Cerca nel blog

2015/12/19

IL CAFFÈ AL GINSENG: BEVANDA CHIMICA, FA DAVVERO BENE? DIFFERENZA CON LA BEVANDA AL GINSENG






















Il Ginseng è una pianta dalle molteplici proprietà.. Conosciuta soprattutto per quelle adattogene che umentano  la resistenza, la capacità e le difese dell'organismo, stimolandolo a reagire positivamente a situazioni di stress e rafforzando il sistema immunitario, endocrino, nervoso e migliorando le capacità fisiche, mentali.
Come tutti gli adattogeni vegetali, migliora la risposta del cervello e del surrene, incrementando quindi la resistenza dell'organismo di fronte ai più diversi agenti dannosi di carattere chimico, fisico, meccanico, farmacologico e biologico.

Si distinguono due sostanziali tipi di piante di ginseng, il Panax ed il Ginseng cinese.
Quest'ultimo, come dice il nome, originario della Cina ma può provenire anche dalla Corea e dal Giappone nelle sue due varietà, una rossa ed una bianca, quest’ultima più ricca di principi attivi; il Ginseng americano (Panax) arriva dagli Stati Uniti e dal Canada. Le proprietà del genere Panax derivano essenzialmente dalla presenza di ginsenosidi, glicosidi anche detti saponine, che risultano differenti in composizione chimica e quantità percentuale nelle due specie: ad esempio il Ginseng americano possiede una quantità inferiore di ginsenosidi Rf ed il rapporto fra ginsenosidi Rg1 e Rg2 è inferiore a quello presentato dal Ginseng cinese, questo fattore determina una diversa efficacia tonificante tra le due specie: quello americano risulta essere meno stimolante di quello cinese (infatti i ginsenosidi Rg1 hanno un effetto eccitante ed i ginsenosidi Rg2 hanno effetti calmanti.

.... ma  non basta un nome esotico 

per avere la certezza che stiamo assumendo qualcosa di benefico e le proprietà di quella pianta...
Il caffè al ginseng è ormai da alcuni anni.. la bevanda alla moda, soprattutto per signore..in realtà è una delle tante bevande da eliminare assolutamente se assunte al bar, in autostrada o comunque in miscela già confezionata...perchè come vedremo di naturale e benfico contiene poco.

Caffè, bevanda al ginseng e caffè al ginseng: le differenze


Il caffè che possiamo bere quotidianamente in tutta Italia, è una bevanda ottenuta dalla tostatura e torrefazione dei chicchi della pianta di caffè, Coffee Arabica.

Questa bevanda viene solitamente preparata in casa con la moka e nei bar con la macchina da caffè, partendo sia dalla polvere di caffè che dai chicchi interi macinati al momento.

Il procedimento di estrazione richiede l’acqua bollente che impregna la polvere macinata del caffè e permette ai principi attivi di uscire nella bevanda. Tra le sostanze maggiormente conosciute nel caffè ricordiamo la più famosa, la caffeina.


La bevanda al ginseng , si ottiene invece dalla pianta del  ginseng con il procedimento della decozione, mettendo la radice di Ginseng, essiccata e a volte polverizzata, in acqua e sul fuoco sino ad ebollizione, facendo poi bollire per almeno 15 minuti.

A fuoco spento, il liquido va lasciato a riposo per altri 15 minuti e filtrato. Questa bevanda contiene molti principi attivi ad effetto salutare, come  i ginsenosidi ad azione adattogena. Il sapore di questa bevanda è al primo momento intenso e amarognolo, poi però rilascia un retrogusto piacevolmente dolce e corposo.


Il caffè al ginseng infine è una tipologia di caffè “moderna” che è stata prodotta creando una miscela di partenza mista tra caffè e ginseng.

Questa miscela contiene infatti caffè con l’aggiunta della polvere della radice di ginseng alla quale però vengono anche addizionate altre sostanze che sarebbe meglio evitare per avere un prodotto più naturale possibile.

Scopriamo di cosa è fatto il caffè al ginseng!

Questa è la composizione del caffè al ginseng dei principali produttori:

Grassi vegetali non idrogenati polvere
Sciroppo di glucosio
grassi vegetali non idrogenati
proteine del latte
stabilizzanti:E331, E340, E452
emulsionanti: E471, E472e
antiagglomerante: E551
aroma
colorante
Caffè solubile (12%)
Maltodestrine
Estratto di ginseng >1% (Panax ginseng VARIABILE, radice, ginsenosidi 5%)
Correttore di acidità: sodio bicarbonato
Do adito che talvolta l'estratto raggiunge l'1% in alcune marche... vediamo alcune nel dettaglio.

Cosa contiene il  Nescafè Ginseng

INGREDIENTI:
Latte scremato in polvere 29,5%, zucchero, sciroppo di glucosio, caffè istantaneo 14,2%, lattosio, proteine del latte, maltodestrina, aromi, olio vegetale, stabilizzante E339, estratto di ginseng 0,58%.


Gli ingredienti sono troppi e troppo chimici per poter parlare di una bevanda da consumarsi con la frequenza di un caffè senza controindicazioni: - non è specificato quale tipo di olio vegetale viene utilizzato
- lo stabilizzante E339 sono sali di sodio dell'acido fosforico (utilizzato perchè non si formino i grumi)
- la maltodestrina è un addensante (carboidrato)
- l'indicazione aromi (che sono artificiali sennò vi sarebbe l'indicazione "naturali") non ci dà indizi su che tipo di aroma sia stato aggiunto.
Per non parlare degli addensanti, stabilizzanti e coloranti..


Ed ancora...

PREPARATO SOLUBILE PER BEVANDA AL CAFFE' CON GINSENG - MISCELA BAR - SENZA GRASSI VEGETALI IDROGENATI

INGREDIENTI:

Grasso vegetale di cocco polvere (sciroppo di glucosio; grassi vegetali di cocco; proteine del LATTE; stabilizzanti: E331. E340; emulsionante: E471; antiagglomerante: E551; aroma; colorante: betacarotene); Maltodestrine; Caffè solubile (18%); Estratto di ginseng (1%); Addensanti: E412, E415; Correttore di acidità: sodio bicarbonato; Aromi; Edulcorante: sacralosio.


PREPARATO SOLUBILE PER BEVANDA AL CAFFE' CON GINSENG AL GUSTO DI CARAMELLO - MISCELA BAR - SENZA GRASSI VEGETALI IDROGENATI

INGREDIENTI:

Zucchero; LATTE magro in polvere; Caffè solubile (10%); Sciroppo di glucosio; Grasso vegetale di cocco; Aromi; Estratto di ginseng (1%); Addensanti: E412, E415; Stabilizzanti: E340, E331; Correttore di acidità: sodio bicarbonato; Emulsionante: E471.

E' certamente un' iniezione di energia, ma chimica che quasi fa concorrenza alle classiche energy drinks come Redbull, Burn...

Quindi fate sempre attenzione alle etichette e leggete sempre prima di bere o mangiare!!!


Come sempre il problema non è la singola assunzione.. questi additivi chimici.. uniti agli aromi e tutto il resto li assumiamo con bevande, merendine, panini.. cioccolate.. e alla fine il problema che resta è l'accumulo!


... e come sempre il messaggio è incerto e serve a vendere. Mettiamo qualcosa di orientale in un prodotto chimico e ricco di agenti sintetizzati chimicamente e di cui non si conoscono a fondo le implicazioni biologiche, e diamogli un nome esotico. Qualcuno abboccherà e si lascerà trasportare dalla moda, senza notare che dell'estratto principale c'è solo il profumo e il nome nella lista degli ingredienti (5% un po pochino considerando che poi c'è la voce aromi, che come sappiamo, significa tutto e niente).

Un altro prodotto dell'era moderna da cui tenersi debitamente a distanza se volete godere delle proprietà di questa radice.. assumete un calda tisana o la bevanda al caffè fatta in casa...!


 Le energy drink non sono un cucchiaio di miele!!!
 Smettiamo di assumerlo come una spremuta d'arancia.. i danni sono seri . Il tutto subito, il tutto e prima non è vero,non è salutare,...e il rimedio immediato che cura subito non è reale..se ne paga lo scotto.La stanchezza è il sintomo più sano,semplice immediato che il nostro corpo ci trasmette per dirci che dobbiamo fermarci e riposare..

"chi si ferma è perduto" non è il detto che deve sponsorizzare la nostra vita!

2 commenti:

  1. La cosa più comica è: come mai nessuna azienda approfitta della qualità scarsa dei prodotti per farne uno "serio" e pubblicizzarlo diffamando gli altri, visto che la lista di ingredienti (se si fa attenzione) è nota a tutti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. costerebbe troppo aumentare il ginseng, non avrebbe sapore senza aromi e non avrebbe consistenza senza addensanti ergo

      ...non verrebbe comprato

      Elimina

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.