Cerca nel blog

2016/02/13

UOMOFORMAZIONE: TRA GENDER E TRANSUMANESIMO



Il confine tra la libertà e la manipolazione, il confine fra i diritti umani ed il sopruso, il confine della morale.. cosa è poi la morale?
Da una situazione entrata a passo felpato e quasi ponendo in attacco le istituzioni.. si è passati ad una situazione di necessità.. per difendere i diritti di libertà dell'uomo, di uguaglianza civile.
Persino la Chiesa.. così sempre schierata si pone fra gli ignavi ma sarà veramente così.? Veramente lo schierarsi inizialmente contro il gender per poi  ritrovarsi a dire che non desidera entrare in "questioni laiche" sulla sessualità (non celebrando messe " per quelli" del family day")sono veramente frutto di una naturale confusione?

Ho i miei seri dubbi..
Trasformazione di una realtà, un' Uomoformazione potremmo chiamarla.. che cresce e si sviluppa di pari passo ad una Terraformazione.. per raggiungere cosa? i diritti civili?
Si tratta veramente solo di una estremizzazione della libertà?
Una realtà dove il consumo di interferenti endocrini è altissimo, una realtà in cui i vaccini portano alla sterilizzazione..una realtà che spinge senza ombra di dubbio verso un' asessualità conclamata, dove il risveglio del Principio Maschile e Femminile vengono tenuti lontani..dove l' asessualità viene spacciata per la ricostituzione dell'Androginino Primordiale , e ricomposizione dell'uno..imbellettandola di tanti "sani principi" di libertà ed uguaglianza.., mi spaventa, mi preoccupa e mi lascia  tanti interrogativi.

Quello che vedo è la distruzione dell'Umanità, ed uno dei mezzi è attraverso la distruzione della sessualità.. una sessualità al fine della procreazione.
Sessualità che ha in se sempre racchiuso un aurea religiosa( nel senso ampio del termine).. che porta alla vera commistione fra Uomo e Donna, alla commistione del Shiva e Shakti dello Yin e Yan.. ma che può avvenire solo nel riconoscimento della diversità, nel riconoscimento del bianco e nero, del Principio Maschile e Femminile.. di queste due energie.. del fotone e dell' antifotone.

La dicotomia maschile femminile è nella natura e nei fatti: simbolicamente Luna (madre) Sole (padre), Terra (madre) Cielo (padre).

Lettura correlata: BLACK STAR: RELIGIONE ED ESTASI ATTRAVERSO IL FEMMININO

Quando mesi fa venne fuori tutto lo scalpore del Gender le parti erano chiare: chi contro -  chi a favore (non riconoscendone un problema).
A questo "dramma" ,con molta intelligenza, è stata insinuata la questione gay, lesbiche,family day, diritti dell'uomo, uguaglianza.. tutte questioni che ,perdonatemi, in realtà con il gender ed il protocollo OMS non dovrebbero minimamente rientrarci... si stava parlando di altro.. ed invece l'hanno fatta diventare una cosa sola, strumentalizzandola e tacciando così di omofobia chi solo si poteva permettere di pronunciare gender, sessualità, oms..

Anticipare i tempi, anticipare i linguaggi,le azioni.. anche attraverso libri, immagini di una sessualità spinta, e di una libertà sessuale, in realtà non ha niente a che fare con l'insegnare al bambino educazione sessuale.

SOVRACCARICO EMOZIONALE INFORMATIVO DEI BAMBINI

Insegnare il rispetto non vuol dire imbottire il bambino di tante nozioni e fatti che neurologicamente non è in grado di gestire.

Si avrà il soffocamento con input di una mente così giovane... incapace di elaborare così tanti processi, poichè a 4 anni la sua memoria ipotalmica funziona da poco..
Le stesse neuroscienze, tanto care a questa uomoformazione, hanno dimostrato (grazie agli studi di Kandel) che non esiste un solo sistema di memoria, quello che comunemente chiamiamo a lungo termine o memoria esplicita, ma sino ai due anni, dove il mondo è sensoriale, si vanno a creare una serie di ricordi immagazzinati in una memoria implicita, più profonda, gestita dall'amigdala.La memoria esplicita si è formata da solo 2 anni.. e noi agiamo su di lei attraverso un'universo di imput informativi che si scontrano con una memoria archetipa sensoriale..
A 4 anni iniziando il lavoro d'informazione sessuale imposto secondo l'OMS andiamo a creare una banca dati nel cervello del bambino che esploderà come una bomba nella confusione sessuale e quindi di identità.

Non solo, il continuo conflitto di identità, l'obbligo di elaborazione di sempre maggior dati porterà, come vedremo dopo e già discusso più volte, a quello che è stato definito InfoDementia Syndromes (IDS) che alla meno peggio porterà alla depressione (vedi i casi sempre maggiori) per arrivare a patologie come
l' Alzheimer...perchè il sovraccarico di informazioni a cui siamo soggetti distruggerà l'equilibrio della mente creando un disorientamento inimmaginabile.

Tutti non siamo tutto.
Tutti siamo il tutto.. che è ben diverso..

Arrivare alla comprensione che noi siamo il tutto è arrivare alla comprensione profonda di sè come essere divino, di piena energia.

La nostra mente razionale,in questo lo sappiamo, può essere sfamata..
con LA MATRIX ENERGETICA
É quanto ci riporta la fisica quantistica, ovvero che siamo interconnessi perchè esiste una sorta di matrice energetica-informatica archetipa che sottende il tutto.
La fisica quantistica infatti porta luce alle radici del mondo..mostrando che oltre alla realtà sensibile e visibile ai nostri occhi, grazie alla quale possiamo fare esperienze ed evolvere,esiste una realtà quantica dove tutto è interconnesso, interdipendente, dove vuoto e solidità non esistono.
Grazie infatti agli studi di Hameroff (anestesiologo e docente presso l'Università dell'Arizona) ed agli studi sui microtuboli si è potuto dimostrare come la fisica quantistica non sia solo qualcosa relegato ad esperimenti al CERN ma trasportabile sulle computazioni della nostra mente.
 

Ed ancora
ENTAGLEMENTE E BOSONE DI  HIGGS

Altri due elementi che fanno da supporto all'idea che siamo inseriti in una rete energetica e siamo interconnessi.


Idea che ripeto sottende le religioni antiche primordiali e sciamaniche.
Un mondo fatto di particelle ed energia in continua interazione, dove il principio di NON LOCALITÀ- BILOCAZIONE ed INTERAZIONE ISTANTE sono la regola e non l'eccezione.
Un mondo spirituale dove la materia è apparenza e la vera realtà è nell'invisibile unione. (Malanga)

Incredibile comunque come la nozione di come tutto sia collegato per una rete sottile, invisibile sia materia"nuova per la scienza" (ancora fatica a riconoscerlo e divulgarlo) e così antica per la saggezza spirituale.

Il raggiungimento di quello che Malanga chiama Evideon, L'UNIONE DEL FOTONE AD ANTIFOTONE, riunirsi per diventare nuovamente l'UNO.. non vuol dire che noi siamo tutto grazie a qualcosa di esterno che andrà a modificarci, grazie al nuovo-vecchio che ci porterà o riporterà all'annientamento dell'essere, dell'umanità per innalzarci-abbassarci a mera macchina non feconda e non procreatrice.

A quel punto il nostro grande dono.. di procreare, verrà cancellato e gestito.


Siamo in piena confusione, dominati dall'Ego che ci porta a credere ad una immortalità, divinità da trovare esternamente (con la tecnologia..) e quindi portarla in noi.
In realtà l'immortalità e divinità sono in noi.. come un ologramma che compone ogni nostra cellula.
In un suo discorso Jogi Bhajan disse:

"Annullare l'ego, in modo che noi possiamo servire ed essere serviti dal tutto". In un ciclone bisogna andare nel suo occhio per sfuggire al suo potere turbolento.In un'Era turbinante di cambiamenti caotici, la strada verso il centro della tempesta è attraverso la mente neutrale (non esiste dualità, tristezza o felicità..) che è quindi in grado di domare le reazioni consce ed inconsce dell'ego.
Un senso di IDENTITÀ basato sul sottile ed infinito che è dentro e fuori di noi, che ci pervade e forma.

Siamo fatti diversamente..su questo si dovrebbe puntare.. ma non discriminando, anzi esaltando la bellezza dell'individualità, rispettando la differenza..
Siamo biologicamente fatti diversamente uomini e donne.. e le neuroscienze ci vengono ben incontro, dimostrandoci che non è solo questione di "cultura" e stile di vita...
Uomini e donne hanno aree del cervello ben distinte, attivazioni neurali ed ormonali ben diverse.. e soprattutto un apparato sessuale ben differente.
Spiegare con una buona educazione sessuale le diversità, l'orgasmo femminile, l'orgasmo maschile la costituzione, la maternità,... farà si che non ci siano ragazzi e ragazze impauriti della loro trasformazione da adolescenti a uomini e donne.
Il sesso non è più un fatto, ma un’invenzione sociale , imposta dalla società maschilista., così viene ormai visto.


La sessualità ha talmente tante sfaccettature, interazioni con l'essere che non possiamo ridurlo a mero atto di scarico.

La sessualità è fusione, commistione, la sessualità determina biologicamente come abbiamo ampiamente visto la personalità dell'essere.
Con la sessualità gli ormoni che vengono rilasciati sono così importanti che vanno ad innescare a ruota connessioni neurali, generando senso di appartenenza, amore, potere,trascendenza...

Sessualità è anche procreazione.. la procreazione a sua volta è interconnessione.
Siamo così avanti con le neuroscienze, la neuroimaginig, la biogenetica.. che non possiamo chiudere gli occhi difronte all'evidenza..difronte alla matrix che ci avvolge.
Estrapolando solo il progresso "meccanico" ci ritroviamo allo scarno utero in affitto.. senza inglobarlo in un processo olistico dell'uno.

La società in cui viviamo è il nostro specchio..dobbiamo imparare da ciò che ci riflette.. perchè quello siamo noi.

Il rispetto di noi stessi, la profonda comprensione di noi.. porta alla profonda accettazione dell'altro che trascende sesso, colore, schieramento, e soprattutto non deve diventare dominio di pensiero.
Il rispetto dell'omosessualità prescinde..
Il rispetto non deve diventare omologazione .

Il protocollo OMS è stato messo in atto perchè venga applicato con i tempi e modalità dovute rispetto ai singoli Stati.. quindi noi  siamo "propensi" nel pensare che "a noi non tocca"..
In realtà fate un passo indietro di un anno.. e guardate tutti i cambiamenti che ci sono stati IMPOSTI.. dal linguaggio, alle immagini, dall'istruzione, alle istituzioni... tutto spacciato per rispetto della libertà.

Vi mostro cosa sta accadendo in paesi dove il protocollo era già in atto da tempi.

abcnews.go.com










Sicuramente l'Italia risulta molto indietro ma in  quasi tutto il resto dell'Europa la situazione è molto più avanti..

Svezia, nel 1955 fu il primo Stato europeo a rendere obbligatorio l’insegnamento in tutte le scuole, si legge in Sexuality Education in Europe, studio finanziato dalla Commissione Ue.
Nel 2011 nelle scuole è arrivato Sex på kartan, cartoon dai contenuti espliciti prodotto dalla Riksförbundet för sexuell upplysning,

Danimarca, lezioni con prostitute e omosessuali. Obbligatoria dal 1970, in Danimarca la materia è stata inserita nel 1991 nei programmi della scuola primaria e del primo anno delle superiori


Olanda, si comincia a 4 anni. I primi programmi nascono negli anni ’60 e i più importanti oggi in vigore sono due: Relationship and Sexuality per le elementari e Long Live Love per i corsi successivi. Creato nel 1990 e adottato nel 2010 da circa 350 scuole (il 10% del totale) per un totale di 70 mila alunni, R&S è rivolto ai bimbi tra i 4 e i 12 anni e prevede 50 ore di lezioni

IL PROTOCOLLO OLANDESE E SOSPENSIONE DELLA PUBERTÀ

Protocollo olandese, la disforia di genere, e Centri di controllo per la sospensione della pubertà.
Non pensate che sia lontano da noi, visto che l'ospedale Careggi di Firenze  tempo fa ha richiesto l'applicazione di questo protocollo anche presso la propria struttura!!!

Si tratta di interruzione di pubertà, da parte di piccoli pazienti intorno ai 12 anni, o addirittura ancora bambini potenziali transgender. Ciò avverrebbe attraverso la somministrazione di soppressori ormonali, che bloccano la comparsa dei caratteri sessuali secondari, per poter dare il tempo di diagnosticare la disforia di genere.

Come sostengono gli operatori di queste cliniche:

Questo non è un’adulterazione della natura, semplicemente un diritto alla felicità. (la stessa felicità a cui mira come vedremo il transumanesimo)

Gender un aspetto dell'uomo formazione

A vederla da fuori la clinica dove è stato inventato il «Protocollo olandese» non sembra particolarmente rivoluzionaria, il VU Medical Center, alla periferia di Amsterdam, ha sviluppato un metodo per presa in carico di teenager con la disforia di genere che prevede anche la «sospensione della pubertà» dopo i 12 anni.
Farmaci appositi bloccano la produzione degli ormoni sessuali e, dopo un periodo che può arrivare al massimo a 4 anni, se viene confermata la diagnosi di disforia di genere gli adolescenti sono reindirizzati, grazie a un’altra terapia ormonale, verso la pubertà dell’altro sesso.

Tra le pazienti più famose della clinica c’è Valentijn de Hingh, 24 anni, modella e giornalista olandese. «Ho iniziato a prendere i soppressori quando avevo 12 anni e così ho evitato la pubertà maschile: non mi è mai cresciuta la barba né il pomo d’Adamo — racconta —. Tutto questo mi ha permesso di acquisire un aspetto più femminile quando, a 16 anni, ho iniziato a prendere gli ormoni dell’altro sesso. E non ho dovuto affrontare operazioni dolorose in seguito». Dopo i 18 anni, come prevede la legge Valentijn ha poi fatto la rettificazione del sesso.


Racconta Valentijn de Hingh: «I soppressori della pubertà non mi hanno cambiata. L’unica differenza era che tutti intorno a me, stavano maturando mentre io sono come rimasta indietro. Finché non ho compiuto 16 anni mi sentivo un po’ più bambina dei miei compagni che stavano cambiando aspetto e modo di comportarsi. Ma non era niente rispetto alla prospettiva di vedermi crescere la barba o il pomo d’Adamo»

«Il nostro protocollo ha fatto scuola a livello internazionale: è stato adottato in Canada, negli Stati Uniti, in Australia, in Giappone e in molti paesi del Nord Europa, come Germania e Gran Bretagna» dice la psichiatra Annelou de Vries, coordinatrice del Center of Expertise on Gender Dysphoria, che assiste il 98% dei pazienti transgender in Olanda.



VERA CONFUSIONE DI GENERE O CONFUSIONE NATURALE DI CRESCITA?

Il principio base su cui viene portato avanti questo progetto è che ci sono tanti bambini che non sanno chi sono..

" I maschi biologici hanno paura che cambi loro la voce, che cresca la barba. Le femmine temono di vedersi spuntare il seno. È un malessere concreto, destinato a lasciare tracce persistenti nella vista di questi teenager, che hanno tassi molto più alti della media di ansia, depressione, pensieri suicidi, disturbi alimentari. Molti si chiudono in sé stessi, iniziano ad avere problemi a scuola, sono esposti a episodi crescenti di bullismo."

Poniamoci una domanda..

Ma se per decenni  quella società ( e presto la nostra)  ha portato ad una promiscuità, ad insegnare ai bambini sin dall'asilo a vivere entrambi i sessi.. vestendosi, giocando, parlando, leggendo senza spiegare le differenze.. non pensate sia il processo naturale la confusione?

giocare all'essere nulla, il neutro.. non porta al chiedersi chi sono? ma lo voglio veramente?

Cosa vuol dire voglio esserlo veramente??
Tutti abbiamo dubbi su chi siamo.. ma portare il dubbio di una condizione energetica(ida-pingala) alla normalità penso nasconda in sè ben oltre che il desiderio dell'accettazione di sè e dell'altro...

Qui ritorniamo chiaramente al discorso fatto prima sulla quantità di input che vengono imposti ai bambini sin dalla tenera età, quando la loro memoria ipotalmica è appena formata, dove la memoria amigdaloidea è ancora forte, quando le loro connessioni neurali sono ancora vergini.
Sovraccarico informativo di confusione genera confusione e depressione, quindi ansia, quindi rilascio a cascata di ormoni che vanno a determinare comportamenti forti verso se stessi, verso gli altri.. nostro specchio nebuloso.

Insegnare il rispetto alla diversità questo serve.
Se un bambino dai 4 ai 12 anni viene fatto crescere nella confusione e non conoscenza del maschile e femminile, accelerando i tempi naturali della conoscenza e scoperta..e nella non accettazione della trasformazione,ovviamente si avranno microtraumi.
E' come una bambina a cui arriva per la prima volta il ciclo.. se non è stata preparata ovvio che sarà potenzialmente traumatico..questo non vuol dire che con la scusa.. "NON FACCIAMO PATIRE I NOSTRI BAMBINI ALCUN TRAUMA" togliamo o rimandiamo il mestruo.. a data da stabilire!!!

«La sospensione della pubertà serve per prendere tempo per arrivare ad una diagnosi accurata e ad un’età in cui si può fare una scelta consapevole, migliorando nel frattempo il benessere psicologico degli adolescenti» dice De Vries. I medici olandesi hanno iniziato a seguire bambini e teenager transgender nel 1987, dapprima a Utrecht e poi ad Amsterdam: circa 80 all’anno divisi in egual misura tra bambini e adolescenti (l’età media è rispettivamente 8 anni per i primi e 14 per i secondi).


«I bambini che arrivano da noi non solo hanno comportamenti, interessi e preferenze che la società etichetta come tipiche del sesso opposto, ma non si identificano nel proprio sesso – spiega Thomas Steensma, psicologo che lavora nella clinica di Amsterdam con De Vries –. Di solito qui in Olanda i genitori li portano non perché vogliano cambiarli, ma perché i figli esprimono un disagio e loro vogliono sapere di più sul loro sviluppo, essere sicuri di prendersene cura nel modo giusto. Spesso sono bambini “femminili” a cui piace giocare con le bambole e mettersi vestiti da bambina, o bimbe che dicono: da quando ho sei anni guardo i ragazzi e penso che voglio essere come loro». Non è molto diverso da quello che Angelina Jolie ha raccontato di recente a proposito di sua figlia Shiloh Pitt, che a otto anni appare in pubblico vestita «da maschio»: «Si sente un ragazzo, si fa chiamare John. Abbiamo deciso di assecondarla tagliandole i capelli e vestendola da ragazzo».

Il loro il protocollo prevede una servizio di consulenza psicologica, che segue anche i genitori: «Per la maggior parte dei bambini questa è solo una fase, che in molti casi (ma non necessariamente) sfocia in una successiva omosessualità: nella nostra clinica solo tra il 22 e il 30% dei bambini diagnosticati persiste nella disforia di genere anche da adolescente. Per questo nell’infanzia bisogna lasciare tutte le strade aperte, cercando di mettere i bimbi più a loro agio possibile. Ma non interferire in nessun modo con il loro sviluppo naturale», raccomanda.

"Non interferire con il loro sviluppo naturale.."

Ma non si sta facendo proprio questo?

Le richieste degli adolescenti

È solo con i 12 anni, in età puberale, che il protocollo olandese prevede l’uso di farmaci. La pubertà è uno dei periodi più difficili per le persone transgender: «La disforia di genere si intensifica perché devono confrontarsi con il loro corpo che cambia e con le nuove relazioni tra coetanei – dice Steensma –: le differenze tra ragazze e ragazzi diventano più marcate, gli adolescenti iniziano a innamorarsi e a vivere la sessualità. Tutto questo riaccende l’incubo di non riconoscersi nella propria anatomia». I maschi biologici hanno paura che cambi loro la voce, che cresca la barba. Le femmine temono di vedersi spuntare il seno. È un malessere concreto, destinato a lasciare tracce persistenti nella vista di questi teenager, che hanno tassi molto più alti della media di ansia, depressione, pensieri suicidi, disturbi alimentari. Molti si chiudono in sé stessi, iniziano ad avere problemi a scuola, sono esposti a episodi crescenti di bullismo.

L’età media in cui gli adolescenti vengono indirizzati alla clinica di Amsterdam è di 13 anni per i maschi e di 14 per le femmine. Spesso si presentano ai medici con la richiesta esplicita di «cambiare sesso»: dice De Vries. Tre quarti di loro riceve effettivamente la diagnosi di disforia di genere e, se ha il sostegno della famiglia, può quindi iniziare la terapia per bloccare la pubertà: farmaci che fermano la produzione degli ormoni sessuali e quindi impediscono la piena maturazione sessuale e lo sviluppo dei cosiddetti caratteri sessuali secondari . Voce, barba, pomo d’Adamo nei maschi, seni e fianchi nelle femmine. «Noi la consideriamo un’estensione del periodo diagnostico, non l’inizio della fase di riassegnazione del genere. Anche perché questo tipo di terapia è del tutto reversibile», dice de Vries.

«Sono farmaci sicuri, che vengono già usati da oltre 30 anni per i bambini che soffrono di pubertà precoce. Ci sono però degli effetti collaterali – illustra Daniel Klink, endocrinologo del centro che segue gli aspetti fisici della terapia –: mal di testa e vampate nella fase iniziale, che poi scompaiono; un innalzamento della pressione in meno di un paziente su tre». La conseguenza maggiore riguarda però lo sviluppo delle ossa: «Dagli ormoni sessuali dipende anche il loro rafforzamento – spiega Klink –. Con i farmaci che sospendono la pubertà le ossa non assumano calcio, ma ricominciano a farlo quando si prendono gli ormoni dell’altro sesso. Così questi adolescenti accumulano un piccolo ritardo, anche se i loro valori di calcio sono comunque nell’intervallo normale. Si tratta di vedere se questo può portare problemi dopo i 60 anni».


Anche secondo gli esperti di Amsterdam i vantaggi che si hanno dalla sospensione della pubertà sono tanti e tali da giustificare il ritardo nello sviluppo: «I risultati sono impressionanti: sia psicologici che fisici – afferma Annelou de Vries –. Già senza nessun tipo di trattamento per la rettificazione, il funzionamento psicologico migliora: gli adolescenti hanno meno problemi a scuola, con i compagni, nel loro ambiente sociale». «Significa che calano i pensieri suicidi, l’ansia, i sintomi depressivi: in generale diminuisce la sofferenza psicologica» conferma Thomas Steensma.



Il senso depressivo in età così precoce come detto all'inizio è sostanzialmente legato al senso di confusione.. che proiettato all'esterno porta alla non comprensione, accettazione di sé quindi dell'altro che funge da nostro specchio.

Sospendere la transizione per capire un normale processo fisiologico è come dire ad un bruco sospendi o meno il processo perchè ti spaventa diventare farfalla..
Creare uno stato di angoscia e di dubbio generalizzato dando origine a vere strutture di uomoformazione vuol dire alterare il processo naturale.


Arrivare all'identità neutra ancor meno.

Solo a 16 anni, se si sentono pronti, i pazienti possono iniziare ad assumere ormoni dell’altro sesso: mascolinizzanti se sono nate ragazze, femminilizzanti per i ragazzi (le operazioni chirurgiche per la rettificazione del sesso, come l ricostruzione genitale o la mastectomia, si possono invece fare solo dopo i 18 anni, contrariamente a quanto succede, per esempio, negli Stati Uniti).

La terapia ormonale è un passaggio fondamentale, perché è solo in parte reversibile. «Aspettiamo i 16 anni, l’eta del consenso medico in Olanda, perché a 12 capire gli effetti a lungo termine della riassegnazione del genere è difficile: è complicato far comprendere a un dodicenne le conseguenze sulla sterilità, sulle sue relazioni romantiche o sulla salute in generale. A 16 anni, anche se si è ancora giovani, è già diverso».

.. e poi arriviamo al genere neutro.

Non è storia di qualche fumetto.. ma reali storie di ragazzi che vivono questa sessualità con una confusione tale da non riconoscersi in nulla..

Vedi la storia di Gieselman dove l'"etichetta" lui o lei standole stretta ha richiesto da parte delle Istituzioni scolastiche e dei suoi amici l'utilizzo di "loro"..


Tutto questo attento lavoro per togliere l'uomo dal dolore donandogli la piena libertà e felicità, sta diventando un lavoro così meticoloso che tutto vedo, fuori che un processo naturale.. anche perchè "quanto è giusto che il progresso medico "alteri" la percezione del Sè?"

Far leva sulla nostra Umanità per distruggere l'Umanità

ed arrivare ad un Transumanesimo.
Uomoformazione, Terraformazione voluti da chi? perchè?

L'ideologia transumanistica avrebbe avuto anche un fondamento filosofico, l'eudemonismo, una dottrina morale che poneva il raggiungimento della felicità quale fine naturale dell'esistenza umana.
Julian Huxley nel 1957 coniò questo termine definendolo come "l'uomo che restando uomo trascende se stesso, realizzando nuove potenzialità per la sua natura umana".
In realtà il transumanesimo è andato ben oltre, non si è fermato al miglioramento delle facoltà individuali ma alla realizzazione di nuove potenzialità.


A quale prezzo?

Gli individui rinunciano alla loro identità, al libero arbitrio, alla riservatezza dando origine ad una matrix parallela, non più solo interconnessione energetica e biologica.. una interconnessione tentacolare incarnata nell'apparato informatico.

Così nuovi canoni sono arrivati.. canoni di bellezza (chirurgia plastica), canone di vita dove la vecchiaia non è più contemplata, dove la morte non dovrà essere più contemplata.
Nuovi canoni di fisicità, nuovi canoni di sessualità, nuovi canoni di intelligenza.

Canoni dove l'individualità, la spiritualità, la trascendenza, l'energia seppur dimostrati dalla stessa neuroscienza e neurotecnologia.. vengono accantonati, deviati e manipolati per arrivare dove? O forse per ritornare a quale punto?

Stiamo rinnegando ogni forma di dio, di guru.. in realtà lo stiamo solo sostituendo.
Stiamo sostituendo la spiritualità alla computerizzazione.
L'umanità alla postumanità.

Il futurista Alvin Toffler affermò nel 1970:

Il crollo delle attività umane sotto un notevole peso dell'informazione può avvenire, in relazione alla psicopatologia, in modi che non si è ancora iniziato ad esplorare. Ebbene anche senza capire il suo potenziale impatto noi stiamo accelerando il cambiamento della società.
Stiamo forzando le persone ad adattarsi ad un nuovo ritmo di vita,ad affrontare nuove situazioni e dominarle in tempi sempre più brevi" (Toffler, Alvin, Future Shock Random House 1970)

Nel 1995 un articolo del Wall Street Journal scrisse:

Ai seminari per dirigent tenuti da Steven Berglas, psichiatra dell Harvard medical School, la sessione per l'esaurimento per induzione tecnologica è ora una delle più popolari. Le persone non ammettono di essere sopraffatte, dice il dott. Berglas, "Questo è il motivo per cui stanno impazzendo"

Nel 2016 l'Oms fa scattare l'allarme:

In tutto il mondo la DEPRESSIONE colpisce 350 milioni di persone e provoca 850.000 morti ogni anno. Secondo alcune stime nel 2020 rappresenterà la seconda causa di disabilità lavorativa, anche perché la stretta correlazione tra perdita del lavoro, povertà e malattia è dimostrata scientificamente, con una crescita dello 0,79% del tasso di suicidi per ogni aumento dell'1% nel tasso di disoccupazione. Eppure con la giusta diagnosi, un trattamento farmacologico e la comprensione della società si può quasi sempre guarire


Siamo disposti ancora ciecamente a seguire questa strada verso la distruzione della nostra Umanità per il raggiungimento di una stato di felicità artificiale?


UOMO E POSTUOMO


Che cos'è un postumano?

Secondo i transumanisti un postumano è il discendente di un essere umano che è stato incrementato fino al punto di non essere più un essere umano. Molti transumanisti aspirano a tale condizione.
Una volta raggiunto lo stadio postumano, le capacita’ intellettuali e fisiche saranno di molto superiori a quelle di un essere umano non incrementato. Un essere postumano sarà più intelligente di ogni genio mai vissuto e avrà una memoria infallibile. L’organismo postumano non sarà suscettibile alla malattia e non subirà l’invecchiamento. Energia, vigore e gioventù saranno illimitate. La capacità di provare emozioni, piacere ed amore potrebbe anche essere amplificata, così come la capacità di apprezzare la bellezza artistica. Stanchezza, noia, irritabilità sarebbero sotto il nostro controllo. (capacità che in realtà è già in mano nostra.. basterebbe imparare a dominare la mente e non esserne dominati).

I mezzi con i quali i transumanisti sperano di raggiungere lo stadio postumano includono, ma non solo, i seguenti:
  • nanotecnologia molecolare
  • la cosiddetta ingegneria genetica, 
  • l’intelligenza artificiale (alcuni pensano che i primi postumani saranno un prodotto proprio dell'intelligenza artificiale), 
  • medicinali per il controllo dello stato d’animo, 
  • terapie anti-invecchiamento, 
  • interfacce neurologiche, 
  • strumenti avanzati per la gestione delle informazioni, 
  • medicinali per l’incremento mnemonico, 
  • computer portabili/indossabili, innovazioni di carattere economico (vedi Idea Futures, Collaborative Information Filtering) e 
  • tecniche cognitive. 

Si tratta, quindi di innovazioni di carattere tecnologico o sociale che contribuiscono al benessere generale dell’umanità e, allo stesso tempo, ci portano più vicini alla nostra destinazione transumanista.

I postumani potrebbero essere completamente sintetici (fondati su intelligenze artificiali) o potrebbero essere il risultato di una serie di incrementi parziali effettuati su esseri umani biologici o su esseri transumani. Certi postumani potrebbero persino decidere di sbarazzarsi dei propri corpi e di vivere all’interno di supercomputers, assumendo la forma di informazione pura.

E’ stato detto che è impossibile per noi esseri umani, immaginare come potrebbe essere la condizione postumana. Gli esseri postumani potrebbero intraprendere attività ed avere aspirazioni che noi non possiamo nemmeno cominciare ad immaginare.

TRANSUMANESIMO GENDER

Gli umanisti sostengono l’importanza del singolo essere umano, del pensiero razionale, della libertà, della tolleranza e della democrazia.

I transumanisti concordano con tutto ciò ed aggiungono una forte enfasi su quello che, potenzialmente, potremmo divenire.


Propongono come possibile e desiderabile l’alterazione della condizione umana usando ragione e tecnologia, quindi abolendo l’invecchiamento ed aumentando le capacità intellettuali, fisiche e psicologiche della razza umana.

Definendo i transumani come la prima manifestazione di nuovi esseri evoluti, si sostiene che i segni della transumanità includeranno gli impianti corporali, l’androginia, la riproduzione asessuale e l’identità dispersa.
Fonte: www.transumanisti.it

IDENTITÀ DISPERSA ED AUMENTO DEL SENSO DI DEPRESSIONE

La nostra capacità di immagazzinare è notevole.
Il numero di connessioni neurali è di bilioni ma la capacità di elaborare le informazioni dei nostri sensi e di immagazzinare le informazioni dell'esperienza sono severamente limitate.
Il processo non è solo elettrico è anche chimico.
Gli scienziati stimano che il cervello umano possa elaborare ed integrare informazioni trasmesse dai sensi alla velocità di 50 bits al secondo.
Peccato che servano oltre 100 milioni di bits al secondo per creare una semplice immagine alla tv!!
L'accumulo, l'accelerazione di elaborazione dati porterà al tilt.
Il tilt porta come detto prima alla sindrome in InfoDementia IDS :stress, esaurimento,fatica cronica, confusione, depressione,debolezza, astenia..sino a patologie come l'Alzheimer.

Tutte condizioni che fanno da substrato alla mancanza di IDENTITÀ.

Crisi Esistenziale e Crisi d’Identità sono due termini che si possono sovrapporre in quanto la Crisi Esistenziale interviene di solito proprio durante una profonda Crisi di Identità della Persona. La nostra vita infatti si esprime attraverso varie identità (Senso di Sé), tra le quali vi sono le identità affettive: siamo figli, padri, madri, fratelli, amici, partner sentimentali; e le identità sociali, ovvero i vari ruoli che interpretiamo nella società: il medico, l’idraulico, il muratore, l’impiegato postale, ecc.
Ad ogni ruolo corrisponde una microidentità. L’insieme delle microidentità compone la Persona in cui riponiamo la nostra identità esistenziale.

La crisi in una di queste identità, se colpisce il senso profondo del nostro essere Persona, provoca la crisi esistenziale. In questo caso viene ad incrinarsi il senso stesso della nostra presenza nel mondo (tratto dal dott. R. Barbrumi).

E portare questa confusione con una mancanza di identità sessuale innesca un processo a catena.

Un senso di depressione inoltre che è stato reso veramente patologico, normalizzato, globalizzato. La depressione sempre più imposta come condizione patologica dello stato naturale d'ansia, di trauma o preoccupazione.

Se leggiamo il protocollo OMS sul Piano d'Azione della salute mentale 2013-20120 troveremo questo..

"A seconda del contesto locale alcuni individui e gruppi sociali sono molto più a rischio di altri di soffrire di disturbi
mentali.
Questi gruppi vulnerabili sono per esempio (ma non necessariamente) i membri delle famiglie che vivono in situazioni di povertà, le persone affette da malattie croniche, i neonati e i bambini abbandonati e maltrattati, gli adolescenti che fanno uso per la prima volta di sostanze psicoattive, le minoranze, le popolazioni indigene, le persone anziane, le vittime di discriminazioni e violazioni dei diritti umani, lesbiche, gay, bisessuali e transgender, i prigionieri e le persone che vivono situazioni di conflitto, catastrofi naturali o altre emergenze umanitarie. L’attuale crisi finanziaria mondiale è la dimostrazione di come un fattore
macroeconomico comporti ingenti tagli a dispetto di un concomitante e più forte bisogno di servizi sociali e di servizi di salute mentale a causa dell’aumento dei disturbi mentali e dei suicidi e dell’emergere di nuovi gruppi vulnerabili (ad esempio i giovani disoccupati). In molte società i disturbi mentali legati all’emarginazione, all’impoverimento, alle violenze e maltrattamenti
domestici, all’eccessivo carico di lavoro e allo stress inducono crescente preoccupazione, soprattutto per la salute delle donne"
"Le persone con disturbi mentali sperimentano tassi di disabilità e di mortalità notevolmente più elevati rispetto alla media."
Descrizioni di gruppi sociali deboli dove in realtà ognuno di noi si può rispecchiare.. perché hanno descritto l'intera società umana.
Cosa vuol dire? che tutti dobbiamo incanalare i nostri neuroni nel riconoscerci depressi??

Cosa porta anche la depressione ..? porta all'assunzione volontaria o no di psicofarmaci, oltre che ad un calo di attivazioni neurali.
Cosa porta l'assunzione di psicofarmaci? oltre alle tante controindicazioni.. abbiamo CALO DELLA LIBIDO..

Come spiega bene la Psichiatra Enrica Poli la sessualità è una componente importantissima sia per la salute dell'uomo sia della donna.. senza la quale non si possono attivare parti cerebrali, senza la quale molte cascate ormonali non si avrebbero.. grazie alla quale si determina con il rilascio di Omocisteina..  
il senso di appartenenza.

L'orgasmo maschile e femminile hanno un senso biologico quasi archetipo di commistione.. di così perfetta commistione per portare l'Uomo all'Uno.. all'appartenenza, alla consapevolezza..

Cosa porta l'asessualità?

Si arriva alla non procreazione.
Si arriverà alla creazione di esseri che prescindono l'unione, il sesso uomo donna, creazione di esseri "artificiali".

Umberto Veronesi: “L’amore omosessuale è quello più puro, perché non è legato alla procreazione ”

Utero in affitto...

Lettura correlata: UTERO IN AFFITTO È MATERNITÀ? quali implicazioni comporta alla madre ed al bambino?

La procreazione è forse impura ?





Genere evoca cultura, mentre sesso suggerisce natura.
L'annientamento, il lavoro di trasformazione che è stato fatto nei secoli sulla donna e sull'uomo ha portato, contribuito a tutto ciò che vediamo oggi.

La donna da un archetipo di Femminino sacro è stata volutamente segregata,tacciata di negatività..la sua sessualità repressa.. arriviamo persino a giorni in cui doveva fingere di non avere un orgasmo perchè altrimenti era una peccatrice.
Poi le è stato detto che poteva averlo, come, quando e quanto.. e così è arrivata una donna che ha dovuto fingere d'averlo.. secondo le esigenze imposte dalla donna libera..
Risultato? Una donna in piena confusione.. dove la divinità della sua figura è stata calpestata e volutamente soffocata.
La sacralità della sua creatività in quanto creativa, procreativa.. è stata talmente sminuita nella sua essenza.. che oggi troviamo questo "senso di parità dei diritti" esteso persino a questo.

Stesso discorso dell'uomo.
L'uomo come principio creatore,colui che completa e forma la donna è stato prima reso dominatore.. originando la figura di un uomo in preda solo della sua mascolinità.. ora un uomo che in cerca di libertà e diritti non sa più chi è.

Ragazzi allo sbaraglio..persi nella nebbia, nella fluidità dell'essere.
Una fluidità che porta solo incertezza e non consapevolezza.
Una fluidità che porta il non essere.


Cosa vuol dire essere genitori oggi?

Un giorno ti ritrovi  IN MEZZO A CONVERSAZIONI come questa:

anonimo 1)
Io vorrei avere dei figli ma non so se sono disposta a fare quel che si deve fare per averli..... non parlo solo del fare sesso ma anche di trovarmi qualcuno con cui fare coppia e crescerli.....Il mio compagno dovrebbe presumibilmente essere di sesso maschile e se fosse una persona sessuale dovrei scendere a compromessi per poter mantenere il rapporto... sempre che  non trovi qualcuno  poco interessato al sesso come me...


anonimo 2)
Non puoi fare l'inseminazione artificiale? Con quella non dovresti essere necessariamente legata a un partner di sesso maschile.

e tutto conclusosi nella più perfetta normalità..ovvietà..
L'utero in affitto è  comunque ancora umana come soluzione.. visto gli esperimenti svolti :l’invenzione dell’utero sintetico.

A Tokyo i ricercatori hanno messo a punto una tecnica chiamata E.U.F.I. (Extra Uterine Fetal Incubation: incubazione fetale extrauterina); in pratica hanno creato la vita senza la necessità di usare l’utero di una donna! Hanno fatto crescere dei feti di capra dentro delle incubatrici collegate all’esterno, attraverso dei cateteri, con un sistema venoso creando la camera amniotica presente all'interno della donna.
 

Quindi non solo differenze sessuali cancellate.. ma verranno eliminate anche le caratteristiche intrinseche che differenziano la donna dall’uomo, in primi il dono unico di poter generare la vita dentro di sé. Ecco la nascita fuori dal corpo. Una nascita non più delegata alla donna come Dea Madre creatrice, ma ad un utero di animale oppure ad una macchina!!!
La totale disumanizzazione dell’essere uomo, un’operazione che va sotto il nome di transumanesimo.
Nel 1997, in un articolo per la rivista LGBT** The Advocate, il neuroscienziato (ovviamente gay) Simon LeVay ha scritto sulla gestazione interspecifica o xenogravidanza:
“Vedo la clonazione come un beneficio per i gay (…) e anche la xenogravidanza (far partorire un feto umano da una specie differente) potrebbe essere di enorme beneficio, specialmente per le coppie di maschi gay, che attualmente devono pagare $40.000 o più per avere un bambino da una surrogata umana. L’idea ti rivolta, ma perché? Sceglierei senza problemi l’utero di un sobrio, non-drogato, non-fumatore maiale invece di un normale ambiente naturale».


Procreazione sottende il riconoscimento di relazioni che portano alla famiglia... è da questo che vogliono farci sganciare..

Lo sganciamento dell’uomo dalla natura è il vero obiettivo: dopo aver separato il sesso dalla procreazione- pillola, contraccezione – si vuole adesso separare la procreazione dal sesso – uteri in affitto, fecondazione in provetta
Possiamo così comprendere perchè tanto si vuole intervenire per "riformare" l'immagine dell'uomo, la percezione della società e quindi di riflesso del singolo con la sua sessualità. Un processo, che nelle sue forme estreme, pare destinato a sfociare nel modello di un uomo artificiale, riplasmato nella trasmutazione di tutti i valori.


Un progetto di portata enorme, il gender unito al transumanesimo,all'Uomoformazione, un sommovimento tellurico.

Un’ideologia che tende a giustificare ogni manipolazione della natura,(Terraformazione) nella misura in cui nega l’esistenza di qualsiasi ordine naturale e ribalta le acquisizioni dell’umana civiltà.


Intanto viene indotta una nuova visione del mondo totalmente costruita in laboratorio,che sottrae il corpo  a quanto rimane della sua condizione naturale, un processo destinato a sfociare nel modello di un uomo artificiale, con l’imposizione, fin dall’infanzia, di una nuova sessualità ideologica.


CANCELLAZIONE DEL SENSO DI APPARTENENZA

Appartenenza a se stessi ed all'altro.


L’esito finale sarà la completa estirpazione del senso di identità interiore del genere umano, la lacerazione dell’anima e la ricollocazione di una nuova pseudo anima artificiale nel vuoto così provocato.

Un’organizzazione che gode dello status di consulente speciale dell’ONU, Gherush92, senza timore del ridicolo ha chiesto, attraverso la propria rappresentante italiana , di togliere dai programmi scolastici la Divina Commedia, vertice della letteratura mondiale, in quanto islamofoba – Maometto sta all’inferno – antisemita, offende Giuda e, orrore massimo, perché mette all’indice i sodomiti che ebbero rapporti “contro natura”, ohibò, anche loro condannati all’Inferno.

“Siete voi qui,Ser Brunetto?”, chiede Dante a Brunetto Latini, brillante intellettuale che pure era stato suo maestro



Un uomo nuovo, deprivato perfino delle sue origini e timoroso del futuro, che vive male il presente.

Eugenetica e nuovi traguardi della biotecnologia implicano tuttavia la necessità di cambiare continuamente le legislazioni, in modo da legalizzare le nuove tecniche di riproduzione ( o selezione ) e renderle accessibili anche agli omosessuali.

Uno scienziato francese, Laurent Alexandre , ha spiegato che “la velocità del passaggio da inammissibile a tollerato e poi permesso, fino a obbligatorio, dipende essenzialmente dal ritmo delle scoperte scientifiche, qualunque siano le obiezioni etiche sollevate”


e così fra le istruzioni d'uso.. abbiamo anche quella di come avere un aspetto androginino in 10 mosse!

ALLA RICERCA DELLA FELICITÀ... SARÀ VERA QUESTA STORIA?

Nel prossimo futuro, dovremo confrontarci con l’intelligenza artificiale. Nuovi tipi di strumenti cognitivi combineranno l’intelligenza artificiale con nuove tecnologie di interfaccia fra computer ed esseri umani. La nanotecnologia molecolare ha il potenziale di creare risorse abbondanti per tutti e di ottenere il controllo delle reazioni biochimiche che hanno luogo nel nostro corpo, permettendo di conseguenza l’eliminazione di scarsità e malattia. Grazie alla riorganizzazione dei centri neurali del piacere e/o attraverso prodotti farmacologici, potremo godere di un più vario panorama di emozioni, di sensazioni, di felicita’ continua e di quotidiane esperienze esilaranti. Il rovescio della medaglia e’ che alcune delle tecnologie per oggi solo all’orizzonte potrebbero causare gravissimi danni all’umanità. Persino la sopravvivenza della specie umana potrebbe essere messa in pericolo. Nonostante queste siano possibilità estreme, esse sono prese seriamente in considerazione da un numero crescente di scienziati e filosofi.

PERCHÈ LA NANOTECNOLOGIA SI STA DIFFONDENDO..

La nanotecnologia è una tecnologia di produzione, per ora solo all’orizzonte, che consentirà il controllo totale sulla struttura di qualsiasi materiale con costi irrisori.
I termini nanotecnologia e nanotecnologia molecolare sono a volte usati per qualsiasi tecnologia che operi a livello sub-micrometro. In questo contesto, invece, vorremmo restringere l’uso del termine nanotecnologia - o nanotecnologia molecolare - alla capacità di manipolare con precisione singoli atomi. Il più recente termine di manifattura molecolare è a volte utilizzato per evitare tali ambiguità. La nanotecnologia permetterà la costruzione di supercomputer delle dimensioni di meno di un micrometro; di macchinari per riparazione a livello cellulare; di dispositivi personali per produzione e riciclaggio; di attrezzature per la colonizzazione spaziale a basso costo e di innumerevoli altre innovazioni.Alcuni aspetti dell’idea di nanotecnologia possono essere rintracciati in un discorso tenuto da Richard Feynman nel 1959, ma sono state le approfondite analisi di Eric Drexler nei primi anni ‘80 a fare della nanotecnologia un’area di ricerca accademica e di progettazione ingegneristica a lungo termine. In anni più recenti, il settore ha visto un’esplosione di interesse e di investimenti.
Drexler ha teorizzato un dispositivo dotato di un braccio robotico di dimensioni sotto-micrometriche controllato da un computer (un assembler = assemblatore o costruttore). Tale costruttore avrà la capacità di manipolare e posizionare atomi e molecole di sostanze reattive in modo di controllare con precisione ogni reazione chimica

SUPERINTELLIGENZA

Una superintelligenza è un intelletto capace di prestazioni ampiamente superiori di quelle delle migliori menti umane in ogni campo, dalla creatività scientifica alla saggezza, all’abilità di comunicare.
Due tipi di superintelligenze possono essere immaginate: una superintelligenza forte e una superintelligenza debole.
Una superintelligenza debole sarebbe il risultato della semplice accelerazione del funzionamento di una mente paragonabile a quella umana, per esempio uploading una mente umana in un computer.

Se la velocità computazionale dell’upload fosse mille volte più veloce di quella di una mente umana basata su di un cervello biologico, l’upload percepirebbe la realtà circostante come se fosse mille volte più lenta. Il che vuol dire che l’upload potrebbe computare mille volte più pensieri in un dato periodo di tempo di quanto possa la sua controparte naturale.
Una superintelligenza forte sarebbe un’intelligenza che non solo è più veloce di un cervello umano, ma che è anche qualitativamente superiore.
Neurologi, economisti, esperti di scienze cognitive, esperti di informatica, filosofi, sociologi, scrittori di fantascienza, le forze armate, politici, legislatori e molti altri dovranno collaborare per poter arrivare ad una strategia che ci consenta di affrontare quella che potrebbe essere la sfida più difficile che l’umanità abbia mai affrontato.
I transumanisti propendono verso il voler superare le proprie limitazioni e verso il crescere fino a divenire essi stessi delle superintelligenze. Le metodologie che potrebbero aprirci questa via sono due:
(1) la graduale espansione del proprio cervello biologico attraverso l’uso di medicinali per l’aumento delle capacità cognitive, di tecniche mentali, strumenti informatici (per esempio computer indossabili, agenti intelligenti, information filtering systems, software per la visualizzazione, ecc.), interfacce neurali ed innesti bionici.
(2) attraverso l’uploading.


Conclusioni

La sessualità è una realtà articolata che attraversa tutta la condizione umana. Essa certamente non può essere ridotta alle strutture genitali e alle funzioni riproduttive, ma deve essere compresa in uno sguardo d’insieme sulla realtà umana perché è la persona nella sua integralità ad essere sessuata, a livello biologico, a livello psicologico, a livello spirituale.     

La persona umana, a giudizio degli scienziati del nostro tempo, è così profondamente segnata dalla sessualità, che questa deve essere considerata come uno dei fattori che danno alla vita di ciascuno i tratti principali che la distinguono. Dal sesso, infatti, la persona umana deriva le caratteristiche che, sul piano biologico, psicologico e spirituale, la fanno uomo o donna, condizionando così grandemente l'iter del suo sviluppo verso la maturità e il suo inserimento nella società

Cosi parlava

L'ULTIMO DISCORSO DI JIDDU KRISHNAMURTI




Sabato, 4 gennaio 1986

Quando l'ingegneria genetica e il computer si incontreranno, che cosa ne sara' di voi? Che razza di esseri umani diverrete? Il vostro cervello verra' alterato. Il vostro comportamento subira' un cambiamento. Potranno rimuovere completamente la paura, potranno togliere di mezzo il dolore, spazzare via tutti i vostri dei. Lo faranno, non vi illudete. Tutto questo non potra' concludersi che con la guerra e la morte.

Testo completo dell'ultimo discorso di Jiddu Krishnamurti



Così recitavano antichi "racconti mitologici":

Sinossi della 6′ Tavoletta  del Libro Perduto di Enki
[E] “Cacciata di Adamo e Ti.Amat”


Questo è ora il racconto di Adamo e di Ti.Amat nell’Eden,
e di come loro vennero a sapere della procreazione e vennero esiliati nell’Abzu!

Le loro essenze vitali sono ora intrecciate con i poteri della procreazione!
Che possano vagare liberamente, che le loro carni diventino una sola! Così disse Ninmah.
A vagare nei frutteti dell’Eden Adamo e Ti–Amat vennero lasciati liberi.

Della loro nudità essi divennero coscienti, vennero a conoscenza della differenza fra maschio e femmina.

Ti.Amat si coprì con delle foglie, per distinguersi dalle bestie selvatiche.

Nella calura del giorno Enlil camminava nel frutteto, si godeva l’ombra.
Inaspettatamente incontrò Adamo e Ti.Amat, notò che si erano coperti i fianchi.
Cosa significa tutto ciò? Così si chiese Enlil; convocò Enki per avere una spiegazione.
Enki spiegò a Enlil il problema della procreazione:
Le sette coppie avevano fallito. Così mestamente ammise.
Ningishzidda ha esaminato le loro essenze vitali, era necessaria un’altra combinazione!
Grande fu la collera di Enlil, le sue parole erano colme di ira: Tutta questa faccenda non mi è mai piaciuta, mi sono opposto al nostro ruolo di Creatori. L’Essere di cui abbiamo bisogno esiste già! Così avevi detto, Enki. Bisogna soltanto fissargli sopra la nostra immagine, l’immagine degli dèi, basta solo questo per forgiare i Lavoratori Primitivi! Eroine guaritrici si sono esposte al rischio, Ninmah e Ninki sono state in pericolo. A nulla è servito, la tua opera è stata un completo insuccesso! Ora hai donato a queste creature l’ultimo frammento della nostra Essenza. Per essere come noi nella conoscenza della procreazione, forse per concedere loro i nostri cicli vitali! Così parlò Enlil infuriato. Enki convocò Ninmah e Ningishzidda, perchè calmassero Enlil con le loro parole.
Enlil mio Signore! Così esordì Ningishzidda.
E stata data loro la conoscenza della procreazione. Il ramo della Lunga Vita non esisteva nell’essenza del loro Albero!
Ninmah prese allora la parola, così parlò a suo fratello, Enlil: Quale altra scelta avevamo, fratello mio? Arrenderci al fallimento, lasciare Nibiru nelle mani del suo fato avverso? Oppure provare e riprovare e fare sì che con la procreazione i Terrestri si addossassero la fatica? Allora che vadano laddove c’è bisogno di loro!
Enlil replicò infuriato. Che siano esiliati nell’Abzu, che siano cacciati dall’Eden!

Che siano esiliati nell’Abzu, che siano cacciati dall’Eden!
Così decretò Enlil;
Adamo e Ti–Amat vennero cacciati dall’Eden e vennero esiliati nell’Abzu.
Enki li rinchiuse in un recinto fra gli alberi; li lasciò soli affinché si conoscessero.
Con gioia Enki vide la realizzazione di quello che Ningishzidda aveva fatto: Ti–Amat era in felice attesa!
Ninmah giunse per assistere al parto: sulla Terra nacquero due gemelli, un maschio e una femmina!
Ninmah ed Enki osservarono con meraviglia i nuovi nati.
Era una meraviglia come crescevano e come si sviluppavano; i giorni erano mesi, i mesi come anni terrestri si susseguivano.
Quando Adamo e Ti–Amat ebbero altri figli e altre figlie, i primi, a loro volta, stavano essi stessi procreando!
Prima ancora che fosse trascorso uno Shar di Nibiru, i Terrestri si stavano moltiplicando.
I Lavoratori Primitivi furono dotati di comprensione, imparavano i comandamenti.
Erano desiderosi di stare con gli Anunnaki, lavoravano duramente per procurarsi le razioni di cibo.
Non si lamentavano del caldo e della polvere, non borbottavano per il lavoro massacrante.
Gli Anunnaki dell’Abzu furono sollevati dalla fatica del lavoro.
L’oro vitale giungeva a Nibiru, lentamente l’atmosfera di Nibiru si andava risanando.
La Missione Terra procedeva con soddisfazione di tutti.








http://27esimaora.corriere.it/articolo/nella-clinica-olandese-dove-si-sospende-la-puberta-degli-adolescenti-transgender/
http://zon.it/transgender-blocco-puberta-olanda/
http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/06/08/educazione-sessuale-in-olanda-si-inizia-a-4-anni-in-italia-non-ce-una-normativa/1008863/
http://27esimaora.corriere.it/articolo/ne-maschio-ne-femmina-universita-usa-riconosce-il-terzo-genere-neutrale/
http://www.nytimes.com/2015/02/08/education/edlife/a-university-recognizes-a-third-gender-neutral.html?_r=0
http://it.aleteia.org/2015/03/26/transumanesimo-la-vera-sfida-del-cristiano/

http://laveritaconunclick.altervista.org/libro-perduto-di-enki/6-tavoletta-e-cacciata-di-adamo-e-ti-amat/



1 commento:

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.