Cerca nel blog

2016/04/13

CELLULITE: COSA SIGNIFICA, RIMEDI NATURALI PER CONTRASTARLA, LE CREME PIÙ DANNOSE PER LA TIROIDE




Sicuramente una delle parole più cercate e con maggior numero di link correlati, con ogni genere di soluzione, un mare di informazioni che creano aspettative ma che di razionale hanno ben poco se non il giocare con le nostre paure.

La cellulite sicuramente è un problema che fisiologicamente colpisce maggiormente le donne, donne ovviamente che hanno in se un culto del corpo e della loro fisicità ma che è stato da millenni manipolato per seguire cult-moda decisamente anti- salutari.

Come disease mongering (per una medicalizzazione di massa) anche questa è stata fatta rientrare in una delle tante patologie, in realtà non è una malattia ma fenotipo che deriva da una regolazione epigenetica esercitata dall'ambiente (esterno - in terno) su di noi.


Definizione e cause


Il nome ampolloso stesso la definisce: inestetismo pannicolopatia edematofibrosclerotica.

A differenza dell'adiposità localizzata la cellulite può benissimo formarsi anche nelle persone magre poichè si tratta di un'alterazione delle cellule adipose nello strato più profondo della pelle (ipoderma).
Un tessuto importante poichè svolge funzioni di termoregolazione ed è in grado di influenzare il metabolismo rilasciando sostanze ormonali.

Una regolazione epigenetica in tal senso spiega quindi rilascio di ormoni e l'alterazione della microcircolazione, che portano a cascata irregolarità intestinali, ritenzione idrica e quindi modifica del fenotipo.. PRESENZA DI CELLULITE.


Infatti se gli adipociti, ovvero le cellule adipose, vengono regolate in senso negativo sviluppano processi ipertrofici, aumentano di volume comprimendo così i vasi sanguigni circostanti, si provoca di conseguenza un rallentamento della circolazione emolinfatica, quindi gonfiore, pesantezza.

Tutto questo porta una riduzione di ossigeno e sostanze nutritive alle cellule quindi si ha un ristagno e deposito di tossine che a loro volta innescano processi infiammatori manifestandosi in un aspetto noduloso del tessuto, ovvero il conosciuto "aspetto a buccia d'arancia" (stadio fibroso della cellulite)
Può accadere, se si lascia che questi depositi di tossine continuino il loro lavoro indisturbate, ad uno stadio sclerotico della cellulite, ovvero la completa degenerazione delle fibre elastiche del tessuto, che ritirandosi porterà a far comparire delle zone "flaccide con pelle ispessita", ammassi duri e dolori alla palpazione. La fragilità capillare aumenterà comparendo ematomi.
La pelle risulterà fredda.


Creme anticellulite a confronto



Sicuramente alcuni rimedi naturali possono aiutare a contrastare, e per rimedi naturali sostanzialmente intendo alimenti che rientrano nel campo alimentare della nutraceutica.
Alimenti medicina per intenderci, di cui parleremo dopo.

Per quanto riguarda i cosmetici tutto è molto dubbio e talmente sotto uno stretto giro d'affari che lasciano molte perplessita.
Si trova di tutto: dai pantaloni che fanno sudare (che non è collegato veramente al discorso cellulite..) a gel, spray, con massaggio prolungato, senza massaggio, insomma una varietà per tutti i gusti. Teoricamente impossibile non trovare quello che fa per voi!!

Oltre al fatto che molte creme non sono solo ingannevoli ma contengono sostanze veramente dannose ed il gioco "contro la cellulite" non regge la candela, vi posto alcuni esempi.

Le creme  anticellulite più dannose con elementi da bollino rosso:




Crema anticellulite PUPA:


oli minerali
siliconi
emulsionanti di origine sintetica
addensanti acrilici

Phenoxyethanol
Benzyl alcohol
Dehydrocetic acid e suoi sali
Trisodium EDTA
BHT,BHA

Crema anti cellulite snellente BIOPOINT

siliconi
emulsionanti di origine sintetica
addensanti acrilici

CESSORI DI FORMALDEIDE COME:
Imydazolidinyl Urea
DMDM Hydantoin
Sodium Hydroxymethyl Glycinate
Diazolidinyl Urea
Phenoxyethanol

Dehydrocetic acid e suoi sali

BHT,BHA

SOMATOLINE E TIROIDE

In particolare se si soffre di problemi di tiroide bisogna stare molto attenti al trattamento anticellulite a uso topico, quale la crema snellente, l'olio rassodante, i fanchi dimagranti  o assumere alghe (in particolare la spirulina) che fanno male alla tiroide Quasi tutti i cosmetici che costituiscono un trattamento anticellulite possono agire sulla tiroide.

Ecco perché, soprattutto d'estate, chi ha problemi di tiroide deve essere bene informato sui possibili effetti collaterali di un farmaco acquistato per un rapido trattamento cellulite, e stare alla larga dai sali da bagno e dai fanghi contro le adiposità localizzate.
Tra le creme e le lozioni cosmetiche per trattamento anticellulite che possono avere reazioni avverse sulla tiroide ad esempio si annoverano i prodotti della gamma Dispon o Somatoline , come le bustine di Somatoline (che contengono la tiroxina) e persino il Trattamento Snellente Notte (che contiene estratti di alghe). Volendo fare un quadro generale del problema, incidono sulla tiroide tutti quei cosmetici per trattamento anticellulite a base di fucus, alga bruna e più in generale estratti di sali marini o alghe. Ancora più cautela dev'essere usata con creme specifiche per il trattamento anticellulite, che possono contenere tiroxina.
Attenzione quindi, se soffrite di problemi di tiroide, anche quando andate in una spa o vi affidate a un trattamento anticellulite presso uno studio estetico: specificate che non potete utilizzare prodotti a base delle sostanze su indicate o trattamenti a base di iodio. Fate anche attenzione agli integratori dietetici o a qualsiasi trattamento anticellulite e sciogligrasso di tipo orale: anche in questi prodotti possono annidarsi sostanze sospette, come l'estratto di alghe accennato prima.


Visione a 360° della cellulite
In realtà tutti questi prodotti menzionati sono specchietti per le allodole.. perchè la cellulite in primi si combatte da dentro, in ogni senso.
Con l'alimentazione che scegliamo, con le emozioni che viviamo, non per ultimo con l'attività fisica che facciamo.

Il significato psicosomatico
Ritenzione idrica e cellulite sono strettamente connesse al tema del “trattenere”, con particolare riferimento alle emozioni (dolori del passato, rimpianti, paure…). Nella donna, la cellulite è lo specchio del proprio vissuto interiore e del rapporto che ha con corpo e femminilità. Una cellulite molto evidente può essere collegata ad autosvalutazione, rinuncia alla propria sessualità e blocchi affettivi o sessuali che mettono in atto una strategia di difesa da parte del corpo, nell’area del bacino, creando una sorta di “salvagente” di grasso che ha lo scopo di tenere al riparo da emozioni e affettività.

L’approccio naturopatico
Il naturopata valuterà la situazione d’insieme della persona, il suo stile di vita, l’alimentazione, il livello di stress presente e fornirà un insieme di suggerimenti in grado di portare la persona verso un regime di vita equilibrato e sano, riducendo il livello infiammatorio e di stress, e favorendo il benessere globale dell’organismo.
Il trattamento della cellulite non è affatto banale né semplice, tuttavia, se intervenire su una cellulite di vecchia data può risultare più lungo e impegnativo, ANCHE PERCHÈ CI SONO VOLUTI ANNI DI DEPOSITO...

Sicuramente l'Ayurveda è quella che riassume meglio tutti i trattamenti e visioni della cellulite (o qual si voglia patologia ) a 360°.
Una visione epigenetica, quantistica ,integrata della salute e malattia se vogliamo dirlo con termini moderni e di cui abbiamo ampiamente discusso.

Approccio ayurvedico
La cellulite è identificata dall' Ayurveda come 'Vasa'-pesante, tipo saturo di tessuto adiposo. Quando questi grassi saturi interagiscono con le impurità digestive o 'Ama', il risultato è la cellulite. E 'un effetto localizzato. Questa pesante, sostanza appiccicosa, la cellulite, quando si trova nelle cellule di grasso, è  difficile da eliminare. Più a  lungo risiede lì, più è difficile da rimuovere. Il legame tra il grasso e le impurità Vasa Ama devono essere rotte se si intende la riduzione della cellulite. Per questo bisogna sottoporsi a una dieta kapha  cioè a una dieta povera di grassi.
 Secondo l'Ayurveda, la 'agni' o condizione ardente per metabolizzare il grasso è noto come 'meda agni" (meda è il grasso-Agni il fuoco che lo brucia). Quando meda agni sotto la pelle è insufficiente o non funziona correttamente, le molecole di grasso non trasformate si depositatano sotto la pelle e si trasforma in cellulite. Così, l' agni meda deve essere attivato o acceso per il trattamento della cellulite.

Per diminuire ama occorre aumentare  agni ossia il fuoco digestivo, questo come  prevenzione.
La cellulite non è solo inestetismo, venendo da un ristagno di tossite è spesso legata ad altre manifestazioni di disagio e squilibrio:


Sintomi
Sensazione di dolore a toccare
Presenza di noduli un micro o macro (feltro quando viene toccato)
smagliature
rughe
Sensazione simile a spille e aghi
dolori muscolari
stanchezza
mal di collo
Sensazione di freddo / nervosismo, ecc


Rimedi ayurvedici

Come   terapia  occorre trasportare ama dalle zone periferiche (gambe, braccia addome ) alle zone centrali  (intestino) dove verrà escreto per vie naturali  (virechana – uso di purgativi e basti - clisteri medicati) ( virechana e basti sono due delle cinque pratiche del PANCHAKARMA).

Il massaggio ayurvedico per la cellulite generalmente è antikapha  quindi ottimi  sono gli oli caldi (sesamo),  i massaggi vigorosi, che durano a lungo,  quotidiani e drenanti in senso centrifugo e centripeto ( dal bacino ai piedi e  dai piedi verso il bacino).

Leggi anche:

Dopo un bel massaggio antikapha generalmente si sentirà l’urgenza ad urinare.

Esistono inoltre, per zone  difficili  di consistenza dura elastica insomma di vecchia data, una  metodica conosciuta come pinda swedana, che consiste in un tamponamento simmetrico ( ossia tramite due operatori che agiscono simultaneamente)  con sacchettini  ripieni di erbe medicinali  opportunamente oleati e scaldati.


Leggi anche:


Dopo il massaggio con olio generalmente segue la sauna con vapori, swedana,  simile al ben conosciuto bagno turco.

La sauna può essere anche fatta solo localmente ( sull’addome, pancia e fianchi o body con la  testa al di fuori del vapore ( quindi ben sopportabile da chiunque).

I risultati sono ottimi  se la cellulite è giovane: si possono perdere anche un kg al giorno solo con massaggi e sauna .

In caso di cellulite di più vecchia data, tali massaggi sarebbero da inglobare nel panchakarma.   Essa e’ una pratica purificatoria da effettuare dopo i 35- 40 anni  almeno per due volte all’anno. (controindicata  nei  bambini  prima del 7 anno, donne incinte e persone seriamente  debilitate con tumori, tbc, hiv, ecc.)

In relazione al   panchakarma, o pratica delle cinque azioni,  la persona deve  seguire  una dieta  sia prima , durante e dopo.

La dieta è  generalmente  priva di alimenti unti, stantii ( farine bianche e lievitate , pane, cibi in scatola, congelati, riso brillato, zucchero bianco,  ) e ricca di alimenti vivi e freschi ( verdure crude, ben tritate ed insalivate, cereali in chicchi e legumi ben cotti e speziati in maniera forte ed oleati) .

Il peperoncino rosso non  e’ permesso, troppo piccante, oltre ad   appartenere alla famiglia delle solanacee, le spezie invece ok  sono  il pepe nero, l’ajovan, lo zenzero, i chiodi di garofano, timo,  origano,  salvia,  cumino, coriandolo, finocchio,  curcuma.

I virechana  e i basti  (ossia purghe e clisteri) devono essere preceduti  e seguiti da questa dieta con prodotti erboristici che aumentano agni, almeno per un mese.

Inizia tutto con la pratica dell’oleazione interna che dura circa  una settima prima del giorno  virechana, o purga, (da fare in ambiente  medico )

Trattamento ayurvedico per la riduzione della cellulite includono una combinazione di giusto tipo di dieta, massaggi ayurvedici (appositamente è Udvartana), e lo yoga. Tuttavia, molte erbe sono utilizzate anche per ridurre la cellulite, le seguenti:

Dente di leone:  elimina le tossine dal corpo e aiuta il corpo a ricostruire cellule e tessuti che erano stati saturati o danneggiati da tossine e altri rifiuti. Consumare con insalate o con tè alle erbe.
Centella Asiatica: Aiuta il corpo a guarire, dandogli il potere di cellule di riparazione e il tessuto connettivo che aiuta la cellulite a diminuire. Rafforza anche le pareti delle vene per assicurare che le sostanze nutrienti e le tossine non sfuggono. Le sostanze nutritive vanno dove devono andare e le tossine vengono eliminate dal corpo.  La centella asiatica può essere utilizzata in pasta a base di erbe per il massaggio Udvartana.
Prezzemolo: Si tratta di un agente disintossicante, purifica il sangue, ed elimina le tossine dal tessuto connettivo nella zona interessata dalla cellulite.
Milk Thistle(fiore Sylibum appartenente alla famiglia delle Astaracaee): elimina i rifiuti prodotti dal fegato. Aiuta anche con la circolazione del sangue.
Ippocastano: Ha delle proprietà anti-infiammatorie. Calma qualsiasi infiammazione,la cellulite e aiuta anche il sistema circolatorio.
Estratto di semi d'uva: Aiuta il collagene nel tessuto connettivo e la pelle e renderla più elastica evitando così la comparsa della cellulite.
Gingko Biloba: è un antiossidante e ossida le cellule di grasso sotto la superficie della pelle. Quindi qualsiasi tipo di accumuli, come la cellulite, non può svilupparsi. Si rafforza anche le vene sangue e stimola la circolazione.
Kelp(mix di algae marine): Si tratta di una fonte vitale di iodio che colpisce la tiroide. Lo iodio rafforza l'azione della tiroide e aiuta il metabolismo  a bruciare i grassi in eccesso. Ma aiuta anche a rimuovere l'acqua in eccesso dal corpo.

Ricette
Le ricette ayurvediche detossificanti sono utili per la riduzione della cellulite.
Kapha Tea: Prendete 1/4 cucchiaino di zenzero secco, semi di aneto, semi di fieno greco, 1 chiodo di garofano, e 1 tazza di acqua. Mescolare tutti gli ingredienti. Far bollire l'acqua e aggiungere la miscela di erbe ad esso. Lasciare per 5 minuti. Scolare.
Kapha Churna (polvere):  un mix di fieno greco , cumino, pepe nero e zenzero, si macinano in polvere.Aggiungete questo condimento per la vostra dieta. Riduce le impurità  digestive( Ama). Non prendere in eccesso perchè queste spezie piccanti possono aggravare la vostra Pitta.


Alcune asana per favorire la riduzione della cellulite:

Asana

Dandayamana Dhanurasana
Ardha Chandrasana
Utkatasana
Supta-Vajrasana
Dhanurasana
Salabhasana


Leggi anche:


Altri rimedi naturali



Rusco
Conosciuto anche come semplice pungitopo ricco di saponine steroidiche,tannini, fitosteroli che riducono la fuoriuscita e ristagno del liquido interstiziale, regolano la tonicità vascolare e la permeabilità capillare

Ippocastano
I suoi frutti sono ricchi di escina (una miscela di saponine trterpeniche) flavonoidi, oligosaccaridi,tannini quindi ha alte proprietà antiinfiammatorie, antiedematose, antiessudative.

Edera
Pianta dalle cui foglie si ricavano estratti ricchi di ederagina una saponina con proprietà analgesiche ed antiinfiammatorie, favorendo la riduzione del dolore legato alla cellulite e migliora il quadro generale.

Spirea
Ricca di flavonoidi, tannini,spireina, salicilina,cumarine, vitamina C. Alta la proprietà antiinfiammatoria soprattutto per le fasi avanzate della cellulite.

Incenso
Resina che contiene olio essenziale, derivati terpenici acidi bowsellici con notevoli proprietà antiinfiammatorie, quindi ottima per contrastare l'infiammazione dovuta a ristagno di liquidi.

Fucus vesiculosus
Alga ricca di iodio, quindi aiuta la degradazione dei lipidi locali.
A causa dell'alta percentuale di iodio contenuta non è indicata in caso di ipertiroidismo, nelle donne in gravidanza o in allattamento.

Consigli generali


Il corpo va ascoltato sempre..i segnali di disequilibrio talvolta sono impercettibili e quindi anche la cellulite dovuta a regolazioni epigenetiche errate deve essere considerata, trattata tutto l'anno con alimentazione giusta, movimento, nutrendosi di emotività sana. Tutte le emotività sono importanti, determinante è saperle lasciare fluire, raggiungere il loro culmine per poi ridiscendere. Ogni trattenere diventa un accumulo tossico per corpo e mente.
Anche per cose così semplici, come la cellulite non demandate e pillole o impacchi miracolosi. La guarigione ed equilibrio nasce sempre da come percepiamo e viviamo il nostro ambiente.
La cellulite infatti come visto è legata a tanti fattori emotivi scatenanti, a tanto disequilibrio alimentare, a come nutriamo il corpo sia con il mangiare materiale sia emozionale.








Alcune fonti:
https://www.darshanatura.it/blog/leggi/825/9
http://www.ayurvedaitalia.it/post.php?id=215
http://www.ansa.it/saluteebenessere/notizie/rubriche/estetica/2012/05/18/Scoperta-origine-cellulite-cambiano-cure-_6890830.html
http://amelioretasante.com/les-aliments-qui-sont-lorigine-de-la-cellulite/
http://www.rivistainforma.it/i-danni-sulla-tiroide-dell%E2%80%99uso-ed-abuso-di-diete-e-creme-cosmetiche/

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.