Cerca nel blog

2015/10/23

CASTAGNE: PROPRIETÀ, USI, BENEFICI E VALORI NUTRIZIONALI

























Ho la fortuna che i miei genitori hanno un castagneto..e questa stagione l'adoro perchè i profumi caldi arrivano.. il fuoco della stufa, le caldarroste con un buon bicchiere di vino rosso a fine pasto..

Certo per chi abita in città non è facile.. ma procurarsele bio, o da un amico o contadino non è impossibile..perchè no? organizzare una scampagnate in famiglia e vivere il raccolto come momento per stare insieme e trascorrere un week end fra la natura..imbattendovi sicuramente anche in qualche festa e sagra..

Insomma, il consumo è raccomandato in primis perchè è frutto di stagione, e come tale va consumato con moderazione ma regolarità.. crude,bollite,arrostite, come marmellata.. i modi sono molteplici!! Madre natura ci offre un alimento studiato con cura per affrontare l'inverno..sfruttiamolo.
Le castagne sono un alimento ad alto valore energetico, utile in autunno e in inverno per recuperare le forze, un formidabile ricostituente psico-fisico naturale, in grado di sostenerci in un periodo dell’anno in cui il freddo e la diminuzione delle ore di luce possono aumentare la stanchezza e indebolire il sistema immunitario.

Quante calorie sono contenute nelle castagne?

In genere l’apporto calorico è inferiore a quello di molti altri tipi di frutta secca e dipende da come vengono mangiate le castagne: se crude, cotte e dal metodo di cottura; ecco il numero di calorie per 100g di castagne:

100g di castagne fresche pulite contengono più o meno 200 kcal;
100g di castagne secche sono quelle col maggior contenuto di calorie con le loro 290 kcal
100g di castagne lessate è il modo più leggero di mangiarle visto che hanno un valore di 120 kcal per 100 g di prodotto
nelle caldarroste il metodo di cottura fa perdere al frutto molta acqua alzando così la concentrazione di kcalorie fino a circa 190.

Le castagne contengono il 7% di proteine, il 9% di lipidi e l'84% di carboidrati. Come tutti gli alimenti di origine vegetale, le castagne sono prive di colesterolo. 100 grammi di castagne (parte edibile) forniscono 81 mg di fosforo, 30 mg di calcio, 0,9 mg di ferro e 395 mg di potassio.

Sono dunque una fonte importante di sali minerali preziosi per la salute.

Consulta qui la tabella Inran sulla composizione nutrizionale delle castagne.

Le castagne infatti grazie al loro ricco contenuto nutrono e rigenerano i muscoli e le cellule nervose, oltre ad avere un effetto antisettico e disinfettante.

Una nota molto interessante viene fatta per i bambini allergici al lattosio e al latte di vacca: le castagne sono un ottimo sostituto grazie al loro contenuto di zuccheri; inoltre la farina di castagne può sopperire in molti preparati al fabbisogno di carboidrati nelle persone intolleranti ai cereali
Possiede anche una grande percentuale di sali minerali quali:

  • potassio che funge da antisettico e rinforza muscoli e ghiandole; . Il potassio è antisettico, rinforza i muscoli e le ghiandole, ha qualità antinfiammatorie ed è utile in caso di febbre e dolori reumatici,Dato che sono estremamente ricche di minerali, le castagne vengono indicate anche per contrastare la stanchezza cronica
  • fosforo (calcificante), essenziale per la formazione della cellula nervosa; 
  • zolfo, antisettico, disinfettante, particolarmente importante per la robustezza delle ossa; sodio, utile alla digestione ed essenziale per l’assimilazione dei cibi; 
  • magnesio, vero e proprio equilibratore dell’umore rigeneratore del sistema nervoso; 
  • calcio, essenziale per la formazione delle ossa, del sangue e dei nervi; 
  • cloro, importante per la salute dei denti e dei tendini e infine il ferro per una buona circolazione del sangue. 
  • acido folico, che è consigliato in gravidanza per prevenire le malformazioni fetali
  • ferro, per la buona circolazione sanguigna,ed in caso di anemia
  • cellulosa, la castagna è indicata contro la stitichezza ed è utile ai soggetti predisposti a varici o emorroidi
  • vitamina B ci con il potassio contribuisce all’equilibrio nervoso ed  a quello della nutrizione. 
  • vitamina C che sappiamo avere proprietà antiossidanti molto utili alla salute dell’organismo. La vitamina C è molto utile anche per la formazione di collagene, una proteina responsabile dell’elasticità dei nostri tessuti, la pelle in particolare; una maggior produzione di collagene equivale ad una pelle più elastica, meno rughe e quindi aspetto più giovanile. Un’altra proprietà della vitamina C è il rafforzamento del sistema immunitario rendendoci più forti di fronte alle infezioni; inoltre la vitamina C contrasta l’attività dei radicali liberi che come sappiamo tendono ad ossidare le cellule del nostro organismo 
  • vitamina B9 utile per la sintesi del DNA e per la produzione di globuli rossi; il consumo di alimenti ricchi di questa vitamina durante la gravidanza protegge il feto da alcune gravi patologie.
  • cellulosa aiuta in caso di stitichezza, mentre il suo effetto tonico sul sistema venosa aiuta in caso di emorroidi e varici.
  • zuccheri ,quindi alimento alternativo per i bambini allergici al latte di vacca o al lattosio. La farina sopperisce, nella preparazione di dolci e minestre, al fabbisogno di carboidrati anche nei soggetti che presentano intolleranza ai cereali. 
  • fibre ritenuta molto importante per l’effetto positivo sulla motilità intestinale, sulla microflora e sulla riduzione della colestorolemia. 
Altri effetti benefici della castagna 
La castagna ha anche qualità antinfiammatorie (grazie al potassio, presente in grandi quantità) ed è particolarmente indicato in caso di febbre e dolori reumatici.

Anche le foglie del castagno possono essere utilizzate con buoni risultati contro le malattie da raffreddamento: basta semplicemente comporre con esse un decotto da sorseggiare alla sera. Infusi con l’aggiunta di miele sono invece indicati come rimedi alla tosse da bronchite, oppure sotto forma di impacchi contro i reumatismi.

Castagne e bellezza

La castagna è un  prodotto naturali molto impiegato in ambito fitocosmetico,:

Si possono fare maschere  maschere facciali ,detergenti e tonificanti utili a ridare giovinezza alla cute. Ottimo lo scrub al fango termale di castagne o al sale marino e miele di castagno, per dare morbidezza e lucentezza alla pelle,l’impacco di bucce cotte serve a far risplendere i vostri capelli,
la polpa della castagna schiarisce in modo naturale i capelli.
Si potrebbe continuare all’infinito, dato che sono famosissimi i massaggi con olio di ippocastano, gli infusi di corteccia e foglie di di castagno, le tisane depurative, gli infusi di castagne e miele per combattere la tosse e la bronchite, gli impacchi contro i reumatismi.

Controindicazioni: Non ci sono particolari controindicazioni al consumo di castagne per le persone in salute. Ma le castagne talvolta vengono sconsigliate a chi soffre di diabete, obesità, colite, aerofagia e patologie legate al fegato. In questo caso il consiglio è di approfondire l'argomento con il proprio medico per capire se il consumo anche soltanto occasionale di castagne potrebbe provocare effetti indesiderati.

Consigli per mangiare le castagne e/o marroni
Comunque si scelga di mangiarle, andrebbero consumate come portata principale del pasto, accompagnate da verdure crude e cotte possibilmente evitando l’associazione con altri carboidrati e con le proteine. Infatti l’errata abitudine di mangiarle al termine di un pranzo/cena porta spesso a senso di pesantezza o a quel fastidioso senso di gonfiore (per eccesso di fermentazione).. in tal caso MAI ASSOCIARLE ALL'ACQUA.

Accompagnano bene ogni tipo di pietanza, purché si abbia l’accortezza di non consumarle insieme cibi molto proteici, come carne, pesce, formaggi e uova, perché questi impediscono la corretta digestione dei carboidrati contenuti nelle castagne, con la conseguente fermentazione degli zuccheri. Le castagne sono ottime per i bambini piccoli perché sono più digeribili dei carboidrati dei cereali, purché le si facciano cuocere a lungo.

Usi delle castagne in cucina
Sicuramente il primo che viene alla mente sono le le caldarroste, che tradizionalmente vengono preparate grazie ad un caminetto a legna o ad una brace. Dalle castagne essiccate si ricava la farina di castagne, che viene utilizzata per la preparazione del tradizionale castagnaccio, da arricchire con uvetta e pinoli.Ottime semplicemente bollite con il sale.. e perchè no.. crude le avete mai assaggiate? Sono buonissime!
Mille sono le ricette.. dalla marmellata di marroni alle ottime zuppe. Ad esempio, potrete arrostire le castagne e poi cuocerle in un brodo di verdure erbe aromatiche insieme ai vostri ortaggi preferiti. Con le castagne lessate si può preparare una vellutata utile per farcire le verdure ripiene. Sia la farina di castagne che le castagne lessate sono ingredienti utili per la preparazione di torte e biscotti.

Per sapere i metodi di cottura delle castagna e qualche altra ricetta sfiziosa:

10 MODI PER CUOCERE E MANGIARE LE CASTAGNE




Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.