Cerca nel blog

2016/01/20

CANDIDA:CAUSE SECONDO LA METAMEDICINA,L'AYURVEDA CON AUTOTEST E TRE PRINCIPALI RIMEDI NATURALI


La Candida Albicans è un "semplice" lievito, un tipo di fungo che vive naturalmente in ogni organismo umano: uomo, donna, bambino.
Se l'individuo vive in equilibrio anche la candida farà lo stesso vivendo in maniera simbiotica all’interno del tratto gastrointestinale, nelle mucose e sulla cute.

Purtroppo, questo innocuo lievito (un organismo unicellulare) può svilupparsi in eccesso e trasformarsi in un agente patogeno.

Vive in modo subdolo in tutti i posti in cui un mino cenno di debolezza o debilitazione organismo sono la "scusa" per attivarlo oltre il necessario, scatenando a cascata una serie di patologie anche apparentemente scollegate..

Qualora infatti non venga bloccato, il lievito cambia forma e diventa un fungo patogeno con filamenti che provocano una miriade di sintomi.

Sono svariati i motivi che ufficialmente vengono ritenuti responsabili della candidosi se però noi andiamo a vedere la patologia come risultato di uno stato mentale..scopriremo un aspetto interessante di ciò che ci capita ovvero: PERCHÈ CI CAPITA.

Esami per la Candidosi

Siccome la Candida è un normale residente nel tratto digestivo, può essere difficile determinare se ve ne sia una moltiplicazione. Alcuni dei test tradizionali che possono essere utilizzati per diagnosticarla sono:

* Coprocultura. Test per valutare la presenza di Candida nelle feci
* Tampone Vaginale
* Titer test. Test degli antigeni della Candida nel siero. Misura la concentrazione di antigeni della Candida nel sangue.
* Test degli anticorpi della Candida nel siero. Testa IgG, IgM e IgA, che ad alti livelli potrebbero indicare Candidosi.


Test Naturopatico della Saliva

E’ possibile fare un semplice test naturopatico, che non sostituisce assolutamente i test di laboratorio, ma è indicativo se si ha un’infezione da lievito di Candida.

candidosi candida testIl test della saliva serve a verificare se vi è uno sviluppo del lievito della Candida. Al mattino appena svegli, prima di introdurre qualsiasi cosa in bocca, prendere un bicchiere e riempirlo di acqua oligominerale; sputare del bolo salivare sulla superficie dell’acqua.

Controllare l’acqua ogni 15 minuti per un’ora. Se si hanno problemi di sviluppo della Candida, si vedranno filamenti scendere giù dalla saliva, che è sulla superficie dell’acqua; oppure si forma una “nuvola” di saliva sul fondo del bicchiere; od anche la formazione di piccole particelle granulari biancastre sospese nell’acqua.

Se non vi è nessuna di queste tre fenomenologie, e la saliva dopo un’ora rimane ancora galleggiante sull’acqua, probabilmente il livello di Candida è sotto controllo.

Autotest delle urine
Come afferma Valerio Pignatta nel libro Guarire le Infezioni da Candida “Un auto- test casalingo abbastanza affidabile, almeno come primo indizio sul cammino dell’auto accertamento, è il seguente: riempire un bicchiere della propria urina e coprirlo con un coperchietto. Lasciare riposare per ventiquattro ore. Se dopo tale periodo di tempo ci sono delle briciole giallastre nell’urina sarà meglio fare dei test più approfonditi perché le possibilità che ci sia un’infestazione sono elevate.”

Se ci fermiamo alla medicina ufficiale le cause principali della Candida albicans vengono ricercate in alimentazione scorretta, troppo ricca di zuccheri, carne,latticini.., ph intestinale squilibrato,..però anche loro sentono la necessità di inserire un fattore importante:lo stress. infatti la componente equilibrio mentale, come in ogni patologia, è il fattore principale da prendere in esame.

Candida ed Ayurveda

Osservare una patologia solo da questi punti di vista ci fa perdere però il quadro dell'insieme del nostro corpo fatto non solo di singoli organi distinti.
Inoltre l'approccio occidentale alla crescita eccessiva di candida è quello di sradicare il lievito e quindi alleviare i sintomi associati. Da un punto dell'Ayurveda, è considerato più importante, per affrontare la causa di fondo della candida,  l'utilizzo di rimedi a base di erbe per riequilibrare il corpo verso un intestinale sano.

In Ayurveda, l'eziologia, o causa alla base della proliferazione incontrollata di Candida è considerato agnimandya, o digestione carente. Risultato di una  digestione carenti nella produzione di ama, che è il sottoprodotto di cibo non digerito. Ama è poi o assorbito nel flusso sanguigno o il sistema linfatico, la creazione di una tossicità e il piano terra per molti problemi di salute. Inevitabilmente, questo ama si accumula nella sede di vata trovato nel tratto digestivo inferiore. La sede di vata è governata da apana (o in movimento verso il basso) di energia, che regola la crescita della flora nel tratto gastrointestinale. Nel momento che ama si accumula nei piccoli e grandi intestini, sarà putrefazione e fermentazione, inibendo così la normale flora proliferazione. In queste condizioni, il lievito ha libero sfogo a diffondersi in tutto l'intestino non controllati.

La fase successiva del processo di crescita candida è il risultato dell'assorbimento intestinale di ama nel fegato e nel sangue attraverso il sistema portale.

In Ayurveda si ritiene che, una volta che il lievito entra nel flusso sanguigno, la generazione e la rigenerazione di processo dei sette tessuti del corpo passo-passo può essere interrotto o danneggiato.

Articolo correlato: COME CONTRASTARE LA CANDIDA SECONDO L'AYURVEDA


Candida e metamedicina/psicosomatica
La Candida è la conseguenza e il sintomo di problematiche ben più profonde, che risiedono nella parte emozionale e mentale, e che variano da individuo a individuo.

Ricordiamo che l’intestino è il nostro secondo cervello (il cervello enterico); esso è infatti legato direttamente al cervello e al sistema nervoso centrale. Basti pensare che quando siamo preoccupati, ansiosi e stressati, immediatamente ne risentiamo a livello dell’apparato digerente e in particolare dell’intestino.

Un’infezione da Candida che invade l’intestino è il sintomo di un sovraccarico di tossine, di un indebolimento della flora batterica, di un affaticamento dovuto a un’alimentazione errata e disordinata, di lunghi e continui periodi di stress. Cosa succede però nell’ambito del cervello più nobile, dove risiedono il pensiero, la mente, le emozioni?

Ad una vulnerabilità fisica corrisponderà quindi una vulnerabilità del suo specchio.. della mente, e vice versa.
Una mente rigida, intransigente, che pensa secondo stereotipi porta a soffocare la parte più spontanea ed istintiva.

«La teoria dei due cervelli poggia su solide basi scientifiche» ci spiega Michael Gershon, della prestigiosa American academy of anatomists e autore del libro "Il secondo cervello". «Basti pensare che l'intestino, pur avendo solo un decimo dei neuroni del cervello, lavora in modo auto- nomo, aiuta a fissare i ricordi legati alle emozioni e ha un ruolo fondamentale nel segnalare gioia e dolore.
Insomma, l'intestino è un vero e proprio secondo cervello. Non a caso le sue cellule producono il 95% della serotonina, il neurotrasmettitore del senso di benessere». Quindi, non possiamo pensare che ansia, preoccupazioni e stress non influenzino la produzione della flora batterica e anche la peristalsi.
Quindi il nostro cervello può influenzare il sistema immunitario che sta nell'intestino e questo a sua volta ha importanti ricadute sulle attività nervose del cervello stesso.


Quando la candida colpisce la zona vaginale con vaginite

In questo caso esprime spesso collera nei confronti del partner sessuale,il senso di essersi lasciata sedurre troppo facilmente oppure un senso di rifiuto nei confronti degli uomini in generale (traumi o tabù)

Claudia Rainville suggerisce alcune domande:

  • Provo collera nei confronti del mio partner sessuale? perchè?
  • Ci sono cose di cui mi sento colpevole, riguardo la mia sessualità?
  • La mia memoria emozionale contiene forse l'equivalenza sesso= qualcosa di male, di sporco...?

Quando la candida si manifesta in bocca con mughetto
Bisogna distinguere se colpisce neonati, in questo caso è manifestazione del piccolo di una sofferenza nel poppare,riassunto nel concetto la "madre sfugge".
Nei bambini più grandi è carenza d'affetto..


Disturbi causati dalla candida a livello digestivo


 Rallentamento della digestione;
 meteorismo, flatulenza;
 gonfiore e dolore addominale;
 intolleranze alimentari e allergie;
 sovrappeso corporeo e difficoltà a dimagrire;
 compulsioni alimentari;
 ritenzione idrica;
 infiammazione del tubo digerente.

Disturbi causati dalla candida a livello genitale e urinario:


 secrezioni vaginali biancastre;.
 prurito, bruciore e fastidio a livello vaginale;
 rapporti sessuali dolorosi per la donna;
 cistiti croniche;
 infiammazioni apparato genitale maschile e femminile.


Altri disturbi

Rossori e pustole biancastre sulla mucosa della bocca, nelle pieghe dell’inguine e sotto il seno, negli organi sessuali;

dolori muscolari e articolari
Sindrome da fatica cronica
lupus
fibromialgia
problemi cutanei e squilibri ormonali
sinusiti
otiti
congiuntiviti
asma

sindrome premestruale
fibromi
endometriosi
ipoglicemia
acne
calcoli renali ecc

In questo caso di diffusione globale l’organismo diventa sensibile a sostanze normalmente innocue come profumi, sostanze chimiche, pesticidi, gas di scarico ecc. Nei bambini, i sintomi di una infezione diffusa iniziano con otiti croniche e coliche.
La colonizzazione arriva a interessare il sistema nervoso centrale producendo 

emicrania
irritabilità
letargia
confusione mentale
perdita di memoria
depressione
sbalzi d’umore ecc
agitazione e instabilità dell’umore
ansia, insonnia, depressione
autismo sino  a tumori.

La candida trasportata dal sangue e dalla linfa in tutto il corpo grazie alla presenza di acidosi può anche portare, in concomitanza con elevati stress dell’organismo a conflitti di natura psico-emotiva, che indeboliscono ancor più il sistema immunitario,portando anche al cancro come evidenziano in particolare recenti indagini scientifiche.

In questo caso un valido aiuto ci viene dalla curcuma.
Un nuovo studio pubblicato sulla rivista European Journal of Pharmacology rivela che il polifenolo primario nella curcuma conosciuto come curcumina può essere il modo migliore per combattere i tumori che hanno una componente fungina. Intitolato “Curcumina e la sua promessa come farmaco antitumorale: L’analisi del suo effetto antitumorale ed antifungino nel cancro e complicanze associate di infezioni fungine invasive“, il nuovo studio affronta il problema delle infezioni fungine invasive, come una delle principali cause di malattia e mortalità, nei pazienti affetti da cancro. Gli autori suggeriscono che curcumina può essere un’alternativa naturale ideale per due motivi:

     La curcumina ha una potente attività antifungina contro diversi ceppi di Candida, Cryptococcus, Aspergillus, Trichosporon e Paracoccidioides.
    La curcumina ha proprietà antitumorali naturale.


Nella fase finale della candidosi avanzata si può arrivare a disfunzioni della tiroide (ipertiroidismo) e altre disfunzioni organiche e ormonali sino al collasso surrenale.

Sicuramente l'alimentazione errata, l’uso di antibiotici o di altri farmaci, lo stress, le vaccinazioni, l’uso di terapie ormonali o della pillola contraccettiva, l’intossicazione da metalli pesanti, infezioni virali o batteriche ricorrenti, errati stili di vita, gravidanze e problemi mestruali, patologie del metabolismo come il diabete ecc. conducono a una situazione di indebolimento del sistema intestinale, la sede più importante delle difese immunitarie dell’organismo.

Di fatto la conoscenza scientifica sulla candida risulta ancora non completa, forse perchè approcciata anche in modo troppo selettivo e razionale, altrimenti non si spiegherebbe come mai si assiste frequentemente a candidosi recidivanti così pervicaci da resistere a qualsiasi trattamento e che procedono in direzione cronica irreversibile.
Questo perché la candida, nel momento in cui viene attaccata dal sistema immunologico dell’ospite, oppure da un trattamento antimicotico convenzionale, si difende trasformandosi in elementi sempre più piccoli e indifferenziati, ancorché integralmente fecondi, fin quasi a occultare la propria presenza sia all’organismo parassitato sia ad eventuali indagini diagnostiche.

Le soluzioni olistiche efficaci per sconfiggerla


La soluzione più innovativa è senza alcun dubbio il Check Up di biorisonanza quantistica che ci consente di rilevarne la presenza di tali infezioni, tramite la misurazione dei parametri elettromagnetici e frequenziali del corpo umano, di conoscere lo stato di salute degli organi, dei sistemi (nervoso, linfatico, etc.), di rilevare il livello di minerali, di vitamine, di funghi, di batteri, di virus, etc., di rilevare intolleranze alimentari, allergie e molto altro ancora.


3 AIUTI NATURALI 

PER COMBATTERE LA CANDIDOSI


Lactobacillus Acidophilus
Favorisce la ricolonizzazione da parte dei batteri simbionti dell’intestino, della bocca e della vagina. Promuove un miglioramento dei processi digestivi, attraverso la liberazione di lattasi che intervengono nella digestione degli zuccheri del latte, stimola le difese immunitarie e aiuta ad aumentare la resistenza alle infezioni. Produce acido lattico, perossidi d’idrogeno e acido acetico che promuove una normalizzazione acida dell’intestino ricreando un ambiente idoneo a prevenire le infezioni batteriche. Ci sono evidenze dell’azione dell’Acidophilus nel prevenire o combattere fenomeni diarroici causati da antibiotici, parassitosi o superinfezioni batteriche, attraverso la rigenerazione della flora batterica saprofitaria, riducendo la formazione di gas, il gonfiore e la fermentazione, e la tossicità sistemica causata dalla proliferazione della candida albicans.
L’Acidophilus è battericida per il clostridium botulini, la salmonella e gli stafilococchi. Produce alcune vitamine B, la biotina, la vitamina K, ed enzimi nel tratto intestinale, facilitando i processi di detossificazione. Gli Acidofili sono in grado di produrre batteriocine, chiamate acidofiline, in grado di inibire la proliferazione batterica e fungina e danneggiare le cellule umane alterate (ma non quelle sane): a differenza degli antibiotici, le batteriocine dei batteri probiotici non interferiscono nella sintesi proteica e delle proteine di membrana dei batteri patogeni, ma sono in grado di degradare immediatamente il DNA e RNA microbico, provocando la morte cellulare.


Tea tree oil (olio essenziale di Melaleuca alternifolia)
Questo olio essenziale presenta un’azione antibatterica, antivirale, antinfiammatoria e tonificante, e molto altro. Tanto che esistono alcuni rimedi naturali che la vedono protagonista contro un’infezione genitale, la cosiddetta candida.
Il Tea Tree Oil non è assolutamente tossico e si può combinare con altri rimedi naturali e anche con terapie chimiche e farmacologiche. La candida è un’infezione subdola e a volte può tornare, ma questa sostanza può aiutare a evitarne la ricomparsa, purché si stia attente a non autocontagiarsi una volta che la si è contratta.

Articolo correlato:
TEA TREE OIL OLIO ESENZIALE PROPRIETA'

Il primo modo per usare il Tea Tree Oil contro la candida è attraverso una lavanda vaginale interna, con tre gocce di sostanza diluita in acqua calda.

Le lavande possono essere accompagnate dall’assunzione di Tea Tree Oil per bocca: vanno sciolte sempre tre-cinque gocce in una bottiglia d’acqua da mezzo litro, che va centellinata durante il giorno e accompagnata da una dieta priva di lieviti, zuccheri raffinati e latticini.

Un’altra cura a base di Tea Tree Oil contro la candida consiste sempre in tre gocce diluite in acqua calda da usare come lavanda, accompagnate dall’assunzione per bocca di estratto di semi di pompelmo in acqua prima dei pasti.

Questi rimedi possono essere uniti anche a un’assunzione a base di fermenti lattici. Questo rimedio è preferibile, dietro consiglio medico, nelle fasi più acute dell’infezione, insieme con altre terapie. Ci si deve preparare una lavanda calda con limoni bolliti, acqua e Tea Tree Oil, ma anziché usarla direttamente sulla pelle, i genitali vanno esposti al vapore per una decina di minuti oppure finché il proprio corpo e il dolore che potrebbe causare questo rimedio lo consentono. Non ci si deve sciacquare e si deve evitare se si hanno ferite, anche in fase di cicatrizzazione, o si è in gravidanza. Il rimedio (ma vale anche per tutti gli altri) va ripetuto per una decina di giorni, durante i quali vanno assolutamente vietati i rapporti sessuali, per la possibilità di contagio. Sarebbe anzi auspicabile che in casi di infezione da candida che i trattamenti siano essi naturali o farmacologici vadano effettuati da entrambi i partner.

Aloe Barbadiensis
Il succo di Aloe vera contiene acemannani che svolgono un’azione cicatrizzante (rapidissimo cicatrizzante nella colite ulcerosa), antinfiammatoria, battericida, immunomodulante e citoprotettrice. Contiene fitormoni, fitoestrogeni, steroli e steroidi vegetali, in grado di promuovere la guarigione dei tessuti e la riparazione cellulare. Attiva la produzione umana in IL-1, TNF-A, IL-6 (di qui probabilmente la sua azione di riparazione delle ulcere). In studi ancora in corso si è dimostrata l’azione immunostimolante nell’AIDS, FIV, NDV, mentre l’effetto antitumorale è stato dimostrato in applicazioni sugli animali. Le viene attribuita un’azione stimolante le interleuchine e l’interferone. Risulta attiva nel trattamento di alcune parassitosi (Leishmaniosi), ed antifungina: la sua azione si esplica su funghi e batteri associati alle tricofitosi, nella Candidosi, nelle infezioni da Stafilococchi e Streptococchi dei Mycobacterium Tuberculosis. Svolge un’azione antivirale nei casi come l’herpes, morbillo e HIV-1, incrementando l’attività delle globuli bianchi che stimolano la produzione di interferone ed interleuchine.

Articolo correlato:
Come assumere l'aloe vera per la candidosi

Articolo correlato: COME CONTRASTARE LA CANDIDA SECONDO L'AYURVEDA


Comunque vogliate procedere l'importante è affiancare alla cura medica anche un regime alimentare e stile di vita adeguato.
La Candida si ciba di zucchero (carboidrati), quindi il desiderio di assumerli noterete che aumenterà, questo deve esser contrastato, infatti se non riceve del cibo sufficiente, inizia a morire producendo varie tossine che, entrando nel flusso sanguigno, agiscono sul SNC (Sistema Nervoso Centrale) stimolando il soggetto a mangiare qualcosa di dolce.

Candida e sviluppo di intolleranze alimentari

Dato che la candida risiede nell’intestino tenue creando uno squilibrio, di conseguenza aumenta enormemente la possibilità di sviluppare intolleranze alimentari.

Queste contribuiscono ad alterare l’equilibrio intestinale già compromesso, perciò fare il test sulle intolleranze alimentari e molto importante; tuttavia il lavoro principale sarà da fare sul terreno e quindi sull’equilibrio acido-base, altrimenti non si risolve la situazione, ma si entra in un circolo vizioso, dove si diventa intolleranti anche agli alimenti permessi.

Alimenti da evitare in caso di candidosi

Zuccheri semplici, frutta, cereali raffinati, alcolici;
lieviti: pane, pizza, focacce, crackers, grissini, tutto ciò che è fermentato o lievitato;
latte e latticini compreso lo yogurt;
gelati, dessert e dolciumi di tutti i tipi;
cibi in scatola o comunque conservati;
succhi di frutta in scatola o lattina;
cibi grassi e fritti;
alcolici, vino, birra ecc.

L’importanza dell’equilibrio acido-basico

Le infezioni da Candida albicans si vanno sempre più diffondendo in concomitanza con la crescita dell’acidosi dell’organismo. L’eccesso di acidità nel corpo comporta la nascita di una situazione che evolve verso la patologia su vari fronti e interessando vari organi e apparati.

Alcune persone non riescono a metabolizzare bene gli zuccheri andando incontro a sovrappeso e diabete, altri metabolizzano male le proteine e sviluppano malattie reumatiche o renali, altri non riescono a metabolizzare il sale creando così situazioni patologiche di ritenzione idrica, altri infine metabolizzano male gli acidi stessi assorbiti direttamente o formatisi nell’organismo.

Il disequilibrio acido-basico a favore dell’acidità è favorevole alla proliferazione delle micosi. Anche artrosi, sciatica, raffreddore cronico, depressione ecc. Sono malattie che talvolta possono essere ricondotte a un disequilibrio acido-base, ossia del “terreno”.

Per questo l'assunzione di aloe vera, acqua calda con limone (vedi rimedi ayurvedici), curcuma sono importanti per contrastarla.

L’acidificazione dell’organismo (cioè l’accumulo di acidi in esso) non è tuttavia solo il risultato di un’alimentazione squilibrata, ma può derivare anche da altre cause.

Vediamone alcune:

mancanza di esercizio fisico e quindi carenza di ossigeno dei muscoli;
fatica o sforzi fisici (acido lattico);
carenza di vitamine ed oligoelementi che impedisce la trasformazione e neutralizzazione degli acidi;
eccessivo consumo di carne (acido urico);
caffè, tè (acido tannico);
tabacco (nicotina);
superlavoro (stress);
analgesici (acido acetilsalicilico);
dolciumi e grassi (acido acetico);
carne salmistrata, formaggi con aggiunta di calcio e sodio (acido nitrico);
bevande gassate e alcolici.

Come prevenire le ricadute

La trasmissione con i rapporti sessuali è di uno dei metodi più comuni di contaminazione e causa di recidive.
In caso di candida infatti è bene che entrambi i partner eseguano la profilassi e cura.
Inoltre è bene seguire un’adeguata igiene, usando salviette per il bidet personali ed evitando di scambiarsi asciugamani e indumenti intimi.

Chi è soggetta a infezioni da Candida dovrebbe usare, a titolo preventivo, dei detergenti intimi addizionati di sostanze antimicotiche o arricchiti di estratti di malva, calendula, lavanda, tea tree oil o olio di Neem. In mancanza d’altro, vanno bene dei lavaggi e irrigazioni con acqua e bicarbonato di sodio.

Inoltre, bisogna combattere la stipsi  e fare dei cicli di una ventina di giorni con l’integrazione di fermenti lattici, che riequilibrano la flora batterica intestinale punto di partenza della candida.








DISCLAIMER

Ricordiamo che le informazioni fornite sono ad esclusivo scopo informativo. Non si intende far utilizzare le nozioni contenute in questa pagina per scopi auto-diagnostici o prescrittivi.
Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un Medico.

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.