Cerca nel blog

2015/10/22

10 MODI PER CUOCERE E MANGIARE LE CASTAGNE





















Le castagne sono un alimento ad alto valore energetico, utile in autunno e in inverno per recuperare le forze, un formidabile ricostituente psico-fisico naturale, in grado di sostenerci in un periodo dell’anno in cui il freddo e la diminuzione delle ore di luce possono aumentare la stanchezza e indebolire il sistema immunitario.


1) CALDARROSTE
Incidere le castagne con il coltello, incisione di un centimetro circa.
Metterle nell'apposita teglia che terrete sopra la brace del camino. Cottura circa 30 minuti.
Quasi a fine cottura spruzzate di vino rosso, a piacere.
A cottura finita metterle in un panno di lana e chiudere.
Sbucciatele tutte.. anche se avanzano sono buone lo stesso il giorno dopo!!

2) ARROSTITE AL FORNO
Incidere le castagne con il coltello, incisione di un centimetro circa.
Metterle su di una teglia e cuocere in formo a 220° per circa 20 minuti.
Smuoverle varie volte durante la cottura.
A cottura finita metterle in un panno di lana e chiudere.

3) LESSATE
Facili da farsi, se avete poi la stufa un vero piacere!!
Sono buonissime così, o utili come base per altre ricette..
Importante è il sale.. serve per far "uscire" il dolce come diceva mia nonna..!
Lavate le castagne sotto l’acqua corrente, poi incidetele con un coltello e mettetele in una pentola, copritele con acqua fredda e mettetele sul fuoco con una manciata di sale grosso
Cuocete le castagne per 40 minuti se sono medie/piccole, se sono grandi invece meglio farle cuocere un’oretta.


4) INSALATA
Se per caso dalla prima ricetta vi fosse avanzata qualche caldarrosta (eventualità remota, ma pur sempre possibile), potrete usare le castagne arrostiste per arricchire una gustosa insalata. Aggiungete lattuga, una mela renetta, mandorle e granella di nocciole: condite con olio, sale e aceto a piacimento.

5) MARMELLATA DI CASTAGNE
Sicuramente occorre pazienza...si tratta di una marmellata lunga a farsi ma vi riconpenserà!!
Semplice aromatizzata con vaniglia, cannella o rum..è ottima a cucchiaio,spalmata sul pane come spuntino..o dessert! Ogni occasione giusta per mangiarla!

Levare la prima buccia ai maroni o castagne.
Mettere una pentole a bollire e farle scottare per un minuto massimo 2
Scolarle piano e poche per volta e togliere la seconda buccia, se l'acqua si raffredda si riaccende il fuoco.
Prendere una pentola riempirla d'acqua metterci un poco di sale grosso e rimettere le castagne sul fuoco per 30 minuti circa.(Controllare con assaggio la cottura)
Piano piano scolarle e passarle con passaverdura in una ciotola.
Pesare la passata di castagne.
Aggiungere su 1 kg di polpa 1 kg di zucchero , 1 dl di acqua ed 1 baccello di vaniglia
Mettere sul fuoco e poco prima che sia pronta rovesciare a piacere un bicchierino di rhum rosso.
Riempire i vasetti precedentemente puliti ed asciugati con la marmellata calda e chiudere ermeticamente.
Sterilizzare.

6) ZUPPA CASTAGNE E FARRO

Ingredienti:
250 gr Castagne,1 spicchio aglio,150 gr porro,olio, 250 gr farro decorticato, 1 foglia alloro, 1 rametto di timo,100 gr funghi galletti. Sale e pepe quanto basta.

Con un coltellino incidete le castagne intaccando anche la pellicina interna. Mettetele in una ciotola capiente e copritele  con acqua fredda. Lasciatele in ammollo per un’ora circa.
In una pentola portate a bollore abbondante acqua calda e scottatevi le castagne per 3 minuti. Scolatele e sbucciatele.
Rompete la castagna cotta in tre o quattro pezzetti, anche con le mani.
Mettete il farro in un colino e sciacquatelo con acqua fredda (con questa operazione toglierete le impurità e lo renderete più digeribile).

Sbucciate l’aglio; lavate, mondate il porro e affettatelo sottilmente. In una casseruola dal fondo spesso scaldate un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e soffriggetevi l’aglio e il porro. Fate insaporire; togliete l’aglio poi aggiungete le castagne, il farro, l’alloro e il timo. Mescolate bene
Unite il brodo vegetale bollente, regolate di sale e cuocete per 40 minuti. Nel frattempo pulite i galletti ( o altro fungo di stagione a vostro gusto) e affettateli non troppo finemente. Saltateli a fuoco vivace in una padella ampia, dove avrete scaldato un cucchiaio di olio con un po’ di peperoncino.
Unite i funghi alla zuppa 5 minuti prima del termine della cottura. Aggiungete il pepe e impiattate. Servite con un filo d’olio extravergine d’oliva

Con la farina di castagne 

7) TAGLIATELLE

Vi serviranno uova, farina di grano tenero, semola e, ovviamente, farina di castagne: impastate tutto quanto e lasciate riposare per almeno mezz’ora. Tagliate e cuocete quindi le vostre tagliatelle, pappardelle o lasagne: conditele con i funghi porcini per un vero piatto dai sapori d’autunno.

8) FRITTELLE

farina di castagne 200 gr
pizzico di sale
acqua 250 ml circa (meglio tiepida)
una puntina di bicarbonato
una manciata di uvetta 50 gr circa
pinoli a piacere 50 gr

La pastella deve essere morbida, non troppo liquida.
Scaldare bene l'olio e con un cucchiaio raccogliere un pochino di pastella e friggere.
A mio gusto non serve zucchero.. ma se vi piace potete aggiungere un pochino di zucchero di canna integrale.

9) PANCAKE
Ricetta calda calda per questo inverno freddo... per una buona e sana merenda!!

Ingredienti: 100g di farina integrale40g , di farina di castagne, un pizzico di sale, un cucchiaino di lievito per dolci, 170g di latte di soia o altro latte vegetale,un cucchiaio di zucchero o agave se preferite ,2 cucchiai di gocce di cioccolato fondente,olio di semi di girasole .Scaglie di cioccolato fondente per guarnire.

Procedimento il solito, mescolare i solidi, i liquidi vanno inseriti piano piano ,cuocere condire e mangiare!!Questi sono ottimi con il cioccolato fuso!!

Per altre 7 ricette gustosissime  leggere l'articolo PANK CAKE

10) CASTAGNACCIO 
l castagnaccio è un dolce tipico dell’autunno molto diffuso in Liguria e in Piemonte, oltre che in alcune zone dell’Italia centrale come ad esempio la Toscana.

Ingredienti:
Farina di castagne 250 g
Pinoli 100 g
Uva sultanina 100 g
Noci 100 g
Olio extravergine di oliva 3 cucchiai
Sale1 cucchiaino
Acqua 500 ml

Preparazione:
In una ciotola setacciate la farina di castagne per evitare che si formino dei grumi in seguito. Aggiungete circa 500 ml di acqua fredda e mescolate con una frusta. Potrebbe non essere necessaria tutta l’acqua: la quantità da utilizzare varia in base al tipo di farina e da dove la tenete (umidità)A questo proposito aggiungete l'acqua poco alla volta fino ad ottenere una pastella liscia e senza grumi.
Continuate a mescolare e unite un cucchiaino di sale fino, 2 cucchiai di olio, l'uva sultanina e la frutta secca spezzettata grossolanamente. Con il cucchiaio di olio restante ungete una teglia bassa e larga e versatevi l’impasto. Il castagnaccio deve essere spesso circa un dito. Mettete la teglia nel forno riscaldato a 200°C e cuocete per circa 55 minuti, finché la superficie sarà croccante e screpolata. Fate raffreddare.
Servite il castagnaccio cospargendo la superficie con una manciata di noci e pinoli.
CONSERVAZIONE

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.