Cerca nel blog

2014/11/01

TESSUTI NATURALI O SINTETICI? DIFETTI E PROPRIETA'


Prima di parlare dei vantaggi o svantaggi delle fibre sintetiche e naturali è bene avere chiaro che queste fibre vanno a costituire tessuti che a loro volta creano capi che noi,ormai senza dare peso, indossiamo più per soddisfare il nostro gusto estetico,piuttosto che pensare alla finalità prima che deve avere un abito.
Diventa importante capire che è salutare  coprirci e ripararci in modo naturale con capi il più possibile vicino all'essere una seconda pelle.
Cosa vuol dire essere una seconda pelle?
La nostra pelle ha due funzioni quella di nutrirsi (incamera aria, luce e calore fornendo quindi il nostro corpo di energie) e di espellere(eliminazione delle scorie. Insieme agli altri organi emuntori – reni, intestino, fegato e polmoni – ha la funzione di mantenere il corpo libero da tossine.), quindi un capo per essere sano deve far si che ciò avvenga.

Un tempo i tessuti erano unicamente di origine
naturale,lino,cotone,canapa,lana..e nella maggior dei casi lasciati grezzo, agendo così per il meglio sulla nostra salute, oltre che per l'ambiente esterno.
Con l'avvento delle fibre sintetiche il nostro uso dei tessuti è cambiato totalmente per stare al passo alla moda, al risvolto economico che hanno molti tessuti sintetici, alla loro praticità,e resistenza,per non parlare del loro uso pratico visto che molti non si stirano e stropicciano, ma la maggior parte delle fibre sintetiche sono prodotte a partire dal petrolio e derivati,soggette a complesse trasformazioni chimiche per essere ridotti in filati, quindi oltre all'inquinamento ambientale parliamo di fibre poco traspiranti che a contatto con la nostra pelle in modo continuato possono favorire l'insorgere di molte patologie allergiche,reumatismi..
Le fibre sintetiche non sono fibre vive,ma fanno da isolante sulla pelle quindi non fanno uscire calore ma neppure umido,che rimane intrappolato creando l'ambiente adatto per la proliferazione di batteri e microrganismi .Se indossiamo un abito acrilico o dormiamo tra lenzuola sintetiche le funzioni corporee di eliminazione non vengono rispettate quindi non possiamo certo considerare il tessuto una seconda pelle!
Sempre per il solito motivo anche per chi soffre di reumatismi o artriti è sconsigliato l'uso di tessuti sintetici,soprattutto di notte.
Ben diverso è invece l'effetto benefico della lana che lascia traspirare liberamente il corpo e contemporaneamente assorbe l'umidità corporea lasciando la pelle asciutta.





Un caldo e leggero piumino, per esempio, può garantirci calore anche nell'inverno più gelido più di quanto possano fare delle imbottiture o delle coperte in tessuto acrilico.
Altro punto negativo è l'accumulo di carica elettrostatica positiva (quando il tessuto a contatto con dei metalli provoca le scintille, oppure quando togliendo un indumento sintetico i peli della pelle e i capelli si elettrizzano, o quando togliendo un indumento lo si sente crepitare), che il corpo non riesce a smaltire.
A lungo andare quest’accumulo provoca stress, danni al sistema nervoso e persino alterazione della flora batterica intestinale.
Quando siamo a contatto con materiali naturali invece le energie scorrono senza blocchi e tensioni.

COSA ACQUISTARE CAPO NATURALE O SINTETICO?

Visto che sul commercio comunque da padrone lo fa il sintetico possiamo individuare insieme alcuni punti:

  • fibre naturali per tutti gli indumenti che entrano in contatto diretto con la pelle quindi biancheria intima,canottiere,camicie,calze,lenzuola,federe,guanciali,coperte.Suggerisco inoltre di scegliere colori chiari o bianchi,più sono scuri maggiore è il pericolo di allergie.
  • fibre sintetiche se proprio non riusciamo o non possiamo acquistare diversamente limitarci al loro uso solo per giacconi,abbigliamento sportivo specifico,cercando comunque un misto cotone e non sintetico puro!
  • neonati,bambini,ammalati,persone che sudano molto,che svolgono lavori pesanti o in condizioni climatiche estreme i tessuti in fibre naturali sono gli unici da indossare.

PROPRIETA' TESSUTI CON FIBRA NATURALE

Il cotone: per il caldo e per il freddo
Il cotone puro,come dicevano le nonne rinfresca d'estate e scalda d'inverno.
Nei periodi caldi perché mantiene fresco e ben ventilato il corpo,se lasciato allo stato grezzo – per esempio la flanella – la folta peluria lo rende utile anche nei periodi freddi .
Il cotone come visto prima è molto resistente e ottima capacità di assorbimento,pratico perchè può essere lavato a qualsiasi temperatura.


La seta: per lo stress
Possiamo definirla come la fibra per eccellenza.La seta è morbida al tatto,delicata sulla pelle,difende il corpo dalle cariche elettromagnetiche ed elettrostatiche,quindi ideale nei momenti di stress e tensione.


Il lino: assorbe, lenitivo
Il lino viene odiato perchè si sgualcisce facilmente e faticoso da stirare, ma è meglio del cotone per asciugare la pelle o come strofinacci.
Il lino ha un elevato potere assorbente ma contemporaneamente non irrita la pelle,anzi la cura.
E' una fibra antiallergica per eccellenza e lascia traspirare ancora più del cotone.Ideale per chi ha problemi di pelle come rosacea perchè ha potere curativo e lenitivo.


La lana: per i reumatismi, artosi, cervicali
La lana    le nonne dicono para il caldo d'estate es il freddo d'inverno,mantiene infatti costante la temperatura corporea,il suo calore è un calore attivo,ideale per i bambini,per chi ha problemi di circolazione,reumatismi,cervicale,artrosi..Elevata la sua capacità d'assorbimento.

La canapa: tante proprietà
La proprietà principale è la sua resistenza,essendo una fibra molto robusta,ma la canapa come il cotone mantiene la temperatura corporea,quindi fresco d'estate e caldo d'inverno.
Elevata capacità di assorbimento,quindi tiene asciutto il corpo,dando un senso di comfort.
Inoltre i tessuti in canapa  lasciandoli all'aria non trattengono gli odori ma li eliminano, quindi la fibra ritrova tutta la sua freschezza e morbidezza.

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.