Cerca nel blog

2013/03/14

PRODOTTI NATURALI SMACCHIANTI



12 alternative ai prodotti smacchianti chimici che si trovano in commercio.
Molti li avrete tranquillamente in casa, sono di uso comune, comunque sia tutti facilmente reperibili in un qualsiasi negozio di casalinghi, evitiamo così tutte quelle sostanze tossiche e dannose contenute!!

Vediamone alcuni.

1) Aceto
 
L’aceto di vino è una miscela di acido acetico e acqua, contenente una piccola percentuale di altri prodotti di degradazione del vino. È indicato per risciacquare lana e seta, dopo il lavaggio, eliminando i residui di detersivo e dando brillantezza a queste fibre. È una sostanza a caratteristiche acide. Va usato diluito: un cucchiaio in circa un litro d’acqua. Può opacizzare alcune fibre sintetiche.
2) Acqua ossigenata
 
È più un decolorante che uno smacchiante. Va perciò usata con molta cautela sui tessuti colorati e su quelli sintetici. Si usa normalmente quella a 12 volumi, diluita in acqua ad una percentuale del 10-20%.
3) Acquaragiaun solvente vegetale o sintetico, indicato per togliere le macchie di vernice. Lascia facilmente alone.

4) Alcol
È un ottimo solvente di origine naturale, adatto a sciogliere le macchie di inchiostro e
morchia, ma va usato con cautela, soprattutto sulle fibre artificiali e sintetiche, e diluito
con acqua.

5) Farina o borotalco

Utili per macchie d'unto su tutti i tipi di tessuto.Spolverare,lasciare asciugare sino a che la farina o talco non fomerà una pappina avendo assorbito l'olio, spazzolare.Eventualmente procedere al lavaggio specifico del capo.





6)Glicerina

È contenuta in piccole percentuali nei saponi. E utile, in aggiunta ai detersivi sintetici, nel lavaggio degli indumenti di lana per renderli morbidi. Si usa come smacchiatore per togliere particolari tipi di macchie.

7) Latte
 
Contiene lattosio, caseina, sali minerali e grassi. Ha un’acidità bassissima, vicino a pH 7. Serve per smacchiare la pelle e i tessuti delicati.

8)Percarbonato di sodio

Gli sbiancanti ottici contenuti negli smacchiatori normali nascondono le macchie dai capi bianchi sfruttando perché rendono riflettente la macchia una luce azzurra e danno l’illusione che la macchia sia sparita. Così i vestiti sono più bianchi e sembrano puliti ma sono pieni di sostanze chimiche.  Il percarbonato di sodio è una valida alternativa per smacchiare e sbiancare i capi bianchi: libera ossigeno che ingloba le molecole di sporco e le trascina via con l’acqua. Non si usa su tessuti delicati ma funziona su tutte le macchie, tranne quelle di sangue; basta aggiungerne un cucchiaio nel cestello della lavatrice al momento del carico.

9) Sapone di Marsiglia

Per trattare le macchie prima di procedere con il normale lavaggio a mano o in lavatrice, in acqua fredda, potete usare il sapone di Marsiglia su qualsiasi tipo di tessuto sia di fibre naturali come il cotone e la lana, che sintetiche. E’ uno smacchiatore perfetto per moltissime macchie,  in particolare quelle di cacao, caffé, té, gelato e sangue. Va passata la saponetta sopra la macchia in modo energico e strofinare bene, dopodiché mettete in lavatrice. Meglio scegliere un sapone di Marsiglia ecologico.

10) Succo di limone

Contiene essenzialmente acido citrico ed acqua. Essendo un acido molto debole è adatto per smacchiare lana e seta, al posto di prodotti più energici. Fenomenale a caldo sulle macchie di ruggine, a freddo su quelle di frutta.

11) Trementina o essenza di trementina

È un solvente simile all’acquaragia. Toglie le macchie di vernice, resina e catrame, ma lascia spesso l’alone. Va usata con cautela su tessuti delicati.

12) Trielina

3 commenti:

  1. dalle mie tovaglie le macchie di qualsiasi tipo non vanno mai via...ho provato con smacchiatori...con il bicarbonato ecc ....insomma ...un disastro......provero' con i tuoi consigli...Grazie . Monica

    RispondiElimina
  2. Elisabetta cara ...chissa se riesci consigliarmi anche sulla pulizia del forno.......senza morire di fatica .....e specie senza aver il problema del " avro' tolto bene tutto il prodotto ...o alla prima cottura la torta ci ammazza tutti ?" grazie Lisa . Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monica, ti scrivo quello che io faccio di solito spero ti possa trovare bene.
      Io ASSOLUTAMENTE non uso i prodotti spray la maggior parte contengono soda caustica e diciamola tutta sappiamo benissimo che è impossibile rimuovere completamente il prodotto!!

      Prima cosa il forno va pulito spesso in questo modo si evitano le croste di grasso!!! e regolarmente lo si pulisce con acqua calda con bicarbonato limone,aceto.Il bicarbonato puro con spugnetta fa da leggero abrasivo quindi utile...lo uso come il famoso CIF in polvere anche fui formelli!!
      Il forno ovviamente appena tiepido, così si sgrassa meglio.

      Per forno particolarmente sporco io metto in circa due litri d'acqua calda un cucchiaio di ammoniaca, la lascio li tutta la notte poi il giorno dopo tolgo il grasso con una spugna.

      Elimina

Ogni commento è gradito...per confrontarsi,crescere insieme.Niente spam grazie.