Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

2015/06/27

STANDARD EDUCAZIONE SESSUALE OMS: cosa non ci dicono dell'accordo preso e già operativo in Europa




Complottismi? no parliamo di fatti.. quelli che piacciono tanto alle persone, quelli che fanno ricredere anche San Tommaso...
Parliamo della "nuova mossa" da tempo pianificata, ma che deve passare alla fase successiva della finestra overton.. ovvero al far cadere il tabù ed alla diffusione..
Parliamo della standardizzazione dell'educazione sessuale.

Se ne parla ormai sempre di più sul web, in tv relativamente,come al solito, visto che per ora non hanno ordine di uscire allo scoperto ...i media per ora devono ancora tacere..le notizie vengono diffuse da bloggisti,alcuni giornalisti in rete..quindi tutto ha ancora una forma embrionale  di assurdità da parte dei soliti complottisti..

Bene desidero quindi portare documenti agli scettici... nero su bianco su cosa è stato deciso .

L'OMS ha dettato nuovamente legge:
Infatti è in fase di diffusione un vademecum in cui si tracciano le linee guida per la cosiddetta educazione sessuale ai giovani. Secondo il documento, sin dalla culla ora bisognerà insegnare ai bambini a vivere con serenità la propria sessualità, anche attraverso la masturbazione.
Il documento – elaborato ed uscito nel 2010 inizia adesso ad essere messo in circolazione anche in Italia – è intitolato “Standard di Educazione Sessuale in Europa” ed è una guida per i governi, la scuola pubblica e gli specialisti sanitari, sviluppata dall’ufficio europeo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), in collaborazione con l’agenzia governativa tedesca per l’Educazione Sanitaria.

Educazione sessuale precoce dalla nascita dei bambini per tutto il corso della loro vita, così dice  il fascicolo, sembra una cosa buona direte...è per il loro bene diranno alcuni, vediamo però come sarà espletata questa educazione sessuale..secondo quali standard!!

PROTOCOLLO OMS SCARICABILE IN PDF



Un documento che quando lo leggerete non potrete fare a meno di paragonarlo ad un manuale di corruzione minorile, scritto da pedofili, ispirato alla ideologia gender,

Mie allucinazioni? Vediamo insieme cosa sostiene  e cosa devono fare i bambini nelle varie fasce di età.

Ricordiamo prima alcuni punti legali già esistenti ...

Dichiarazione Universale dei diritti dell’Uomo 10 Dicembre 1948 Articolo 26

I genitori hanno diritto di priorità nella scelta di istruzione da impartire ai loro
figli (3^ Comma)

Convenzione Internazionale contro la discriminazione nel campo dell'educazione adottata dalla 11° Conferenza Generale dell'UNESCO a Parigi del 14.12.1960 e più specificatamente agli
Artt. 4 e 5

Relativi all'uguaglianza di possibilità e di trattamento nel campo dell'istruzione e al rispetto
della libertà dei genitori a scegliere per i propri figli istituzioni diverse da quelle gestite dalle pubbliche autorità

Patto Internazionale sui diritti economici, sociali e culturali del 19.12.1966, Art. 13

3. Gli Stati parti del presente Patto si impegnano a rispettare la libertà dei genitori e, ove del caso, dei
tutori legali, di scegliere per i figli scuole diverse da quelle istituite dalle autorità pubbliche, purché
conformi ai requisiti fondamentali che possono essere prescritti o approvati dallo Stato in materia
di istruzione, e di curare l'educazione religiosa e morale dei figli in conformità alle proprie
convinzioni.

Risoluzione del Parlamento Europeo.
LIBERTA’ D'INSEGNAMENTO NELLA COMUNITÀ EUROPEA approvata il 13.03.1984

1. tutti i bambini e gli adolescenti hanno diritto di ricevere un'istruzione, il che comprende il diritto
di ciascun fanciullo di sviluppare al massimo le proprie attitudini e capacità: i genitori hanno
diritto di decidere in merito all'istruzione per i loro figli minorenni, secondo principi istituzionali
comuni e le relative norme d'attuazione

2. tutti i bambini e gli adolescenti hanno diritto all'istruzione e all'insegnamento senza discriminazione di sesso, di razza, di convinzioni filosofiche o religiose, di nazionalità o di condizione sociale o economica.

DALLA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Art. 3
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. (1^ comma)
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese. (2^ comma)

Risoluzione UE del 1984 agli Stati membri.

7. la libertà di insegnamento e di istruzione comporta il diritto di aprire una scuola e svolgervi attività didattica;
- tale libertà comprende inoltre il diritto dei genitori di scegliere per i propri figli tra le diverse scuole equiparabili, una scuola in cui questi ricevano l'istruzione desiderata;
parimenti, ogni fanciullo deve poter frequentare una scuola che, sul piano formativo e didattico,
non privilegi alcuna religione o concezione filosofica


A fronte di tutte queste leggi già vigenti si ritiene opportuno l'instaurazione di questo nuovo standard.
Uno standard che l'OMS si premunisce di definire come "suggerimento" vitale per la salute generale dei nostri figli.

Di fatto in Italia alcuni tentativi  di applicazione sono stati fatti... alcuni smascherati e bloccati, altri smascherati e poi messi a tacere come bufale o visioni complottiste.. di fatto la realtà in Europa, in Usa.. e mettiamocelo in testa anche in casa nostra, sarà questa.. perchè il tutto avviene fuori dal controllo ed informazione dei genitori.
Quindi quale certezza avete che nella scuola del vostro bambino non sia già in atto?
Non pensate che abbiamo bisogno del vostro consenso o approvazione.. viene fatto e basta.. l'unico blocco può avvenire per casuale scoperta.. o per insegnanti che palesemente si rifiutano di portare avanti tutto questo.
Loro i protocolli li hanno.. sta alla singola scuola, istituto, metterli in atto...e già avviene!!


Quindi insegnanti prendiamo insegnamento da questa docente... e ribellatevi...

sito utile di appoggio ai genitori :http://www.difendiamoinostrifigli.it/




Ed ora aprite il protocollo insieme a me.. e scannerizziamolo.

STANDARD EDUCAZIONE SESSUALE (titolo)

Perchè standardizzare secondo le ORGANIZZAZIONI MONDIALI?

Loro dicono che a causa:
  • del dilagare dell'HIV, 
  • della migrazione di nuove fasce di popolazione con diverso background culturale e religioso,
  • la veloce diffusione di mezzi di comunicazione (quali internet e cellulari) 
  • la globalizzazione 
  • ed il preoccupanti dilagare di abusi sessuali:

RICHIEDE LA SEGUENTE PRESA DI POSIZIONE :

standard di educazione sessuale dalla nascita per il resto della vita partendo dalla scuola, per favorire la costruzione di società eque.

Già questa affermazione la trovo voler dire tutto ed il contrario di tutto...voler far leva sulle paure del populino, paure come al solito create dall'ORGANIZZAZIONE MONDIALE, indotte nell'uomo e stimolate quando a loro più aggrada per veicolarci.
  • Quindi è importante l'educazione sessuale per evitare abusi sessuali ormai dilaganti.. e rispetto della vita LGBT a causa dei paesi poveri? (diffusione di persone con background culturale e religioso diverso ed inferiore quindi,,,) o dei paesi sviluppati?(globalizzazione,diffusione internet cellulari,,,). Perchè Se diamo la colpa a tutti il vero colpevole di sicuro lo si trova.. come si accontentano tutti i lettori del protocollo e tutti i genitori spaventati per una fazione o l'altra...
  • Mi nasce quindi il sospetto... il dilagare della migrazione di queste popolazioni con diverso background non è pilotato per creare un capo espiatorio delle paure del populino.. e quindi legare criminalità,abusi sessuali a loro..sviando quindi l'attenzione sulla legalizzazione della pedofilia? Si legalizzazione, leggete la 
  • Raccomandazione CM/Rec (2010) 5 del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa. All’articolo 18 c’è scritto testualmente:
«Gli Stati membri dovrebbero assicurare l’abrogazione di qualsiasi legislazione discriminatoria ai sensi della quale sia considerato reato penale il rapporto sessuale tra adulti consenzienti dello stesso sesso, ivi comprese le disposizioni che stabiliscono una distinzione tra l’età del consenso per gli atti sessuali tra persone dello stesso sesso e tra eterosessuali; dovrebbero inoltre adottare misure appropriate al fine di abrogare, emendare o applicare in modo compatibile con il principio di non discriminazione qualsiasi disposizione di diritto penale che possa, nella sua formulazione, dare luogo a un’applicazione discriminatoria».
    La ratio della legge attuale e di tutta la relativa giurisprudenza è pertanto quella secondo cui al di sotto di una certa soglia d’età minima (14 anni) «la violenza (da parte del maggiorenne) è presunta in quanto la persona offesa è considerata immatura ed incapace di disporre consapevolmente del proprio corpo a fini sessuali».
      Ora questa Raccomandazione europea, prontamente recepita dal, governo italiano, auspica l’azzeramento di ogni distinzione d’età  - in Italia come negli altri Paesi - col grave rischio di considerare domani lecite condotte oggi costituenti reato.
      Se il criterio per considerare lecito e normale , qualsiasi tipo di unione sessuale ed affettiva è la libertà ed il libero consenso delle parti, dopo aver sdoganato penalmente e quindi culturalmente i rapporti tra maggiorenni e minori anche di anni 14, si passerà a sdoganare l’incesto (che già oggi è reato solo in caso di pubblico scandalo) e la poligamia, in modo tale da richiedere per entrambi il riconoscimento giuridico con relativi diritti.

      Quindi siamo nella situazione... abbiamo sdoganato questo...e poi vogliamo imporre una stardizzazione dell'educazione sessuale con il fine di limitare gli abusi sessuali,le violenze ed il rispetto del LGBT? Non è una contraddizione?

      • Si parla HIV nel fascicolo...ribadita anche più volte.. come una parola che deve rientrare nei collegamenti del lettore..una parola aggancio alla memoria della paura..HIV? hanno anche il coraggio di far leva su un virus inventato di sana pianta che mai nessun scienziato ha mai isolato?
      • Parlano di globalizzazione...a causa della globalizzazione ci troviamo nella condizione di porre dei freni e limiti, rieducare,educare...standardizzare...Questa è la vera glogalizzazione.  I popoli non devono perdere la libertà. Il popolo ha la sua cultura, la sua storia;  Ma quando vengono condizioni imposte DALLE ORGANIZZAZIONI DI CONTROLLO che cercano di far perdere ai popoli la loro identità e fare una uguaglianza.. ALLORA questa è la vera globalizzazione Ogni popolo, ogni parte, deve invece conservare la sua identità, il suo essere, senza essere colonizzato ideologicamente. 
      Perchè questo protocollo stabilisce che 

      PROFESSIONISTI PER UNA EDUCAZIONE SESSUALE CORRETTA DAI 0 ANNI
      GENITORI COME FONTE "INFORMALE" DI EDUCAZIONE

      Cito testualmente:
      "Le principali fonti di informazione ed educazione sono: scuola,libri,pieghevoli,volantini,CD-Rom,siti internet interattivi...."
      I genitori, la famiglia non vengono presi minimamente in considerazione.. annullati.

      FAMIGLIA ANNULLATA  ricordate questa frase... annullata, perchè questo è lo scopo.
      Ragazzi omologati.

      La scuola sarà il principale teatro di operazioni per la creazione del nuovo cittadino con una nuova coscienza antidiscriminatoria mediante il cambiamento dei programmi scolastici e l’indottrinamento forzato per promuovere lo stile di vita LGBT. Noi, voi genitori saremo una “fonte informale” di educazione, rispetto allo Stato come “fonte formale”, “scientifica” e veritiera. Il principio per cui l’educazione affettiva e sessuale dei bambini deve essere pianificata in funzione di una “sensibilità di genere» affidata ad esperti sin dai primi anni di vita.

      Il protocollo dice:" L'evoluzione dell'educazione sessuale è stata perciò la storia di una battaglia per riconcialiare la necessità del ruolo supplementare dei professionisti a prevenire possibili problemi con le istanze di pertinenza,accettabilità,e attrattiva per i giovani"

      L'art. 30 della costituzione che demanda ai genitori il ruolo principale di educatori viene quindi piano piano smontato per far posto a nuovi educatori scientifici.. atti a standardizzare le menti dei nostri figli fin da neonati.. con nuovi termini,nuove visioni, nuova mente.

      In poche parole gli insegnamenti dell’OMS (ORGANIZZAZIONE MASSONICA DEL NWO) sono “scientifici” e “neutrali” mentre quelli dei genitori vanno presi con le pinze....
      La natura, i fatti, i dati, la responsabilità dei genitori… tutto deve sottomettersi alle regole della “sensibilità di genere”. Il principio per cui l’educazione sessuale e affettiva “inizia alla nascita”. Il principio secondo il quale l’educazione sessuale e affettiva “deve avere un approccio olistico”. Tutto è sesso, per l’OMS.

      EDUCAZIONE SESSUALE MATERIA D'ESAME
      l'educazione sessuale dovrà diventare materia d'esame

      EDUCAZIONE SESSUALE DAI 0 ANNI

      Leggendo il protocollo vi troverete subissati di tanti grandi propositi.. molti dei quali indiscutibili, ma l'attenzione non va tolta o fatta calare.. tempestate qua e là ci sono frasi, parole, affermazioni che gettano le basi dell'omologazione,nuovi termini vengono utilizzati per cambiare  e far dimenticare altri.. vedi la terminologia genere al posto di UOMO DONNA...terminologia che, come  indicato esplicitamente nel protocollo, verrà usata per parlare ai bambini.Il linguaggio utilizzato è garbato e asettico, quasi glaciale, con la preoccupazione di fornire a bambine/i e a ragazze/i "informazioni imparziali e scientificamente corrette su tutti gli aspetti della sessualità".

       Il metodo scelto è quello olistico (dal greco "olos", tutto), ossia un approccio globale che va di moda. (per catturare l'attenzione...come le parole bio !!!)
      Come vedremo le finalità sono di alto livello.. mooolto ambiziose:la principale è addirittura contribuire a "sviluppare atteggiamenti rispettosi ed aperti che favoriscono la costruzione di società eque".

      In realtà questi  "standard", se analizzati con attenzione, soprattutto nella parte dove si elencano i temi che deve concretamente affrontare l'educazione sessuale a seconda dell'età dei destinatari (sei fasce, dalla nascita a oltre 15 anni), si svelano come il più massiccio tentativo di corruzione di minori che sia mai stato concepito!! 

      FINALITA'UFFICIALI
      In linea generale le mire del protocollo sono così da loro dichiarate per:

      -  dare competenze corrette su tutti gli aspetti della sessualità per favorire la costituzione di società equa
      - empowerment dei bambini e ragazzi per vivere la sessualità e le relazioni in modo appagante e responsabile
      -contribuire ad un clima di tolleranza, apertura e rispetto verso la sessualità e verso lo stile di vita
      -rispettare le diversità sessuali e le differenze di genere..(termine che ormai sono riusciti a farlo entrare nel comune..parliamo di UOMO E DONNA.. DIFFERENZE FRA I DUE SESSI!!!)
      - eliminare gli abusi sessuali
      migliorare la qualità della vita,della salute in generale
      - risovere i danni provocati :dalla migrazione di popoli con background culturale e religioso diversi,dall'HIV,dalla globalizzazione, dalla sessualizzazione dei media...
      - godere del diritto di piena cittadinanza ed uguaglianza
      -godere della salute sessuale, perchè solo con la corretta informazione data dagli standard i bambini,ragazzi possono ottenerla..
      -spiegare ai bambini gli stadi dello sviluppo sessuale nei dettagli, con illustrazioni,simulazioni prima che il ragazzo raggiunga lo statp evolutivo corrispondente in modo da prepararlo ai cambiamenti imminenti...quindi avviarli alla masturbazione ai 3 anni visto che tanto a quell'età c'è

      e ricordate... secondo l'OMS IN ITALIA SIAMO INDIETRO PERCHÉ SONO MANCATE LE TRADUZIONI DEI TESTI..

      Gli esseri umani dicono hanno il diritto di essere informati sui loro diritti sessuali per godere a pieno del diritto di cittadinanza ed uguaglianza nella sfera privata e pubblica.Quindi risulta importante insegnare sin dall'età dei 6 anni le leggi per difendersi dagli abusi!!! (e ricordiamo.. diventerà materia di esame..)

      Il protocollo prevede 5 fasce di età in ognuna delle quali il bambino e poi ragazzo deve essere educato con metodi standard

      Ecco le fasce di età previste dall'OMS

      BAMBINI 0-4 ANNI
      • tutte le parti del corpo e le loro funzioni
      • corpi diversi e sessi diversi
      • igiene del corpo
      • la differenza tra sé e gli altri
      • dare un nome alle parti del corpo 
      • eseguire le pratiche igieniche (lavarsi ogni parte del corpo) 
      • riconoscere le differenze del corpo esprimere bisogni e desideri
      • corpo e di sé: l’autostima rispetto per le differenze apprezzamento per il proprio corpo 
      • apprezzare il senso di benessere, vicinanza e fiducia creati dalle esperienze fisiche e di attaccamento 
      • rispetto per l’equità di genere
      • gravidanza, nascita e neonati basi della riproduzione umana (da dove vengono i bambini) •
      • modi diversi di entrare a far parte di una famiglia (es. adozione) • il fatto che alcune persone hanno figli e altre no 
      • parlare di questi argomenti utilizzando il lessico corretto
      • accettare i diversi modi di diventare figlio all’interno di una famiglia
      • gioia e piacere nel toccare il proprio corpo, 
      • masturbazione infantile precoce scoperta del proprio corpo e dei propri genitali 
      • il fatto che la gioia del contatto fisico è un aspetto normale della vita di tutte le persone
      • tenerezza e contatto fisico come espressioni di amore e affetto
      • acquisire consapevolezza dell’identità di genere 
      • parlare delle sensazioni (s)piacevoli del proprio corpo esprimere i propri bisogni, desideri e limiti, ad esempio nel “gioco del dottore"
      • un atteggiamento positivo verso il proprio corpo e tutte le sue funzioni = immagine corporea positiva rispetto verso gli altri 
      • curiosità rispetto al proprio corpo e quello altrui
      • diversi tipi di amore voglia di dire “si” e voglia di dire “no” • le parole dei sentimenti 
      • la sensazione di aver bisogno di privacy
      • provare e mostrare empatia dire sì/dire no 
      • esprimere e comunicare le proprie emozioni, desideri e bisogni 
      • esprimere il proprio bisogno di privacy
      • il concetto che le emozioni si esprimono in molti modi differenti sentimenti positivi verso il proprio sesso e il proprio genere (è bello essere una femmina – o un maschio!)
      • l’opinione che le proprie emozioni siano giuste e che sia giusto esprimerle  
      • un atteggiamento positivo verso le diverse emozioni nelle diverse circostanze
      • diversi tipi di relazioni le diverse relazioni familiari
      • parlare delle proprie relazioni e della propria famiglia
      • un sentimento di vicinanza e fiducia basato sulle esperienze di attaccamento un atteggiamento positivo verso i diversi stili di vita la consapevolezza della varietà delle relazioni
      • belle e cattive esperienze del proprio corpo/cosa dà una sensazione piacevole? (ascolta il tuo corpo) se l’esperienza/la sensazione non è bella, non si deve sempre accondiscendere
      • fidarsi del proprio istinto 
      • mettere in pratica il modello dei tre passi (dire no, andare via, parlare con una persona di fiducia) raggiungere sensazioni di benessere
      •  apprezzamento per il proprio corpo la consapevolezza che è giusto chiedere aiuto
      • il diritto di essere al sicuro ed essere protetto la responsabilità degli adulti rispetto alla sicurezza dei bambini il diritto di fare domande sulla sessualità 
      • il diritto di esplorare le identità di genere 
      • il diritto di esplorare la nudità e il corpo e di essere curioso
      • dire “sì” e dire “no” sviluppare le competenze comunicative esprimere bisogni e desideri
      • distinguere tra segreti “buoni” e segreti “cattivi
      • la consapevolezza dei propri diritti che porta ad avere fiducia in se stessi l’atteggiamento “il mio corpo appartiene a me” la consapevolezza che possono decidere per se stessi
      • norme sociali e norme/valori culturali ruoli di genere 
      • distanza sociale da mantenere con le diverse persone 
      • influenza dell’età sulla sessualità e comportamenti adeguati all’età 
      •  norme sulla nudità
      • distinguere tra comportamenti in privato e in pubblico rispettare le norme sociali e culturali comportarsi nel modo appropriato a seconda del contesto 
      • sapere quali parti del corpo si possono toccare
      • rispetto per il corpo proprio e altrui 
      • accettazione delle norme sociali sulla privacy e l’intimità
      • rispetto per i “no” e “sì” da parte degli altri 
      ... Mamma quante belle cose vero? 
      Insegnano ai nostri figli a non essere abusati.. a dire no,andar via e condividere le emozioni...

      Ci rendiamo conto dei punti presi singolarmente come verranno sviluppati? Ci rendiamo conto che stiamo parlando di una Fascia di età dai 0 ai 4 anni??Spiegare o applicare la masturbazione precoce ad un bimbo di 3 o 4 anni??
      L'OMS ha stabilito quali sono i segreti buoni e cattivi??? ma con quale diritto ed autorità?
      Esistono segreti buoni??? A mia figlia ho trasmesso che mentire anche nelle piccole cose crea uno stato di squilibrio nella nostra mente e fisico..il segreto è un blocco...un freno, il freno causa malattia e patologie..come si possono definire i segreti buoni??? ma a prescindere da questo fatto chi ha l'autorità per insegnarlo ai nostri figli?? L'OMS?

      trasmettere ad un bambino di 3 anni che deve fidarsi del suo istinto..che tenerezza e coccole fanno parte di espressioni di amore e protezione...

      • Mettiamo un bambino che prova amore per un adulto.. che lo "coccola" e gli dona "attenzioni e tenerezze".. il bambino si fida del suo istinto..si sente amato e protetto... vi pare che così abbiamo risolto il problema dell'abuso o lo facciamo crescere???

      Ricordiamo la legalizzazione della pedofilia, ora riprendiamo il discorso di sopra...tutto è legato da un bel filo conduttore.. e la soluzione dell'OMS non la vedo nella costituzione di una società sana, ma la costituzione di una società secondo i criteri e le necessità imposte  dall'OMS.. dall'ORGANIZZAZIONE MONDIALE.
      Un OMS LEGGETE BENE CHE DETTERA' LE NORME SOCIALI...norme sociali e norme/valori culturali ruoli di genere  e quali distanze sociale da mantenere con le diverse persone 

      Aldo Busi, lo scrittore omosessuale dichiarato e militante. Qualche anno fa, sulla rivista omosessuale Babilonia, il gay Busi pubblicò un articolo intitolato "Scusi mi dà una caramella?" in cui, tra le altre cose, chiosava le seguenti affermazioni:

      «Che sarà mai se un ragazzino di 5 o 10 o 12 anni fa una sega a uno più in là negli anni o se la fa fare?... Un bambino senza curiosità sessuali è un bambino già subnormale... All'offerta sessuale del bambino bisogna che l'adulto responsabile dia una risposta sensuale e non una risposta astratta a base di rimproveri, ammonizioni e di sfiducia... Se per fare questo gli prende in mano il pisello o le si accarezza la passerina - gesti che io non ho mai fatto comunque con nessuno: sarà per questo che tutti i bambini e le bambine della mia vita mi hanno girato le spalle per sempre - che sarà mai?».

      Argomenta così Cohn Bendit, narrando delle sua esperienze di maestro in un asilo autogestito:

      «... Il mio costante flirt con tutti i bambini assunse presto connotazioni erotiche. Potevo veramente sentire come all'età di 5 anni le piccole avevano già imparato a corteggiarmi. La maggior parte delle volte mi sentivo senza difese. Mi accadde diverse volte che i bambini mi aprissero la patta dei pantaloni e cominciassero ad accarezzarmi... Ma quando continuavano e insistevano io cominciavo ad accarezzarli».

      OMOLOGARE,SVUOTARE
      Omologare le menti dei nostri figli con termini appropriati,che noi genitori, come dice il protocollo non sappiamo...omologare le reazioni,omologare i sentimenti.. omologare,standardizzare.

      Verrebbe inculcata nella mente delle giovani generazioni l'idea che non esiste una differenza oggettiva tra uomo e donna, proveniente dalla cultura familiare, dalla religione, dalla scuola e dalla società...non esisterebbe più la terminologia madre e padre ma genitore 1 e genitore 2.. questo per permettere la creazione di una società equa e pari diritti di cittadinanza alle famiglie gay.(in alcune scuole già lo fanno)
      Stanno imponendo l'ideologia del Gender.

      Questi progetti vengono introdotti nelle scuole a quasi  insaputa dei genitori; sono progetti mascherati da buone intenzioni, ma che arriveranno a modificare radicalmente la mente dei bambini ,innanzitutto partendo da una confusione su chi siano loro.
      Uno svuotamento dell'essere.. e le conseguenze di questo saranno talmente devastanti che sarà difficile percepirne la portata!!

      Il protocollo ci informa che i paesi del Nord Europa sono anni luce avanti nell'educazione sessuale standardizzata... educazione sessuale che avviene con simulazione di violenza sessuale con bambole.. all'età di 6 anni...

      Ritornando al protocollo lo possiamo riassumere così l'escalation delle altre fasce di età

      Dai 4 ai anni l'Oms stabilisce che i bambini devono essere in grado di
      • miti sulla riproduzione (ad es. in alcuni paesi si racconta ai bambini che i neonati sono “portati dalla cicogna”) vanno sgretolati...
      • vita: gravidanza, nascita e neonati; fine vita
      • basi della riproduzione umana
      • gioia e piacere nel toccare il proprio corpo; 
      • masturbazione infantile precoce
      • scoperta del proprio corpo e dei propri genital
      • consolidare la propria identità di genere 
      • gestire le delusioni 
      • gestire il proprio e altrui bisogno di privacy
      • relazioni con persone dello stesso sesso 
      • accettazione delle diversità
      • a consapevolezza dei rischi
      • relazioni sessuali,omosessuali e consolidare l'identità di genere


      Tra i 6 e i 9 anni, gli esperti dell’OMS affermano che i nostri figli sono pronti a

      •  conoscere e difendere i diritti sessuali 
      • i vari metodi contraccettivi
      • ’idea base della contraccezione (è possibile pianificare e decidere sulla propria famiglia)
      • affrontare il sesso nei media
      • rapporti sessuali
      • il concetto di “sesso accettabile” (reciprocamente consensuale, volontario, paritario, adeguato all’età e al contesto, caratterizzato dal rispetto di sé)
      • influenza positiva della sessualità sulla salute e il benessere
      • la violenza e l’aggressione sessuale (ricordo le simulazioni) 
      • ruoli di genere


      Da 9 a 12 anni, e fino a 15, 

      devono prendere decisioni consapevoli sul’avere o meno esperienze sessuali,saper distinguere tra la sessualità “nella vita reale” e la sessualità nei media, accettazione delle diverse espressioni della sessualità (baciarsi, toccarsi, accarezzarsi, etc.)conoscere il problema della maternità imprevista. Lo dicono con una parafrasi: “l’impatto della maternità e della gravidanza tra gli adolescenti cioè la crescita dei figli, la pianificazione familiare, i progetti di studio o di vita, la contraccezione , il processo decisionale e la cura nel caso di gravidanze indesiderate“.

      Da evidenziare il tortuoso percorso che fa l’OMS per dire che prima dei 15 anni, le bambine sono pronte per essere clienti dell’industria dell’aborto.

      Da 9 a 15 , è bene che ricevano informazioni su dove trovare un contraccettivo e dove ottenere un aborto. A 15 anni è il momento di “aprirsi agli altri (dichiarare l’omosessualità , la bisessualità e altre opzioni)”; a 15 anni è anche l’età per venire a conoscenza, inoltre, del “sesso commerciale (prostituzione , ma anche sesso in cambio di piccoli regali, pranzi/notti fuori o piccole somme di denaro), pornografia, dipendenza dal sesso“.

      Dai zero anni in su ai bebè va trattata la “masturbazione infantile precoce”.  Una trovata di questi tecnici OMS figlia del principio secondo cui bisogna anticipare tutto, allenare prima del tempo naturale i bebè, bimbi, preadolescenti e ragazzi, bisogna correre e bruciare le tappe. E meno male che tra gli obiettivi la tabella di marcia vuole “aiutare i bambini a sviluppare la consapevolezza che ciascuno ha i propri ritmi nello sviluppo sessuale”(la masturbazione precoce i bambini la fanno da soli.. come istinto e non c'è bisogno di alcun insegnamento)

      Quindi ogni scoperta viene abolita, ogni scoperta che i bambini , i ragazzi fanno quando il loro corpo e mente sono pronti, viene cancellata e sostituita con informazione, conoscenza.. quindi niente lasciato al caso, niente lasciato all'essere stupiti, niente scoperte.. tutto viene gestito.. la mente quindi viene svuotata.Questo svuotamente ripeto cosa porterà!??

      INSEGNARE IL RISPETTO NON VUOL DIRE STANDARDIZZARE
      Non confondiamo l'importanza di insegnare il rispetto con la standardizzazione.. non confondiamo insegnare ed educare i nostri figli ad avere consapevolezza di se e gli altri con l'insegnare loro l'abuso sessuale e l'aborto a 4 o 6 anni...e non diciamo che verrà fatto con i termini giusti..
      Si tratta di violenza.. ogni bambino ha la sua sensibilità... come può reagire un bambino nel conoscere tutta questa verità all'età di 4 anni??o inculcandogliela secondo schemi sin da quella età? che persona sarà da adulto??
      Viene omologato.. diventerà un computer dove sono state incamerate tutte le informazioni..a cui lui poi accederà..ma in realtà la sua anima verrà svuotata dallo stupore.

      Lo scopo È INOLTRE quello di dividere l’uomo dalla donna e di distruggere la donna stessa sia nella sua figura simbolica archetipa che fisicamente.

      Esempio di come in Europa stanno già ampiamente applicando la teoria del genere...

      Svizzera, ecco la sex box il porno kit all’asilo
      Un esempio dell’educazione sessuale ispirata agli Standard OMS come materia obbligatoria già dall’asilo, arriva dalla Svizzera: falli e vagine finte e riproduzioni iperrealistiche degli organi riproduttivi, manuali dove si spiega che i bimbi vanno incoraggiati a toccarsi, anche reciprocamente e tra bimbi dello stesso sesso. Il kit, che sembra uscito da un porno-shop, si chiama “sex box”, è stato fornito agli insegnanti e presenta la storiella a fumetti “Lisa e Jan, con disegni espliciti di bambini intenti all’autoerotismo: una bimba che si masturba mentre un’altra l’osserva e la imita; un bimbo masturba un compagnetto e un altro si tocca sotto le lenzuola mentre con una torcia elettrica illumina le parti intime; una donna che infila un preservativo ad un uomo; una bambina in piedi che si solleva i vestitino e mostra il sesso ad suo compagno inginocchiato davanti a lei  e un’altra sotto la doccia che si  “stimola” con il getto d’acqua sul pube; due bambini nudi che si abbracciano e un altro che spia dalla finestra i genitori durante un amplesso… Queste lezioni obbligatorie, perché – dicono i promotori – i bambini hanno diritto all’educazione sessuale, sono partite in 30 scuole nel Cantone di Basilea. 92mila persone hanno firmato contro l’iniziativa,  che potrebbe essere estesa a tutti gli asili e scuole svizzere.


      Perchè l'OMS impone questo? perchè l'OMS piano piano ci fa decidere di fare questa scelta?
      Chi e cosa c’è dietro l’OMS? 

      Ufficialmente l’Organizzazione Mondiale della Sanità è un’agenzia delle Nazioni Unite, unitamente all’Unicef, al centro di uno scandalo di pedofilia internazionale con vertice principale in Africa e traffici di bambini anche in Europa.


      In realtà la corporazione OMS è una organizzazione con vertici privati nominati dai soliti noti (ignoti?) che è diretta dalla sinarchia neoligarchica mondiale tramite le principali Ur-lodges sovranazionali e viene finanziata dal massone neoligarchico David Rockefeller (padrone di metà dell’industria farmaceutica mondiale, nonché proprietario dei suoli su cui è sorto il palazzo delle Nazioni Unite a New York)

      IL GRANDE INGANNO
      il grande inganno consiste nel far passare come sensibilizzazione alla democrazia, alla tolleranza, come pedagogia, quella che è in realtà la cancellazione di ogni legame e di ogni identità culturale, storica, religiosa, familiare e sessuale. e dove al posto dell'uomo, c'è l'uomo indistinto, l'apolide.

      In questo modo può diventare più schiavo dell'economia, mero ingranaggio, e schiavo del nuovo ordine mondiale.

      Il progetto di omologazione dell’individuo parte  da lontano e  passerebbe attraverso diverse tappe, con lo scopo di sradicare le radici dell’uomo contemporaneo e renderlo,“senza identità”, svuotato.

      Il percorso di spersonalizzazione e omologazione dell’individuo passa anche per il livellamento dell’identità sessuale e la distruzione della famiglia.

      Perchè l'OMS sta spingendo sulla "protezione" dei diritti LGBT?
      Di fatto già abbiamo la costituzione che stabilisce che tutti gli uomini sono uguali.

      Quando organizzazioni come l'OMS guidate da Rockfeller spingono in tale direzione devono far sempre fermare e riflettere.
      Perchè sfruttare quest'onda?
      Cosa si cela dietro la lotto all'omofobia , alla creazione di una società equa?
      Bisogna porsi queste domande visto i Paesi del mondo (192 nazioni) che ha firmato l’adesione all’Organizzazione Mondiale di Sanità, ossia praticamente tutti, hanno dato all’OMS "poteri inauditi sui governi nazionali".

      L'OMS DECIDE IN MATERIA DI SALUTE quindi la materia principale sulla questione vita o morto e sullo stile di vita.

      Sin dalla sua nascita, nel 1948, l'Oms ha infatti rivoluzionato il concetto tradizionale: lo stato di salute non è più definito come semplice assenza di malattia, ma diventa il "completo benessere fisico, mentale e sociale", cambiamento di definizione reso necessario per spalancare le porte alla legalizzazione dell'aborto,(che l'OMS appoggia ampiamente... ma non con i fini che pensiamo..) grazie all'escamotage del completo benessere fisico, mentale e sociale della madre, dal momento che lo stato fisiologico della gravidanza non si sarebbe certo potuto definire una "malattia" da curare con l'aborto!

      L'OMS nel 2005,ha diramato un "Modello di legge sui poteri sanitari d’emergenza" (Model Emergency Health Powers Act) che deve essere adottato dai Paesi-membri.
      In base ad esso : Le autorità sanitarie possono obbligare le persone sospette di essere portatrici di "malattia infettiva" ad assoggettarsi ad esami medici. Possono ottenere tutte le informazioni mediche personali. Possono obbligare i farmacisti a segnalare ogni inconsueto aumento di prescrizioni e di ricette mediche.

      L'OMS unitamente all'UNICEF sono sostenute da massoni lobbisti come Rockfeller , Bilderberg Group ... che ormai apertamente discutono della gravità dell'incremento crescente della popolazione, problema che le Nazioni Unite, dicono, devono mettersi come progetto primo.

      Un OMS che sostiene le vaccinazioni...sostenuta dalla Fondazione Bill Gates, un Bill Gates che prima afferma "Sarà il decennio dei vaccini”  alla fine di gennaio al World Economic Forum di Davos, promettendo una donazione di 10 miliardi di dollari per promuovere la campagna di vaccinazioni dei bambini nei paesi in via di sviluppo...ed una volta partita oggi sostiene
      Il mondo oggi ha 6,8 miliardi di persone. La cifra va verso i 9 miliardi. Se faremo un buon lavoro con i nuovi vaccini, la sanità e i servizi medico-sanitari riproduttivi, potremmo ridurre [quei nove milioni] forse del 10 o del 15 per cento.

      Un OMS che sponsorizza il vaccino del tetano... per le donne da una fascia di età fra i 15 e 45 anni.. e poi un comitato locale Provida fa anlizzare il vaccino e scopre che era arricchito con un ormone che può bloccare l'impianto dell'ovulo all'interno dell'utero e quindi provocare aborto spontaneo quando comincia la gravidanza!!!

      Nel 2000 avevano stimato, sulla base dell'incremento della popolazione, 14.miliardi di persone... ad oggi nel 2014 siamo circa 8 miliardi.. quindi come è avvenuto questo rallentamento della  crescita nonostante la vita media della popolazione si sia allungata? Forse i progetti di cui Rockfeller parlava sono iniziati?

      Sul sito del Governo degli Stati Uniti, nell'Archivio di Stato si trova un interessante documento con la firma di  Henry Kissinger.Si tratta di un memorandum di studi datato 1974 nel quale viene chiaramente scritto che devono partire delle pianificazioni politiche necessarie per ridurre la crescita della popolazione e per farlo sono "utili" diversi aspetti della quotidianità:
      dalla salute riproduttiva, al controllo climatico ai semi emplementati (attuali OGM) passando dove non si riesce, gestito con mezzi più decisi... (guerre, epidemie sterminatrici?).
      Questo memorandum viene assunto come programma effettivo nel 1975 da Nielson.

      "Sterminio segreto" di Monia Benini





      Direte ebbene cosa centra ora la riduzione della popolazione con l'omessualità, l'agevolare le famiglie gay, la stardizzazione dell'educazione sessuale...

      L’Ideologia di Genere in atto grazie all'OMS è un vero e proprio “cavallo di Troia” che alcuni Poteri Forti sono decisi ad utilizzare per “fini” che vanno ben oltre delle “rivendicazioni omosessualiste”, ma che mirano in modo palese a manipolare la natura stessa dell’uomo, allo scopo di generare un “uomo nuovo” compatibile con il progetto ormai sempre più avanzato di un Nuovo Ordine Mondiale, e  distruggere la famiglia “naturale” serve per ridurre o almeno contenere la crescita della popolazione, che è una delle ossessioni delle élite di potere.

      Come possiamo dare credito ad organizzazioni guidate da lobby di potere, come dare credito ad organizzazioni Mondiali legate con la strumentalizzazione,VATICANO-OMS-ONU.

       Un ONU che  attacca il Vaticano sulla pedofilia, ma chiede apertura su aborto e contraccezione, una Chiesa che attacca l'omosessualità e poi difronte ad accuse provate di pedofilia...dichiara "esprimo rincrescimento per il "tentativo di interferire nell'insegnamento della chiesa cattolica sulla dignità della persona umana e nell'esercizio della libertà religiosa"!!

      Come possiamo ancora fidarci del loro punto di vista?...lo stesso Platone,gli studenti ricorderanno, enunciava che chi al comando deve avere un controllo demografico del proprio Stato, perchè questo non sia troppo vasto o troppo piccolo.. affinché possa esserci uno Stato ideale e che si sviluppi nel raggiungimento del bene collettivo.


      FINESTRE D'OVERTON

      Oggigiorno siamo propensi a pensare  che i cambiamenti sociali  siano la naturale ed inevitabile conseguenza del progresso che non si può fermare. Tuttavia, lo studio delle tecniche che stanno dietro alla manipolazione delle masse non è più fantascienza da un pezzo... E LE TECNICHE DI PERSUASIONE DI Edward Bernays...sono state trasferite tranquillamente in campo sociale ,quindi Overton ha semplicemente decodificato ciò che era già in atto a discapito delle nostre menti.

      Rendere accettabile dalla società perfino ciò che in passato era stato assolutamente inaccettabile e impensabile.

      Si tratta di un modello d'ingegneria sociale denominato The Overton Window («La finestra di Overton»). Questo modello è stato elaborato negli anni '90 da Joseph P. Overton (1960-2003), l'ex vice-presidente del centro d'analsi americano Mackinac Center For Public Policy.

      La sua teoria è un intervallo di idee che possono essere recepite dalla società in un determinato momento e che possono essere apertamente enunciate dai politici che non vogliono passare per estremisti. 

      Le idee attraversano le seguenti fasi:

      • Impensabili (inaccettabile, vietato);
      • Radicali (vietato, ma con delle eccezioni);
      • Accettabili;
      • Sensate (razionali);
      • Diffuse (socialmente accettabili);
      • Legalizzate (consacrazione nella politica statale).


      Se la teoria di Overton è fondata - e pare che lo sia - è chiaro che seguendo le sei fasi indicate dalla sua «finestra» è virtualmente possibile - col tempo necessario, con la complicità dei mass media e della politica - fare accettare alle masse l'introduzione e la successiva legalizzazione di qualsiasi mostruosità, persino di pratiche che al momento l'opinione pubblica ritiene ancora inaccettabili come la pedofilia, l'incesto, il gender,il nuovo ordine mondiale...

      É solo questione di tempo. E chi si oserà opporsi a questi cambiamenti verrà additato dai media come un pericoloso «pedofobo», "omofobo".

      Naturalmente, va sottolineato che questo processo ideologico  può essere attuato unicamente in una società che crede ciecamente a tutto ciò che le viene detto alla TV, che è già imbevuta di relativismo
      etico e che è ormai priva di valori non negoziabili, com'è appunto la nostra.

      Adesso provate a pensare a qualunque argomento impendabile nella vostra mente del passato o del futuro...quello che vi ho raccontato..i matrimoni fra persone dello stesso sesso,l'aborto.. fatelo scorrere attraverso le finestre d'overton...e scoprirete con questa semplice tecnica,  basata solo sul tempo ed un lungo lavoro di manipolazione.. come tutto ci è statto fatto accettare.. e come continueranno a farlo.

      Vediamo a che punto sono della finestra d'Overton con il gender ad esempio...per me siamo  nella fase 1

      Per spiegare bene i passaggi vi riporto lo schema del regista russo Nikita Sergeevič Michalkov nel suo videoblog Besogon.TV
      Lui propone lo schema di questo processo sull'esempio di un fenomeno finora impensabile nella società: il cannibalismo. Lo spostamento di The Overton Window può attraversare le seguenti fasi:

      - Fase 0: É lo stato attuale, il problema è inaccettabile, non si discute sulla stampa e non si ammette tra gli esseri umani;(aborto,pedofilia,gender,scie chimiche....)

      - Fase 1: Il tema si modifica da «totalmente inaccettabile» a «vietato, ma con deroghe». Si afferma che non ci deve essere alcun tabù. Il tema comincia a essere dibattuto in piccoli convegni dove stimati scienziati fanno delle dichiarazioni sotto forma di discussioni «scientifiche».manipolazione dell'opinione pubblica Nello stesso tempo, in sintonia con il dibattito pseudoscientifico, si costituisce l'«Associazione dei cannibali oltranzisti», le cui dichiarazioni a volte sono citate dai mass media. L'argomento cessa di essere un tabù e si introduce nello spazio d'informazione. Conclusione: il tema intoccabile è inserito nella circolazione, il tabù è desacralizzato, è avvenuta la distruzione dell'univocità del problema, sono create le sue diverse gradazioni.

      - Fase 2: Il tema del cannibalismo passa da «oltranzista» ad accettabile. Come prima sono citati gli scienziati e sono coniati termini eleganti: non esiste più il cannibalismo, che può essere però chiamato, ad esempio, «antropofagia». Questo termine, come un sinonimo temporaneamente sostitutivo, sarà sostituito con una parola scientifica più bella («antropofilia»). Più tardi, da questo «termine» potranno essere coniati i derivati (ad esempio, «antropofili», ossia «amanti del genere umano»). Lo scopo è di staccare nella coscienza collettiva la forma della parola dal suo contenuto. Nello stesso tempo, per avvalorare il concetto si crea un precedente storico. Probabilmente è un fatto mitico, reale o semplicemente inventato, ma, principalmente, ciò contribuisce alla legittimazione di un'idea inaccettabile. Lo scopo principale di questa tappa è di rimuovere parzialmente dall'«antropofagia» la sua illegittimità, almeno in un periodo storico.

      - Fase 3: The Overton Window si sposta, trasferendo il tema dal campo «inaccettabile» a quello «ponderato-razionale», ciò che giustifica con la «necessità biologica». Si afferma che il desiderio di mangiare la carne umana può essere dovuto a una predisposizione genetica. Anche in caso di una carestia («insuperabili circostanze»), un essere umano deve avere il diritto di fare la scelta. Non c'è bisogno di nascondere le informazioni in modo che ciascuno possa scegliere tra «antropofilia» e «antropofobia».manipolazione mediatica

      - Fase 4: Da sensato a diffuso (socialmente accettabile). Si crea la polemica non solo basata su figure storiche o mitiche, ma anche su quelle reali mediatiche. L'antropofilia comincia a essere dibattuta in massa nei notiziari, nei talk-show, nel cinema, nella musica pop e negli spot pubblicitari. Uno dei metodi di diffusione è il trucco «Guardati intorno»!. Chi lo sapeva che un famoso compositore fosse antropofilo?

      - Fase 5: Da socialmente accettabile alla legalizzazione. Il tema si lancia nel top delle notizie d'attualità, si riproduce automaticamente nei mass media, nel mondo dello spettacolo e... acquisisce un'importanza politica. In questa fase, per giustificare la legalizzazione si utilizza l'«umanizzazione» dei seguaci del cannibalismo. Per modo di dire, sono delle «persone creative», vittime di un'educazione sbagliata e «chi siamo noi per giudicare»?

      - Fase 6: Da «tema diffuso», il cannibalismo passa sul piano delle «legalizzazione, ossia consacrazione nella politica di uno Stato». Si crea la base legislativa, spuntano gruppi di lobbismo, si pubblicano ricerche sociologiche che sostengono i sostenitori della legalizzazione del cannibalismo. Spunta un nuovo dogma: «Non si deve vietare antropofilia». Si approva la legge, l'argomento arriva nelle scuole e negli asili nido, e una nuova generazione non sa più che si può pensare diversamente.

      Per ora, l'esempio del cineasta Nikita Michalkov è ipotetico. Tuttavia, molte idee contemporanee decenni fa sembravano del tutto impensabili. Sono diventate invece totalmente accettabili sia per legge sia per la società. E se tutto ciò fosse merito di Joseph Overton?

      DA OVERTON AD ORWELL
      George Orwell sembra sempre più attuale, forse più attuale di quando pubblicò 1984.. e con la standardizzazione sessuale gender più che mai..

      Il processo di riscrittura della neolingua che George Orwell spiegava magnificamente in 1984 con gender è già iniziato..
      Uno dei punti di forza della propaganda gender risiede nell’abilità di saper creare nuovi vocaboli mediaticamente vincenti da sostituire a quelli tradizionali che vengono progressivamente bollati come sessisti oppure omofobi. Proprio perché portatrice di una visione dell’uomo e della natura assolutamente “inedita”, infatti, l’Ideologia Gender è stata costretta a mettere le mani sulla lingua allo scopo di modificarla. Già l’imposizione del termine “genere” al posto di “sesso”, o l’invenzione del termine “gay”, sono stati, indubbiamente, notevole successi; eppure, negli ultimi tempi, il processo “neolinguistico” sembra aver fatto passi da gigante.
      Al termine gender, infatti, si affiancano giorno dopo giorno, nuovi neo-vocaboli destinati al sicuro successo. Così, ad esempio, il vecchio termine transessuale è già stato ampiamente sostituito dal termine trans-gender (indicante un individuo che, per l’appunto, “transita” da un genere all’altro); mentre anche il vecchio termine “eterosessuale” sembra destinato a finire in cantina sostituito dal più “ortodosso” cis-gender (ovvero, colui i cui tratti sessuali di nascita “coincidono” con il genere di appartenenza).

      Così la sostituzione di termini o espressioni quali madre, padre, donna incinta, etc rientrano in questo processo di cancellazione e dii riscrittura della lingua dove, proprio come in 1984, il controllo sui vocaboli trasforma lentamente le menti rendendo di fatto così possibile  formulare concetti un tempo“proibiti”.

      Mi piace concludere con una frase di 1984:

      Non è tanto restare vivi, quanto restare umani che è importante 
      ..possono fare qualunque cosa.. ma non possono obbligare a crederci..non possono arrivare al tuo cuore.










      LGBT (o GLBT) è una sigla utilizzata come termine collettivo per riferirsi a persone Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender.



      ALTRE INFORMAZIONI 


      l'Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali (UNAR), istituito all'interno del Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 11 dicembre 2011, per attuare la direttiva comunitaria ha costituito un gruppo nazionale di lavoro;
      nel febbraio 2012 il Ministro del lavoro e delle politiche sociali pro tempore con delega alle pari opportunità, Elsa Fornero, ha allargato il mandato dell'UNAR Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali aderendo a un progetto del Consiglio d'Europa, denominato "Combattere le discriminazioni basate su orientamento sessuale e identità di genere", che mira ad offrire assistenza finanziaria e tecnica agli Stati membri del Consiglio d'Europa nell'implementazione di politiche di contrasto alla discriminazione nei confronti delle persone Lgbt;LGBT (o GLBT) è una sigla utilizzata come termine collettivo per riferirsi a persone Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender.
      il gruppo di lavoro ha pubblicato nell'aprile 2013 una "Strategia nazionale per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni basate sull'orientamento sessuale e sull'identità di genere (2013-2015)", riguardante educazione e istruzione, lavoro, carceri, comunicazione e media;
      il 7 ottobre 2013, in attuazione della "Strategia" dell'UNAR, il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca e il Dipartimento per le pari opportunità, con una circolare congiunta, hanno promosso una campagna informativa denominata "Tante diversità, uguali diritti", che propone linee di intervento nella scuola, cui ha fatto seguito, il 18 dicembre 2013, un'apposita circolare emanata dal Ministero dell'istruzione a tutti gli uffici scolastici regionali in cui si prevede lo svolgimento di una "Settimana nazionale contro ogni forma di violenza e discriminazione";

      considerato che:
      all'art. 16 del decreto-legge n. 104 del 2013, recante "Misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca", convertito, con modificazioni, dalla legge n. 128 del 2013, si prevede un finanziamento di 10 milioni di euro per la formazione del personale scolastico e al comma1, lett. d), si ritiene particolarmente importante dare attenzione "all'aumento delle competenze relative all'educazione all'affettività, al rispetto delle diversità e delle pari opportunità di genere e al superamento degli stereotipi di genere, in attuazione di quanto previsto dall'articolo 5 del decreto-legge 14 agosto 2013, n. 93, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 ottobre 2013, n. 119";


      nel dicembre 2013 l'UNAR ha pubblicato le "Linee-guida per un'informazione rispettosa delle persone LGBT" affidando all'istituto A.T. Beck di Roma, un'associazione scientifico-professionale di psicologi e psicoterapeuti, la produzione di 3 opuscoli (indirizzati rispettivamente alla scuola primaria e alla secondaria di primo e secondo grado), con il fine di fornire indicazioni agli insegnanti per affrontare i temi del "genere" in classe e la realizzazione di specifici moduli didattici di prevenzione e contrasto all'omofobia e al bullismo omofobico;

      gli opuscoli, pronti nel febbraio 2014 e intitolati "Educare alla diversità a scuola", complice una forte campagna di mobilitazione sulla stampa di area cattolica e non, hanno ricevuto le dure critiche del vice ministro pro tempore del lavoro con delega alle pari opportunità, Maria Cecilia Guerra, rivolte al direttore dell'UNAR Marco De Giorgi;

      lo stesso sottosegretario di Stato per l'istruzione, Gabriele Toccafondi, ha espresso tutta la propria perplessità in merito, lamentando il fatto che l'UNAR abbia operato senza l'approvazione del Dipartimento per le pari opportunità e del Ministero, cimentandosi nella trattazione di tematiche sociali con risvolti pedagogici che esulano dai suoi compiti;

      tenuto conto che:
      con una nota ufficiale pubblicata il 19 febbraio 2014, l'istituto A.T. Beck ha precisato che: "Gli opuscoli non sono stati distribuiti ma -previa autorizzazione - sono stati messi a disposizione attraverso un download protetto con password per coloro che ne avessero fatto esplicita richiesta" e che "gli opuscoli sono rivolti esclusivamente agli insegnanti e non agli alunni e, in quanto tali, possono essere utilizzati con le modalità che gli insegnanti e i genitori, coinvolti dalla scuola nel progetto, ritengano più opportune";

      secondo l'istituto il fine dell'iniziativa non era «la diffusione di una "teoria gender" ma la prevenzione e la lotta all'omofobia e al bullismo omofobico»;
      il 20 marzo gli opuscoli, costati circa 24.200 euro, sono stati ritirati come comunicato con una circolare ai dirigenti scolastici dal Ministro dell'istruzione, che di fatto ha così bloccato temporaneamente il progetto "Educare alla diversità a scuola";



      IL FATTO QUOTIDIANO VOMITEVOLE PRO GENDER
      http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/06/08/educazione-sessuale-in-olanda-si-inizia-a-4-anni-in-italia-non-ce-una-normativa/1008863/

      http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/10/leuropa-legalizza-la-pedofilia-con-un.html
      https://escogitur.wordpress.com/2013/03/23/unesco-come-formare-le-generazioni-al-nuovo-ordine-mondiale-e-alla-religione-new-age-asessualita-e-cattivita/
      BZgA / WHO Conference Youth Sex Education in a Multicultural Europe:
      http://www.controinformazione.info/avanza-a-grandi-passi-lideologia-mondialista-dell-luomo-senza-identita/
      http://www.marcovuyet.com/ALARMA%20BERGOGLIO.htm
      http://decamentelibera.blogspot.it/2015/03/gender-la-colonizzazione-ideologica.html
      http://decamentelibera.blogspot.it/2015/01/luropa-legalizza-la-pedofilia.html
      http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=17&id=803955
      http://www.centrosangiorgio.com/subliminale/articoli/pagine_articoli/come_rendere_accettabile_una_cosa_inaccettabile.htm

      http://www.uppa.it/elfinder_vfs/1108/educazione_sessuale_oms_europa.pdf
      STANDARD EDUCAZIONE SESSUALE OMS



      http://www.nonprofitonline.it/detail.asp?c=1&p=0&id=3673
      discorso del Presidente Napolitano il 31.12.2006, che testualmente disse: “C’E’ SINTONIA TRA ME E IL PAPA BENEDETTO XVI NEL SOSTENERE UN NUOVO ORDINE MONDIALE”.
      Crimini Sessuali E Vaticano
      https://www.youtube.com/watch?v=67kPHBWjJBg

      CHIESA E PEDOFILIA :
      https://www.youtube.com/watch?v=jCh-5DOukUw

      L'OMS sostiene che la "sessualizzazione dei mass media e delle pubblicità" è avvertita come influenza negativa..perchè ,da chi è stata indotta e voluta?????



      2015/06/25

      CREME SOLARI TOSSICHE,interferiscono con gli ormoni e dopo qualche ora rilasciano radicali liberi




      Attenzione la salute non si mantiene solo stando attenti a cosa mangiamo, cercando di evitare cibi preconfezionati,additivi,coloranti,bisfenolo,interferenti endocrini... metalli pesanti, ma anche stando attenti a ciò che entra in contatto con la nostra pelle.



      La pelle assorbe..quindi le sostanze spalmate  o spruzzate entrano all'interno del nostro corpo, tessuti muscolari, sistema endocrino e sanguigno.
      Ricordo che l’industria cosmetica utilizza circa 13.000 tra sostanze sintetiche e semi sintetiche e molte di queste sono state valutate tossiche oppure non ancora valutate da un punto di vista della tossicità...quindi

      Attenzione ai cosmetici in genere come abbiamo già visto..attenzione anche alle protezioni solari!!
      LE CREME SOLARI SONO PERICOLOSE
      ATTENZIONE ALL'INCI

      I ricercatori californiani hanno inoltre  provato che tre dei filtri Uv usati più comunemente nelle creme solari (octylmethoxycinnamato, benzophenone-3 and octocrylene) con l'esposizione ai raggi solari producono essi stessi radicali liberi: in pratica, invece di evitare la formazione delle molecole responsabili dell'invecchiamento e delle malattie della pelle, aumentano il potere dannoso dei raggi Uv.

      Vediamo passo passo...

      SOSTANZE TOSSICHE INTERFERENTI ORMONALI NELLE CREME SOLARI



      Questa tabella pubblicata da Environmental Working Group (EWG) illustra l'esposizione umana e informazioni sulla tossicità per nove sostanze chimiche per la protezione solare approvati dalla FDA. Queste sono le domande da lei poste:

      • Questi componenti chimici sono in grado di penetrare nella pelle e raggiungere i tessuti viventi?
      • Possono interferire il sistema ormonale?
      • Possono influenzare e modificare il sistema riproduttivo e della tiroide e, in caso di esposizione fetale o nell'infanzia, permanentemente alterare lo sviluppo o il comportamento riproduttivo?
      • Possono causare allergie alla pelle?
      • Che cosa succede se vengono inalate?
      • Altre preoccupazioni di tossicità
      I filtri solari più diffusi sul mercato contengono filtri chimici. Questi prodotti includono tipicamente una combinazione di 2-6 di questi principi attivi: oxybenzone, avobenzone, octisalate, octocrylene, homosalate e octinoxate. Schermi minerali utilizzano ossido di zinco e / o biossido di titanio di solito in forma di nanoparticelle.. Una manciata di prodotti combinano ossido di zinco con filtri chimici.
      Studi di laboratorio di diverse sostanze chimiche per la protezione solare indicano che esse possano imitare gli ormoni e alterare il sistema ormonale (Krause 2012, Schlumpf 2001 2004, 2008). Alcune ricerche sugli animali suggeriscono che oxybenzone e altre sostanze chimiche per la protezione solare possono essere tossici per sistemi riproduttivi o interferire con il normale sviluppo. Un altro prodotto chimico protezione solare, canfora 4 methylbenzidyl, utilizzato in Europa e sotto petizione per l'uso negli Stati Uniti è un disgregatore ormone. In generale, filtri solari chimici meritano una speciale vigilanza

      Oxybenzone ;Penetrazione cutanea 1 a 9% in studi di laboratorio.  Agisce come gli estrogeni nel corpo; altera la produzione di sperma negli animali;associato con endometriosi nelle donne.Relativamente alti tassi di allergia cutanea

      Octinoxate (Octylmethoxycinnamate) meno di 1% di penetrazione cutanea in studi sull'uomo e laboratorio .
      Si comporta come gli ormoni.
      Dimostrate alterazioni del sistema riproduttivo, della tiroide e comportamentali in studi su animali, ha dimostrato inoltre una certa azione estrogenenica (rischio di tumore al seno) sui topi da laboratorio.Tassi moderati di allergia cutanea

      Homosalate Distrugge estrogeni, androgeni e progesterone Prodotti di degradazione tossici

      Octocrylene Relativamente alti tassi di allergia cutanea. Viene miscelato con altri filtri UV per aumentarne l’effetto schermante. Esposto alla luce solare produce radicali liberi.

      Octisalate  favorisce l’assorbimento cutaneo di altre sostanze chimiche presenti nelle creme.

      Biossido Di Titanio 2 (uso topico), 4 (in polvere o spruzzo) Meno dello 0,01% di penetrazione cutanea in volontari umani Nessuna prova di squilibri ormonali

      Ossido Di Zinco eccellente protezione UVA Meno dello 0,01% di penetrazione cutanea in volontari umani Nessuna prova di squilibri ormonali

      Avobenzone (Parsol 1789) Butyl Methoxydibenzoylmethane CONSIDERATO la migliore protezione UVA di filtri chimici Penetrazione cutanea molto limitata Nessuna prova di squilibri ormonali, di fatto i raggi del sole lo scompongono in prodotti chimici sconosciuti, soprattutto se in presenza (nella crema) di Octixonate quindi deve essere stabilizzato con altri prodotti chimici come octocrylene.


      Altre sostanze contenute nelle creme solari che  spalmiamo sulla pelle nostra e dei nostri bambini.


      Benzophenone-3 – causa reazioni fotoallergiche. Viene assorbito dalla cute in quantità significative. In uno studio è stato trovato nelle urine di 86 ragazze su 90 che ne facevano uso.
      Homosalate  – ha dimostrato di possedere una blanda azione xenoestrogenica (rischio di tumori ormonodipendenti). Facilita l’assorbimento di sostanze chimiche.
      Esulizole (Phenilbenzimidazole Sulfonic Acid) – produce radicali liberi se esposto alla luce del sole, causando danni al DNA. Potrebbe causare il cancro.
      Padimate-O (Octyl-Dymethyl PABA/PABA ester) – un derivato del famoso filtro solare PABA. Gli studi mostrano che si decompone in radicali liberi, danneggia il DNA, ha un’azione estrogenica e in alcune persone può causare reazioni allergiche.
      Sulisobenzone (Benzophenone-4) – Può causare irritazione cutanea. Non penetra gran che nella pelle, ma facilita la penetrazione di altre sostanze chimiche.
      4-Methylbenzylidene camphor – ricercatori europei temono che possa avere una tossicità tiroidea e un’azione xenostrogenica.


      Un ingrediente in particolare, è un motivo di preoccupazione: metilisotiazolinone, o MI, un conservante. Quest'anno, EWG ha trovato MI elencato sulle etichette dei 91 filtri solari, 13 commercializzati per i bambini e 54-SPF nominale idratanti quotidiane. MI viene usato da solo o in miscela con un conservante chimico correlato chiamato methylchloroisothiazolinone o MCI.
      Nel 2013 gli studi di laboratorio indicano che MI è un sensibilizzante della pelle o allergene. Nel corso degli ultimi anni, i medici hanno riportato casi gravi di allergia cutanea grave, in particolare nei bambini esposti a MI da salviette per neonati e altri prodotti destinati ad essere lasciati sulla pelle (Chang 2014). In un ultimo studio pubblicato l'anno, i ricercatori della Baylor University hanno esaminato gli ingredienti in prodotti per la cura del corpo 152 bambini etichettati "ipoallergenico" e ha trovato MI in 30 di essi (Schlichte 2014).

       Uno di questi era una





      Lo scorso gennaio, i ricercatori provenienti da 15 cliniche negli Stati Uniti e il Canada hanno registrato un aumento delle allergie infarto miocardico nei pazienti. I ricercatori hanno concluso che avevano documentato "l'inizio dell'epidemia di sensibilità al methyliosthiazolinones in Nord America". (Warshaw 2015).

      Quest'anno, come in passato, EWG ha trovato ampio uso di retinile palmitato di protezione solare. Questa forma di vitamina A è stata associata al cancro della pelle in studi di laboratorio FDA-sponsorizzati.

      Il problema con la vitamina A

      Uno studio condotto da scienziati del governo degli Stati Uniti suggerisce che retinile palmitato, una forma di vitamina A, può accelerare lo sviluppo di tumori della pelle e lesioni quando applicato sulla pelle, in presenza della luce solare (NTP 2012). I funzionari in Germania e Norvegia hanno ammonito che retinile palmitato e altri ingredienti di vitamina A nei prodotti cosmetici potrebbero contribuire alla vitamina A tossicità a causa di un'eccessiva esposizione (tedesco BfR 2014, norvegese 2012a SCFS).

      La prova, anche se non definitiva, è preoccupante. L'industria solare aggiunge vitamina A per quasi il 18 per cento delle  creme solari, il 17 per cento di creme idratanti con SPF, e il 13 per cento di tutti i prodotti per le labbra-SPF nominale nel 2015 banca dati protezione solare di EWG.

      Danni alla pelle e cancro della pelle esposta al sole

      La vitamina A è un antiossidante aggiunto ai prodotti per la pelle, perché i produttori credono che rallenta l'invecchiamento della pelle. Possono essere proprio nel caso di lozioni e creme notte utilizzati all'interno, ma lo studio federale sollevato la possibilità che possa accelerare la crescita di tumori cancerosi quando usato sulla pelle esposta alla luce solare.

      Gli scienziati hanno scoperto che la vitamina A può stimolare la crescita di pelle in eccesso, nota come iperplasia, e che alla luce del sole retinile palmitato possono formare radicali liberi che danneggiano il DNA (NTP 2000).


      Inoltre, in molte creme solari e anche nei dopo-sole, spessissimo si trovano 
      antisettici e conservanti potenzialmente cancerogeni, come il triclosan e i parabeni.
      I prodotti per la protezione solare non sono buoni come dovrebbero essere. Filtri solari di oggi non proteggono completamente pelle da tutti i tipi di danni UV. Le creme solari sono state inventate per fermare le scottature  che sono comunemente indicizzate dai loro rating SPF, che descrive la capacità del prodotto per evitare di bruciare. UVB ad alta energia bruciano la pelle e direttamente danneggiano il DNA della pelle, ma essi costituiscono solo 3-5 per cento della radiazione UV che colpisce la superficie terrestre. (fonte)

      Le creme solari quindi a lasciarmi molto scettica sulla loro capacità di allontanare il tumore dalla pelle, in compenso sono certa che potrebbero farci venire il tumore da qualche altra parte, considerata la concentrazione di porcherie chimiche che contengono.!!

      .. e come sempre una punta di interesse privato facciamola vedere...in America l’ industria del cosmetico vende creme solari con sostanze cancerogene (quasi tute contengono l'Oxybenzone) e poi fa donazioni alla “American Cancer Society” (associazione non-profit per la lotta contro il tumore)..che a sua volta raccomanda alla gente l’uso delle creme solari per prevenire il cancro!!! Un bel GREEINWASHING SULLA NOSTRA PELLE!!
      La solita storia di interessi economici che COMPONE IL RETROSCENA DELLO SPETTACOLO in atto.


      IL SOLE FA VENIRE IL TUMORE ALLA PELLE?

      Per decenni ci hanno "INSEGNATO" "TERRORIZZATO" con la storia che il sole ci fa venire il cancro della pelle, su cui non tutti concordano, anzi direi molto controverso nella letteratura scientifica visto che l'origine del melanoma della pelle è molto complesso e legato a molti fattori.

      Gli scienziati infatti non sanno ancora stabilire con assoluta certezza se  la protezione solare possa aiutare a prevenire il melanoma.

      Diversi fattori suggeriscono che l'esposizione al sole normale non può essere nocivo come luce intermittente e ad alta intensità. Paradossalmente, i lavoratori esterni segnalano i tassi più bassi di melanoma rispetto ai lavoratori interni (Radespiel-Troger 2009). I tassi di melanoma sono più alti tra le persone che vivono nelle città del nord americane con minore intensità UV-tutto l'anno che tra i residenti delle città più soleggiate (Planta 2011). I ricercatori ipotizzano che i livelli di vitamina D più alti per le persone con l'esposizione al sole normale possono avere un ruolo nella riduzione del rischio di melanoma (Godar 2011, Newton-Bishop 2011, Campo 2011).


      Uno studio del 2011 di australiani sole-savvy ha rilevato che hanno ridotto il loro rischio di melanoma da quotidiano con l'uso per tutto l'anno di una protezione solare SPF 15, indossando cappelli e di evitare il sole in altri modi (Verde 2011). Una serie di studi condotti nel 1990 ha registrato una più alta incidenza del melanoma tra gli utenti che fanno frequente uso della protezione solare (Autier 1998 Beitner 1990 Westerdahl 2000 Lupo 1998). Ma altri studi indicano che le creme solari proteggono contro il melanoma (Autier 1995 Verde 2010 Westerdahl 2000 Lupo 1994).


      SPALMARE CREMA SOLARE A SCHERMO ALTO 
      NON EVITA IL MELANOMA anzi la crema solare aumenta i radicali liberi

      Uno studio dell'Università della California ha provato come le creme con fattori di protezione dopo circa due ore hanno effetto opposto a quello per cui dovrebbero servire. La ricerca, pubblicata sul Free Radical Biology and Medicine Journal, ha accertato che i filtri contro i raggi Uv, principi base della maggior parte delle creme solari, con il passare dei minuti non restano sull'epidermide, ma penetrano in profondità, lasciando del tutto indifeso lo strato superficiale della pelle. Non solo: creano le molecole responsabili dell'invecchiamento delle cellule. 

      Se i filtri contenuti nelle creme appena applicati sono in grado di ridurre la quantità di radiazioni solari che penetrano nella pelle (anche queste capaci di "innescare" i radicali liberi), dopo qualche tempo passano dall'epidermide in profondità e qui, invece che bloccare i raggi dannosi, ne aumentano l'effetto dannoso

      I ricercatori californiani hanno infatti provato come detto in apertura, che tre dei filtri Uv usati più comunemente nelle creme solari (octylmethoxycinnamato, benzophenone-3 and octocrylene) con l'esposizione ai raggi solari producono essi stessi radicali liberi: in pratica, invece di evitare la formazione delle molecole responsabili dell'invecchiamento e delle malattie della pelle, aumentano il potere dannoso dei raggi Uv.

      Apllicarsi inoltre uno strato leggero di crema e non ripetere frequentemente l'operazione fa peggio che non mettersi per nulla la crema..

      Uno studio ha trovato che dopo un'ora di esposizione UV, il numero di radicali liberi sulla pelle trattati con tre ingredienti protezione solare era in realtà superiore a quello in pelle non trattata (Hanson 2006). Questo studio ha sostenuto l'idea che spesso riapplicare la protezione solare è essenziale.


      Condivido in pieno il pensiero di EWG sul fatto di non essere in accordo con la decisione della FDA che consente alle case produttrici di affermare che i loro prodotti aiutano a  prevenire il cancro.

      Gli attuali regolamenti del FDA sono viziati, in quanto consentono quasi  ad ogni crema solare già sul mercato di rivendicare la dicitura"ad ampio spettro" protezione ed affermare di svolgere un ruolo nella prevenzione del cancro della pelle...affermazione senza fondamento scientifico, solo mezze verità manipolate per venderci prodotti.
      Ancora una volta hanno creato il terrore... (tumore della pelle) e ci vendono il pseudo rimedio!!!

      Questa politica porterà la gente a fare affidamento sul solo uso creme solari per ridurre il loro rischio di cancro - e che questo può ritorcersi contro.

      Le persone che fanno affidamento su creme solari tendono a bruciare, e ustioni sono legati al cancro. Il CDC ha riferito che la percentuale di adulti americani che dicono di aver bruciature dal sole è aumentato dal 2005 (CDC 2012).
      Dermatologi Stanford University che hanno recensito CDC dati dell'indagine nazionale ha concluso che le persone che si basavano esclusivamente su creme solari per proteggersi dal sole avevano più scottature rispetto alle persone che hanno segnalato l'uso creme solari non frequente ma indossavano cappelli e indumenti per proteggersi dal sole (Linos 2011). In Svezia, maggiore uso di creme solari è stato collegato a un numero maggiore di scottature nei bambini (Rodvall 2010). Diversi altri studi d'uso creme solari del mondo reale hanno scoperto che le persone che fanno uso di protezione solare per la protezione della pelle durante i periodi di intensa esposizione ai raggi UV è conclusa con più scottature (Koster 2010 Autier 2007).

      Ricordo inoltre che poiché le radiazioni UVA penetrano più in profondità nel corpo che UVB, possono causare un diverso tipo di danno al DNA  (Cadet 2009).


      Gli attuali regolamenti del FDA sono viziati, in quanto consentono quasi  ad ogni crema solare già sul mercato di rivendicare la dicitura"ad ampio spettro" protezione ed affermare di svolgere un ruolo nella prevenzione del cancro della pelle...affermazione senza fondamento scientifico, solo mezze verità manipolate per venderci prodotti.
      Ancora una volta hanno creato il terrore... (tumore della pelle) e ci vendono il pseudo rimedio!!!


      Studio: creme solari sotto accusa “Dopo qualche ora danni alla pelle”

      L’unica prevenzione sicura contro scottature e tumori della pelle è la rinuncia a fare le lucertole sotto il sole a picco.

      Lo conferma uno studio dell’Università della California [1], che ha provato come le creme con fattori di protezione dopo circa due ore hanno effetto opposto a quello per cui dovrebbero servire.

      Quando la pelle è esposta al sole, spiega il chimico Kerry M. Hanson, che ha guidato il gruppo di ricerca, le radiazioni ultraviolette (Uv) sono assorbite dalle molecole della pelle. Come reazione si creano i radicali liberi, molecole molto attive, dannose, responsabili dell’invecchiamento perché in grado di reagire con parti delle cellule come le pareti, le membrane lipidiche, il mitocondrio e il Dna.

      8 suggerimenti per ridurre il  rischio di ammalarsi di cancro della pelle da esposizione al sole

      Visto i rischi che si incorrono nell'utilizzo delle creme solari e visto la loro incapacità nel fornire la giusta protezione lo stesso EWG suggerisce di modificare il suo atteggiamento circa l'esposizione al sole, suggerimento a cui mi aggrego.

      • Non usare la protezione solare come uno strumento per prolungare il vostro tempo al sole.
      • Coprirsi! Cappelli, magliette e occhiali da sole sono la migliore protezione.
      • Evitare scottature!
      • Non utilizzare i lettini abbronzante,lampade abbronzanti
      • Proteggere i bambini! Le prime scottature sono le peggiori
      • Esponetevi al sole del mattino e del tardo pomeriggio ed evitate quello delle ore centrali. Per lunghe esposizioni e in condizioni di sole intenso, proteggete la pelle con creme e oli davvero naturali.
      • Scegli una crema solare con il più possibile priva delle sostanze tossiche elencate,in particolare per bambini.. evitare  crema solare neutrogena,nivea.
      • Ottenere vitamina D. Si ipotizza ma non prova che adeguati livelli di vitamina D possono ridurre il rischio di melanoma. Ma sappiamo che la vitamina D è un bene per la lotta contro altri tipi di cancro. Impegnarsi a ottenere screening per la carenza di vitamina D.
      • Esaminare la pelle. Controlla la tua pelle regolarmente.
      ricordiamo però che:

      Esporsi al sole fa bene ed è necessario per la produzione della vitamina D,

      Studi attribuiscono un’importantissima azione preventiva antitumorale e antimetastatica: e’ in grado di prevenire 4 tumori su 5.

      La vitamina D, inoltre, è molto importante per l’osteoporosi, la depressione, le malattie cardiovascolari e l’obesità. In America si è calcolato che la mancata esposizione al sole procura oltre 50.000 casi di cancro tra la popolazione.

      Spalmarsi continuamente tutto il corpo con schermi protettivi potrebbe impedire la produzione di vitamina D e fare più male che bene…oltre a tutte le sostanze chimiche che si assorbono.

      Esistono numerose sostanze di origine naturale che sono schermanti, idratanti e restitutive: macadamia, olio di semi di vite, tè verde, burro di Caritè, olio di sesamo, olio di cartamo, vitamina E, aloe vera, certi tipi di frutta, cera d’api, cera di Carnauba (Copernica prunifera), acido caprico e caprilico, alga corallina, alga litotamnio, Porphyria umbilicalis, ecc. Anche l’ossido di zinco micronizzato e alcuni minerali possono andare bene.

      Idealmente, il cosmetico migliore dovrebbe essere talmente naturale che potresti anche tranquillamente mangiartelo: if you can’t eat it don’t wear it!


      Ci si abbronza anche all'ombra diceva mia mamma!!! il mare fa da riflesso ed è vero!!
      Non esistono solo le creme per proteggersi dal sole. Funzionano molto bene anche un bel cappello a falde larghe, del vestiario bianco, starsene all’ombra tranquilli nelle ore più soleggiate.

      Cosa mangiare poi?.. ci sono negli alimenti tante sostanze utili come la vit.C, E, Selenio, Luteina, Zeaxantina, ecc. Tra gli alimenti indicati, i frutti di bosco serebbero i migliori per prevenire le ustioni solari.


      Quale marca scegliere?

      Per trovare la marca giusta o controllare se il solare che utilizzate generalmente è veramente “naturale”:

      1) non affidarsi solo alla descrizione dell’azienda produttrici, che ha la capacità di mettere in risalto le qualità “eco” di un prodotto, senza dichiarare quelle che invece possono essere dannose per noi e l’ambiente;

      2) se siamo in un negozio e abbiamo dei dubbi possiamo consultare l’app Biotiful

      3) consultare il Database INCI Cosmetici di Sai cosa di Spalmi: tantissimi  prodotti, tutti caricati dai partecipanti al Forum. Un grandissimo lavoro realizzato con il contributo di tante persone.

      4)  non per ultimo se abbiamo a disposizione l’INCI del prodotto (spesso si trova anche sul sito dell’azienda produttrice) consultare il Biodizionario per capire se il nostro prodotto ha semafori verdi o rossi.

      Ecco le 12 creme solari peggiori secondo l'Environmental Working Group.

      1) Banana Boat Sport Performance Sunscreen Lofio, SPF 100
      2) Coppertone Sport High Performance Sunscreen Lotion, SPF 100
      3) Coppertone Sport High Performance Sunscreen, SPF 75
      4) Coppertone Sport Sunscreen Sic, SPF 55
      5) Coppertone Ultra Guard Sunscreen Lotion, SPF 70+
      6) CVS Sport Sunstick Sunscreen, SPF 55
      7) CVS Sun Lotion Sunscreen, SPF 100
      8) CVS Sun Lotion Sunscreen, SPF 70
      9) Neutrogena Ultra Sheer Daily Liquid Sunscreen, SPF 70
      10) NO-AD Sunscreen Lotion, SPF 60
      11) NO-AD Sunscreen Lotion, SPF 85
      12) Ocean Potion Protect & Nourish Sunscreen Lotion, SPF 70


      Consulta qui la lista delle creme solari approvate dall'Environmental Working Group.
      Consulta qui la lista delle creme solari peggiori secondo l'Environmental Working Group


      Creme solari da evitare!!!

      Nivea
      Crema solare nivea tutta la linea anche per bambini
      esempio di INCI NIVEA

      Neutrogena
      Qui Perchè evitare questa marca...

      Alcune creme solari con buon inci

      tea natura
      bioerthsun
      bema
      bjoibj

      Comunque sia... io preferisco soluzioni più naturali ancora, da me suggerite prime ed uno schermo naturale fatto in casa comprando l'ossido di zinco in farmacia...(farmacie galeniche)...vero.. il profumo mitico dell'estate al mare non c'è.. forse è più coprente..ma dopo aver letto tutto questo ho deciso di fare una sana scelta naturale, anche perchè nella maggior parte delle creme solari in commercio proprio per rendere il bianco protettore meno denso si utilizzano nano particelle di zinco o titanio...Alcuni studi indicano che le nanoparticelle possono danneggiare le cellule viventi e gli organi,Il biossido di titanio e in minor misura di ossido di zinco sono fotocatalizzatori, il che significa che quando sono esposti a radiazione UV possono formare radicali liberi che danneggiano le cellule circostanti. Dimensioni nanoparticelle di questi minerali sono più colpiti dai raggi UV che particelle più grandi. Qui una maggior lettura a riguardo delle nano particelle




      BUON SOLE A TUTTI !!!







      http://www.ewg.org/2015sunscreen/report/do-sunscreens-prevent-skin-damage/
      http://www.ewg.org/2015sunscreen/report/8-little-known-facts-about-sunscreens/
      http://www.ewg.org/2015sunscreen/report/the-trouble-with-sunscreen-chemicals/
      http://www.ewg.org/2015sunscreen/report/do-sunscreens-prevent-skin-damage/
      http://www.piuvivi.com/salute/creme-solari-attenzione-agli-ingredienti-dannosi.html
      http://www.dionidream.com/creme-solari-pericolose-gli-ingredienti/