Cerca nel blog

2015/03/23

LA MENTE:COME CALMARLA E RAGGIUNGERE L’EQUILIBRIO

mente yogica
 La riconquista del quadro generale avviene solo con una mente neutrale.. il risultato è Chernobyl come scrissi tempo fa.

Questo concetto che ho appreso anni fa grazie alla lettura di Jogi Bhajan,attraverso lo Yoga e il mio maestro attuale ha cambiato,sta cambiando la mia vita.

Non è facile,non è immediato..ma realizzarlo e volerlo perseguire è il mio cammino.
Un cammino che a mio avviso il Mondo intero ha dimenticato o smarrito.. visto gli sviluppi politici,economici,umani,
Il buon senso del quadro generale è stato a mio avviso perso.


LE TRE MENTI :POSITIVA,NEGATIVA,NEUTRA

La mente negativa è la più rapida. E' la prima a reagire ad ogni pensiero o sentimento. E' la parte che ci aiuta a sopravvivere e ci mette in allerta verso i pericoli e di rischi e quindi ci protegge. E' assolutamente automatica.
Quando non è in equilibrio,si vive in uno stato mentale di paura, con dei sintomi che includono il nascondersi nella propria testa invece di vivere partendo dalla propria Anima.
Tutto viene filtrato attraverso la Paura. Si rimane quindi intrappolati nei propri limiti,congelati.
Quanto la mente negativa prende il sopravvento facilmente tutta la nostra mente verrrà da lei dominata.
PERO' PIU SI RIESCE A CONOSCERE LE PROPRIE PAURE,A FARLE NOSTRE..NON AVRANNO PIU' POTERE SU DI NOI.
Tutto diventa in equilibrio,apprendimento e consapevolezza.

La mente positiva è espansiva e pratica. Assume rischi ed è costruttiva ed attiva. Cerca le risorse per fare ciò che vogliamo. E' sempre affermativa.
Questa parte della mente cerca l'appagamento e le possibilità.E' lei che ci incoraggia all'azione,all'ottimismo,all'entusiamo. Quindi meglio che prevalga? NO...
Quando non è in equilibrio, si vive in uno stato d'animo di piacere non riuscendo a pensare chiaramente, l'essere eccessivamente ottimisti e spingere tutto al limite, al fine di ottenere quello che si  vuole,senza mai andare in profondità. La coscienza non vive mai nello spazio di una mente troppo concentrata.
Quindi come il pessimismo,il troppo entusiasmo non deve esser la guida alle nostre azioni e pensieri.

La mente neutra stima ogni cosa. E' senza attaccamento e non reagisce mai.  Lo scopo della mente neutrale è quello di pesare le informazioni delle altre due menti e di prendere una decisione consapevole. La mente neutra  vede le cose per quello che realmente sono.
Esistere nello stato di mente neutra, è vedere oltre la superficie in modo da poter rispondere aldilà degli aspetti positivi e negativi. Si tratta di essere contemporaneamente nelle tue attività ma non esserne preso. La mente neutra reagisce sulla base del soddisfare te e il tuo destino, vedendo gli effetti a breve termine e a lungo termine delle tue azioni.
Più mentalmente neutri si diventa, più saremo vicini ad essere noi stessi entrando entrare nel corpo, nella mente e nel spirito.

La mente è un grande strumento, attraverso di essa abbiamo fatto passi avanti nell'evoluzione scientifica, medica ecc., ma può essere anche un limite se noi ci identifichiamo con essa.
La nostra mente è parte della mente universale, Chitta. Dalla mente universale, attraverso l'intelletto, generiamo dei pensieri. Il pensiero genera in noi emozioni e sentimenti.
A questo punto, possiamo decidere se questi sentimenti sono nostri e attaccarci al pensiero, oppure possiamo decidere che non ci appartengono e lasciarli andare come un rumore di fondo. Se ci attacchiamo al pensiero, esso cresce e diventa un desiderio, che si trasforma in azione. L'azione è soggetta alla legge del Karma (causa-effetto) e ritorna alla mente universale.

Non bisogna  lasciare che la nostra mente detti delle regole, bisogna dare delle regole alla mente.


La nostra mente deve essere molto compassionevole:sperimentare, aiutare e servire.
Ciò che distrugge la prosperità umana è l' identificarsi con l'Ego.
La mente deve servire solo il nostro cuore (tenere la testa nel palmo della mano).


Come raggiungere una mente neutrale?Solo attraverso la meditazione

I pensieri che si affollano nella nostra mente sono per lo più guidati dalle due menti,positiva e negativa..le menti giocano a chi è più forte e guidarci nelle loro folli imprese..
I pensieri si affollano,prendono il controllo diventano le nostre abitudini e così noi diventiamo di riflesso le nostre abitudini.
Solo rompendo questo ciclo di pensieri con la meditazione possiamo raggiungere il silenzio,distacco necessario
Yogi Bhajan diceva Lo stress fa diventare ciechi, non fa vedere lo schema della situazione (è l'opposto dell'intuizione).
Raggiungere lo stato di zero vuol dire arrivare in un punto in cui ci possiamo osservare facendo un passo indietro.

Più siamo vicini a ciò che guardiamo, meno dettagli vediamo,meno quadro generale scorgiamo.

Se facciamo un passo indietro ed osserviamo con più"distacco" saremo in grado di osservare con più lucidità,lo schema apparirà chiaro,senza tendenze,senza pressioni positive o negative..

Stare in mente neutrale,in Sushunia non vuol dire non avere posizioni ma stare in maniera tale da far entrare la "realtà" dentro di noi.

COME PLACARE I NOSTRI PENSIERI ,CALMARE LA MENTE E VEDERE IL QUADRO GENERALE?

Yogi bhajan diceva ancora:
SHUNIA è anche ascoltare o profondo ascoltare....
-che cosa ascoltate
-come ascoltate
-ridurre i rumori
-sensitività del tutto , anche quando vi occupate di piccoli dettagli
…. sedere ed osservare senza giudizio e senza attaccamento emotivo, semplicemente essere. Quello che possiamo migliorare sempre di più è perdere l'automaticità perchè con questa diventiamo reattivi.

Se osserviamo l'EGO in questo stato,possiamo cambiare il nostro stato emotivo in chiarezza e calma.

I benefici della meditazione:
Punti di concentrazione
al terzo occhio: sviluppiamo l’intuizione, stimoliamo l’ipofisi
alla punta del naso: sviluppa il lobo frontale, lavora sulla pineale
alla punta del mento: è un punto lunare, dà calma perché controlla e regola le emozioni
alla corona: è come un raggio di luce dritta al cielo. stimola la pineale
occhi aperti 1/10: entra solo un po’ di luce, stimola l’ipofisi

Durata meditazione
3 minuti: per la circolazione del sangue nel corpo e per il campo elettromagnetico
11 minuti: si crea connessione tra il sistema nervoso e il sistema endocrino. 
22 minuti: per fare funzionare insieme mente negativa, positiva e neutra.
31 minuti: ha effetto sulle cellule del corpo. Crea profondo autocontrollo. Connettiamo i tre Gunas, i Tattvas e tutti i livelli della mente.
62 minuti: cambia la materia grigia del cervello. Dentro e fuori siamo una unica persona
2 ore e mezza: si cambia il campo magnetico e il subconscio entra in relazione con la mente universale. 

Periodi di meditazione
40 giorni: per cambiare un’abitudine
90 giorni: per confermare un’abitudine
120 giorni: l’abitudine diventa te stesso
1.000 giorni: hai la maestria della nuova abitudine




Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.