LATTE:FA MALE ALLA SALUTE? DOMANDE E RISPOSTE

  • Cosa mettiamo nel corpo insieme a quello che chiamiamo latte? ormoni,tossine,antibiotici?
  • Se madre natura ci toglie questo enzima (LATTASI) per quale motivo noi vogliamo bere latte a tutti i costi,insistendo ad ogni modo ,anche se ovviamente,naturalmente intolleranti?
  • Perchè continuiamo a pensare che il latte sia l’alimento più completo e vitale da assumere ad ogni costo nonostante la pastorizzazione?
  • Pensiamo forse che il latte sia l’alimento basilare per il nostro apporto di calcio? e quindi ad ogni costo è da bere, superando piuttosto giornate di mal di pancia, sbalzi d’umore,abbassamento delle difese immunitarie…ma il latte va bevuto!
  • Perchè continuiamo a ingerire il latte se è inutile,se dannoso?
 
LATTE OD ORMONI?
 

Uno degli argomenti più controversi degli ultimi tempi:Il latte fa bene?Latte crudo o pastorizzato? meglio latte di mucca o vegetale?Ma senza latte come assimilo il calcio? Non so se la verità questa volta stia nel mezzo ma provo ad analizzare alcuni fatti,ricerche e trarne una mia conclusione.

L’utilizzo del latte di mammiferi sicuramente è discorso antico parliamo del Neolitico ma non inteso come latte dopo lo svezzamento.Solo negli ultimi tre secoli il latte vaccino è andato a sostituire il latte materno.
Con precisione gli europei introdussero il latte di mucca negli Stati Uniti nei primi del 1600, a partire dalla seconda metà del 1800 la domanda crescente di latte costrinse a meccanizzare la produzione.
Quanto sia che il latte faccia bene o quanto sia il giro di soldi che ci sta dietro non so ancora, sicuramente il fine è produrre più latte a tutti i costi.
Negli anni ’50 furono così sintetizzati estrogeni sintetici,con effetti devastanti come cancro al seno ed ipertrofia mammaria, proprio perchè non metabolizzati dall’organismo si accumulavano.
Ne consegue che negli anni ’80 vennero eliminati e sostituiti con estrogeni naturali.
Sicuramente gli effetti di questi ultimi furono meno d’impatto immediato rispetto ai primi ma comunque devastanti,le conseguenze non cambiano,cancro al seno,ai testicoli,alla prostata.
La produzione di latte comunque non bastava quindi vennero introdotti gli ormoni della crescita,che portano la mucca ad avere più latte!!
Inizialmente questo ormone se ricordate veniva estratto dal cervello di animali morti, poi si arriva alla somatotropina,o BHG prodotto nella ghiandola pituitaria del bestiame.
Per dare qualche numero, una mucca che allatta produce circa 4 litri di latte al giorno,una allevata da latte ne produce dai 30 ai 60 litri al giorno!!per un totale di 12.000 litri nel totale della sua lattazione.
Quindi mastiti infezioni sono frequentissime,ne consegue un ulteriore utilizzo di antibiotici.
Una mucca vivrebbe in media allo stato naturale 20 anni, allevata da latte viene abbattuta dopo la terza lattazione al massimo… per tutte le patologie in cui incorre.
Nell’allevamento industriale inoltre le mucche vivo serrate come le galline,senza movimento,nutrite con erbaggi,rifiuti solidi,letame,macellazione di altri animali.
Quindi prima domanda :
se tutte tutte queste sostanze, ormoni ed antibiotici, passano naturalmente nel latte , noi cosa beviamo?
Cosa mettiamo nel corpo insieme a quello che chiamiamo latte? ormoni,tossine,antibiotici?
 
Questi ormoni della crescita, introdotti nel nostro corpo stimolano la crescita dei tessuti cancerosi,in particolare cancro ai polmoni alla prostata.
DIGERIBILITÀ’
Intorno ai 5 anni di vita ,nella maggior parte della popolazione ,si ha una caduta sino a completa estinzione dell’enzima che serve per digerire lo zucchero del latte,la lattasi.La sua mancanza infatti comporta che all’ingestione di latticini si hanno gravi disturbi tra cui diarrea.L’enzima invece per digerire la caseina il (DPP-IV) viene sempre più ridotto a causa di tanti fattori quali i vaccini,il fluoro,cloro.
Questo potrebbe già farci capire molto,e porre la seconda domanda
se madre natura ci toglie questo enzima per quale motivo noi vogliamo bere latte a tutti i costi,insistendo ad ogni modo anche se ovviamente,naturalmente intolleranti?non bastando andiamo a creare bevande lavorate a tal punto che di latte  hanno solo il bianco?
Cosa ci spinge ad incaponirci a tal punto?
Oltre alla questione dell’enzima non presente nella maggior parte di noi in età adulta il latte che noi oggi giorno beviamo è tutto latte pastorizzato, ovvero non più latte della mucca munto e bevuto a crudo.
Questo è uno dei punti fondamentali per capire cosa contiene a livello si sostanze ciò che beviamo.
Latte crudo o pastorizzato? 
Il latte crudo contiene enzimi attivi : lattosio e lipasi,utili per la sua digeribilità,dopo la pastorizzazione che avviene a 65/75 °C questi enzimi muoiono quindi ovviamente la sua digeribilità è resa quasi impossibile.
Quindi non è anomalo chi è “intollerante” ma chi stranamente lo è…
Il processo di pastorizzazione però non va ad abbattere tutti i patogeni , alcuni come quelli del tifo, i colibacilli, i micobatteri e le brucelle permangono sino a che non si ha lo shock termico a 87/100 °C.
Cosa elimina la pastorizzazione?
  • enzimi per renderlo digeribile
  • Lactobacillus acidophilus, che contribuisce a sintetizzare la vitamina B nel colon e a tenere sotto controllo i batteri putrefattivi
  • oltre i 50 °C si ha la distruzione degli enzimi in generale. Una delle funzioni degli enzimi è quella di rilasciare i nutrienti degli alimenti che consumiamo. Il calore della pastorizzazione elimina la fosfatasi enzimatica che è necessaria all’assimilazione del calcio. Alcuni ricercatori parlano di oltre il 50% del calcio presente nel latte pastorizzato che non viene assimilato dal corpo (Broadston & Elisabeth, 1955).
  • perdita di vitamine : la perdita di vitamine lipo-solubili come la A e la E può aumentare di oltre due terzi. La perdita di vitamine solubili in acqua come la B e la C può andare dal 38% all’80%. La perdita di vitamina C supera normalmente il 50%
  • perdita di sali Minerali: il 20% dello iodio si perde volatilizzato
  • i minerali alcalini si ossidano,e ciò che resta è molto acidificante per l’organismo.Quando abbiamo un corpo acido per equilibrarsi mangia minerali alcalini dalle riserve ovvero ossa,denti ,capelli,unghie..infatti anche se paradossalmente viene dato il latte per curare l’osteoporosi, questo lo sottrae !!

Un totale di 38 elementi tra proteine,vitamine,enzimi,minerali vengono eliminati,e molti grassi e proteine alterate.

Non parliamo poi dell’omegeneizzazione,questo processo crea una forte ossidazione oltre a formare dei piccolissimi grumi di grasso che possono infiammare le vene perche strisciandole facilitano il deposito di colesterolo,calcio per bloccare l’infiammazione,quindi a catene si formano le placche ateromatose.
Partiamo dal presupposto che tutto il latte che troviamo sugli scaffali è comunque di base pastorizzato, quindi ha perso tutto ciò che ho indicato prima ,quindi nasce la mia terza domanda
Perchè continuiamo a berlo?Perchè continuiamo a pensare che il latte sia l’alimento più completo e vitale da assumere ad ogni costo nonostante la pastorizzazione?
Abbiamo appena visto che molte vengono eliminate, molte vanno ad interagire in modo negativo sul nostro organismo ma andiamo ancora di più nello specifico, quarta domanda
pensiamo forse che il latte sia l’alimento basilare per il nostro apporto di calcio? e quindi ad ogni costo è da bere, superando piuttosto giornate di mal di pancia, sbalzi d’umore,abbassamento della soglia immunitaria…ma il latte va bevuto!
 
Durante l’infanzia il calcio viene assimilato tranquillamente attraverso il sano e nutriente latte materno,in età adulta come tutti gli animali fanno lo assimilano dal regno vegetale in primis.


Abbiamo visto inoltre prima due punti importanti che spiegano quanto l’assunzione del latte sia non solo inutile a fine del calcio ma oltremodo dannosa inquanto ne impedisce l’assorbimento.Questo rende del tutto

inutile che il latte contenga calcio, ci sono alimenti in natura che ne apportano molto di più.

Fabbisogno di calcio

Lattanti (6 mesi – 1 anno): 600 mg
Bambini 1-6 anni: 800 mg
Bambini 7-10 anni: 1000 mg

Ragazzi 11-17 anni, oppure in gestazione o allattamento: 1200 mg
Adulti 18-29 anni: 1000 mg

Uomini 30-59 anni: 800 mg
Uomini oltre i 60 anni: 1000 mg

Femmine 30-49 anni: 800 mg
Femmine oltre i 50 anni: 1200-1500mg

Ora vediamo altri alimenti e scopriremo quanto sia ridicolo il pensiero che il latte sia così importante per apporto di calcio..

CONTENUTO MEDIO DI CALCIO IN ALCUNI ALIMENTI

Latte intero su 100gr119
Latte parzialmente scremato su 100gr 120
Latte magro su 100gr 122
VERDURE 

100 gr di cavolo verde contiene 139 mg di calcio

100 gr di cicoria  contiene 150 mg di calcio
100 gr di rucola contengono 300 mg di calcio
1 tazza di foglie di rapa cotta al vapore contiene 267 mg di calcio

LEGUMI

100 gr di fagioli cannellini contiene 147mg di calcio
1 tazza di fagioli borlotti cotti contiene 257 mg di calcio
1 tazza di ceci contiene 300 mg di calcio
FRUTTA
10 fichi contengono  269mg di calcio
1 tazza di nocciole contiene 282 mg di calcio
PESCE
100 gr di calamari contiene 144mgdi calcio
100 gr di polipo contiene 144mg di calcio
100 gr di alici contiene 148mg di calcio
100 gr di sardine sott’olio contiene 354mg di calcio
SEMI
1 tazza di semi di sesamo contiene 165mg di calcio
1 tazza di semi di girasole contiene 174mg di calcio
1 tazza di mandorle contiene 332mg di calcio
100 gr di semi di chia contengono 600mg di calcio
MELASSA 
1 cucchiaio contiene 172 mg di calcio

 

Insomma una vastità di prodotti naturali ricchissimi di calcio,ricchi di tante altre proteine,vitamine,omega3…
Vi posto il link TABELLA ALIMENTI  INRAN
Concludendo il calcio ,indispensabile per il nostro organismo è meglio prenderlo da alimenti di origine vegetale, anzichè animale come frutta,germogli,cerdure ovviamente fresche e biologiche o bevendo acqua ricca di calcio e povera di sodio.

ACQUA

Ferrarelle 380  Calcio (mg/l) 47 Sodio(mg/l)
Sangemini 333 Calcio (mg/l) 17 Sodio(mg/l)
Uliveto  171 Calcio (mg/l) 74 Sodio(mg/l)
San Pellegrino 208 Calcio (mg/l) 44 Sodio(mg/l)
Fabia 138 Calcio (mg/l) 15 Sodio(mg/l)

Importante sapere comunque che per assimilare il calcio non basta solo introdurre alimenti ricchi, ci sono tantissimi fattori che aiutano o ne limitano l’assunzione(vedi mangiare latticini..) come ad esempio

  • Le diete ad elevato contenuto di proteine aumentano le perdite di calcio con le urine. Le proteine animali sono responsabili di perdite di calcio molto maggiori rispetto alle proteine vegetali.
  • La caffeina aumenta le perdite di calcio con le urine.
  • Le diete ricche di sodio aumentano le perdite di calcio con le urine.
  • L’alcol inibisce l’assorbimento intestinale di calcio.
  • Il boro può rallentare le perdite di calcio dall’osso.
  • L’esercizio fisico rallenta la perdita di tessuto osseo ed è uno dei più importanti fattori per la salute dell’osso.

Difese immunitarie ridotte

Il latte di mucca inoltre ha come componente proteico principale la Caseina.

Abbiamo già accennato al fatto che il nostro enzima viene naturalmente reso inefficace da vaccini,fluoro,cloro..oltre a questo la caseina è una sostanza collosa,pensate che viene usata dall’industria come addensante ed adesivo (etichette,incollaggio cartoni..),ed essendo poco digeribile per i motivi detti sopra si accumula ,creando uno lavoro immenso per il nostro apparato digerente con conseguente affaticamento.La caseina inoltre libera istamina che aumenta la produzione di muco che va a depositarsi nell’intestino creando problemi di infiammazione,malassorbimento intestinale..e una infinita quantità di patologie autoimmuni.

Purtroppo, l’uso eccessivo che si è fatto del latte e dei suoi derivati ha già provocato l’indebolimento del sistema immunitario dell’uomo, della sua costituzione fisica e del suo carattere, e ci vorrà del molto tempo per cancellare questi effetti incisi su almeno tre generazioni (S.Gagnè). Sul periodico dell’Organizzazione Mondiale della Sanità è stata pubblicata l’opinione della stessa OMS, nonché della FAO e dell’UNESCO, in merito alla questione della validità nutrizionale del latte vaccino. Eccone il testo: “E’ falso che il latte di mucca sia indispensabile ai bambini e alla maggior parte degli adulti. Molte grandi civiltà si sono sviluppate e fiorite senza aver nemmeno conosciuto il latte.
Vi consiglio anche la lettura della ricerca effettuata da Pottenger negli anni ’30 del XX secolo che durò 10 anni osservando 900 gatti su tre generazioni con i relativi effetti di diete a base di latte pastorizzato e non pastorizzato.
Fonti:
 -“Pottenger’s cats: a study in nutrition” – Francis M.Pottenger-Price-Pottenger Nutrition Foundation – Organizzazione no-profit
-“Gli effetti di una dieta a base di alimenti denaturati: i gatti di Pottenger” – Traduzione e adattamento del Dr. Andrea Di Chiara

Questo ultimi due argomenti,calcio e muco comunque meritano un post separato, era giusto per avere più chiara al : perchè continuiamo a ingerire il latte se è inutile,se non dannoso?

 
Forse le risposte a tutte queste mie domande sono
  • non ci penso quindi non fa male
  • tanto alimenti sani non esistono
  • cosa posso mangiare al posto del latte?
Ma se ora so come posso negare di non sapere e far finta di nulla?

Sicuramente con una visone più consapevole possiamo smascherare questo alimento per decenni reso insostituibile,vitale,(interessante chiedersi da chi?).

La mia conclusione sta nell’uso eccessivo.
Eliminare il latte è a questo punto una scelta personale,anche perchè eliminarlo totalmente nn è immediato vista la sua presenza in tantissimi alimenti non solo i suoi derivati ma anche salumi,salse,hamburger,gelati e molti farmaci.
Penso personalmente di toglierlo quindi come alimento quotidiano ma renderlo come alimento una tantum , e non imputargli più doti di vitalità che non ha, anzi abbiamo visto quanto possa essere dannoso.
Per chi continua a dibattersi fra latte crudo o pastorizzato,fresco o lunga conservazione,latte intero o scremato,alta qualità,latte in polvere,bollito oppure no…presto altro post.

 

 

 

 

 

 

 

FONTI:


http://www.procaduceo.org/0_documenti/danni_latticini.htm
http://www.infolatte.it/vegetali/latti_vegetali.html
http://www.medicinenon.it/il-latte-un-argomento-controverso
http://www.alimentazioneevita.com/2012/10/latte-intero-parzialmente-scremato-o.htm
“Impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali”, SSNV©2005)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *