Cerca nel blog

2013/09/01

CEZANNE A ROMA DAL 4 OTTOBRE 2013 AL 2 FEBBRAIO 2014

CALENDARIO MOSTRE D'ARTE 2014


CEZANNE A ROMA DAL 4  OTTOBRE 2013 

AL 2 FEBBRAIO 2014

AL COMPLESSO VITTORIANO
Paul Cezanne considerato un maestro da Matisse e Picasso, precursore del cubismo nella sua  forza espressiva.


In Italia il pittore di Aix-en-Provence non e' mai stato  oggetto di grandi mostre ,bisogna risalire al  1971,quando  Roma lo  ha ospitato, a Palazzo Braschi, con una rassegna che  raccoglieva soltanto disegni e acquarelli, mentre risale addirittura al 1920 la mostra organizzata a Venezia, all'interno dalle Biennale, con una ventina di oli importanti.

Cezanne a Roma: mostra al Vittoriano da ottobre 2013
Dal 4 ottobre 2013 per la prima volta dopo decenni Paul Cezanne riapproda in Italia presso il complesso del Vittoriano,a Roma,con una galleria interamente dedicata a lui,e grazie a questa opportunità potremmo godere dei suoi capolavori  non solo  sulle nature morte o paesaggi, arriverà anche un'opera  dal Museo di Orsay di Parigi. Si tratta del 'Ponte di Maincy', un dipinto importanteche rappresenta secondo gli studiosi il passaggio dall'impressionismo al post-impressionismo.

Titolo della mostra :"Cezanne e gli Artisti del XX secolo" , inaugurazione il  4 ottobre 2013 e si protrarrà sino  al 2 febbraio 2014.

Nella rassegna Paul Cezanne saranno allestiti 70 capolavori provenienti da 27 musei di 16 nazioni.


COME ARRIVARE:Tutti i bus per il centro storico: 81, 85, 87, 186, 571, 810, 850, fermata Piazza Venezia
Metro B fermata Colosseo

ORARIO
dal lunedì al giovedì dalle 9.30 alle 19.30;
il venerdì e sabato dalle 9.30 alle 23.30;
la domenica dalle 9.30 alle 20.30.

BIGLIETTI
da definire


Un pochino di storia
Nato nel 1839 ad Aix-en-Provence, Cézanne è considerato dai critici una sorta di ponte tra il naturalismo ottocentesco e le sperimentazioni avanguardistiche dei primi anni del ‘900.

Sia Matisse e Picasso si dice che abbiano esclamato “Cèzanne è il padre di tutti noi”. Anticipatore del cubismo sopratutto per la forza espressiva che scaturisce dai suoi dipinti Cézanne viene inoltre ricordato per la scoperta della luminosità del colore, ripresa da molti artisti successivi tra i quali lo stesso Boccioni.

Uno dei “Paysage” di Paul Cézanne
che rivoluzionarono la pittura alla fine dell’Ottocento

Nel nostro paese l’artista francese è avvertito da un lato come un innovatore, padre del Cubismo e dell’arte pura, dall’altro come un classico, vicino ai grandi esempi della nostra tradizione. Inoltre, nell’atmosfera di rinnovamento creatasi dopo il secondo conflitto mondiale, la tendenza alla disintegrazione dell’immagine, evidente nell’ultima parte del percorso cézanniano, suggerisce vie nuove  ad artisti pronti ad intraprendere esperienze con  linguaggi astratti.









Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.