Cerca nel blog

2014/12/29

CIBI PORTAFORTUNA TRA SUPERSTIZIONE E BENESSERE


Non ci crediamo ma si fa!!Un pochino di questo un pochino dell'altro.. un chicco d'uva,tre datteri..e seguendo tutti i riti scaramantici passiamo l'anno con cibi comunque validissimi e ricchi di proprietà!
Quindi tra una scaramanzia e l'altra andiamo a scoprire anche per cosa ci fanno bene...


Lenticchie



Perché porta fortuna: Sicuramente la loro forma tonda e appiattita ricordano le monete.Ogni chicco di lenticchia corrisponde a una moneta, quindi più se ne mangiano più soldi arriveranno!!Tra i regali bene augurali un tempo c'era proprio un sacchetto pieno di lenticchie, che si sarebbero dovuto trasformare in monete!Sicuramente lo erano.. perchè questo legume così semplice d'aspetto era invece tanto prezioso come alimento visto che arrivava proprio quando la natura in riposo non fornisce alimenti ricchi di sostanze..se non quelli che si sono potuti conservare.Possiamo quindi rispolverare l'usanza e mettere un sacchettino di lenticchie come segnaposto al Cenone di Capodanno per i nostri amici e parenti!!
Perché fanno bene: hanno un elevato potere nutritivo. Sono una buona fonte di proteine e di carboidrati complessi; sono inoltre molto ricche di ferro, fosforo e vitamine del gruppo B. e sia fresche che secche hanno un alto contenuto di carboidrati.Grazie all'elevata quota di fibre e alla scarsa quota di grassi (di tipo insaturo) sono valide alleate nella lotta e nella prevenzione dell’ateriosclerosi e le diete ipolipidiche. Sono, inoltre, utili in caso di stitichezza. Hanno buone proprietà antiossidanti; contengono infatti flavonoidi eniacina. Grazie al contenuto di tiamina, aiutano la concentrazione e la memoria.Le lenticchie non contengono glutine e sono quindi adatte nella celiachia.
Germogli di lenticchie proprietà ed utilizzi (scaricabile in pdf)
Ricette

Mandarini

Perché porta fortuna. Oltre a ricordare l'idea del denaro, il tondo è simbolo di eternità e buon auspicio per una lunga vita. Perciò, tutti gli agrumi sono considerati portafortuna. Il mandarino cinese forse perché ha la forma di acini d'uva e/o per il colore brillante che lo fa sembrare d'oro, è ritenuto un validissimo portafortuna.
Esporre e mangiare questi frutti si dice porti ricchezza e fortuna. Questa credenza deriva dall’assonanza delle parole “oro” e “arancia” e delle parole “mandarino” e “fortuna”. Ancora meglio se i frutti sono provvisti di foglie, poichè queste simboleggiano la longevità. Non bisogna però raggrupparli per 4, poichè questo numero – nella tradizione cinese – è associato alla morte.
Perché fanno bene: 5 e più specie di mandarini provenienti dalla Cina,dall'India,Giappone..e poi ancora le Clementine,mapo e mandaranci ma tutti con grandi proprietà.La buccia è piena di limonene (principio antiossidante) che ha la caratteristica di ritardare l'invecchiamento della pelle. Sempre dalla buccia si estrae un olio essenziale in grado di calmare l’ansia e combattere insonnia e ritenzione idrica. Molto ricco di vitamina C, essenziale per mantenere reattivo e vigile il cervello, il mandarino è anche ricco di fibre e carotene e possiede anche molte vitamine del gruppo B e vitamina A, oltre che una consistente percentuale di ferro, magnesio e acido folico.
La polpa del mandarino (ricca di vitamina C), è utile per prevenire il raffreddore e protegge mucose e capillari, la vitamina P, invece, combatte la ritenzione idrica e favorisce la diuresi.





Uva

Perché porta-fortuna:simboleggia l’abbondanza e per questo non manca mai sulle tavole di Capodanno "Chi mangia l’uva per Capodanno conta i quattrini tutto l’anno” dice un antico proverbio. Secondo alcune tradizioni, ogni acino d'uva rappresenta un mese diverso, quindi se, per esempio, il secondo chicco d'uva è un po' acido, febbraio potrebbe essere un mese difficile. La tradizione vuole che allo scoccare della mezzanotte bisogna mangiarne 12 chicchi (uno per ogni mese dell’anno) o almeno 3 e comunque sempre in numero dispari.
Perché fa bene: Le sue caratteristiche e composizione variano molto dalla qualità,dalla zona di produzione,
condizioni climatiche con cui è cresciuta ma a prescindere l' uva è molto ricca di zuccheri direttamente assimilabili (glucosio, levulosio, mannosio); contiene inoltre acidi organici, sali minerali (potassio, ferro, fosforo, calcio, manganese, magnesio, iodio, silicio, cloro, arsenico), vitamine A, del gruppo B e C, tannini (nella buccia), polifenoli.. Discreto è il suo contenuto di acido folico. Inoltre, l'uva svolge un'azione disintossicante, depurativa, diuretica, antiossidante, antinfiammatoria; aiuta a ridurre il colesterolo e a fluidificare il sangue, migliorando la circolazione.

Datteri


Perchè portano fortuna:
Da sempre ritenuti simbolo della vittoria ed immortalità,una leggenda vuole  che, mentre la famiglia di Nazareth fuggiva in Egitto per scappare dagli intenti infanticidi di Erode, le palme abbassassero i loro rami per rendere più agevole la raccolta dei datteri da parte di Maria e Giuseppe.
Utilizzati come simbolo di ricchezza già dai Romani, perché il nuovo anno porti con se dolcezza e vita.al cadere della mezzanotte si usa mangiarli conservando i 3 noccioli nel portafoglio come portafortuna.
Perchè fanno bene:
Sono ricchi di fibre, utili per impedire l'assorbimento del colesterolo LDL, come blando lassativo e protettrici della mucosa del colon. Il dattero contiene flavonoidi antiossidanti e polifenolici come i tannini, noti per le loro proprietà anti-infettive, anti-infiammatorie e anti-emorragiche. Sono ricchi di vitamina A, preziosa per la pelle, di beta-carotene, luteina, tutti antiossidanti che proteggono le cellule dagli effetti nocivi dei radicali liberi. Fonte eccellente di ferro e potassio, il loro consumo aiuta a proteggere dalle malattie cardiache. I datteri contengono anche minerali come calcio, manganese, rame e magnesio. Il calcio è un minerale importante per ossa e denti, il manganese è un ottimo antiossidante, il rame è utile per la produzione di globuli rossi e il magnesio è essenziale per la crescita ossea. I diabetici e obesi dovrebbero consumarli con cautela.
Si usa molto questo alimento nella cucina vegana e dai praticanti del crudismo, proprio per le sue tante proprietà oltre che per il suo sapore, ottimo sostituto degli zuccheri e spesso del burro in cucina.

Melagrana


Perché porta-fortuna: Pianta della Resurrezione per la Cristianità, pianta sacra per Giunone e per Venere. Ancora oggi viene ritenuto simbolo di fertilità e ricchezza per i suoi gustosi “grani” rossi che in cucina possono essere impiegati in numerosi modi. Il loro succo ha un sapore molto dolce, ideale per preparare confetture e per condire anche risotti, primi piatti e insalate.
Perché fa bene: dal punto di vista nutrizionale, è particolarmente ricco di vitamina A e B ed il suo succo sembra giovare al buon mantenimento dell'apparato cardiovascolare. Un nuovo studio condotto dai ricercatori spagnoli dell’Istituto Catalano di Scienze Cardiovascolari e presentato al Congresso della Società Europea di Cardiologia, ha infatti dimostrato che contiene delle sostanze attive nel mantenere in salute le arterie, l’apparato cardiocircolatorio in genere, e allontanare il rischio di malattie cardiache, infarto e ictus.


Noci


Perchè porta fortuna:
Il suo guscio è simbolo di protezione dagli attacchi esterni, oltre ad essere fin dall'antichità simbolo di prosperità e fertilità!Quindi come farlo mancare sulle nostre tavole!
Perchè fanno bene: ricche di proteine (circa il 18% della porzione) e di vitamine, tra le quali la vitamina B1, B2, B6 ed E. Queste vitamine sono molto importanti nella lotta contro l’invecchiamento e le malattie cardiovascolari. Ricca di omega 3, vitamine e proteine è un ottimo alleato per la salute e, secondo alcune ricerche scientifiche dimostra che mangiare l'equivalente di tre noci al giorno si riduce il colesterolo fino al 25%. Inoltre, recenti studi suggeriscono che le mandorle e le noci possono aiutare a controllare i livelli di zuccheri nel sangue e riducono il rischio di sviluppare la Sindrome Metabolica.Preferibilmente per assumere tutte le proprietà mangiarle lontano dai pasti.

Peperoncini

Perché porta-fortuna:  scaccia cattiva sorte grazie al loro rosso intenso che richiama il fuoco interno e alla forma appuntita capace di distruggere il cosiddetto “ malocchio”.
Perché fa bene: Atzechi, Maya e Inca lo utilizzavano già come rimedio medicinale ed anche oggi le migliaia di specie del Capsicum annuum hanno riconosciute proprietà mediche. Nel suo frutto, infatti, sono presenti capsaicina, flavonoidi, oli essenziali, carotenoidi, cellulosa, calcio e ferro. Il contenuto in vitamina C (fino a 340 mg/100 gr) è maggiore rispetto a qualsiasi altro frutto e sono presenti in quantità significativa anche le vitamine A, K, e B.



Solanum mammosum la pianta dei capezzoli
Perchè porta fortuna:Tradizione che viene dall'oriente, in Cina lo si coltiva nelle case con grande devozione. E’ il Solanum mammosum, chiamato spesso “Pianta dei capezzoli” proprio per la strana forma dei frutti.Grazie a sagoma e il colore giallo oro, in Oriente sono considerati degli irrinunciabili porta-fortuna con cui decorare la casa a Capodanno.Spesso questi alberelli vengono anche offerti in dono per il culto degli antenati. La tradizione infatti dice che il numero delle “mammelle” dei frutti segnalerebbe il numero di generazioni che conviverà felicemente e a lungo sotto lo stesso tetto.

Questo frutto è solo a scopo ornamentale,il succo veniva usato come detersivo per lavare!!La pianta invece ha varie proprietà acaricida, fungicida, piaghe dei seni.




e dopo questa curiosità dall'oriente mi raccomando  le

Monete di cioccolata

Dulcis in fundo, assolutamente non devono mancare! Il cioccolato di per sé ha un richiamo all'abbondanza infatti un tempo era un lusso che in pochi potevano permettersi. E in questo formato c'è poco da interpretare. Regalatele, fatevele regalare, tenetene in casa, decorateci la tavola, mangiatene almeno un paio.


Ancora tradizione vuole mangiare le castagne,il marzapane,l'uva sultanina... insomma ogni regione,nazione ha le sue.. tutte sono impossibili ma sicuramente due o tre non ce le faremo scappare!!
Cosa non mangiare a Capodanno
Non sarebbe scaramanzia se non ci fossero anche piatti da non mangiare... vedi la povera aragosta, per esempio, perché i granchi camminano all’indietro e sono, perciò, simbolo di arresto al progresso,da evitare anche piatti a base di qualsiasi volatile, perché altrimenti la fortuna potrebbe volare via!


Ma il detto più importante è quel che fai il primo dell'anno lo fai tutto l'anno.. quindi oltre a mangiare stiamo sereni,in amore fra amici con tanta allegria!.. e se il dolore sembra nostro compagno.. ricordiamo un sorriso per il nostro viso e la nostra mente.. e per chi ha bisogno di vederlo...anche solo per un attimo...



Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.