Cerca nel blog

2015/03/27

DESTINO:Cambiarlo con il respiro

RESPIRO CHE GUARISCE Come Costant Kerneitz sostiene,non dobbiamo farci l'idea falsa che il destino dipenda da circostanze estranee a noi,a cui diamo il nome di "caso", "fortuna"..
Attribuire agli eventi esterni il trenta percento del nostro destino è già troppo!Ammettendo questo il 70 per cento dipende dalla nostra personalità,da quello che siamo.

Pensiamo ai raggi del sole che colpiscono un blocco di ghiaccio..cosa accade?Lo fanno sciogliere..
Pensiamo ora ai raggi del sole in un blocco di acciaio? cosa accade?L'acciaio non si scioglie..
Così siamo noi..

E' PIU' IMPORTANTE COME REAGIAMO AGLI EVENTI

RISPETTO ALL'IMPORTANZA DEGLI EVENTI STESSI

Allo stesso evento accade sempre che ci siano almeno due persone che reagiscono in modo differente..una stessa circostanza può rendere felice uno e contemporaneamente addolorare un altro.

Voler modificare le circostanze esteriori,indipendenti dalla nostra volontà, vuol dire affrontare la questione "Destino" in modo errato,invece di accanirci contro qualcosa che non dipende da noi,impariamo a modificare noi stessi..ed il nostro destino si modificherà automaticamente.

Imparare a respira è il mezzo più facile e più sicuro per mutare la nostra personalità,richiede solo perseveranza.
Imparare ad avere un controllo cosciente e volontario sulla nostra respirazione,impariamo ad allargare le nostre capacità cognitive.

La respirazione è personale,come le nostre impronte digitali,è rivelatrice del nostro stato di salute,infatti ogni cambiamento che avviene nell'equilibrio del nostro corpo si traduce automaticamente in un cambiamento della respirazione e nel suo ritmo:lento,rapido,irregolare,profondo...oltre alla sua localizzazione, ovvero è difficile trovare un'ampiezza di respiro uguale nei due lati dei polmoni..
Un disequilibrio del flusso di respirazione,una sua alterazione..se non riportato alla normalità porta un disequilibrio a livello organico.

Osservare il proprio respiro ci rileva il nostro vero stato.Non quello apparente che vogliamo far credere al mondo esterno e talvolta a noi stessi.
Riportare in equilibrio il respiro vuol dire auto guarirci,portare in equilibrio il nostro corpo e mente.

La maggior parte di noi respira male, non perchè non abbia imparato,ma perchè abbiamo disimparato a respirare!!!
Quando siamo bambini infatti la nostra respirazione è corretta a tutti gli effetti..è con il crescere che si acquisiscono tutti i vizi.Quindi,invece di insegnare a respirare a uomini e donne, sarebbe più opportuno evitare che i bambini acquisissero tali vizi!!NO??

Imparare a controllare il respiro va ad agire sul nostro sistema ghiandolare,endocrino...e dobbiamo ricordare che noi non siamo ciò che pensiamo di essere,ma ciò che le nostre ghiandole razionalmente secernono!!

Ciclo del respiroOsserviamo il nostro respiro..e impariamo a distinguere i momenti di un suo ciclo..facciamo delle prove..fatelo ora mentre leggete, ed osservate i vostri tempi..giocateci ,sperimentate per vedere come sono fatti, noterete 4 parti,che in ognuno di noi saranno differenti allo stato "normale" perchè riflettono i nostri vizi di crescita,il nostro stato fisico e morale:

- inspirazione,

- ritenzione a pieno (trattenere l’aria nei polmoni),
- espirazione e
- ritenzione a vuoto (fermare la respirazione dopo che l’aria è stata completamente eliminata dai polmoni).

Tutti noi li abbiamo..nessuno salta un passaggio.. però talvolta può essere così breve che sembra non averlo,come il passaggio di ritenzione, ovvero sospensione del respiro, vero?
Questo è quello che ho pensato la prima volta che mi hanno chiesto di osservarlo!!In realtà non è vero.. trattengo il fiato.. ma per pochissimo..
Imparare a controllare tutte le quattro fasi del respiro è questa la via per una buona salute..

Frequenza e come condiziona corpo e mente
Normalmente gli uomini respirano ad una frequenza di 16/18 cicli al minuto, le donne di 18/20 cicli.
Quando abbassiamo coscientemente la frequenza di respirazioni proviamo grandi benefici:

8 cicli al minutoAumenta il rilassamento e la coscienza mentale, si riduce il livello di stress
4 cicli al minutoIntense sensazioni di consapevolezza e chiarezza, elevata sensibilitá corporea, favorisce lo stato meditativo
1 ciclo al minutoSi ottimizza la cooperazione tra i due emisferi cerebrali, sensazione di calma, abbandono di ansia, stress, preoccupazione, presenza di spirito, intuizione, tutto il cervello funziona


Sospensione del respiro,utilità e su cosa agisce
Trattenere o sospendere il respiro è l'estensione della naturale pausa che avviene tra inspirazione ed espirazione o tra espirazione ed inspirazione.

In questi momenti di "pausa" il nostro corpo è "neutro" in rilassamento ed apertura.
Trattenere  non vuol dire contrarre.. il nostro corpo ( ameno che non si stia facendo un ercizio di chiusura = bandhas) è rilassato.. il respiro è solo sospeso.Niente va sforzato..bisogna imparare solo ad ascoltarci.

Sospendere il respiro tra inspirazione ed espirazione si chiama HOLD IN trattenere dentro, sospendere il respiro tra espirazione ed inspirazione (inizio del nuovo ciclo) si chiama HOLD OUT, trattenere fuori.

Vantaggi nella sospensione del respiro

Trattenere dendro, Hold in= agisce sul nostro sistema simpatico (sistema nervoso che serve metterci in allerta e stimolare) ed aumenta la pressione.

Trattenere fuori, Hold out = agisce sul nostro sistema parasimpatico (sistema nervoso che rilassa)

Un importante yogi dice della respirazione in ed out:

Ogni volta che non si ha la risposta a qualcosa,indipendentemente dalla domanda, tratteniamo il respiro dendro,hold in..In quel preciso momento il corpo reagirà mettendo in moto il sistema simpatico,per la sopravvivenza e la tua domanda sarà ascoltata con esso!Ciò vi darà la risposta.

Se vi sentite molto stanchi e deboli... e vorreste bere o assumere eccitanti.. non andate a ricercare stimole esterni..ma sostituite questo con ciò che il vostro corpo può fare!Trattenete il respiro fuori, hold out.
L'ossigeno sostuirerà il desiderio di droga (qualunque sia..)..Quante volte farlo? Inspirare e trattenere per sette respiri ,l'ossigeno sarà circolante liberamente in tutto il sangue e il desiderio bramante di ciò che vogliamo svanirà!!

Ogni volta che si desidera fortemente un qualcosa e si desidera "cacciare" questo desiderio... il segreto è inspirare,trattenere,espirare,inspirare,trattenere,inspirare,espirare...questo ripulirà tutto!!Perchè il collegamento fra la vita e i desideri o non desideri è il respiro,e nel momento che si interrompe il respiro,sospendendolo,l'intelletto,la mente smette di mandarti impulsi di desiderio o non.

Sospendendo il respiro si può avere un pensiero, ma non pensare,avere desideri oppure onde emotive..tutto cessa e si ferma.

Tutto ciò che si chiama vita non è altro che la continua vibrazione del respiro che entra ed esce,..trattenendo questo, la mente cessa di fornirci emozioni ed onde..Bisogna solo esseri consapevoli del nostro respiro,della nostra vita,del nostro destino.


INSONNIA CURARLA CON VITA YOGICA,MEDITAZIONE ESERCIZI



Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.