Cerca nel blog

2014/08/08

BOLLETTA LUCE TROPPO CARA

BOLLETTA LUCE TROPPO CARA


MA QUANTO CONSUMO DI LUCE AL GIORNO?



Spesso ci lamentiamo delle bollette della luce con importi alle stelle, sicuramente i rincari fanno il loro gioco ma noi sappiamo veramente quanto consumiamo al giorno?Abbiamo idea di quanto gira il nostro contatore nell'arco della giornata? quante volte facciamo un uso / abuso degli elettrodomestici? alla fine dei conti una volta che abbiamo in casa un frigo, freezer,lavatrice e lavastoviglie di classe AA ancor meglio AAA tuttI  gli altri consumi sono  dettati da phon, che mangia corrente peggio di Omer con le ciambelle..tostapane,tv sempre accesa, ferro da stiro,scalda acqua elettrico,vari computer fissi ,e da non sottovalutare i led!!!...

Una sana abitudine che costa veramente poco è quella di leggere ,all'inizio quotidianamente poi almeno due volte alla settimana, il contatore.Consiglio per almeno un mese di prendere le letture  due (se possibile anche tre o quattro) al giorno esempio appena alzati ore 7.00 e alla sera prima di andare a letto.. solita ora circa tutti i giorni; impareremo a prendere confidenza con la corrente che consumiamo, con gli elettrodomestici che abbiamo facendo delle scoperte sconvolgenti!!!Scopriremo infatti quanto sia errata la nostra percezione dei consumi!!

Parlando con un operatore ENEL parecchi anni fa mi disse che il consumo massimo per rientrare in tariffe decenti era di 7 KWh al giorno, ma sto parlando di massimo.. oltre questo scattano tariffe che ci fanno salire direttamente da San Pietro!!!
Oggi è vero c'è la mitica fascia bioraria, ( di cui poi parleremo se conveniente o no...) ma il meccanismo è pari pari il solito poichè le tariffe della corrente sono anche su calcolo annuo diviso in tre scaglioni.(come dirò in seguito)
Lo scarto di convenienza tra le due fasce è minimo.. e rimaniamo sempre al solito discorso se si consumano fra i 4 /5 KWh al giorno tutto assume un senso altrimenti arrivano le famose bollette da mutuo!

Direte :... ma siamo in tanti in casa... casa grande, scaldabagno elettrico.. bhè vi assicuro che anche io ho avuto scaldabagno elettrico per diversi anni,casa di 120 mq con faretti e varie comodità.. è fattibile basta attenzione e conoscenza dei propri consumi.

I nuovi contatori elettronici prevedono tre fasce:
F1 (ore di punta) dall 8.00 alle 19.00 dal lunedì al venerdì escluso festivi
F2 (ore intermedie) dalle 07.00 alle 8.00 dalle 19.00 alle 23.00 tutti i giorni e dalle 07.00 alle 23.00 sabato e domenica
F3 (fuori punta) dalle 00.00 alle 7.00 dalle 23.00 alle 24.00 dal lunedì al sabato e tutte le ore del giorno la domenica e festività 

AI FINI DI FATTURAZIONE I CONSUMI MISURATI NELLA FASCIA F2 ED F3 VENGONO COMUNQUE SOMMATI IN UN UNICO VALORE



INIZIAMO A PARLARE DI 

TARIFFE LUCE ENEL


Le tariffe sono fissate come accennato prima per intervalli di consumi detti scaglioni qui di seguito riportati:

Scaglioni relativi ai consumi annui in kwh

0-1800   (TOTALI 1800)
1801-2640  (TOTALI 840)
2641-4440  (TOTALI 1800)

In ogni bolletta i KWh fatturati vengono ripartiti negli scaglioni applicabili al cliente sulla base del suo consumo medio giornaliero.

Ad esempio
il consumo medio giornaliero del cliente è di 10 kWh, il consumo medio annuo è di 10x 365= 3650 kWh, quindi verranno applicati al cliente i primi 3 scaglioni. In particolare nella bolletta i suoi 10 kWh di consumo medio giornalieri saranno così ripartiti:

4.93 kWh nel 1° scaglione ( sono 1800 da ripartire su 365 giorni);
2.30 kWh nel 2° scaglione ( sono 840 da ripartire su 365 giorni);
2.77 kWh nel 3° scaglione ( sono 1010 da ripartire su 365 giorni).

Quindi una volta controllato alla mano con letture giornaliere ( si è vero in bolletta è indicato il consumo annuo ma non ci da idea di quello giornaliero...) quanto gira il nostro contatore, una volta stabilito quanto è la nostra media giornaliera ( prendendo la lettura ad esempio di 15 giorni  ,stabilire i KWH consumati e dividendoli per 15) moltiplicheremo per 365 giorni.

Perchè è importante rimanere sotto 7 /KWH giornalieri di media?

Perchè ciò ci permette di rientrare nel primo scaglione tariffario.. (indipendente dalle ora in cui si consumano.. monorarie,biorarie!!!) e quindi l'energia costa meno...

Come visto il gioco è sempre quello, certo è importante valutare il tipo di contratto a noi conveniente ovvero monorario o biorario...
Il monorario conviene se la casa è sempre abitata.. se abbiamo apparecchi  che consumano molto ,accesi soprattuo nella fascia dall 8.00 alle 19.00...quindi attenzione a non pensare:" ho la biorario risparmio..." NON è DETTO!!!
Esempio una caldaia a pellet che consuma tantissimo rimane accesa tutto il giorno ma in particolare tutte le ore di punta se scegliamo la bioraria quindi il risparmio non esiste!!! anzi avremo aggravante!!!perchè la F1 costa di più...

Per questo vi rimando al sito enel per le tariffe della BIORARIA  e della MONORARIA PER RESIDENTI .

UNICA VERA ATTENZIONE è QUELLA DI MANTENERE LA MEDIA GIORNALIERA BASSA RIPETO SOTTO I 7 KWH GIORNALIERI.


IMPARATE I CONSUMI DEI SINGOLI ELETTRODOMESTICI...E CON ALCUNI ACCORGIMENTI VEDRETE CHE RISPARMIO!!

L'accorgimento più importante oltre ovviamente all'utilizzo di luci a basso consumo,se si ha attiva una bioraria far funzionare lavatrici e lavastoviglie.... nelle ore a basso costo,è sicuramente ridurre i LED ACCESI di videoregistratori,televisioni,computer,spine attaccate...

Per farvi capire vi riporto una parte di articolo che ho letto molto interessante 

"Sono molti gli elettrodomestici che determinano un consumo energetico annuo da spento, rappresentato da una frazione importante del consumo globale .

.. Per fare un esempio una volta ho verificato che una persona aveva un condizionatore a parete che acceso consumava circa 1000 Watt e da spento ben 25 Watt, valore di potenza che determina un consumo di 0,6 kwh nelle 24 ore.

Bene tale persona aveva detto che usava al massimo 1 mese all'anno il condizionatore perche consumava quasi 8 Kwh al giorno...
Tale persona ignorava pero che il consumo da spento del suo condizionatore era SIMILE al consumo che aveva in quel mese che lo utilizzava.
Infatti 1 Mese a 8 Kwh al giorno fa un consumo di 248 kwh
ma 11 mesi a 0,6 kwh al giorno fanno ben 200 kwh


In pratica se avesse avuto l'abitudine di disalimentarlo agendo sull'interuttore generale, invece che lasciarlo sempre in tensione, avrebbe potuto quasi dimezzare i consumi o raddoppiarne il periodo d'uso.."

A questo punto vi posto direttamente un link dell'articolo :

QUANTO CONSUMANO I LED?







Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.