Cerca nel blog

2014/08/30

FIBROMIALGIA DANNI CONTRAZIONI MUSCOLARI YOGA TERAPIA

 LA CONTRAZIONE CONTINUA (CFS E FIBROMIALGIA)  COMPORTA UN CONSUMO DI ENERGIA MAGGIORE DELLA SUA PRODUZIONE








Consapevolezza di se , di essere sempre contratti , fibromialgia, sindrome fatica cronica


Come detto in post precedenti, ciò che ho imparato di più importante sino ad ora e che  vivo come campanello per un un buon cammino ,è stato di  realizzare che il mio corpo è perennemente contratto.Una consapevolezza che il mio maestro dice viene nel praticare yoga e gli esercizi che svolgo.. ma un piccolo trucco per capirlo anche voi che non fate yoga è osservarvi ora ,in questo momento poi fra poco..più volte al giorno ed osservare il vostro corpo.. rilassarlo tutto e vedere quale parte avete in tensione.. gambe accavallate, spalle in su, pancia contratta, viso contratto, un pugno chiuso, gamba o polpaccio... dita del piede contratte...


Realizzando questo ho capito che faccio vivere il mio corpo in continuo stato di lavoro,contrazioni continue,tensioni continue..anche di notte.
Come già detto non so se questo è fibromialgia,sindrome da fatica cronica... è certo che se rieduco il corpo ,certamente dolore e stanchezza diminuiranno notevolmente perchè potremmo godere della fase di rilassamento muscolare.
Noi ,avendo i muscoli sempre in attivo andiamo in pratica ad usare più energia, come dice il mio maestro a sprecare un mondo di energia in modo inutile, quando non serve e non siamo quindi in grado di riprodurla a sufficienza perchè non lasciamo il tempo al recupero, al rilassamento.

Lui dice che quando imparerò a respirare muovendomi,starò bene.
,Desidero spiegarlo anche in modo più tecnino,scientifico...meno yogico.

La fatica
La cellula muscolare manifesta la fatica quando, nonostante venga stimolata,non è più in grado di contrarsi; questo può scaturire da  una serie di fattori quali: 
  • carenza di ATP 
  • carenza di substrato che serve alla resintesi di ATP 
  • acidosi da elevata concentrazione di acido lattico 
  • alterazione della concentrazione di ioni intracellulari (sodio, potassio, calcio) 
  • disidratazione 

IL LAVORO MUSCOLARE

Le cellule muscolari hanno la capacità di accorciarsi per effettuare la contrazione e questo comporta la generazione di una forza alle estremità della cellula stessa.
Quando le cellule muscolari di un muscolo si contraggono insieme, esse generano forza sui punti di inserzione ossea dei tendini dando origine al movimento.

Tutto il processo che precede questo evento,ovvero la generazione di forza possiamo schematizzarlo in questo modo..


Quando al muscolo arriva l'ordine di contrazione il segnale innesca nelle cellule muscolari una serie di reazioni chimiche, le quali liberano energia chimica, la quale si trasforma in energia meccanica ,provocando l'accorciamento del muscolo.

Esaminando più in dettaglio il funzionamento , si osserva che nelle cellule muscolari vi sono degli organelli, detti mitocondri , dove avviene tutto il processo metabolismo ossidativo.

La molecola che entra nei mitocondri  può venire dai  grassi, dalle proteine e dagli zuccheri. Questi tre gruppi di sostanze vengono anche indicati come substrato.
Sarà la cellula muscolare a cui è arrivato l'impulso che prenderà la decisione d'avviare il processo di metabolizzazione dei grassi in base al tipo di attività fisica da svolgere.

Se serve energia a lungo tempo, quindi per esercizi di resistenza come una corsa lunga,passeggiata..le cellule muscolari scelgono come substrato principale i grassi. Viceversa, nel lavoro di potenza esse scelgono gli zuccheri. 
La scelta delle proteine avviene in due casi: quando di ha notevole scarsità di zuccheri (ipoglicemia), in questo caso la cellula è costretta a distruggere proteine per formare zuccheri e distrugge in effetti tessuto proteico muscolare; nel secondo caso la cellula metabolizza proteine che provengono dal normale ricambio proteico.  
Le strutture proteiche sono sottoposte al così detto  “affaticamento meccanico” ,le cellule provvedono quindi normalmente a distruggere le molecole proteiche parzialmente degradate e a sintetizzarne di nuove. In media il ricambio proteico è di 1g/kg al giorno, quindi in un soggetto di 70 kg il fabbisogno proteico giornaliero è di 70g.

PRODUZIONE ENERGETICA 
(CON LA CONTRAZIONE CONTINUA CFS E FIBROMIALGIA  SI HA UN CONSUMO DI ENERGIA MAGGIORE DELLA PRODUZIONE)

L’energia che si libera dalle reazioni indicate prima viene usata dalle cellule muscolari per la sintesi di un composto ATP (adenosin trifosfato) che è altamente energetico. 
Infatti, l’ATP una volta formato, ha facilità a cedere un gruppo fosforico liberando energia.




Questa reazione comporta nella cellula muscolare una modificazione della disposizione di alcune molecole (actina e miosina) che si traduce in un accorciamento della cellula muscolare .
 L’accorciamento è temporaneo ed è seguito dal ritorno alla condizione di riposo (rilasciamento).

E’ importante ricordare che una volta generatisi, questi fattori non si rimuovono molto rapidamente. Sicuramente è necessario un tempo sufficientemente lungo da compromettere una prestazione agonistica. Il riposo rimuove questi fattori.


Quando il lavoro muscolare è molto intenso, la produzione di energia è insufficiente in rapporto all’elevato consumo che si ha durante la contrazione, il muscolo attinge allora energia dalla via anaerobica e così, almeno per brevi periodi, è possibile un lavoro muscolare molto intenso mettendo a disposizione un numero maggiore di ATP, perchè non richede ossigeno ma ha un grande limite quello di produrre acido lattico .
Resistenza aerobica, resistenza anaerobica(il cui accumulo limita la capacità di contrazione muscolare causando fatica) e di esaurire in breve tempo i substrati energetici.
IMMAGINIAMO A QUESTO PUNTO LE CONSEGUENZE IN  UN CORPO SEMPRE IN CONTRAZIONE, CON CONTINUO LAVORO MUSCOLARE...

Acido lattico in accumolo doloroso, stanchezza continua così profonda da creare sino l'impossibilità al movimento.
L'esaurimento delle riserve energetiche (riuzione delle scorte di ATP se non sopperito dalla ricostruzione di scorte in modo rapido impedisce al muscolo di continuare a contrarsi.

Durante la contrazione muscolare l'ATP si trasforma in ADP liberando un radicale fosforico che fornisce energia. A questo punto aggiungendo un atomo di fosforo all'ADP è possibile risintetizzare ATP rifornendo di nuova energia le cellule.
Durante uno sforzo particolarmente intenso la fosfocreatina assolve proprio a tale funzione, liberando il suo atomo di fosforo e riformando ATP a partire da ADP.Questo meccanismo energetico è importantissimo durante il passaggio da una condizione di riposo o di sforzo moderato ad una condizione di massima richiesta energetica.
Finita la contrazione, soprattutto in presenza di ossigeno, si produce una quantità di calore (di ristoro) equivalente all'incirca al calore iniziale e che si svolge in parte nella fase anaerobica, per scissione del glicogeno, in parte in quella ossidativa, per ossidazione dei prodotti intermedî di scissione del glicogeno.



L'importanza quindi dello yoga

Realizzato tutto questo processo lavorativo che noi imponiamo al nostro corpo dobbiamo in qualche modo rimediare..non voglio entrare in merito a cure con farmaci,miorilassanti,antiepilettici...percorso personale, bensì realizzare quanto sia importante un lavoro diretto da noi stessi sul nostro corpo e mente.Cammino unico o cammino parallelo come preferite..ma certa indispensabile.

 AChi soffre di fibromialgia e sindrome da fatica cronica come me non posso che suggerire la yoga terapia un percorso con posizioni personalizzate, meditazione,rilassamento e respirazione.
Non ci sono limiti ritengo.. un percorso che nasce prima nella mente.. Il rilassamento e meditazione seguite da un maestro di yoga terapia sono su misura... quindi non dobbiamo pensare ma io non riesco ad alzarmi,non posso fare certo yoga!!Chiediamoci solo sinceramente vogliamo fare noi stessi qualcosa per stare meglio? o vogliamo continuare a rimanere intrappolati nel giogo di dolore,medicinali,nessun riconoscimento dell'invalidità?

Io sto provando a camminare.


CLICCA IL LINK SOTTO

PER SEGUIRE TUTTI I POST SU FIBROMIALGIA E CFS


Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.