Cerca nel blog

2016/01/26

KVAS DI BARBABIETOLA: ANTIOSSIDANTE E DETOSSIFICANTE, PROBIOTICO NATURALE FATTO IN CASA





Tra le tante bevande fermentate che si possono fare tranquillamente a casa, quella con la radice barbabietola è sicuramente  la meno conosciuta.
Un peccato, dal momento che è anche una delle più semplici ed efficaci bevande fermentate.

Il kvass o kvas (in russo: Квас dal verbo квасить "far fermentare") è una bevanda tipica russa e ucraina fermentata, e visto che la barbabietola è ben amata nella cucina ucraina è qui che nasce il Kvas di barbabietola.

I vantaggi di barbabietole
La rapa rossa o barbabietola rossa sono i nomi più comuni, ma c’è anche chi la chiama barba rossa o carota rossa.

La barbabietole sono frutti sono facili da coltivare anche sul terrazzo...nelle stagioni più fredde.
Produce due prodotti per la cucina - la radice e il verde.
Mentre la ricetta kvas prevede la barbabietola rossa,le radici i verdi possono essere saltate con olio di cocco e aglio o aggiunto a una pentola di brodo per una deliziosa zuppa.


La barbabietola è un potente  antiossidante grazie al suo alto contenuto di flavonoidi combattono i radicali liberi contrastando l’invecchiamento cellulare, aiuta inoltre nel controllo della pressione sanguigna,nella produzione di energia, e la lotta contro il cancro. Molti hanno trovato che le barbabietole - e, in particolare, questa forma fermentata del tubero - aiuta nella pulizia del sangue e aiutando i processi di filtrazione e di eliminazione delle tossine corpo, ideali quindi per essere inserite nelle diete detox proprio per le loro proprietà depurative. Sono formidabili antisettici naturali e oltre al già citato ferro contengono potassio, calcio, magnesio e fosforo per una migliore resa cerebrale nei momenti di particolare stress e stanchezza.

Le barbabietole rosse regolano la digestione grazie alla stimolazione dei succhi gastrici e della bile. Le barbabietole rosse sono ricche di fibre e quindi agevolano la corretta attività intestinale. Le barbabietole rosse sono ricche di sali minerali, indispensabili anche per chi fa sport, di vitamina A, vitamina C e vitamine del gruppo B tra cui spicca l’acido folico utilissimo in gravidanza
Alcalinizza il sangue, ripulisce il fegato, ed aiuta per i calcoli renali, aiuta negli stati di stanchezza costante, anemia.


KVAS DI BARBABIETOLA


Kvas barbabietola può essere fatto in molti modi - con diversi tipi di barbabietole, e volendo con ingredienti aggiunti, e con o senza una aggiunta di fermenti..
Questa ricetta richiede sia una fermentazione selvatica o l'aggiunta di una coltura di avviamento, se desiderate.(ovviamente l'aggiunta dell'attivatore andrà a modificare il gusto..) Durante la fermentazione "selvatica", i batteri naturalmente dal suolo si combinano con i microrganismi dall'ambiente circostante, unendosi per fermentare barbabietola naturalmente ricca di zucchero. Questa bevanda viene poi filtrata e bevuta in piccole quantità come tonico quotidiano.


Ingredienti


2-3 barbabietole biologiche di medie dimensioni
3 cucchiaini di sale dell'Himalaya (1,5 cucchiaini se si utilizza colture starter, ovvero l'avviamento di fermentazione)
cultura opzionale d'avviamento (2 cucchiai di siero di latte, crauti salamoia o 1 pacchetto acquistato coltura starter)
acqua  bollita filtrata


Indicazioni
Lavare le pulire le barbabietole senza togliere la buccia.
Tagliare le barbabietole a fettine o cubetti di un centimetro e mezzo. Metterli in fondo in un barattolo da 1,8Kg, o due vasetti di mezze dimensioni.
Aggiungere il sale  e poi coprire con acqua fino a 2 cm dal bordo del vaso. Aggiungete a questo punto se volete l'avviatore di fermentazione scelto , e coprire con un asciugamano pulito, un tovagliolo di carta e fermare con un elastico.
Mettere a temperatura ambiente e lasciar fermentare per 1-2 settimane, a seconda della temperatura della vostra casa e la vostra preferenza gusto. Durante questo periodo si può agitare il barattolo. In alternativa, mescolare quotidianamente con un cucchiaio non metallico.
Ad un settimana si può cominciare ad assaporare il kvass per verificare la presenza di segnali di fermentazione, come acidità.




A questo punto diventa una questione di gusti.. c'è chi lo preferisce più "invecchiato", chi meno.
Una volta che è fermentato a proprio piacimento, rimuovere qualsiasi "velo" che possa essere apparso in superficie, e versare in un contenitore sigillato e posto in frigorifero. Consumare entro un paio di settimane.
E' importante non riempire le bottiglie oltre i 2/3 e schiacciarle ai lati per far uscire l'aria prima di chiuderle perché la fermentazione continuerà anche all'interno della bottiglia e l'anidride carbonica che si formerà avrà bisogno di spazio.




Spesso potrete trovare ricette in cui dicono di grattugiare la barbabietola, non fatelo perchè in quel modo lei "trasuda" troppi succhi che rendono la fermentazione troppo veloce quindi diventa troppo alcolico..









Indicazioni se usate l'attivatore


Una volta appresa la procedura tradizionale è possibile adattare la bevanda  ai gusti di ciascuno utilizzando vari tipi di frutta, o di vegetali , o anche di spezie (curcuma in radice), erbe aromatiche, ecc.La scelta fra pasta madre e lievito di birra come attivatore avrà conseguenze anche sul gusto finale della bevanda: i lattobacilli presenti nella pasta madre provocano una fermentazione di tipo lattico, trasformando lo zucchero in acido lattico, mentre  il lievito di birra provoca una fermentazione di tipo alcolico trasformando lo zucchero in alcol e anidride carbonica. Il Kvass fatto con la pasta madre risulterà quindi acidulo e con una effervescenza e gradazione alcolica minori di quello fatto con il lievito di birra.

Vi posto un esempio di ricetta alternativa con attivatore:

Ingredienti:

1/2 l. di acqua bollente
200 g di barbabietole crude tritate
3 cucchiai di zucchero di canna
2 cucchiaini di pasta madre oppure 1 cucchiaino di lievito di birra in polvere  (non utilizzare altri lieviti)
1 cucchiaio di uvetta sultanina biologica ben lavata

Il procedimento è sempre il solito visto prima.


Come scegliere di assumere il Kvas

  • Il Kvas di Barbabietola va assunto poco per volta, un bicchierino da liquore.
  • Incorporare in frullati  come ad esmpio nel kefir di latte. 
  • Utilizzarlo come condimento per l' insalata, come se si usasse aceto o limone
  • Utilizzare come base di una zuppa fredda (perchè qualsiasi cosa calda sopra il kvas ucciderà i probiotici benefici e gli enzimi indotti dal processo di fermentazione).
In qualsiasi modo si sceglie di servire, questa semplice bevanda fermentata è abbastanza facile da fare.





Fonte parziale:
An Easy Fermented Tonic You immagine kvas barbabietola
Foto di Shannon Stronger
da Notizie Salute Impact

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.