Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

2015/11/30

SAT KRYA: EQUILIBRIO TRE CHAKRA INFERIORI. DISINTOSSICARE IL CORPO.

























Conobbi questo Krya in una delle mie prime lezioni di Kundalini anni fa.. e per la prima volta imparai veramente l"esistenza" utile del mio ombellico sul mio corpo.. e  muovendolo si va ad agire sul nostro stato fisico e mentale .. 
Il Sat Krya è essenziale nella pratica del Kundalini Yoga, possiamo definirlo come uno dei pochi esercizi che racchiude il tutto.Yogi Bhajan lo ha insegnato descrivendolo come "tutta una classe di yoga in una postura." Il suo scopo principale IL RISVEGLIO DELLA KUNDALINI.

Tutti possono diventare maestri di questo Krya, iniziando con 1 minuto, 3 minuti ogni giorno e via via aumentarlo.

L'effetto principale è un controllo e l'equilibrio dei tre chakra inferiori o centri di distribuzione di energia nel corpo. Lo fa mescolando il prana e apana al centro dell'ombelico. Questo genera un calore nel sistema e apre i canali interni al flusso verso l'alto e la rotazione di energia. 

Sat Kriya ringiovanisce anche il sistema sessuale e aiuta il cervello e il corpo per recuperare da tossicità e perdita di memoria a causa di abuso di droga

E 'bene per la rimozione di squilibri energetici nei tre chakra inferiori e, di conseguenza, è un bene per problemi nella parte inferiore della schiena e alleviare la depressione lieve.

"Ci vogliono 40 giorni per rompere un'abitudine, 
90 giorni per ottenere la nuova abitudine
120 giorni e si sono l'abitudine 
1.000 giorni sei padrone di esso "

  •  Rafforza l'intero sistema sessuale 
  •  Stimola il suo flusso naturale di energia 
  •  Aiuta a superare fobie sulla sessualità 
  •  Aiuta a controllare l'impulso sessuale insistente 
  •  Ricanalizza le funzioni dell' energia sessuale per più creative e di guarigione all'interno del corpo 
  •  Vantaggi quelli con squilibri mentali e di altri problemi mentali 
  •  Saldi energie nei tre chakra inferiori 
  •  Massaggio di tutti gli organi  con un movimento ritmico dolce, che promuove la buona salute 
  •  Regola la pressione sanguigna e rinforza il cuore grazie al pompaggio dell'ombellico
  •  Stimola e l'energia Kundalini channelizes 
  •  Si pratica utilizzando il Sat Nam unico mantra 
  •  Può essere praticata da 3 a 62 minuti (Nota: Utilizzare il buon senso - non più di indulgere) 
  •  Richiede rilassamento profondo sulla parte posteriore per il doppio del tempo di esercizio 

Le persone che sono gravemente disadattati o che hanno problemi mentali beneficiare di questo kriya
poiché questi disturbi sono sempre connessi con uno squilibrio nelle energie dei tre chakra inferiori.

Uno studente che inizia dovrebbe iniziare con 3 minuti di Sat Kriya ogni giorno per 40 giorni come parte di una pratica personale, vale a dire, Sadhana. Più tempo può essere costruito da questa base 3 minuti.

COME ESEGUIRE IL SAT KRYA

Postura: Sedersi sui talloni nella posizione della roccia  (Vajrasan asana). I talloni sono verso l'alto nelle natiche, stimolando due punti di pressione dell'agopuntura, uno in ogni natica. Le ginocchia possono essere leggermente aperte. Bloccare il mento, vale a dire, tirare il mento indietro ma non verso il basso; allungare le braccia sopra la testa fino a quando i gomiti abbracciano i lati della testa. interlacciato tutte le dita tranne gli indici che sono insieme e puntò verso l'alto.L'uomo accavalla il pollice destro su quello sinistro, la donna intreccia il pollice sinistro su quello destro.
Gli studenti avanzati devono portare i palmi delle mani, i pollici incrociate, altre dita dritto. Vedi sotto.























Occhi: Gli occhi sono chiusi e focalizzati nel punto terzo occhio, cioè, sopra e tra gli occhi. Oppure più avanzato sono leggermente aperta (1/10 ° strada) a fissare la punta del naso. Si sta mettendo pressione sul lobo frontale alla ghiandola pituitaria e fare cose buone per il vostro cervello

Mantra: Il mantra unico è SAT NAM.
Iniziare a vibrarlo con un ritmo costante..ottimo sarebbe 8 volte per 10 secondi. Iniziate come riuscite l'importante è la costanza in tutto il tempo, non accellerare, non rallentare.
Mentre spingete il vostro ombellico verso la spina dorsale vibrate SAT a voce alta (anche questa costante per tutto il tempo.. senza sussurrare senza urlare), sentendo quasi una pressione al terzo chakra.
Con il suono NAAM rilassare l'ombellico, focalizzando sempre al terzo occhio o sull'ombellico.


Ripeto l'importante è ritmo sia della vibrazione sia del tempo. Non serve focalizzarsi sul respiro..

Rimanere sempre con la spina dorsale dritta... non è un esercizio pelvico ne tantomeno spinale.
L'unica cosa che va mossa è l'ombellico.

Termine: Inspirare e gentilmente stringere i muscoli dal basso sino tutto lungo la spina dorsale. Trattenere concentrandosi sull'area sopra la testa. Esalare completamente.
Inalare, esalare totalmente e trattenere ed applicare il mula banda. Trattenere per 5 secondi,Inspirare e rilassarsi.
Il rilassamento sdraiato va sempre fatto.
Se questo Krya non è seguito da altri esercizi il rilassamento deve essere sempre pari al doppio del tempo usato per il Sat Krya. ES: Sat Krya 3 minuti, rilassamento 6 minuti)

Ecco un video dove viene spiegato bene.. anche se non capite l'inglese è molto esplicativo..



IMPORTANTE

1) A causa del movimento di contrazione dell'ombellico e plesso solare esprimendo Sat, suonerà più come il suono, Sutt. 
2) Assicuratevi di portare le  labbra insieme quando esprime il mmm suono. Questo crea un simile gong risonanza all'interno del cranio, che ha un impatto sul miglioramento centri nella vostra mente. 
3) L'effetto fisico dell'espressione è più importante la precisione del suono. (Vedi video su Primal Suoni.) 

Cosa non fare:

Non lasciate che le braccia cadono o la curva gomiti. Continuate stiramento e se ti senti dissolvenza, tenere ricommettere all'esercizio. Allungare fino dalle vostre ascelle.
Non lasciate che il petto, spalle e braccia si muovono su e giù come cantate. Non si tratta di aerobica. Il movimento è semplicemente la spremitura degli organi "sotto la cintura". Tenere il bel corpo superiore e stabile.


La contrazione ritmica e relax produce onde di energia che circolano, eccitano e guariscono il corpo. Cantando, la colonna vertebrale rimane ferma e dritto. Questo non è né un flex spinale né una spinta pelvica. Rimanete saldamente seduto sui talloni attraverso tutti i movimenti del kriya. La contrazione addominale è focalizzato nel punto dell'ombelico. C'è una contrazione automatica del retto e le aree organo sessuale come nella serratura inferiore del corpo chiamato lock 'root' o Mul Bandh (mool bandh), ma la serratura non è forzato e viene tirato-spremuto naturalmente dall'ombelico.






2015/11/29

IN USO NUOVO PESTICIDA: ENLIST DUO GLIFOSATO UNITO A 2,4 D, EPA APPROVA E POI CI RIPENSA.

























Davvero interessante e piena  di spunti la storia di questo nuovo diserbante..prima ritenuto innocuo, dopo attente,minuziose analisi e poi per una protesta..l'EPA è costretta a far manovra di ritirata...
Domanda del secolo... ma allora  tutte le ricerche di sicurezza che l'hanno spinta ad approvare la messa sul mercato erano.. sono buffonate per noi poveri stolti?
A fronte del "grandissimo problema" sorto,come cita l'EPA: ovvero che le erbacce stanno diventando sempre più resistenti agli erbicidi a base di glifosato e stanno sollevando un serio problema per gli agricoltori... avevano visto bene di creare un nuovo cocktail:

Enlist Duo un prodotto di combinazione di due erbicidi registrati in precedenza: 2,4-D; e glifosato

Direi una combinazione bomba di due sostanze già inquisite singolarmente per essere concerogene,collegate a malattie come Parkinson...
2,4-D e glifosato sono due degli erbicidi più diffusi in tutto il mondo per controllare le erbacce. Decine di paesi tra cui Stati Uniti, Canada, Messico, Giappone e 26 membri dell'Unione Europea hanno approvato tali pesticidi per uso su numerose colture e prati residenziali.

Enlist Duo è attualmente registrato per l'uso in quindici stati. Registrazione originale dell'EPA  nell' Ottobre 2014 ed applicato a sei stati: Illinois, Indiana, Iowa, Ohio, South Dakota e Wisconsin. Il 31 marzo 2015, l'EPA ha concesso un emendamento alla registrazione di  Enlist Duo erbicida che autorizza il suo uso in nove stati aggiuntivi: Arkansas, Kansas, Louisiana, Minnesota, Missouri, Mississippi, Nebraska, Oklahoma, e North Dakota.


ACCERTATA SICUREZZA DEL PESTICIDA ENLIST DUO 

Come potete leggere direttamente dal sito dell'EPA, vi è " un'attenta disamina del prodotto" ...

Dopo aver completato una rigorosa analisi di tutti gli studi scientifici e considerando tutti i commenti pubblici, l'EPA sta registrando l'erbicida Enlist Duo per controllare le erbacce per mais e soia geneticamente modificati.
Questo prodotto fornirà un nuovo strumento per aiutare gli agricoltori a gestire le erbacce che sono diventati resistenti agli erbicidi.
Il pesticida sarà utilizzato per controllare le erbe infestanti nel mais e soia geneticamente modificati (GE) di tollerare 2,4-D e glifosato. La decisione dell'Agenzia è che protettivo per tutti. Quando viene utilizzato secondo le indicazioni dell'etichetta, Enlist Duo è sicuro per tutti,compresi i feti in  via di sviluppo , i neonati i bambini, gli anziani e contadini.

L'utilizzo di Enlist Duo è sicuro per l'ambiente, comprese le specie minacciate di estinzione. L'Agenzia ha valutato i rischi del sale di colina 2,4-D a specie in pericolo e ha scoperto che non ci sarebbe alcun effetto sulle specie elencate da questo principio attivo nella zona di uso approvato quando il prodotto viene utilizzato in base alle istruzioni riportate sull'etichetta.
Il glifosato è già registrato per questi usi e non ha subito un'ulteriore revisione come parte della valutazione di questo prodotto.

La decisione di EPA per registrare Enlist Duo incontra il rigoroso standard di leggesulla tutela alimentare  della qualità di "ragionevole certezza di non nuocere" per la salute umana.


Il documento finale sulla decisione di regolamentazione è disponibile in EPA docket EPA-HQ-OPP-2014-0195 a www.regulations.gov


In concomitanza con il processo di regolamentazione EPA, il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti ha ricevuto richiesta dalla Dow AgroSciences per introdurre nel mercato statunitense  mais e soia geniticamente modificato che tollerino l'esposizione a 2,4 D. USDA ha annunciato l'approvazione di queste colture GE il 17 Set 2014 . Queste piante di mais e soia GE sono i primi sviluppati per essere resistente a 2,4-D e hanno lo scopo di consentire agli agricoltori di utilizzare Enlist Duo per controllare le erbacce che hanno sviluppato una resistenza al glifosato.




Quali precauzioni di sicurezza  EPA sta mettendo in atto per l'uso di EnlistDuo?

La nostra valutazione dei rischi per la salute umana per questa decisione di registrazione ha incluso un'ampia analisi del potenziale di rischi per le persone che vivono nei pressi di campi agricoli trattati, tra cui bambini e adulti, provenienti da fonti quali la volatilizzazione e dispersione dei prodotti irrorati. La nostra valutazione dei rischi per la salute umana ha mostrato rischi molto bassi per la salute umana, con un conseguente determinazione che l'uso del pesticida, approvato, non provoca rischi per la salute per le persone che vivono vicino a campi trattati, anche a bordo di quei campi. Anche così, abbiamo aggiunto le misure di protezione per garantire che vi sia ridotta fuori campo il movimento del pesticida:
L'approvazione da parte dell'Agenzia riguarda solo la formulazione di pesticidi a bassa volatilità.
Il pesticida non può essere applicata dagli aerei.
Esso non può essere applicato quando la velocità del vento è superiore a 15 mph.
Un buffer a 30 piedi, all'interno del campo è stato impostato per proteggere le piante in via di estinzione e sarà anche proteggere ulteriormente astanti e piante non bersaglio.

 È 2,4-D lo stesso di "Agent Orange"?

qui abbiamo l'apoteosi...leggete cosa scrive l'EPA:

No. "Agente Orange" era una miscela di due diversi erbicidi, 2,4,5-T e 2,4-D, così come cherosene e gasolio. Agent Orange conteneva alti livelli di diossina, un contaminante trovata in 2,4,5-T che causa il cancro e altri problemi di salute nelle persone. (ndr. mentre  2,4-D e glifosato sono veramente due boccioli di salute!!)  EPA ha annullato tutto l'uso di 2,4,5-T nel 1985, a causa di questi rischi.

Il rapporto non si fa mancare nulla e quindi viene preso in causa anche la sicurezza nella natura e delle api..

 Come influisce Enlist Duo sugli impollinatori / api?


Valutazioni dei rischi a livello di screening hanno determinato che il sale di colina 2,4-D è praticamente non tossico per le api. Pertanto, ci aspettiamo che non ci saranno impatti negativi impollinatori / api. Indipendentemente da ciò, stiamo lavorando aggressivamente per proteggere le api e altri impollinatori dagli effetti potenziali dei pesticidi e sono impegnati in attività nazionali e internazionali per affrontare questi problemi. Stiamo lavorando con gli apicoltori, coltivatori, produttori di pesticidi, l'USDA e gli stati per  applicare tecnologie atte alla riduzione  dell'esposizone delle api ai  pesticidi ,(ndr. giustamente creando e mettendo sul mercato un nuovo cocktail..) avanzare e migliorare le pratiche di gestione, migliorare la guida dell'ordine e garantire che i rischi impollinatori del mondo reale sono contabilizzati nelle nostre  decisioni regolamentari sui pestici.


Bene alla luce di tutto questo

Il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) è responsabile per determinare se consentire la vendita di semi che sono stati geneticamente modificati. EPA regola il pesticida usato su tali semi o le coltivazioni sotto l'insetticida federale, fungicida, e rodenticida Act e dei residui dei pesticidi residui in o su alimenti da tali usi sotto la Federal Food, Drug, and Cosmetic Act.
Le due agenzie hanno lavorato a stretto contatto per garantire una revisione scientifica approfondita dei potenziali impatti sulla salute umana e sull'ambiente associati agli usi e hanno condiviso informazioni e valutazioni per informare le decisioni normative entrambe le agenzie.
Il 17 settembre 2014, l'USDA ha annunciato la sua decisione finale di autorizzare la vendita di semi che sono stati geneticamente modificati per sopportare 2,4-D e glifosato


IL 25 NOVEMBRE 2015 INVERSIONE DI MARCIA...


Come riporta EWG la US Environmental Protection Agency , l'EPA, ha  ritirato la sua precedente decisione di lasciare che la Dow AgroSciences  mettesse sul mercato questo nuovo diserbante per uccidere le erbacce resistenti a campi di mais e soia geneticamente modificati.

L'agenzia ha detto che il prodotto potrebbe presentare rischi ambientali potenzialmente significativi, secondo i documenti del tribunale presentati il 24 novembre 2015.

"Questa improvvisa inversione dimostra che la revisione della EPA e la valutazione del prodotto Dow AgroSciences era profondamente sbagliata e incompleta",

ha detto Mary Ellen Kustin, analista senior politica per EWG.

"L'EPA ha ora una seconda possibilità di fare un passo indietro e ripensare alle conseguenze dell'Enlist Duo sul mercato. A nostro avviso,infatti questa 'soluzione' chimica avrebbe mantenuto solo gli agricoltori legati ad un tapis roulant chimico . "

Nel mese di ottobre 2014, l'EPA ha approvato la richiesta di Dow AgroSciences  a commercializzare Enlist Duo, in sei stati. Nel marzo di quest'anno, l'EPA allungato la lista di 15 stati. L'azienda ha sviluppato questa nuova combinazione di erbicidi per combattere i cosiddetti "super-infestanti" che si sono evoluti per sopravvivere al glifosato, commercializzato come Monsanto Roundup , ampiamente utilizzato su OGM mais e la soia.

Ma il 25 novembre, rispondendo ad una causa intentata da una coalizione di gruppi ambientalisti, tra cui Environmental Working Group, gli avvocati EPA ha detto alla Corte d'Appello degli Stati Uniti per il 9 ° Circuito che la  Dow AgroSciences aveva alcuni dati tenuti nascosti che dimostrano che il mix di prodotti chimici ha "effetti sinergici", che significa che la combinazione di pesticidi intensifica la tossicità del prodotto per piante e possibilmente altri esseri viventi.

Avvocati per il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, che rappresentano l'EPA, hanno chiesto al giudice del )° Circuito, che sta seguendo la querela degli ambientalisti , di lasciare l'approvazione dell'agenzia (tecnicamente, "registrazione") per Dow AgroSciences 'Enlist Duo.



L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) 
ha classificato il glifosato della Monsanto 
come un probabile cancerogeno umano 
e 2,4-D come possibilmente cancerogeni per l'uomo. 
Il defoliante 2,4-D è stato associato
alla malattia di Parkinson ed al linfoma non-Hodgkin.



Nonostante sempre più evidente che  è dannoso per la salute umana, l'uso del glifosato è esploso negli Stati Uniti, trainato principalmente dalla diffusa adozione di colture OGM. Se alla Dow AgroSciences è permesso di vendere Enlist Duo, molti campi coltivati ​​OGM possono cospargersi di entrambi: glifosato e 2,4-D.

EWG analisi hanno scoperto che più di 11.000 chiese e 3.200 scuole elementari risiedono vicino a campi coltivati principalmente con mais e soia OGM.

La mappa sottostante mostra la quantità di glifosato spruzzato su terreni agricoli in ogni contea. Le chiese 11.660 entro 1000 piedi di un campo di mais o di soia sono rappresentati come punti gialli; le 3.247 scuole elementari vicino questi campi sono rappresentati come punti rossi.

Pensate al trattato TTIP.. quando entrerà in vigore.. ed a tutti i prodotti della terra importanti dalla santa madre terra USA...pensate ANCORA che sia solo un loro problema??
CLICCA SULLA MAPPA INTERATTIVA


Ricordo solo brevemente... perchè sarebbe molto lungo il discorso a riguardo che gli scienziati del Centro internazionale di ricerca sul cancro hanno trovato quello che sembra essere un forte legame tra l'esposizione ai pesticidi e un cancro del sangue chiamato linfoma non-Hodgkin.

Analizzando 44 singoli progetti di ricerca pubblicati dal 1980, gli scienziati, scrivendo sul Journal of Research Ambientale e Sanità Pubblica, hanno dichiarato  che le persone esposte al glifosato diserbante, segnata dalla Monsanto con il marchio Roundup, avevano il doppio del rischio di sviluppare il Linfoma -Hodgkin.

Quelli esposti a 2,4-D, un altro diserbante potente commercializzati dalla Dow Chemical, erano con  il 40 per cento in più  di probabilità di sviluppare questa malattia.

Gli autori, scienziati che lavorano nella sezione IARC dell'Ambiente e radiazione a Lione, in Francia, hanno teorizzato che questi pesticidi stavano causando mutazioni genetiche nelle cellule bianche del sangue, indebolendo così il sistema immunitario del corpo e la capacità di combattere le malattie.

Precedenti studi hanno osservato che gli agricoltori con l'esposizione a 2,4-D hanno sperimentato compromissione del sistema immunitario.

Lo studio è stato pubblicato IARC 23 aprile, visto che l' US Environmental Protection Agency stava considerando di approvare semi di GE di grano e soia progettati per resistere a 2,4-D. Se l'EPA approva i nuovi semi GE e se si utilizza 2,4-D per uccidere le erbacce su alcuni dei 170 milioni di acri di mais e soia coltivata negli Stati Uniti ogni anno, l'USDA stima che l'uso del 2,4-D sicuramente triplicherà, aumentando notevolmente l'esposizione delle persone ad un pesticida che può provocare il cancro e non solo...

MANGIARE TRANSGENICO, GENETICAMENTE MODIFICATO VUOL DIRE MANGIARE TRA I PESTICIDI PIÙ CANCEROGENI IN COMMERCIO...


OGM NON È LA SOLUZIONE DELLA FAME NEL MONDO...




Fonti:
http://www.ewg.org/release/obama-administration-reverses-approval-dow-agrosciences-weed-killer-over-environmental-risks
http://www2.epa.gov/ingredients-used-pesticide-products/registration-enlist-duo

2015/11/28

UNGHIE: Come interpretare il linguaggio delle unghie. Patologie collegate.




Un’unghia sana è resistente, di colore rosato ed è caratterizzata da una superficie uniforme e levigata – spiega il professor Monti – Il fatto che le unghie cambino colore e assumano forme strane può significare che ci sia qualcosa che non va nell'organismo. Spesso le cause del cambiamento di aspetto di queste sottili lamine che ricoprono le piccole falangi delle dita risiedono in abitudini sbagliate: ad esempio una manicure troppo aggressiva, l’utilizzo di smalti di qualità scadente, il mancato utilizzo di guanti quando si lavano i piatti o si fa il bucato a mano. A volte, invece, all'origine del cattivo stato di salute delle unghie ci sono traumi o malattie della pelle, come la psoriasi o una micosi, o disturbi interni, ad esempio a carico dell’apparato cardiocircolatorio”.

“In linea di massima – sostiene il professor Monti – se solo un’unghia o due presentano un’anomalia, è probabile che il problema sia esterno, mentre se sono tutte le unghie a cambiare colore o forma, è ragionevole sospettare la presenza di una malattia interna”.
Le alterazioni delle unghie possono riguardare la consistenza, la forma e il colore: esaminiamo le principali e vediamo che cosa possono significare.


A prescindere dai segni, che andremo ad esaminare, dobbiamo avere presente che

  • l'unghia del pollice indica lo stato generale dello psichismo dell'individuo; 
  • l'unghia dell'indice dà indicazione sul torace e sul fegato;
  • l'unghia del medio dà indicazioni sull'apparato digestivo, sull'apparato scheletrico e sull'apparato uditivo, 
  • l’unghia dell'anulare è indicativa per l'apparato cardiocircolatorio renale e per gli occhi; 
  • l'unghia del mignolo dà indicazioni sul sistema nervoso e sugli organi genitali.

ANATOMIA

L'unghia è un complesso apparato formato da 4 tessuti epiteliali e da un prodotto corneo finale, la lamina ungueale. La lamina ungueale è una struttura dura e trasparente costituita da cellule cheratinizzate, prive di nucleo, strettamente aderenti. L'unghia appare di colorito roseo in quanto la lamina, trasparente, permette di visualizzare il letto riccamente vascolarizzato. La lamina ungueale è prodotta dalla matrice ungueale che rappresenta la parte germinativa dell'unghia ed è situata al di sotto della piega ungueale prossimale. In alcune dita delle mani, la porzione distale della matrice è visibile attraverso la lamina come un'area semilunare di colorito bianco, la lunula.

La durezza e la resistenza della lamina ungueale sono correlate al suo contenuto in cheratine dure e amminoacidi solforati, particolarmente in cistina

Amminoacidi più rappresentati nell'unghia 
cistina acido glutammico arginina

Costituzione dell'unghia 
acqua 18% cistina 10% lipidi 5% colesterolo acidi grassi saturi acidi grassi insaturi (acido oleico)

Una carenza di cistina può determinare una fragilità dell'unghia. L'unghia contiene tracce di molti oligoelementi, fra questi i più rappresentati sono lo zinco e il ferro. Una carenza di ferro può determinare un assottigliamento e una fragilità della lamina. Non esistono invece relazioni fra proprietà meccaniche della lamina ed il suo contenuto in calcio; sembra che le tracce di calcio che si rilevano nell'unghia originino da contaminazioni ambientali.

Quando il contenuto lipidico della lamina diminuisce, l'idratazione dell'unghia è più difficile e questa tende a divenire fragile

Alterazioni dell'unghia sono comunemente presenti nei soggetti con carenze dietetiche di alcuni minerali o di vitamine. Questo fa ritenere che un apporto corretto di vitamine e minerali sia essenziale per una normale crescita e funzionalità dell'unghia

Alterazioni ungueali conseguenti ad alterata funzione della matrice
Le alterazioni delle unghie possono essere in molti casi un importante ausilio diagnostico sia nel riconoscimento di affezioni dermatologiche che nell'individuazione di malattie sistemiche. Anche se tutte le lesioni ungueali possono, a prima vista, sembrare uguali, un attento esame delle unghie permette spesso di correlare il sintomo ungueale all'evento morboso che lo ha provocato.

Nell'esame obiettivo è importante comunque una valutazione di tute e venti le unghia..perchè l'anomalia di una sola rispetto a quelle di tutte le mani può portare a diagnosi diverse..

Linee di Beau
Si presentano come solchi trasversali, spesso più accentuati al centro della lamina, che progrediscono con la crescita dell'unghia. Sono espressione di un'interruzione temporanea dell'attività mitotica della matrice prossimale.(talvolta anche un ciclo mestruale interrotto, saltato o particolarmente doloroso posso causare queste interruzioni, quindi avvallamenti.)
Linee di Beau multiple a livello della stessa unghia indicano un danno ripetuto, possono essere provocate da microtraumatismi, affezioni dermatologiche della matrice, malattie sistemiche. Se tutte le unghie presentano contemporaneamente linee di Beau localizzate alla stessa altezza la causa è sempre una malattia sistemica.

Linee di Beau: cause più comuni 

Traumatiche = manicure onicotillomania
Dermatologiche = dermatite da contatto eritrodermia perionissi
Affezioni sistemiche = chemioterapia antiblastica dismenorrea iperpiressia ischemia periferica

Striature e fissurazioni longitudinali (onicoressi) 












Sono espressione di un danno della matrice prossimale.
Sottili rilievi longitudinali sono frequenti anche nelle unghie normali, soprattutto degli anziani
Se le unghie diventano sottili e ruvide (cioè come la carta vetrata), la malattia può essere denominata trachionichia.
Quando tutte le unghie sono colpite, la malattia è chiamata distrofia delle 20 unghie.

Striature longitudinali: cause più comuni
Alopecia areata,
Artrite reumatoide
Dermatite atopica 
Fragilità ungueale Insufficienza vascolare
Invecchiamento
Lichen planus
Psoriasi,
Traumi
Tumori che interessano o comprimono la matrice*
Vitiligine.
*Alterazioni limitate ad una porzione della lamina.

La carenza di ferro può causare le righe verticali sulle unghie, inoltre provoca l’unghia a cucchiaio.

Leuconichia vera

E' conseguenza di affezioni che determinano un'alterata cheratinizzazione della matrice distale. La lamina ungueale presenta chiazze di colorito bianco opaco che corrispondono a focolai di cellule paracheratosiche situate a livello della sua porzione ventrale (Tav. 3).

Clinicamente, la leuconichia vera può presentarsi in tre varietà morfologiche:

1) leuconichia puntata, caratteristica dell'infanzia, si manifesta con piccole chiazze che talvolta scompaiono prima di raggiungere il margine distale dell'unghia. E' conseguenza di microtraumi ripetuti (Fig. 4).
2) leuconichia striata, più frequente nel sesso femminile, si presenta con bande trasversali multiple a decorso parallelo (Fig. 5). E' quasi sempre conseguenza di un manicure troppo aggressivo.
3) leuconichia totale, rara, interessa più o meno omogeneamente tutta la lamina ungueale. Talvolta ereditaria, può essere presente alla nascita o comparire più tardivamente



Il vecchio detto recitava : lunette bianche uguale ad anemia o mancanza di Calcio. Secondo molti autori non è affatto vero che le unghie fragili o con macchie bianche indicano una carenza di calcio. La presenza di macchie bianche invece può indicare: traumi (cosmetici dannosi per l'unghia,piccoli schiacciamenti, rosicchiare l'unghia..) infezioni da colonizzazioni micotiche, ipoalbuminemia ( secondo la macrobiotica può indicare iperglicemia o uso eccessivo di dolci) cirrosi.
Erica Campanini (fitoterapeuta), ad esempio, interpreta la presenza di macchie bianche come indice di carenza di Zn o squilibrato rapporto Zn/Cu.

Se le macchioline bianche interessano tutte o la maggioranza delle unghie possono segnalare la presenza di malattie della pelle, quali la psoriasi e la dermatite atopica.

Coilonichia (unghie a cucchiaino) 

La lamina è assottigliata e presenta un aspetto concavo (Fig. 6). E' fisiologica nel bambino. Nell'adulto può essere conseguenza di affezioni dermatologiche che provocano un assottigliamento della lamina, riconoscere un origine professionale (traumi ripetuti, contatto con oli minerali), o, più raramente, essere conseguenza di un'anemia sideropenica,anemia da carenza di ferro; forte carenza di vitamina C e di cistina (un aminoacido); malattie delle ghiandole endocrine o della tiroide; sindrome del tunnel carpale; tic nervoso, se interessa un solo dito.
Le unghie concave  sono indice di disturbi nervosi. Se questa concavità è molto pronunciata è evidenziata dalla parte terminale della falangetta è frutto di un'eredità atavica di alcolismo, eredità foriera di disturbi nervosi, psichici di una certa importanza.

Onicomadesi 

E' conseguenza di una interruzione temporanea dell'attività mitotica di tutta la matrice ungueale. La lamina appare distaccata dalla piega ungueale prossimale da un solco a tutto spessore di ampiezza proporzionale alla durata dell'evento morboso che ha colpito la matrice (Fig. 7). L'onicomadesi riconosce le stesse cause delle linee di Beau; l'intensità del danno che ha colpito la matrice è però in questo caso più grave.

Unghie con profilo convesso
Rivelano in generale  fragilità delle vie respiratorie, affezione dei bronchi, disturbi della gola (bronchiti e laringiti).


Ippocratismo digitale (clubbing)
E' caratterizzato da un' ispessimento dei tessuti molli delle falangi distali per cui le dita assumono una forma a bacchetta di tamburo . Le unghie appaiono bombate con un aspetto a vetrino di orologio e l'angolo fra piega ungueale prossimale e lamina diviene > 180° (Fig. 22-23). 




La diagnosi di ippocratismo digitale è confermata dalla positività del segno della finestra (Tav 4 ). L'ippocratismo digitale può essere espressione di affezioni cardiovascolari, broncopolmonari o gastrointestinali. E’ un’alterazione legata a malattie dell’apparato respiratorio, del fegato e dell’intestino, presente anche nei forti fumatori e in coloro che fanno abuso di alcol.

Le principali patologie riconducibili sono:

cardiovascolari 
aneurisma aortico*
cardiopatie congenite**

broncopolmonari***
neoplasie toraciche
broncopneumopatie croniche:
ascessi polmonari aspergillosi blastomicosi bronchiectasie enfisema tubercolosi

gastrointestinali
abuso di lassativi
cirrosi epatica
colite ulcerosa
dissenteria bacillare
malattia celiaca
morbo di Crohn
neoplasie
parassitosi
poliposi
tubercolosi

* unilaterale
** associato a cianosi
*** associato ad osteoartropatia ipertrofica


Unghie fragili

Se le unghie si spezzano facilmente e appaiono sottili, molli e opache si è probabilmente in presenza di una carenza di vitamine (A, B6, E) o sali minerali (ferro, zinco, selenio, rame); le unghie, infatti, sono costituite da minerali, vitamine, aminoacidi, grassi e acqua e, se qualcuno di questi elementi è carente, la loro consistenza peggiora. Spesso all'origine della fragilità delle unghie vi sono errate abitudini alimentari o diete drastiche, che provocano un deperimento generale dell’organismo. Anche malattie debilitanti o trattamenti farmacologici prolungati possono causare fragilità delle unghie Infine, le unghie diventano fragili anche in seguito a una manicure eccessivamente frequente e aggressiva e al contatto prolungato con acqua, detersivi, saponi, solventi e sostanze chimiche, che le disidratano, rendendole secche e facili a spezzarsi.
Fragilità dell'unghia è legata anche ad un cattivo funzionamento della tiroide (metabolismo più lento)

Spesso sono sono indice di problemi di scarso funzionamento delle ghiandole endocrine; questo disturbo deriva dal sistema circolatorio e riproduttivo disturbati, in particolare si tratta di scarsa funzionalità dei testicoli e delle ovaie.

Le unghie che si sfaldano: questa situazione è spesso causata da cattive digestioni, stanchezza, irregolarità mestruale, debolezza sessuale.


idiopatica invecchiamento ripetuto contatto con acqua e detergenti
traumatica professionale manicure onicotillomania
affezioni dermatologiche lichen planus alopecia areata onicomicosi malattia di Darier psoriasi tumori
affezioni sistemiche terapia con retinoidi ridotta perfusione digitale neuropatie periferiche
stati carenziali malnutrizione anoressia nervosa carenze di oligoelementi carenze vitaminiche


 Unghie picchiettate - Pitting (depressioni cupoliformi)












Ovvero la superficie presenta depressioni puntiformi che possono essere disposte irregolarmente come si osserva nella psoriasi, oppure fanno linee regolari che fanno assomigliare l’unghia ad ottone picchiettato, come talvolta si verifica nell’alopecia aerata (Fig. 18), che è una malattia auto immune poco nota, che dà luogo a perdita parziale o totale dei capelli.

Unghie che si distaccano ONICOLISI

Il termine onicolisi definisce il distacco della lamina ungueale dal letto.
Le onicolisi possono essere  classificate in 2 gruppi:

1) onicolisi primitive: conseguono alla disgregazione della cheratina che tiene normalmente unite la lamina al letto. 
2)onicolisi secondarie: conseguono a malattie che interessano il letto ungueale e secondariamente provocano un'alterazione dei normali rapporti fra letto e lamina

Talvolta accade che vi sia una colonizzazione da microorganismi, soprattutto batteri (Pseudomonas aeruginosa) e lieviti che possono talvolta produrre sostanze cromogene che conferiscono alla lamina un colorito bruno verdastro .

E' anche frequente il deposito di materiali esterni con cui il paziente viene a contatto.

Le onicolisi primitive interessano più comunemente le unghie delle mani e sono molto più frequenti nel sesso femminile. Le onicolisi secondarie colpiscono indifferentemente le mani o i piedi ed entrambi i sessi, in tutte le età della vita

Questo distacco può essere causato da manicure troppo aggressivo (FIg.51), l'uso di prodotti chimici altamente corrosivi, o una malattia come la psoriasi, lupus eritematoso, eczema o cancro, sindrome di Reynaud, una patologia che blocca temporaneamente l’afflusso di sangue alle dita delle mani. Le persone sotto trattamento immunosoppressivo possono anche soffrire di questa malattia.


Atrofia e Ipertrofia

L’atrofia si concretizza in una dimensione ridottissima o una sottigliezza anormale, in modo tale che l'unghia finisce per staccarsi progressivamente dalla pelle. È indice di una debolezza particolare accusata dalla persona. Questa situazione è prodotta da una ipersensibilità nervosa eccessiva, accompagnata da malesseri profondi della nutrizione generale che coinvolge il tessuto cellulare e l'ossatura.


L'ipertrofia è una crescita irregolare e anormale dell'unghia che in termine medico si chiama onicogrifosi, si tratta di un'ipertrofia irregolare dell'unghia: può essere a clava, scanalata trasversalmente, o ispessita a forma di bietta ricurva leggermente all'indietro o di un artiglio curvo in avanti, reso fragile; si configura con una perdita di sensibilità, di resistenza organica e di un nervosismo esagerato. Queste alterazioni si associano spesso a microtraumi ripetuti, ridotta circolazione e ad infezioni fungine, infatti si trova più diffusa nelle persone anziane, ma si incontra, sia pure raramente, nelle persone più giovani, quando si verifica un invecchiamento fisiologico precoce per qualche crisi di salute che viene resa evidente da segni chiari sul palmo della mano, che rende più chiaro il tipo di predisposizione che nella maggior parte dei casi si tratta di terreno artrosico.


Pachionichia

Ispessimento di una o più unghie delle dita delle mani o dei piedi.

La pachionichia può essere conseguente a una patologia ereditaria (sindrome di Jadassohn-Lewandowsky), a un’onicomicosi (infezione fungina dell’unghia), oppure essere legata a psoriasi o eczemi.
Le unghie colpite appaiono deformi, anormalmente spesse, grigiastre o verdastre; in alcuni casi, la pachionichia è associata a un ispessimento dello strato corneale dell’epidermide sottostante l’unghia.
Il trattamento è quello della malattia responsabile.


Unghie a grotta

L’estremità dell’unghia risulta fortemente ispessita, poiché l’unghia tende a crescere verso l’alto e sotto si forma una cavità (grotta) che si riempie di materiale corneo. Se questa alterazione si verifica nelle unghie dei piedi, la causa può essere semplicemente l’uso di scarpe troppo strette, che sottopongono le unghie a traumi continui. Può essere legata anche a un’anomalia della tiroide o alla psoriasi (le squame della pelle possono sollevare la lamina ungueale).



Vediamo rapidamente altre caratteristiche delle unghie a cosa si possono associare:


Forme e profili



L'unghia troppo lunga (Fig. 1) rivela una predisposizione all'atonia organica, tubercolosi e un certo disequilibrio funzionale frutto della depressione.


L'unghia a tendenza corta (Fig. 2) è indice di una vitalità maggiore dell'unghia lunga, se è anche larga e armonica manifesta una buona forza vitale "Se sono troppo corte”, scrive Mangin, “manifestano una tendenza molto viva per la discussione, la controversia e lo spirito di contraddizione più o meno cosciente. Questi individui sono animati da una fiducia eccessiva in loro stessi, combattono volentieri le idee degli altri, sono dispettosi e rivelano un'ironia piuttosto caustica nelle espressione delle loro idee.

Se è normale e semicorta dimostra una solidità muscolare notevole.

Unghie corte piatte e quasi quadrate (Fig. 3) indicano una tendenza abbastanza alla debolezza cardiaca e una predisposizione a malattie nervose con possibili spasmi e contratture muscolari. Per le donne possono verificarsi disturbi agli organi genitali interni, specialmente alle ovaie.

Le unghie molto corte e larghe (Fig. 4), cioè rettangolari, denotano un'ipoattività fisiologica a psichica, un temperamento malinconico, un carattere atono. È stata inoltre osservata una relazione tra lunghezza esagerata dell'unghia e fragilità dei bronchi.

Quando questo tipo di unghia si presenta con una falangetta spatolata (Fig. 5), corta e piatta con un rigonfiamento anormale, che dà al dito un'apparenza assai sgraziata, sopratutto quando si tratta di pollice, è segno di un'indole piuttosto violenta.




Le unghie triangolari (Fig. 8) sono disposizioni iperestesiche (ipoparatiroidismo): se l'unghia è incavata, pallida e concava potrebbe accompagnare problemi cerebrospinali. Sul piano del carattere questo tipo di unghia rivela grande nervosismo e uno spirito pignolo che ha sviluppato molto senso critico.


La unghie trapezoidali (Fig. 9) rivelano disturbi fisici con episodi di mitomania.

Unghie strette e lunghe (Fig. 10) indicano una salute fragile e un'ossatura debole; il soggetto trova il suo equilibrio nell'energia nervosa.

Unghie a nocciolo d'oliva (Fig. 11 e Fig. 12) indicano una scarsa resistenza del sistema arterioso, un tono cardiaco debole e un equilibrio nervoso fragile oltre la tendenza a diabete di origine secondaria.



Le unghie a forma di ventaglio cinese (Fig. 13), sono simili all'unghia triangolare, ma con forme più arrotondate. Se le unghie sono piatte accompagnano affezioni che sono originate dalla milza; quando sono bombate denotano il cattivo funzionamento del fegato e dell'intestino.



Ora prendiamo in esame le unghie viste in sezione:






Le unghie arcuate, ad arco o tubolari (Fig. 14) indicano debolezza del sistema renale.

Le unghie poligonali (Fig. 14) indicano la predisposizione all'arteriosclerosi.

Le unghie ondulate (Fig. 14) rivelano problemi al sistema cerebrospinale e più in generale disturbi nervosi.





Talvolta abbiamo una nervatura profonda che attraversa verticalmente l'unghia; questo fenomeno si origina da una lesione della radice.

Il colore delle unghie

Le unghie normali devono essere rosa e indicano la buona qualità del nostro sangue.

Se sono rosa carico, che sconfina con il rosso sono indice di ipertensione; Mangin inoltre dice che si tratta di “unghie di persona irascibile e appassionata”.

Unghie bianco avorio

Le unghie bianco avorio se sono pallidissime Mangin afferma che si tratta di diatesi linfatica, diversamente indicano anemia, inizio della menopausa, accumulo di grassi e di muco nel cuore, fegato, pancreas, prostata e ovaie. I malati di leucemia o di cancro hanno spesso le unghie di questo colore.


Unghie bianche e rosa


Se le unghie appaiono bianche con nella parte finale una striscia rosa di 1-2 mm la prima cosa sospettata è la cirrosi (“unghie bianche di Terry”, dal nome del ricercatore che intuì il legame tra il colore delle unghie e questa malattia del fegato) Cirrosi epatica (fibrosi del fegato) 



Circa l’80% delle persone con la cirrosi ha le unghie di Terry, sono comunque associabili anche Insufficienza epatica, renale o cardiaca, diabete, anemia sideropenica, che consiste in un numero ridotto di globuli rossi dovuto alla mancanza di ferro nel corpo
Chemioterapia
Ipertiroidismo (la ghiandola tiroide nel collo produce troppi ormoni)
Malnutrizione.


Linee di Muehrcke 


Leuconichia apparente in bande trasversali multiple (Fig 28). Sono un frequente effetto collaterale della chemioterapia antiblastica e un segno caratteristico dell'ipoalbuminemia (sindrome nefrosica).



Half and half nails

Anche in questo caso Leuconichia apparente che interessa la metà prossimale dell'unghia che presenta un colorito rosso scuro nella sua metà distale. Frequentemente associate all'iperazotemia sono un segno ungueale caratteristico dell'insufficienza renale cronica (Fig. 28)

Unghie violacee

Il colore blu-violaceo, se riguarda tutte le unghie, è la spia di problemi cardiocircolatori: una cattiva circolazione del sangue provoca una difettosa ossigenazione dei tessuti che diventano blu o cianotici
questo sintomo presagisce l'indurimento delle arterie

Le unghie rosso-violacee indicano che le funzioni digerenti e circolatorie sono anormali, il soggetto soffre di insonnia o di diarrea o di astenia.

Unghie gialle

Il colore giallognolo è spesso la conseguenza dell’utilizzo di smalti di cattiva qualità o dell’applicazioni di smalti dal colore molto intenso direttamente sulle unghie, senza la protezione di una base incolore adeguata. 


Le unghie possono diventare gialle anche in presenza di una malattia a carico dell’apparato respiratorio, ad esempio pleuriti, bronchiti e sinusiti croniche, e in questo caso l’ingiallimento riguarda sia le unghie delle mani che quelle dei 
piedi.
La crescita delle unghie è arrestata o notevolmente rallentata.

Le lamine ungueali, di colorito variabile dal giallo pallido al giallo verdastro, presentano un aumento della curvatura. La cuticola è assente ed è presente frequentemente onicolisi (Fig. 24). 



Unghie che presentano macchioline scure

Le piccole macchie scure sono di solito causate da emorragie al di sotto della lamina, causate da un trauma, e scompaiono in breve tempo; se non scompaiono, possono rappresentare un neo benigno che cresce, ma anche un melanoma. Occorre quindi richiedere la visita dermatologica.


Un discorso a parte meriterebbe il problema dell'onicofagia, cioè dell'impulso quasi inconscio di rosicchiare le unghie. 

Questo irrefrenabile impulso ha senza dubbio cause nervose, Henri Mangine afferma che questo nervosismo spesso può derivare da cattivo funzionamento del fegato o dei reni e può dipendere da disturbi ovarici, inoltre ammonisce di tener d'occhio la funzionalità digestiva. Talvolta può essere anche sintomo di avitaminosi demineralizzazione o anche infine la conseguenza di vermi



Questo PDF da cui sono state prese parziali informazioni del post trovo sia abbastanza esaustivo, sulle patologie dell'unghia, troverete anche situazioni di micosi, le varie malattie infettive come Perionissi acuta, Herpes simplex, Verruche, Onicomicosi, Fragilità dell'unghia.. etc.







I DANNI DELLA COSMESI 

L’uso sistematico dello smalto può causare dermatiti da contatto, pigmentazioni della lamina ungueale, friabilità e altri danni. I vari solventi usati poi per cancellarlo agiscono sull’unghia in modo nefasto. Le unghie artificiali sono cento volte più dannose dello smalto perchè vengono incollare sulle unghie vere. I vari smalti rinforzanti e indurenti: spesso vantano il fatto di essere a base di cheratina. Il problema di fondo è che la cheratina somministrata dall’esterno crea gli inconvenienti sopraccennati. I solventi con cui la cheratina viene sciolta fanno sì che sull’unghia si applichi una soluzione e che gli effetti deleteri tipici dei solventi si manifestino a breve-medio termine. L’indurente contiene formaldeide, nylon, allume, nitrocellulosa ecc. ecc., con un’ampia casistica di effetti collaterali; ad esempio la formaldeide può causare dermatiti da contatto, dermatiti sulle labbra, onicolisi, desquamazione periungueale, irritazione, emorragie filiformi. Sconsiglio assolutamente le lime d’acciaio o di cartone molto abrasive, che peggiorano le condizioni dell’unghia fragile e della superficie compromessa e in certi casi sono esse stesse fonte di problemi per la lamina.
La pratica della manicure può causare danni, soprattutto se il manicure elimina le pellicine intorno all’unghia, il perionichio, importantissimo perchè protegge e contiene l’unghia.
Le infezioni di questa parte sono chiamate perionissi e comportano l’arrossamento il rigonfiamentodella zona con pus ed eventuale eritema (giradito o patereccio).








Fonti

Immagini tratte dal PDF Unghie- guida pratica  
di Antonella Tosti Bianca Maria Piraccini Anna Maria Peluso
http://olistica4.rssing.com/chan-6181222/all_p1.html
http://www.humanitasalute.it/bellezza-e-cura-del-corpo/19061-le-unghie-specchio-della-salute/

2015/11/26

AEREOSOL: È DAVVERO SALUTARE? O MEGLIO IL LAVAGGIO NASALE?





L'aerosol diciamo che ormai è prescritto in Italia dal semplice raffreddore a patologie bronchiali più sostenute..con l'idea che sia una soluzione efficace e poco invasiva per mitigare gli effetti del naso chiuso, del catarro, dei bronchi con muco.

Ma è veramente utile fare l’aerosol?

Sinceramente l'uso indiscriminato dell'aerosol sin dalla prima infanzia,è da osservare bene..
Fortunatamente molti dottori ne sono scettici.. ed io seguo il loro cammino.

In realtà può aiutare a liberare le prime vie aeree, grazie all’azione del vapore, ma questo è reso possibile anche con il solo uso della soluzione fisiologica che ha effetto emolliente sul muco e lenitivo sulle mucose irritate. Per un banale raffreddore usare farmaci è troppo!
Si farmaci.. perchè i pediatri,i dottori quando prescrivono l'aerosol non dicono di fare solo fisologica!!
Iniziano con Fluibron, Clenil, Broncovales..mescolando soprattutto i primi come in una provetta alchemica..ma di fatto queste sostanze sono MUCOLITICI,CORTISONICI E BRONCODILATATORI.



Quindi valutiamo seriamente se sussiste la vera necessità di far assumere questi farmaci ai piccoli.. ma anche a noi stessi, oltre alla possibilità di cambiare via di prevenzione e cura.

Abbiamo già ampiamente visto come la stessa Agenzia Italiana del farmaco (delibera 17.11.2010) sconsigli l’uso di mucolitici nei bambini sotto i due anni d’età ed ha invitato i pediatri a valutare il rapporto rischio-beneficio anche nei bimbi più grandi!!

I principi attivi inquisiti nella nota informativa sono: acetilcisteina, carbocisteina, ambroxolo, bromexina, sobrerolo, neltenexina, erdosteina e telmesteina.Gli sciroppi a base di acetilcisteina e carbocisteina disponibili in Italia sono molti: Fluimucil, Solmucol, Lisomucil, Fluifort, Mucocis, Mucosolvan,Mucotreis e Sinecod tosse, per citarne solo alcuni , a base di sobrerolo invece abbiamo il famosissimo Sobrepin supposte e sciroppo.

Bene.. è sciocco pensare di non far assumere uno sciroppo ed usare come alternativa un medicinale con gli stessi principi attivi, per non parlare dei cortisonici (CLENIL) via aereosol!!!
Anzi.. l'aereosol terapia risulta più diretta, efficace perchè va a raggiungere con più facilità anche le vie aeree distali, ovvero quelle più lontane da bocca e naso, in quanto il farmaco stesso è ridotto in particelle molto piccole che, sfuggendo alla forza di gravità, riescono ad accedere con maggiore facilità in tutte le zone delle vie respiratorie. Le dimensioni di tali particelle sono di circa 1 micron.

I farmaci più comunemente usati come aerosol sono:

cortisonici (CLENIL)
broncodilatatori (BRONCOVALES)
mucolitici (FLUIBRON)
anti-batterici ed anti-infiammatori
acque minerali



Broncovaleas é un broncodilatatore (c'é anche il Breva), il Clenil un cortisonico e Fluibron/fluifort un fluidificante.
I farmaci broncodilatatori, andrebbero previsti dopo i due anni di età per motivi di sicurezza, potendo causare tachicardia e agitazione se sovra dosati. Per la bronchiolite, infine, è meglio fare aerosol senza farmaci.

Il cortisonico serve soprattutto come forte antiinfiammatorio, il fluidificante quando vi è catarro, mentre il Broncovaleas viene dato quando è presente un broncospasmo, unendolo al cortisone, anche se molti pediatri lo prescrivono al primo colpo di tosse...
Il cortisone... il CLENIL è un immunosoppressore e come tale può ridurre le difese dell’organismo (di solito in modo più o meno proporzionale a dosi e durata della terapia), oltre ad aumentare l'eccitabilità.. quindi a non dormire.
Inalare spesso un cortisonico, può portare alla raucedine, ad un’atrofia delle corde vocali. “Accade di frequente di assistere a comportamenti scorretti come quello di chi, non risolvendo il problema di salute con il cortisone, ripete l’aerosol inalando per un altro ciclo il farmaco, sperando di avere maggior successo. In realtà, l’uso eccessivo e spropositato di cortisone, può aumentare gli effetti collaterali. E’ importante che sia sempre il medico a prescrivere questi farmaci, ma non solo, anche gli antibiotici che in alcuni casi possono essere inalati attraverso l’ aerosol. Ci sono infine i broncodilatatori che di solito vengono indicati per i casi di allergie ed asma.

Per i fluidificanti vi rimando ad una attenta lettura di

Lavaggio nasale come alternativa all'aerosol

Se insegnassimo ai nostri bambini sin da piccoli parlo anche di 4/ 5 anni, ottimale abituarli sin da neonati..a questa procedura..sicuramente risparmieremo loro malanni futuri e l'uso non necessario di tanti farmaci..









Teniamo però sempre a mente che alla base di situazioni influenzali e presenza di muco vi è un'intestino stressato, con una mente emotiva stressata..questo abbassa le difese immunitarie e la strada al muco è fatta..

L’obiettivo del lavaggio nasale è la prevenzione della colonizzazione batterica nel tratto  naso-faringea , evento molto frequente nei bambini che frequentano l’asilo nido, la scuola materna e la scuola elementare. Inoltre, il lavaggio nasale permette una azione meccanica di detersione delle cavità nasali dalle secrezioni ispessite, migliora la funzione mucociliare, riduce la flogosi e l’edema della mucosa. La sensazione di liberazione e pulizia è praticamente immediata e permette di provare una piacevole leggerezza a livello delle ossa facciali che è difficile da descrivere. Inoltre, acuisce il senso dell’olfatto. Chi soffre di difficoltà respiratorie per allergia ne trarrà sicuramente beneficio, assieme a chi è in preda al raffreddore o all’alitosi.

Il lavaggio va eseguito anche quando il bambino sta bene, ogni mattina come abitudine..stessa cosa per gli adulti, ne avevamo parlato con il Jala Neti dello Yoga..in casi particolari anche due volte al giorno. Se il lavaggio è ben fatto, il liquido inserito uscirà dalla narice opposta o, in caso di ipertrofia adenoidea, dalla stessa narice. Si tratta di un rimedio decisamente semplice che ha, però, una grande utilità nella prevenzione delle infezioni respiratorie.

Il lavaggio nasale è’ una pratica che viene utilizzata da millenni nella cultura yoga orientale, un rituale quanto il lavaggio dei denti, ma da qualche tempo sempre più medici la consigliano a pazienti che hanno problemi di respirazione ..


Gli adulti possono usare anche l'acqua del rubinetto con la puntina di un cucchiaino di sale fino.. per i neonati e bambini piccoli bene usare le sacche per i lavaggi nasali che trovate in farmacia..
In condizioni particolari che necessitano di un trattamento più aggressivo, quali la rinite allergica o la rinosinusite cronica, può essere indicato l’uso della soluzione ipertonica per periodi limitati.
Più concentrata in sali (2,2-2,4 % contro lo 0,9%) a contatto della mucosa nasale, la soluzione salina ipertonica va a provocare naturalmente una secrezione di acqua, richiamando per osmosi l’acqua in eccesso dalla mucosa nasale, diluisce il muco viscoso accumulato sulla mucosa, fluidificandolo, e contribuisce a normalizzare le cellule edematose


Come ribadisce la Prof.ssa Susanna Esposito,  pediatria esperta di infettivologia presso l'Università degli Studi di Milano, chi è stupito dall'utilità del lavaggio nasale forse non sa che l’obiettivo non è la prevenzione del raffreddore ma la prevenzione/eliminazione della colonizzazione virale e batterica nasofaringea, primum movens delle infezioni respiratorie.

L’apparato respiratorio è un tutt'uno. Il naso è la porta di ingresso delle vie respiratorie: ciò che accade in una zona si ripercuote sul resto. Orecchio e naso sono collegati tra di loro da un tubicino (tuba di Eustachio) che negli adulti e nei bambini dopo i 6 anni di età è obliquo, mentre nei bambini piccoli è corto, stretto ed orizzontale. Con facilità le secrezioni che si trovano nel nasofaringe risalgono verso l’orecchio medio e da un orecchio normale (pieno di aria) si passa ad un orecchio pieno di catarro (effusione endotimpanica), sul quale poi possono agire i batteri e provocare un quadro di otite media acuta. Inoltre, un naso non libero favorisce il ristagno di secrezioni nei seni paranasali e queste secrezioni possono scendere nelle basse vie aeree per aspirazione causando bronchiti asmatiche, bronchiti catarrali e polmoniti. Solo liberando il naso, è possibile liberare l’orecchio medio e i seni paranasali. Da ciò deriva l’importanza del lavaggio nasale, eseguito in modo corretto e quotidiano.

Susanna Esposito continua sostenendo che infatti l'aerosol,  trova in realtà indicazione con dimostrata efficacia solo nella bronchiolite (un'infezione virale delle ultime diramazioni bronchiali frequente nel primo anno di vita), nel broncospasmo (restringimento dei bronchi che provoca grave difficoltà respiratoria) e nell'asma bronchiale

Ricordo che l'ostruzione delle vie nasali non ha come risvolto solo raffreddore, sinusite..ma ad essa sono collegati sintomi quali spossatezza,affaticamento, mancanza di energia, umore sotto tono..per questo in ayurveda rientra nella routine quotidiana..




Come effettuare il lavaggio?

In farmacia vengono venduti degli appositi spray con soluzione salina, ma è necessario precisare che il lavaggio vero e proprio è un’altra cosa perché necessita di una moderata quantità di acqua capace di passare da una narice all'altra in flusso continuo.. comunque meglio che niente si può iniziare con quelli.
E’ possibile invece, per chi vuole provare, procurarsi un Neti Lota che permette facilmente di eseguire la pratica in pochi minuti e senza grande sforzo.
E’ importante non far finire acqua nei polmoni e non farla ristagnare nei condotti nasali ed uditivi. A tal proposito, alla fine dell’irrigazione ci si deve soffiare il naso delicatamente.
Non effettuare il lavaggio nasale in caso di lesioni nasali od infiammazioni acute o in caso di epistassi o con dolori facciali e/o ossei non meglio specificati. Chiedere sempre consiglio al medico se si soffre di qualche patologia otorinolaringoiatrica specifica. Può essere normale avvertire un po’ di bruciore a causa della salinità della soluzione. Se si prova troppo fastidio, diminuire la concentrazione di sale nell’acqua. Non usare acqua troppo calda o troppo fredda. Non utilizzare assolutamente acqua che può essere contaminata da microrganismi.


Come si usa il Neti Lota

La Lota va riempita di acqua calda a circa 27 gradi, ma all’inizio è meglio cominciare con l’acqua tiepida, a cui aggiungere sale marino fine ( integrale, ricco di oligoelementi, un cucchiaino da tè per ogni mezzo litro d’acqua): in questo modo si ottiene una soluzione salina allo 0,9% che si definisce isotonica, in quanto ha una concentrazione di sale corrispondente a quella del sangue.
Si mescola bene acqua e sale.

Stando in piedi in posizione eretta si prende il contenitore con la mano destra e si introduce il beccuccio nella narice destra . Si procede respirando con la bocca, mentre lentamente si piega la schiena in avanti e si ruota la testa verso il lato opposto alla narice interessata, rivolgendo lo sguardo verso il soffitto. L’acqua scorrerà attraverso la narice nelle cavità nasali, interessando per caduta e riempimento i seni paranasali . Finito il primo lavaggio senza alzare la testa dritta si porta il capo in avanti e si espira dal naso con forza: nel soffiarsi il naso, si abbia l’accortezza di non stringere le narici, per non far refluire l’acqua nelle tube di Eustachio, che fanno comunicare il retrobocca con l’orecchio medio. Se questo accade si ha la sensazione di tappo, a volte un po’ dolorosa, che però è transitoria. Subito dopo si esegue la stessa pratica nella narice opposta, soffiando di nuovo.
Infine, quando entrambe le narici sono state lavate, si asciuga il naso soffiando da entrambe le narici in modo non troppo energico: quest’ultima operazione è molto importante per eliminare definitivamente i residui d’acqua sporca e le secrezioni rimanenti.
Uno o due lavaggi al giorno sono sufficienti per l’igiene generale delle vie del naso, preferibilmente al mattino appena alzati e mai prima o dopo i pasti. A scopo terapeutico, si può arrivare anche a quattro cicli al giorno, ma solo se prescritto dal medico o dal naturopata.

Non voglio entrare nel merito di particolare condizioni fisiche dove l'uso dei medicinali "può" essere utile..quello che desidero stimolare è maggior attenzione nell'uso dell'aerosol legato ai farmaci..che non sono acqua!!
La prevenzione, la cura del nostro corpo quando è in salute è il primo passo per rimanerci..curarsi si fa quando abbiamo la salute.. non quando manca!!
Ayurveda!!

Altre letture correlate:
➤15 RIMEDI CONTRO LA TOSSE
➤POSIZIONE YOGA:CONTRO LA TOSSE>


Se vuoi rimanere aggiornato su CURE AL NATURALE, inserisci gratuitamente la tua email nel box qui sotto:


Lifemenews
Se vuoi rimanere aggiornato iscriviti gratuitamente alla newsletter
... oppure inserisci i tuoi dati:


L'indirizzo al quale desideri ricevere le newsletter gratuitamente.
Fonte:
http://www.sanitasalento.net/areosol-un-modo-per-curare-con-effetti-collaterali-nulli/