Buonanotte conteneva 0,26 ppm di propaclor, un noto cancerogeno.

La linea di tè "benessere" è stata rilevata la presenza di tracce di propargite, anche un noto cancerogeno e la tossina di sviluppo. La FDA ha già emesso due lettere di avvertimento a Celestial Seasonings in materia di controllo di qualità scadente secondo questa fonte. Immaginate cosa succede quando il tè pesticidi carichi è immersa in acqua bollente.. Il tè Teavana è stato testato da un laboratorio indipendente e il 100 per cento di esso è stata rilevata la presenza di pesticidi. Un tè in particolare, Scimmia Prelevato Oolong, conteneva 23 pesticidi.

Il 77 per cento dei tè porterebbe il fallimento dell'importazione dall'Unione europea.

Il 62 per cento dei tè testati conteneva tracce di endosulfan, un pesticida che è stato bandito dalla Stati Uniti, Cina, e E.U. e da altri 144 paesi perché è stato legato alla fertilità e potrebbe danneggiare bambini non ancora nati... eppure era presente!!


In particolare il Tè verde risulta uno dei più contaminati di base. Per la sua estrazione vengono usati anche 15 pesticidi simultaneamente, per non parlare del tè Oolong.

Determination of Multiresidue Pesticides in Botanical Dietary Supplements using Gas Chromatography-Triple Quadrupole Mass Spectrometry (GC-MS/MS).
Chen Y, Lopez S, Hayward DG, Park HY, Wong JW, Kim SS, Wan J, Reddy R, Quinn D, Steiniger D.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27101866


Attenzione alle bustine di carta.. contengono sostanze cancerogene!




Il motivo è che numerose bustine di carta vengono trattate con epicloridrina, un composto utilizzato principalmente nella produzione di resine epossidiche. Vedere, "Informazioni di base su Epicloridrina in acqua potabile." ma anche come
nella produzione di numerosi materiali sintetici tra epossidica, fenossi, e resine poliammidiche, polietere, utilizzato in parti di automobili, glicerina sintetica, glicidil eteri, politioli, elastomeri, amido alimentare reticolato, tensioattivi, plastificanti, coloranti, prodotti farmaceutici, emulsionanti olio, lubrificanti, e  adesivi (IARC 1976 WHO 1984). 
È anche usato come solvente per resine,gomme, cellulosa, esteri, vernici, lacche, nell' l'industria cartaria (IARC 1976, 1999). L' Epicloridrina è ampiamente usato come stabilizzatore nelle sostanze contenenti cloro come gomma, nella formula di pesticidi.
Considerato un potenziale cancerogeno dall'Istituto nazionale per la sicurezza e health2 (NIOSH). Quando epicloridrina entra in contatto con l'acqua, si idrolizza a 3-MCPD, che ha dimostrato di causare il cancro negli animali.

EpichlorohydrinIt è stato anche coinvolto nell' infertilità. Secondo un recente studio, ha un effetto spermatoxic nei ratti maschi e funzione immunitaria soppressa.



Report on Carcinogens, Thirteenth Edition
National Toxicology Program, Department of Health and Human Services
For Table of Contents, see home page:
http://ntp.niehs.nih.gov/go/roc13
Epichlorohydrin CAS No. 106-89-8



E le bustine di plastica?Un recente articolo su The Atlantic spiega perchè le così sicure  bustine di plastica ad esempio della Lipton non sono così sicure.. Queste bustine fatte in PET vengono definite sicure poichè fatte della stessa componente delle bottiglie o altro materiale di packaging alimentare e non si scioglie nell'acqua a bollore. (Un paragone che non crea valore aggiunto, anzi...(*¹)
*¹Il processo di degradazione del PET come detto prima è favorito dal calore: potrebbe portare alla formazione di acetaldeide e antimonio. L’acetaldeide è una sostanza volatile incolore con un odore fruttato. Secondo le disposizioni di legge vigenti nell’UE, il limite massimo di migrazione per questa sostanza è pari a 6 mg per Kg di alimento.
L’antimonio invece è un elemento che viene utilizzato come catalizzatore nella produzione del PET. Dopo la fabbricazione, una quantità rilevabile di antimonio può essere trovata sulla superficie del prodotto ma generalmente il suo residuo può essere rimosso con il lavaggio. Può rimanere però anche nel materiale stesso e, quindi, migrare in cibo e bevande. Questa eventualità diventa evidente solo se il PET è utilizzato con liquidi all’ebollizione o durante l’utilizzo in microonde.Quindi per evitare danni da una cattiva conservazione delle bottiglie hanno messo come precauzione la scadenza.

Un valore però che non viene considerato è, continua The Atlantic, la temperatura di transizione vetrosa o Tg.
"Questa è la temperatura alla quale le molecole, in alcuni materiali come polimeri, cominciano ad abbattersi.
Di norma, la Tg di un. materiale è sempre inferiore a quella di fusione. Nel caso del PET e nylon per uso alimentare (sia nylon 6 o nylon 6-6), tutti hanno una Tg inferiore alla temperatura di ebollizione dell'acqua. 

Ad esempio, mentre il punto di fusione PET è 250 ° C , il Tg è di circa 76 ° C. 

Questo significa che le molecole che compongono queste bustine di tè di plastica cominciano a rompersi in acqua calda. " Così, mentre la plastica stessa non si scioglierà nel tè, la temperatura di transizione vetrosa potrebbe potenzialmente trapelare ftalati nocivi se  sono presenti.  Un'altra cosa di cui preoccuparsi è che alcune delle bustine di tè più recenti sono realizzati con una varietà di materie plastiche. Alcune plastiche sono nylon, alcuni sono fatti di rayon viscosa, e altri sono realizzati in materiale termoplastico, PVC o polipropilene."

Luca Foltran, esperto di materiali di contatto e collaboratore de Il Fatto Alimentare  spiega:

«Per essere in commercio gli articoli devono obbligatoriamente essere ottenuti con plastica “di grado alimentare”, di purezza tale da poter essere impiegati a contatto con alimenti. Non voglio dire che questa bustina di plastica, come tutti gli altri prodotti di questo materiale, non presenti rischi in assoluto, ma si tratterebbe di rischi limitati se utilizzate in modo corretto».

Da chiedersi, vale veramente la pena, la comodità rischiare ulteriormente con questi prodotti e sistemi di packaging?

Tenendo conto che le stessa autorità di controllo come FDA, CDC non si sono minimamente espresse  riguardo alla loro sicurezza!!

Poi ci sono studi come questo: Nel 2009, uno studio ha trovato che nelle  bottiglie di plastica PET sono stati trovati inquinanti estrogeni. Tali tossine sono stati collegati al cancro. Se questo  PET è lo stesso materiale che Lipton sostiene di utilizzare nei loro bustine di tè di plastica, è giusto dire che c'è una probabilità che queste bustine di tè subiscano lisciviazione tossine ?


Non bisogna rinunciare al tè.. ma sicuramente diviene essenziale inserire questo prodotto fra la lista del biologico.
Non che questo salvi del tutto.. ma sicuramente m
olto.



Letture correlate:


ACQUA IN BOTTIGLIA O DEL RUBINETTO?
BPA:BISFENOLO non solo plastica,BISFENOLO FREE ugualmente tossico




lifeme: ATTENZIONE: RINNOVATE ISTANZE D'EMERGENZA A 5 ...
27 apr 2016 ... ... e con queste viene legalizzato ciò che non si può usare perchè altamente tossico... perchè ricordiamo, non esiste solo il Glifosato.. La stessa ...




lifeme: DISINFORMAZIONE-Letture per la consapevolezza
19 OGM APPROVATI:2015 PUGNO D'INTESA EUROPA-USA · OGM MONSANTO E PESTICIDA GLIFOSATO SOTTO INCHIESTA: danni al DNA umano ...




lifeme: IN USO NUOVO PESTICIDA: ENLIST DUO GLIFOSATO ...
29 nov 2015 ... L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha classificato il glifosato della Monsanto come un probabile cancerogeno umano e 2,4-D ...



lifeme: OGM MONSANTO E PESTICIDA GLIFOSATO SOTTO ...
25 lug 2015 ... L'Environmental Protection Agency ha recentemente promesso di passare i prossimi cinque anni a studiare gli effetti del glifosato, l'erbicida più ...



lifeme: MONSANTO GLIFOSATO: LA CALIFORNIA SI MUOVE ...
12 set 2015 ... La California si muove contro la Monsanto per proteggere i cittadini dai semi Killer con glifosato.




lifeme: ALTROCONSUMO: SDOGANA I PESTICIDI. DIFESA DEL ...
17 nov 2015 ... ... acque del sottosuolo e superficie.. e tra le sostanze che più spesso ha superato la soglia di rischio c'è l'ormai tristemente noto GLIFOSATO.





Fonti:

http://www.cbc.ca/marketplace/blog/full-tea-test-results
http://www.greenpeace.org/eastasia/press/releases/food-agriculture/2012/pesticides-testing-lipton-tea/
http://www.obrienclinic.com/general/plastic-and-cancerous-compounds-in-tea-bags/
https://www.sciencenews.org/blog/science-public/bottled-water-may-contain-%E2%80%98hormones%E2%80%99-plastics

http://www.theatlantic.com/health/archive/2013/04/are-tea-bags-turning-us-into-plastic/274482/
http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/acqua/file-e-allegati/documenti/acque-interne/acque-potabili/Bonato.pdf

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.