Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

2015/03/31

Oil pulling: disintossicarsi alla mattina partendo dalla bocca

OIL PULLING togliere le tossine
Tossine questi nemici della nostra salute che ci procurano non solo malattie ma "rovinano" anche  la nostra mente con pensieri negativi e depressione.
Abbiamo già visto che tenere il sistema linfatico, e l’intestino puliti,attivi, evita l’accumolo nel nostro corpo di tossine.
Le tossine si depositano velocemente e le prime che possiamo espellere,anzi dobbiamo espellere sono quelle che giacciono con noi durante la notte prolificando in bocca e che al mattino dobbiamo mandare subito via,altrimenti faranno anche colazione con noi (rimangiandole)!!!
Questo avviene perché durante il sonno il nostro organismo attua tutti i suoi meccanismi di disintossicazione cercando quindi di eliminare sostanze di scarto del metabolismo e batteri respingendoli in zone esterne del corpo (com'è appunto la bocca) in modo tale da poterle espellere più facilmente al risveglio.
Le tossine depositate se non vengono rimosse (e non si fa con lo spazzolino perchè peggiora la situazione aiutato anche dal fluoro!!) entrano dai colletti dentali, e in queste cavità trovano l'ambiente umido ideale per la loro proliferazione. Questo fenomeno sviluppa i cosiddetti “foci dentali”, che danneggiano il corpo con i loro prodotti metabolici. Queste hanno per riflesso degli effetti negativi sugli organi interni, anche a distanza; non solo tali lesioni danneggiano i denti ma attraversano e bloccano il metabolismo e il sistema immunitario.
Ricordo inoltre che ogni dente è riflessologicamente assegnato ai vari organi interni.
Per rimuovere queste tossine ottimo sarebbe già la pulizia della lingua con le apposite palettine o basta anche un cucchiaino passandolo sulla lingua.Se vogliamo invece imparare una procedura completa,più efficace perchè cattura le tossine (a differenza del fluoro) e farla diventare una nostra prassi d’igene quotidiana vi presento l’oil pulling.
OIL PULLING
Antica procedura ayurvedica l'oil pulling consiste nella pulizia della bocca con olio di girasole,cocco o sesamo rigorosamente spremuti a freddo per eliminare le tossine. Rimedio naturale indicato negli antichi testi ayurvedici Charaka Samhita  dove è chiamata Kavala Gandusha o Kavala Graha: in questi testi si afferma che questa procedura è in grado di curare circa 30 malattie sistemiche che vanno dal mal di testa all’emicrania, al diabete e all’asma.
Questo offre numerosi benefici,alcuni sono:
rimozione di tossine che si legano con i lipidi
rimozione dei metalli pesanti si aiuta la disintossicazione dai metalli pesanti (anche questi di notte si depositano nella bocca)
favorisce la depurazione di fegato e reni
cura le gengive sanguinanti
sbianca i denti
aiuta la rimozione di muco dalle vie respiratorie
allegerisce le borse sotto gli occhi
Quindi si hanno giovamenti in caso di:
mal di testa
bronchiti
trombosi
le sindromi da debolezza immunitaria
malattie croniche del sangue
artrite e altre malattie reumatiche
eczemi, ulcere dello stomaco
malattie croniche intestinali
malattie cardiache
malattie ginecologiche
malattie neurologiche
malattie del fegato
Ecco perché è molto importante ogni mattina come prima cosa procedere ad una pulizia accurata della bocca, seguendo 2 semplici passaggi. Pulizia della lingua con bastoncino o cucchiaino e poi oil puling
Come si effettua?
Pulire una prima volta la lingua con il raschietto,paletta o cucchiaino.Procedere quindi all’oil puling.
1) Prendere 1-2 cucchiai di olio bio di girasole,cocco o meglio di sesamo per minimo 4 minuti sino ad un massimo di 20.(un tempo di 10 minuti è quello ideale..)Non sforare altrimenti si ha un ritorno di tossine nel corpo.L'olio si mescola con la saliva e assorbe "tirando" le tossine dalla bocca. L'olio è agitato intorno alla bocca, denti, gengive e lingua e assorbe le tossine: di solito diventa viscoso e lattiginoso.Sarà simile al sapone, proprio perché gli oli vegetali purificano, come un sapone.
2) Si sputa l'olio ,(è importante sputare l'olio quando inizia a diventare più denso),
3) Rimuovere nuovamente dalla lingua la patina tossica che si è nel frattempo formata con l’ausilio di un raschietto da lingua o un cucchiaio.
4) Si sciacqua la bocca accuratamente con acqua tiepida,a piacere aggiungere qualche granello di sale oppure  ½ cucchiaino di bicarbonato di sodio
Il bicarbonato serve come disinfettante.
Per iniziare si può fare anche con l'olio d'oliva extravergine ma non è molto efficace ed idoneo, quindi va usato in previsione di cambiarlo presto!!
Non ingerire l'olio, poiché contiene tossine e non fa bene al corpo.
Perché ha effetto disintossicante
L’oilpulling ripristina la microflora e le cellule, e quindi i tessuti e gli organi possono rigenerarsi.
L’effetto di questo processo di guarigione si sviluppa dall'intenso movimento dell’olio nella cavità orale. Molte malattie croniche tendono ad attaccarsi alle radici dei denti. I denti e le loro radici si estendono molto all’interno dell’osso della mascella e nelle sue cavità. Queste cavità rappresentano e sono il sistema di difesa proprio del corpo umano.
IIl movimento dell’olio di girasole in bocca dovuto alla pratica del risciacquo orale, porta irroramento della mucosa e dei tessuti, ma soprattutto e contemporaneamente i semi oleosi (sarebbe ottimo alternale tuttti e tre gli oli per le loro proprietà benefiche) assorbono le tossine dai colli di denti e gengive e le rimuovono dal corpo.
OLIO ALLA MATTINA NON è IL MASSIMO DELLA VITA...
Certo non è una pratica facile da farla diventare sana abitudine mattutina..l' idea di dover sentire il sapore dell'olio come prima cosa al mattino non è il massimo!! ma è importante farlo prima di pulire la bocca o consumare cibo.
UN SUGGERIMENTO può essere quello di preparare l'olio alla sera prima di andare a letto.. una volta alzati la prima cosa che si fa..nel frattempo che i minuti passano possiamo fare altre cose..o leggere se vogliamo!!Mettiamo in bocca l'olio senza pensarci,i minuti passeranno.. e poi passiamo alla fase risciacquo!
Diventerà un'abitudine in poco tempo.Magari inglobiamola nella nostra pratica quotidiana di doccia e yoga.
Pochi minuti per ognuno non servono ore...piccoli passi ma costanti e l'abitudine si consoliderà!
Imponiamoci 40 giorni, come dice Jogi Bhajan il tempo per l'inizio del cambiamento e che l'abitudine si sia consolidata..
Provatelo!!
Se avete trovato interessante l’argomento condividetelo con i vostri amici!!
RESPIRAZIONE PER DISINTOSSICARSI
10 POSIZONI YOGA DISINTOSSCANTI
SISTEMA ENDOCRINO FUNZIONI PERCHE' TENERLO IN EQUILIBRIO
SISTEMA LINFATICO:PERCHE' DISINTOSSICARLO PER LA NOSTRA SALUTE
BELLEZZA DELLE DONNE CONSIGLI DI YOGI BHAJAN
 
 
 
Interessante lettura:
https://marcogiailevra.wordpress.com/tag/oil-pulling/


































2015/03/28

STANCHEZZA DI PRIMAVERA:SISTEMA LINFATICO CON TROPPE TOSSINE come eliminarle

sistema linfatico  tossine fibromialgia
Sonnolenza,stanchezza,sono uno dei tanti sintomi della primavera in arrivo,il momento del risveglio, della messa in moto,come mai avviene questo nel nostro corpo?
La spiegazione a questo è dovuto al fatto che in questo ciclo di attivazione, il corpo si risveglia, i processi di disintossicazione sono più intensi del solito e se ci sono tante tossine in circolo si manifestano anche sintomi di stanchezza.
Abbiamo visto cosa è la tossiemia,quanto e come il nostro corpo quando intossicato ci faccia ammalare,e fra i tanti sintomi abbiamo anche la stanchezza, sino a sfociare alla fibromialgia,sindrome fatica cronica..
Specifiche pratiche di yoga ,corretta respirazione ed alimentazione ci permetteranno di intraprendere questo processo di purificazione .

ALLA BASE DELLA DISINTOSSICAZIONE OCCORRE AGIRE SUL NOSTRO SISTEMA LINFATICO
Sistema linfatico=Sistema immunitario L’equilibrio di uno corrisponde all’equilibrio dell’altro. Sistema linfatico pulito uguale salute, sistema sporco uguale malattia .
Per chi è affetto da dolori,(spingo un occhio di riguardoa chi ffetto da fibromialgia,stanchezza cronica,sistema immunitaio compromesso ritenzione idrica, infiammazioni, depositi di grasso, gonfiore addominale, la pulizia del sistema linfatico fa davvero la differenza tra salute vera e salute normale, che è in genere salute precaria e patologica della gente comune.
Del nostro sistema linfatico i nostri dottori ci parlano pochissimo,anzi nulla.. diciamo a loro non conviene che lo scopriamo!!!Altrimenti addio a medicine ,medicinali inutili per patologie inesistenti..rimediabili con un sistema linfatico pulito!!

Il sangue porta vita alla miriade di cellule del nostro corpo portando nutrimento e compie questo importante lavoro grazie alla LINFA.
La linfa,un liquido chiaro ha quindi tre funzioni:
  • contribuisce alla produzione e al trasporto di cellule immunitarie
  • rimuovere i fluidi in eccesso dai tessuti
  • è il sistema “spazzino” del nostro corpo che collega tutte le cellule e gli organi svolgendo un ruolo determinante nell’eliminazione delle tossine (residui cellulari – virus – batteri – scorie ).
Il sistema linfatico non ha una pompa autonoma come quello circolatorio, la sua pompa sono i muscoli con la loro contrazione,(muscoli e diaframma) quindi per tenerlo detossificato occorre si una sana alimentazione ma ancora più importante è il movimento ed il respiro.
Ne consegue osservando solo questo che una buona attività muscolare che “strizza” il sistema linfatico, ed una giusta respirazione diafframatica fanno già di per se la maggior parte del lavoro .. il resto è legato all’alimentazione,allo stile di vita.
Stretta alleanza tra sistema immunitario e sistema linfaticoSistema immunitario e sistema linfatico sono in un certo senso una cosa sola e quasi si confondono uno con l’altro, pur essendo il primo più vasto e complesso,( ingloba anche il sistema neurovegetativo, il sistema endocrino, il sistema gastrointestinale e il sistema epiteliale,..)
Il sistema immunitario si avvale del sistema linfatico per agire.

RISPOSTA E COMPORTAMENTO ERRATO DEI MEDICI DIFRONTE AI SINTOMI DI UN SISTEMA LINFATICO SPORCO.Come detto ai dottori non conviene parlarci dell’importanza del nostro sistema linfatico.. non potrebbero così inscatolare i nostri sintomi come malattie o patologie da curare e prescriverci la marea di medicinali!!!
Quando c’è ritenzione idrica, sintomo di un sistema linfatico lento ed inefficiente, prescrive farmaci diuretici peggiorando ovviamente la situazione.
Aldo vaccaro ad esempio spiega che quando noi andiamo dal dottore per ritenzione,questi prescrive sempre diuretici…quando si usa un diuretico per ridurre un edema, un’infiltrazione, un versamento, esso toglie acqua al flusso linfatico, per cui la linfa si ispessisce, mentre tossine e muco appiccicoso si accumulano nei linfonodi e lungo i dotti con evidente aggravamento della patologia!!!
Se questa circolazione viene limitata o bloccata da un’ insufficiente attività fisica e da una respirazione contratta l’eliminazione non è possibile, le scorie tornano indietro nel sistema e l’organismo si intossica.Un sistema linfatico efficace e pulito è in grado al contrario di spazzare via le tossine, e aiuta anche a purificare il sangue attraverso la milza, che è la più grande massa di tessuto linfatico del corpo, e che combatte le infezioni distruggendo i globuli rossi deteriorati.
Segnali di un sistema linfatico pigro ed inefficiente COME SPIEGA BENE  Aldo Vaccaro

1) Sovrappeso.
2) Cellulite e cuscinetti di grasso.
3) Dolori e fastidi diffusi e non ben definiti.
4) Fibromialgia, affaticamento cronico, sclerosi multipla, lupus, allergie, varie malattie autoimmuni.
5) Peso altalenante e instabile con varie diete.
6) Gonfiore corporeo.
7) Tendenza a formare cisti e noduli.
8) Borse inesplicabili sotto gli occhi.
9) Stitichezza cronica e costante stato di surriscaldamento intestinale.
10) Tosse secca, con emissione di muco giallastro e vischioso.

CONOSCERE GLI ORGANI DA RIPULIREPrima di fare un elenco di alcune procedure d seguire per tenere il sistema linfatico pulito è importante riconoscere quali organi interessa:
Dotti linfatici e linfonodi
Tonsille
Timo
Milza
Midollo osseo.

La concentrazione dei linfonodi maggiore si ha nel collo,nel linguine,ascelle (vedi sotto importanza nel stimolarli con massaggio durante la doccia)
Ricordo che il midollo osseo,la milza aiutano la crescita e la produzione dei linfociti (globuli bianchi) che aiutano il corpo a difendersi dagli attacchi esterni,infezioni!!

ALIMENTI CHE AIUTANO A TENERE SANO IL SISTEMA LINFATICOAglio,cipolla,gingere,clorofilla (the verge yogico),Q10,cibi freschi senza conservanti,antiosidanti,vitamine A;B6;B12 e C,Magnesio,zinco,selenio,Echinacea. (NO AI COMPLESSI VITAMINICI DI FARMACIA!!! SONO DANNOSI… le vitamine  vanno assunte attraverso l’alimentazione!!)

COME RIPULIRE IL SISTEMA LINFATICO(sempre sotto controllo di un igenista,insegnate yoga..)
1)bere acqua tiepida 2 litri con questa modalità1 tazza d’acqua calda al mattino, a digiuno (POSSIBILMENTE con un cucchiaio di succo di limone dentro )
  acqua calda lontano dai pasti (due ore dopo il pasto e 15 min prima)
  ogni circa 20 minuti bere un bicchiere acqua tiepida sino a fiire i due litri.
2)Evita di bere durante i pasti
3)Durante la doccia massaggiare per qualche minuto ASCELLE,LINGUINE E COLLO
dove si concentrano i linfonodi.Una stimolazione quotidiana ne favorisce l’autopulitura.
3)Posizioni yoga
I
n particolare le contrazioni muscolari degli arti inferiori “strizzano” la linfa favorendone la circolazione ed eliminando i liquidi in eccesso. Utili anche le posizioni capovolte. Tutte le posizioni che vanno ad agire sugli organi sopra elencati per “strizzarli”  facendoli lavorare.Importanti anche tutti gli esercizi dinamici sia degli arti superiori ed inferiori, proprio perchè vanno a far lavoare il sistema linfatico che scorre lungo le ascelle e lingune.Alcune posizioni yoga utili le tovate in 10 ASANA PER DISINTOSSICARSI
4)Respirazione profondaIl 75% delle tossine del nostro corpo vengono eliminate in forma gassosa attraverso il respiro. Una corretta respirazione e una struttura respiratoria libera da tensioni è determinante per una corretta eliminazione delle scorie. Vi suggerisco fra i tanti questo Pranajama specifico per disintossicarsi.
5)Evitare eccitanti (caffè,tè,energy drink…)
6)Evitare solfiti,conservanti,addittivi,coloranti,insomma i prodotti confezionati (fast food) in genere,consumare cibo fresco
7)Evita o diminuire drasticamente il consumo di cibi acidificanti: farine bianche, zucchero, proteine animali, precotti, grassi idrogenati, oli non spremuti a freddo, margarine e tutti i prodotti che li contengono
8)Regolizzare l’intestinoRistagno di tossine nell’organismo abbiamo ampiamente visto cosa comporta,la tossiemia.tisane tè rosso,bianco,o verde
9)Bere  tisane disintossicanti
10)Ridurre lo stressLa tensione,l’ansia,lo stress la vita frenetica porta un accumolo di tossine..basta semplicemente vedere come ogni situazione emotiva di tensione o paura ha un’immediata ripercussione sul diaframma e tutti i muscoli della respirazione…quindi sul sistema linfatico.
11)Posizioni corretteEvitare di stare ranicchiati,seduti con le gambe incrociate..vanno a comprimere gli organi addominali ed il diaframma ostacolando una corretta respirazione



RESPIRAZIONE CONTROLLATA LE NADI RESPIRAZIONE ADDOMINALE,DIAFRAMMATICA
RESPIRAZIONE YOGICA COMPLETA
RESPIRAZIONE ALTERNATA nadi shodhana pranayama
RESPIRAZIONE ALTERNATA CONTRO ATTACCHI DI PANICO ED ANSIA
10 POSIZONI YOGA DISINTOSSCANTI
DISEASE MONGERING MEDICALIZZAZIONE MONDIALE




PRANAYAM PER PURIFICARSI,eliminare le tossine

 PRANAJAMA TOSSINE

Sedersi sul tallone sinistro con la gamba destra ben tesa in avanti.
Il tallone deve spingere il perineo proprio in mezzo (genitali davanti ed ano dietro).Stendere il braccio destro e fare pugno con il pollice fuori.
Respirare profondamente solo attraverso la narice destra.
Mentalmente vibrare SAT quando si inala,vibrare NAM quando si esala. Continuare per 3 minuti

Cambiare posizione, stendere la gamba sinistra,sedersi sul tallone destro, stendere il braccio sinisro con pugno e respirare profondamente con la narice sinistra.

Indicazioni:
In questo Pranayam il controllo della narice deve avvenire senza l'utilizzo delle dita.E' possibile grazie al braccio steso..e con concentrazione.(avviene piano piano non bisogna innervosirsi o dire non riesco..)
Quando il braccio destro è teso in alto, automaticamente  la respirazione si sposta in prevalenza sulla narice destra e vice versa.

Utilizzo:

Questa respirazione aumenta l'energia del sistema nervoso nell'intero corpo,stimola così il sistema linfatico ad auto ripulirsi.
Serve anche per eliminare le negatività della mente portate da una concentrazione di tossine.

Fonte:
“Praanayam”della Kunkalini Research Institute (yogi Bhajan)

2015/03/27

DESTINO:Cambiarlo con il respiro

RESPIRO CHE GUARISCE

Come Costant Kerneitz sostiene,non dobbiamo farci l'idea falsa che il destino dipenda da circostanze estranee a noi,a cui diamo il nome di "caso", "fortuna"..
Attribuire agli eventi esterni il trenta percento del nostro destino è già troppo!Ammettendo questo il 70 per cento dipende dalla nostra personalità,da quello che siamo.

Pensiamo ai raggi del sole che colpiscono un blocco di ghiaccio..cosa accade?Lo fanno sciogliere..
Pensiamo ora ai raggi del sole in un blocco di acciaio? cosa accade?L'acciaio non si scioglie..
Così siamo noi..

E' PIU' IMPORTANTE COME REAGIAMO AGLI EVENTI

RISPETTO ALL'IMPORTANZA DEGLI EVENTI STESSI

Allo stesso evento accade sempre che ci siano almeno due persone che reagiscono in modo differente..una stessa circostanza può rendere felice uno e contemporaneamente addolorare un altro.

Voler modificare le circostanze esteriori,indipendenti dalla nostra volontà, vuol dire affrontare la questione "Destino" in modo errato,invece di accanirci contro qualcosa che non dipende da noi,impariamo a modificare noi stessi..ed il nostro destino si modificherà automaticamente.

Imparare a respira è il mezzo più facile e più sicuro per mutare la nostra personalità,richiede solo perseveranza.
Imparare ad avere un controllo cosciente e volontario sulla nostra respirazione,impariamo ad allargare le nostre capacità cognitive.

La respirazione è personale,come le nostre impronte digitali,è rivelatrice del nostro stato di salute,infatti ogni cambiamento che avviene nell'equilibrio del nostro corpo si traduce automaticamente in un cambiamento della respirazione e nel suo ritmo:lento,rapido,irregolare,profondo...oltre alla sua localizzazione, ovvero è difficile trovare un'ampiezza di respiro uguale nei due lati dei polmoni..
Un disequilibrio del flusso di respirazione,una sua alterazione..se non riportato alla normalità porta un disequilibrio a livello organico.

Osservare il proprio respiro ci rileva il nostro vero stato.Non quello apparente che vogliamo far credere al mondo esterno e talvolta a noi stessi.
Riportare in equilibrio il respiro vuol dire auto guarirci,portare in equilibrio il nostro corpo e mente.

La maggior parte di noi respira male, non perchè non abbia imparato,ma perchè abbiamo disimparato a respirare!!!
Quando siamo bambini infatti la nostra respirazione è corretta a tutti gli effetti..è con il crescere che si acquisiscono tutti i vizi.Quindi,invece di insegnare a respirare a uomini e donne, sarebbe più opportuno evitare che i bambini acquisissero tali vizi!!NO??

Imparare a controllare il respiro va ad agire sul nostro sistema ghiandolare,endocrino...e dobbiamo ricordare che noi non siamo ciò che pensiamo di essere,ma ciò che le nostre ghiandole razionalmente secernono!!

Ciclo del respiroOsserviamo il nostro respiro..e impariamo a distinguere i momenti di un suo ciclo..facciamo delle prove..fatelo ora mentre leggete, ed osservate i vostri tempi..giocateci ,sperimentate per vedere come sono fatti, noterete 4 parti,che in ognuno di noi saranno differenti allo stato "normale" perchè riflettono i nostri vizi di crescita,il nostro stato fisico e morale:

- inspirazione,

- ritenzione a pieno (trattenere l’aria nei polmoni),
- espirazione e
- ritenzione a vuoto (fermare la respirazione dopo che l’aria è stata completamente eliminata dai polmoni).

Tutti noi li abbiamo..nessuno salta un passaggio.. però talvolta può essere così breve che sembra non averlo,come il passaggio di ritenzione, ovvero sospensione del respiro, vero?
Questo è quello che ho pensato la prima volta che mi hanno chiesto di osservarlo!!In realtà non è vero.. trattengo il fiato.. ma per pochissimo..
Imparare a controllare tutte le quattro fasi del respiro è questa la via per una buona salute..

Frequenza e come condiziona corpo e mente
Normalmente gli uomini respirano ad una frequenza di 16/18 cicli al minuto, le donne di 18/20 cicli.
Quando abbassiamo coscientemente la frequenza di respirazioni proviamo grandi benefici:

8 cicli al minutoAumenta il rilassamento e la coscienza mentale, si riduce il livello di stress
4 cicli al minutoIntense sensazioni di consapevolezza e chiarezza, elevata sensibilitá corporea, favorisce lo stato meditativo
1 ciclo al minutoSi ottimizza la cooperazione tra i due emisferi cerebrali, sensazione di calma, abbandono di ansia, stress, preoccupazione, presenza di spirito, intuizione, tutto il cervello funziona


Sospensione del respiro,utilità e su cosa agisce
Trattenere o sospendere il respiro è l'estensione della naturale pausa che avviene tra inspirazione ed espirazione o tra espirazione ed inspirazione.

In questi momenti di "pausa" il nostro corpo è "neutro" in rilassamento ed apertura.
Trattenere  non vuol dire contrarre.. il nostro corpo ( ameno che non si stia facendo un ercizio di chiusura = bandhas) è rilassato.. il respiro è solo sospeso.Niente va sforzato..bisogna imparare solo ad ascoltarci.

Sospendere il respiro tra inspirazione ed espirazione si chiama HOLD IN trattenere dentro, sospendere il respiro tra espirazione ed inspirazione (inizio del nuovo ciclo) si chiama HOLD OUT, trattenere fuori.

Vantaggi nella sospensione del respiro

Trattenere dendro, Hold in= agisce sul nostro sistema simpatico (sistema nervoso che serve metterci in allerta e stimolare) ed aumenta la pressione.

Trattenere fuori, Hold out = agisce sul nostro sistema parasimpatico (sistema nervoso che rilassa)

Un importante yogi dice della respirazione in ed out:

Ogni volta che non si ha la risposta a qualcosa,indipendentemente dalla domanda, tratteniamo il respiro dendro,hold in..In quel preciso momento il corpo reagirà mettendo in moto il sistema simpatico,per la sopravvivenza e la tua domanda sarà ascoltata con esso!Ciò vi darà la risposta.

Se vi sentite molto stanchi e deboli... e vorreste bere o assumere eccitanti.. non andate a ricercare stimole esterni..ma sostituite questo con ciò che il vostro corpo può fare!Trattenete il respiro fuori, hold out.
L'ossigeno sostuirerà il desiderio di droga (qualunque sia..)..Quante volte farlo? Inspirare e trattenere per sette respiri ,l'ossigeno sarà circolante liberamente in tutto il sangue e il desiderio bramante di ciò che vogliamo svanirà!!

Ogni volta che si desidera fortemente un qualcosa e si desidera "cacciare" questo desiderio... il segreto è inspirare,trattenere,espirare,inspirare,trattenere,inspirare,espirare...questo ripulirà tutto!!Perchè il collegamento fra la vita e i desideri o non desideri è il respiro,e nel momento che si interrompe il respiro,sospendendolo,l'intelletto,la mente smette di mandarti impulsi di desiderio o non.

Sospendendo il respiro si può avere un pensiero, ma non pensare,avere desideri oppure onde emotive..tutto cessa e si ferma.

Tutto ciò che si chiama vita non è altro che la continua vibrazione del respiro che entra ed esce,..trattenendo questo, la mente cessa di fornirci emozioni ed onde..Bisogna solo esseri consapevoli del nostro respiro,della nostra vita,del nostro destino.


INSONNIA CURARLA CON VITA YOGICA,MEDITAZIONE ESERCIZI



PRODOTTI A KM 0 LINK MERCATI IN ITALIA,OCCHIO ALLE TRUFFE


agricoltura km0
 TENIAMOLO AGGIORNATO CON LE VOSTRE SEGNALAZIONI

Con l'avvento del ttip, con la recente approvazione della fumigazione con del 1,3D (dicloropropene) per la difesa fitosanitaria  contro i nematodi...in tabacco, melone, patata, anguria, carota fragola, pomodoro, melanzana, zucchino, insalate, radicchio, barbabietola da seme, bietola rossae fiori).. o con Dymethil Disulfide.. etc...diventa essenziale  rifornirsi di prodotti il più possibile freschi,biologici a km 0 ancora meglio... per evitare tutti gli addittivi che dalla produzione sino al confezionamento ci impongono di assumere. Ho pensato di creare questo post magari aggiornandolo con le vostre segnalazioni e suggerimenti di link utili per l'acquisto a km 0 in tutta Italia.

Chi abita in periferia,campagna è senza dubbio avvantaggiato,informarsi sul produttore locale.. ma chi abita in città?
L'unica è rifornirsi all'ingrosso il più possibile magari una volta al mese...evitando l'acquisto al supermercato!!

Vi ricordo che quest'anno insalate,patate,fragole,meloni,zucchine.. tutti i prodotti che ho sopra indicato, oltre agli addittivi che mettono per una vita su banco più lunga, saranno irrorati con dicloropropene!!!


LINK UTILI PER L'ACQUISTO IN TUTTA ITALIA A KM0

TENIAMOLO AGGIORNATO CON LE VOSTRE SEGNALAZIONI

SITO MERCATI KM IN TUTTA ITALIA REGIONE PER REGIONE

Indica i mercati locali,biologici,fattorie didattiche con ricerca avanzata anche partendo dal prodotto...

Ce ne sono tanti di siti a km0 ma specifici di ogni azienda.. non sono qui a fare pubblicità, quindi qui avevo piacere d'inserire solo link generali per tutta Italia.
Se ne conoscete altri prego segnalatemi qui in risposta.. così possiamo tenere aggiornata l'informazione!!!

SITO CAMPAGNA AMICA COLDIRETTI

Vi indico anche questo ma non l'ho trovato molto funzionale a livello ricerca mercati.



Alcune informazioni inportanti da sapere sul KM0

Prodotti a km 0
(il Km 0 in Italia significa prodotto entro un raggio di 70 chilometri )

Prodotti locali, prodotti genuini, a km 0, prodotti di stagione, tipici, prodotti eno gastronomici di nicchia, certificati di qualità e di origine, prodotti eco sostenibili, …così vanno ricercati i prodotti per tutelarci il più possibile...perchè la certezza non c'è mai..

Ricordatevi però che KM0 non vuol dire sempre sano!!

Regole per l'acquisto a km0

1)Informazione,sta alla base..ricerca del marchio a km0

Anche qui l'informazione è importante.. non comprate dalle bancarelle sulla strada a meno che non conosciate bene il produttore.. perchè in Italia dalla Legge 296/06 e dal D.lgs. 273/98 si prevede che sulle bancarelle dei Farmer Market ogni produttore debba vendere almeno il 51% di prodotto proprio, mentre la rimanente quota del 49% può essere acquistata da altre aziende agricole, e non necessariamente a Km 0.

2)Controllare sull’etichetta la provenienza della frutta biologica e degli altri prodotti sulla bancarella, per assicurarsi che provenga dalla stessa azienda ed essere certi che l’acquisto sia veramente a Km 0, o comunque locale.

3)Inoltre, queste piccole imprese agricole non sono tenute ad avere un meccanismo di controllo interno (il sistema HACCP, cioè un insieme di procedure che permettono di controllare con una certa periodicità i punti più critici della filiera produttiva, che potrebbero essere facilmente la causa di problemi sanitari). Si tratta di una deroga alle norme igienico-sanitarie adottata dalla Comunità Europea per le piccole aziende e quando è il produttore in prima persona a effettuare la vendita, senza intermediari (lo scopo è evitare la creazione di strutture e di procedure complesse che invece risultano indispensabili nelle grandi imprese).

4)Progetto a km0  progetto chilometro zero l’operazione lanciata da Coldiretti Veneto attraverso le quali si vuole convincere gestori di pubbliche mense, chef e grande distribuzione a proporre ai consumatori preferibilmente prodotti stagionali del territorio.

Per una più attenta lettura vi consiglio PRODOTTI A KM0

Leggi che regola la vendita a km0


QUINDI OCCHIO ALLE TRUFFE ,COMUNQUE E SEMPRE



2015/03/26

SOLFITI:TABELLA COMPLETA DOVE SI TROVANO


solfiti

Abbiamo visto già quanto i solfiti siano dannosi per il nostro organismo,visto anche il loro impiego in molteplici soluzioni alimentari,,, quindi non tanto nella razione singola dell'alimento ma facendo la somma a fine giornata,settimana di quanto ne assimiliamo!!!

Grazie ad una attenta estrapolazione dalla Gazzetta Ufficiale del REGOLAMENTO UE 1129/2011 DELLA COMMISSIONE EUROPEA per la regolamentazione degli additivi alimentari, ecco  qui una tabella con dosaggio massimo di tutti gli alimenti che contengono legalmente solfiti.

RICORDO

Non andrebbero assunti chi soffre di:

-reflusso gastrico,gastriti,ulcere..
-asmatici
-insufficienza renale
-insufficienza epatica
-allergico all'aspirina
-soggetti particolarmente sensibili ed allergici.

Alcuni sintomi:

- Causare allergie o reazioni allergiche
- Problemi respiratori
- Riniti
- Eczemi
- Orticaria
- Dissenteria
- Asma
- Emicrania
- Acidità urinaria
- Calo dell'odorato o del gusto
- Accentuata acidità di stomaco

E 220-228
Anidride solforosa – solfiti
funghi secchi
  100


zenzero secco
  150


pomodori secchi
  200


ortaggi bianchi secchi
  400


frutta a guscio e frutta secca
  500


mele e pere secche
  600


banane secche
1000


albicocche, pesche, uva, prugne e fichi secchi
2000


frutta secca come agente di ricopertura
2000


ortaggi bianchi, inclusi i funghi e i legumi bianchi
    50


patate congelate e surgelate
  100


patate sbucciate
   50


polpa di cipolla, aglio e scalogno
  300


polpa di rafano
  800


mais dolce confezionato sotto vuoto
  100


uve da tavola, litchi freschi (misurati nelle parti commestibili) e mirtilli (Vaccinium corymbosum)
   10


peperoni gialli in salamoia
  500


limone affettato, in barattolo
  250


ciliegie a polpa bianca in barattolo;
  100


frutta secca reidratata e litchi, mostarda di frutta
  100


estratto di frutta gelificante, pectina liquida per la vendita al consumatore finale
800


confetture, gelatine e marmelades prodotte con frutta trattata con solfiti
100


prodotti della confetteria a base di sciroppo di glucosio (solo residui dallo sciroppo di glucosio
50


prodotti a base di patate disidratati
400


ortofrutticoli, angelica e scorze di agrumi canditi, cristallizzati o glassati
100


prodotti della confetteria a base di sciroppo di glucosio (solo residui dallo sciroppo di glucosio)
50


decorazioni (sciroppi per pancakes, sciroppi aromatizzati per milkshake e gelati; prodotti analoghi)
40


ripieni a base di frutta per prodotti di pasticceria
100


sago e orzo perlato
30


Amidi e fecole
Tranne gli amidi per gli alimenti destinati ai lattanti, gli alimenti di proseguimento, gli alimenti a base di cereali e gli altri alimenti destinati ai lattanti e ai bambini nella prima infanzi
50


biscotti secchi
50


breakfast sausages; burger meat con un contenuto di ortaggi e/o cereali non inferiore al 4 % mischiato all'interno della carne
450


salsicha fresca, longaniza fresca, butifarra fresca
450


crostacei e cefalopodi freschi, congelati e surgelati; crostacei delle famiglie Penaeidae, Solenoceridae e Aristaeidae fino a 80 unità
150


crostacei delle famiglie Penaeidae, Solenoceridae e Aristaeidae tra 80 e 120 unità
200


crostacei della famiglia Penaeidae, Solenoceridae e Aristaeidae in numero superiore a 120 unità
300


crostacei e cefalopodi cotti
50


crostacei cotti delle famiglie Penaeidae, Solenoceridae e Aristaeidae, fin
135


crostacei cotti delle famiglie Penaeidae, Solenoceridae e Aristaeidae, tra 80 e 120 unità
180


pesci della famiglia Gadidae salati ed essiccati
200


crostacei cotti delle famiglie Penaeidae, Solenoceridae e Aristaeidae in numero superiore a 120 unità
270


melasse
70


cannella (Cinnamomum ceylanicum)
150


aceto di fermentazione
170


la senape di Digione
500


surrogati di carne, pesce, crostacei e cefalopodi e formaggio a base di proteine
2000


surrogati di carne, pesce, crostacei e cefalopodi
2000


gelatina
50


succo d'uva concentrato per la produzione casalinga di vino
2000


succo di arancia, pompelmo, mela e ananas da consumare sfuso nei servizi di ristorazione
50


succo di lime e limone
350


succo d'uva non fermentato, per uso sacramentale
70


se trasferito da concentrati in bevande analcoliche aromatizzate contenenti succo di frutta
20


bevande analcoliche aromatizzate contenenti almeno 235 g/l di sciroppo di glucosio
50


concentrati a base di succo di frutta, contenenti non meno del 2,5 % di orzo (barley water)
350


altri concentrati a base di succo di frutta o di frutta sminuzzata; capilé e groselh
250


birra con una seconda fermentazione in fusto
50


prodotti analcolici
200


sidro di pere
200


vino
200


vini di frutta e vino di grado alcolico ridotto
260


idromele
200


bevande alcoliche distillate contenenti pere intere
50


snack a base di cereali e patate
50


frutta a guscio marinata
50